Home Tags Posts tagged with "il cliente fa causa"

il cliente fa causa

 

Specchia – Fare un casuale controllo del proprio conto bancario e accorgersi che mancano dei soldi, e nemmeno pochi: 100mila euro. È questa l’entità dell’ammanco – dovuto ad un investimento di cui il titolare del conto era del tutto all’oscuro – che uno sfortunato artigiano quarantenne di Specchia ha scoperto controllando online il suo saldo. Dopo l’immediata richiesta di spiegazioni da parte dell’uomo e a seguito dell’intervento del legale cui quest’ultimo si è rivolto, la banca ha cercato di giustificare l’operazione, si è parlato di “malinteso” e ha comunque provveduto immediatamente a far tornare sul conto del correntista i 100mila euro scomparsi. La “riapparizione” della somma però è bastata a mettere a tacere la vicenda. Diffusasi la notizia, sarebbero emersi altri presunti casi. Di certo c’è che – a seguito della denuncia dell’artigiano ai carabinieri di Specchia – tutto il personale dell’istituto di credito, dal direttore al cassiere, sarebbe stato trasferito ad altra sede e sostituito.

L’avvocato Ivan Mangiullo di Tricase, che assiste l’artigiano specchiese, dichiara: “A nostro avviso, c’è stata appropriazione indebita dei risparmi del correntista da parte dell’istituto di credito, che ha prelevato e investito la somma senza alcuna comunicazione preventiva al cliente e senza avere da questi un’autorizzazione né scritta né verbale. Soltanto dopo il mio intervento la banca ha cercato, attraverso metodi poco trasparenti, giustificando la cosa con modifiche del contratto e clausole sulla privacy, di far firmare al mio assistito (senza riuscirci) i moduli per l’autorizzazione che invece avrebbe dovuto fare  prima di procedere al prelievo. L’azione della banca, dunque, dal nostro punto di vista è assolutamente illegittima, tanto più grave se si considera che parliamo di una grossa cifra, investita per giunta in azioni ad alto rischio. E’ stato danneggiato il rapporto di fiducia con il correntista. Ora procederemo – conclude il legale – in sede civile e penale per chiedere i danni e soprattutto per capire che ragioni ha una banca nel fare operazioni del genere”. Lo “Sportello dei diritti” che ha segnalato il caso raccomanda di verificare spesso il proprio conto corrente per evitare brutte sorprese.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...