Home Tags Posts tagged with "MERCATO ITTICO ALL’INGROSSO"

MERCATO ITTICO ALL’INGROSSO

Gallipoli – Si riunisce oggi alle 13 negli uffici di comunali di via Pavia la commissione che presiede alle procedure per la gara d’appalto con cui dare in gestione per 30 anni il Mercato ittico all”ingrosso di via Lecce, un’opera pubblica ultimata e collaudata nel 2003 e mai entrata in funzione. Tutti falliti i due precedenti tentativi, compreso quello che aveva visto aggiudicatarie le due cooperative di San Benedetto del Tronto e Leuca (Castrignano del Capo), poi ritiratesi lasciando nelle casse comunali 36mila euro di cauzione.

Nel bando scaduto il 15 gennaio scorso figura un solo ed unico concorrente: è la “Gallipoli Fish srl” con sede sulla Statale 101, km 1, legale rappresentante Giorgio Primitivo. Ne fa da “garanzia” un’altra società gallipolina, la “Ittica Gallipoli srl” di via della Cala, legale rappresentante Davide Quintana, impresa “ausiliaria” e comunque storica avendo iniziato la propria attività nel 1988. Nella prima seduta della commissione è stata esaminata la prima delle tre buste previste dal bando, quella relativa alla documentazione richiesta, risultata completa e conforme a quanto prescritto nel bando. Per alcuni requisiti la “Ittica Fish” ha fatto ricorso  “all’avvalimento dell’impresa Ittica Gallipoli”.

Quella di oggi sarà la riunione che apre le altre due buste, una contenente l’offerta  tecnica e l’offerta economica, al rialzo rispetto al canone fissato dal Comune che è di 60mila euro annui di base. Gli elaborati tecnici dovranno invece rispondere alle esigenze primarie di manutenzioni ordinarie e straordinarie dell’immobile, che ha attraversato con danni un lungo periodo di scarsa custodia e vigilanza. I lavori di ripristino e riavvio della struttura e degli impianti non dovrebbero costare meno di 400mila euro. Tale somma, che sarà a carico del concessionario verrà poi scomputata sul pagamento dei canoni annui. Tra le altre clausole,, quella del divieto di subappalto e cessione del contratto, il piano economico e finanziario di copertura degli investimenti, la tracciabilità dei flussi finanziari.

 

Guido ApreaGALLIPOLI. Il commissario straordinario Guido Aprea (foto) a confronto con le categorie e associazioni dei pescatori per affrontare problematiche e pianificare la possibile apertura del mercato ittico all’ingrosso. L’intendimento del viceprefetto, prima della conclusione del suo mandato di reggenza, sarebbe infatti quello di rendere operativa la struttura di via Lecce (realizzata con i fondi pubblici per 3 miliardi e mezzo delle vecchie lire e relegata da decenni a cattedrale del deserto), per regolamentare le attività di commercializzazione del pescato. Ma il tutto solo se da parte della marineria gallipolina e soprattutto degli operatori del settore ci sarà convergenza e collaborazione per rendere fattibile ed efficiente l’attività di quel mercato.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 778

GALLIPOLI. Il corposo immobile che si vede all’ingresso della città per chi proviene dalla Statale 101 o che si staglia davanti agli occhi di chi dalla città gira intorno all’aiuola per prendere la litoranea verso Torre Sabea, presto svelerà il suo segreto: per che cosa fu realizzato (anni 1998-99) e collaudato (2003)? Si vanno esaurendo in questi giorni le complesse procedure per dare in concessione il Mercato ittico all’ingresso – di questo si tratta – che così finalmente entrerebbe in funzione.
Una prima gara, svoltasi in base alle direttive indicate dal Consiglio comunale nei primi mesi del 2011, era andata deserta. Ecco allora un’altra gara di evidenza europea per assegnare l’importante struttura che può spingere il mercato dei prodotti ittici verso mete più moderne e standard più adeguati ai tempi.
L’assegnatario, secondo il bando, dovrà adeguare alle più recenti norme di sicurezza e agibilità il mercato all’ingrosso ubicato tra via Lecce e via per Sannicola. Per rendere più appetibile la struttura, nel bando sono state cancellate le quote di compartecipazione a favore de Comune su diritti, compensi e introiti vari derivanti dalla gestione; è rimasto invece il pagamento di un canone fisso nelle casse comunali. L’attivazione del mercato è stata seguita dal consigliere delegato Enzo Mariello (nella foto).

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...