Home Tags Posts tagged with "in arrivo anche Oss"

in arrivo anche Oss

Gallipoli – Di allarme in allarme – gli ultimi quelli del segretario provinciale della Funzione pubblica, Cgil, Floriano Polimeno e di alcuni medici – alla fine qualcosa si muove ed anche in senso positivo sul fronte del personale negli ospedali. La direzione generale dell’Asl Lecce comunica che “ha già pensato a mettere in sicurezza gli organici negli ospedali” ponendo mano al piano assunzioni sia in previsione del periodo estivo con carichi di lavoro in aggiunta, sia per affrontare le “criticità generali” e consolidate, come nei casi citati espressamente degli ospedali di Gallipoli e Scorrano. Ed infatti proprio di Oss (operatori sociosanitari) si tratta: se ne assumeranno 60 per sei mesi, insieme ad altri 50 infernieri che sommati ai trenta rivenienti con la mobilità da altre Asl, portano il totale a 80 unità.

Il 12 prossimo partono le asunzioni “Le convocazioni del personale – si precisa in una nota dell’ufficio stampa Asl – sono programmate per martedì prossimo, 12 giugno, per cui a stretto giro infermieri e oss entreranno in servizio”. Si sottolinea inoltre che queste assunzioni a tempo determinato sono prorogabili e quindi l’Asl  ha previsto la possibilità di tenere in servizio questo personale per un tempo più lungo: una programmazione di medio e lungo periodo che, di fatto, non mira a inseguire le emergenze ma a prevederle”. Va ricordato che in effetti la direzione generale ha prorogato tutti i contratti in scadenza il 30 giugno fino al 31 dicembre prossimo.

Pronto soccorso di Gallipoli, in arrivo un’altra estate bollente Di carenze di personale medico e paramedico si è parlato spesso nel settore della sanità pubblica in questi ultimi mesi: dipendenti andati in pensione e mai sostituiti, livelli essenziali di assistenza in forse, come i turni per assicurare i servizi con un flusso di pazienti in costante crescita, anche per via del trasferimento di reparti da Casarano. Reiterate richieste di ricostruire l’organici sempre- finora – senza risposte. “Noi medici non ce la passiamo granché bene – dice il primario del Pronto soccorso” del Sacro Cuore”, Antonio Girau (foto) – ma il problema più serio per noi fino ad oggi è la mancanza di Oss: sono sette invece dei 14 previsti. In buona sostanza –spiega Girau- i malati in attesa di consulenza dopo essere stati visitati, sostano in attesa che qualcuno li accompagni a seconda dei casi, o in lettiga o in carrozzina, nei vari reparti dislocati nelle tre torri, rallentando e rendendo così ancora più complicato il nostro lavoro”. E’ un fiume in piena il dottore Girau, che, a differenza di altri nosocomi salentini, ha superato egregiamente assieme ai colleghi l’emergenza-influenza dell’inverno scorso, ma anche quella estiva del 2017, quando hanno lavorato con soli 15 infermieri contro i 23 previsti per 25mila interventi all’anno (diventati 28mila) e che quest’anno – secondo il trend – dovrebbero arrivare addirittura intorno alle 35mila prestazioni. A ciò si aggiunga che occorre assicurare anche il “triage h24”, un servizio delicatissimo che stabilisce – sotto la supervisione del medico di guardia – le priorità di accesso alla visita medica.  “Si figuri – conclude il primario del Pronto soccorso gallipolino – che ci era stata assicurata la sostituzione dell’infermiera che rimase gravemente ferita a ottobre (il riferimento è all’incidente con l’ambulanza in cui morirono sia l’autista di Taviano che il paziente trasportato): ad oggi, e sono passati più di 7 mesi, l’attendiamo ancora. L’unica novità è che ci invieranno dei colleghi della guardia turistica, dal 15 giugno al 15 settembre prossimo”.

 

Concorsi in finale per medici; in arrivo anche dieci tecnici di radiologia Adesso le assunzioni in arrivo dovrebbero far tirare un grosso respiro di sollievo ai medici ed ai pazienti in modo che non ci sia nelle corsie personale stressato dai carichi di lavoro extra, con turni che saltano e turni di lavoro che si allungano, come nel caso richiamato dalla Cgil di Medicina a Scorrano. L’Asl, anche per tranquillizzare le strutture sanitarie della provincia,  ricorda infine che, circa il personale medico, saranno reclutati “sette medici internisti ed è in corso la procedura di mobilità per dirigenti medici nella disciplina di Medicina interna, mentre sono in corso diverse procedure concorsuali: a giugno sarà concluso il concorso per Medicina trasfusionale (15 posti), si svolgerà la prova scritta per Gastroenterologia (2 posti); a luglio si concluderà il concorso per la Cardiochirurgia (4 posti) e si terrà la prova scritta per Nefrologia e Dialisi (4 posti)”. Infine per i direttori di struttura complessa è in corso la procedura per il conferimento di incarico per Anatomia patologica (8 giugno) e Malattie infettive (2-3 luglio). Per completare il quadro sono in arrivo dieci tecnici di Radiologia, uno di laboratorio, logopedisti e fisioterapisti.

Ha collaborato Amleto Abbate

 

 

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...