Home Tags Posts tagged with "messaggio di natale"

messaggio di natale

by -
0 292

mons. Fernando FilogranaPubblichiamo di seguito il messaggio per il Natale 2013 del nuovo vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, mons. Fernando Filograna.

“Carissimi, sorelle e fratelli,

anche quest’anno la Chiesa ci invita a contemplare il mistero del Natale. Anche quest’anno siamo invitati a volgere lo sguardo, con devozione e stupore, ad un Bambino che nasce. Si rinnova il  paradosso che ha fatto da spartiacque tra il prima ed il dopo della storia degli uomini: noi in quel Bambino contempliamo Dio che si fa carne, che sceglie di farsi persona; Egli non attende, distante di essere raggiunto dall’uomo, ma si mostra a noi e come noi, piccolo e umile. Il Bambino che noi contempliamo senza stancarci è Dio, che contraddice ogni logica mondana e opinione comune e si offre come incarnazione dell’Amore.

Da qui, carissimi, l’invito e l’augurio per la nostra Chiesa diocesana: liberiamo la meraviglia che quel Bambino suscita da ogni vana suggestione d’atmosfera natalizia e trasformiamola, invece, in contemplazione limpida e attiva dell’umanità tutta, nella sua bellezza e nella sua miseria; accogliamo nel nostro quotidiano orizzonte ogni persona che è Dio che ci viene incontro e che spesso ci chiede di condividere la sua condizione; assumiamo l’umiltà come atteggiamento di vita capace di salvezza. Egli, il Santo, è venuto in mezzo a noi per renderci santi come Lui: siamo chiamati alla santità; ad accogliere il Signore che viene con fede e devozione. Egli viene ancora oggi tra noi attraverso l’Eucarestia e il Sacramento della Riconciliazione: prepariamo certo le nostre case per il Natale ma, prima e soprattutto, prepariamo il nostro cuore; allontaniamo da noi il peccato che ci rende tristi ed opachi e lasciamo che la luce di Dio entri nella nostra esistenza.

Un pensiero tutto particolare lo rivolgo a quanti, uomini e donne, ho conosciuto e sto conoscendo in questi primi mesi tra di voi. Siete persone straordinarie nel sacrificio di una vita quotidiana troppo spesso complessa e complicata. Anche a voi, figlie e figli carissimi, viene rivolto l’appello dell’Angelo alla Vergine e al suo sposo Giuseppe “Non temere” (Lc 1,30).

A chi soffre, nel corpo o nello spirito, a chi vive nell’afflizione e nella preoccupazione per ciò che questo tempo ci riserva, a chi fa i conti con la precarietà in tutte le sue forme, con la mancanza di lavoro, a chi si sente solo, smarrito, disorientato, agli anziani e ai malati rivolgo con il cuore un incoraggiamento forte, permeato dell’Amore che solo da Dio viene: affermiamo, col profeta Isaia: “Un bambino è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace, per dare incremento all’impero e una pace senza fine al trono di Davide e al suo regno, per stabilirlo fermamente e sostenerlo mediante il diritto e la giustizia, da ora e per sempre: questo farà lo zelo di Jahvé degli eserciti”. (Isaia 9,5-6)

Auguri di cuore! Dio vi benedica!”

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...