Home Tags Posts tagged with "imprese"

imprese

Nardò – Un milione 200mila euro per riqualificare 15 tra le più importanti e utilizzate strade cittadine: il finanziamento è stato concesso al Comune dalla Regione Puglia che lo ha deliberato sul finire di marzo scorso. Sono via Due Aie, via Adua, via Cecchi, via Principe di Savoia, via Madonna di Costantinopoli, via Roma, corso Galliano, via Grassi, via Napoli, via Duca degli Abruzzi, via Regina Elena, via Fieramosca, via Scapigliari, via Volta e via Kennedy. Nardò è così entrato a parte parte della distribuzione di ricorse riservate a riqualificazione urbana per un totale di oltre 23 milioni di euro, ma anche per “favorire l’adozione di misure di sviluppo dell’occupazione e delle attività economiche, di incremento delle attività industriali e di miglioramento ambientale”, come si legge in una nota del Comune neretino.

“Si sostiene il sistema produttivo locale” L’intervento in arrivo si inserisce, si sostiene dal Comune, nelle iniziative varate con “l’obiettivo strategico di implementare ulteriormente i processi di competitività del sistema produttivo locale. I riscontri sulle criticità (emersi anche dal confronto con operatori economici e altri stakeholders) fanno riferimento essenzialmente all’arredo urbano e alla condizione del manto stradale di numerose vie della città, che oltre a interferire pesantemente con il decoro e la sicurezza, sono elementi che indeboliscono la competitività delle imprese e dei soggetti privati”. Da qui “il bisogno di un piano di riqualificazione della rete viaria di questa portata, che si aggiunge a Ciclonardò, la rete dei percorsi ciclabili della città (finanziato con 1 milione e 420 mila euro), all’intervento di riqualificazione dell’Antoniano (finanziato con 3 milioni e 500 mila euro) e all’intervento per il rifacimento di altre sette importanti arterie della città (finanziato con 400 mila euro di fondi di bilancio)”.

La soddisfazione degli amministratori “È il nostro “piano Marshall” della viabilità cittadina – afferma il Sindaco Giuseppe Mellone – dopo decenni di incuria, di mancata programmazione, di assenza di ogni politica di sostegno al comparto produttivo”. Mellone dà atto della “scelta strategica e per le politiche innovative del governatore Michele Emiliano, al quale va il mio personale ringraziamento”. Per Mellone “oggi Nardò è il miglior posto per le imprese che hanno voglia di investire e per le persone che in questa città vivono e lavorano”.
“In questo 2018 – aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Oronzo Capoti – trasformeremo il volto della città. Non appena abbiamo saputo di queste risorse, abbiamo immediatamente allertato gli uffici per procedere subito alla progettazione, ai bandi di gara e all’esecuzione delle opere, un iter che ovviamente richiederà qualche mese”. “Il concetto di sviluppo economico – dichiara l’assessore delegato, Giulia Puglia – comprende anche elementi di arredo delle città, di riqualificazione del manto stradale, di presentabilità dei contesti. Rifare le strade di Nardò, come mai è stato fatto in maniera così estesa, significa sostenere il commercio e l’impresa della città e questo è solo uno dei tanti punti a favore dell’economia neretina”.

Siciliano: “Molte di quelle strade sono in ottimo stato” “Nell’ennesimo proclama di qualche ora fa, il primo cittadino ha comunicato l’aggiudicazione da parte del Comune di un finanziamento della Regione Puglia che consentirà di asfaltare nuove strade per un milione e mezzo di euro”: arriva puntuale la replica dell’opposizione con il consigliere comunale Lorenzo Siciliano. “Fate attenzione su quali strade intende gettare nuovo asfalto il rispolverato George Marshall: via Roma, corso Galliano, via Regina Elena, via Grassi, via Madonna di Costantinopoli, via Duca degli Abruzzi… strade in ottimo stato – rimarca Siciliano – per le quali si intende spendere soldi pubblici per asfaltarle nuovamente, mentre decine di arterie urbane sono ridotte a colabrodo ed altre extraurbane sono ancora in terra battuta e prive di opere di urbanizzazione come acquedotto e rete fognaria”. Il consigliere anticipa via Facebook che lunedì mattina “chiederemo la convocazione d’urgenza della commissione lavori pubblici per documentare lo stato disastroso in cui versa il manto stradale di moltissime vie (e qui sotto, tra i commenti, vi chiedo di segnalare quelle di cui siete a conoscenza) e cercare di comprendere quali siano stati i folli criteri che hanno portato alla selezione delle strade elencate”.

Donato Metallo

Racale – Tra i 15 progetti approvati in tutta la Puglia nell’ambito dell’avviso pubblico per il sostegno ad imprese della filiera dello spettacolo dal vivo (musica, danza, teatro), c’è Racale con il suo Parco musicale urbano, progetto condiviso con imprese ed associazioni. La Regione, assessorato all’Industria turistica e culturale retto da loredana Capone, ha cofinanziato l’operazione con 480mila euro (il progetto completo supera il milione).I “soggetti attuatori” sono la società “VR2” di Emanuele Giannelli, capofila; la “Procediamo Italia” di Fernando Proce; il Comune di Racale; l’associazione di promozione sociale “Mauro Carratta” di Fernando Carratta di Ugento; l’associazione Recinti Temenos di Marco Antonio Romano di Taviano; l’impresa sociale “Granelli di sabbia” di Emanuela De Donatis di Ugento; l’associazione “Staisinergico” di Francesca Margarito di Nardò. Una vera e propria associazione tempoanea di scopo (Ats) è stata formata davanti al notaio con il Comune e le imprese interessate (Giannelli, Proce, “Exohico” di Alessandro Santantonio e “Santa Gaeta” di Antonella Santantonio) per poter patecipare all’avviso pubblico scaduto il 31 marzo scorso.

Il cuore del parco sarà piazza San Sebastiano e il vecchio deposito delle corriere Borman che vi si affaccia. Gli altri particolari dalla voce, molto soddisfatta, del Sindaco Donato Metallo: “Si tratta di uno spazio performativo di 800 metri quadrati, un auditorium, una sala incisione, una sala registrazione di altissima qualità e tanto altro. Il riconoscimento che ci viene oggi va anche ad Emanuele Giannelli in primis, al suo sogno, alla sua utopia realizzata. Così come viene riconosciuto a tutte le realtà che hanno creduto in un percorso, in un orizzonte, nel futuro; un apprezzamento a questa nostra “folle” Comunità, come ormai ci chiamano tutti in Puglia”. Ancora ringraziamenti quindi dal primo cittadino “a Chiara Eleonora Coppola (progettista col suo studio “Coppola & parteners”, ndr), a Fernando Proce, ad Alessandro Santantonio ed a Loredana Capone, l’assessore che ha programmato, pianificato e reso possibile tutto questo”. Commenta la Coppola: “Sono emozionata nel dirvi che il nostro progetto è vincitore del bando attrattori culturali della Regione Puglia. Pmu è il primo parco musicale in Italia diffuso nel centro storico, un polo culturale e creativo dedicato alle arti performative. Un sogno che condivido con Emanuele Giannelli, Carlo De Nuzzo, Donato Metallo e la città di Racale”.

 

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...