Home Tags Posts tagged with "I COLORI DELL’OLIO"

I COLORI DELL’OLIO

Vaste (Poggiardo) – Enrico Ruggeri e P40, la storia di un incontro del tutto casuale diventato una bella amicizia. L’anno era il 2016, Enrico Ruggeri si trovava a Presicce, ospite della manifestazione “I colori dell’olio”, in attesa di suonare in piazza. Finito il sound check il cantante milanese decide di cenare in uno dei ristoranti là vicino e lì incontra Pasquale G. Quaranta, meglio conosciuto come P40. Un caso del tutto fortuito che però ha segnato in qualche modo una svolta.

Il musicista di Poggiardo, che ama definirsi “figlio del Salento”, era già noto nell’ambiente musicale locale, con i suoi dischi “Vane” e “Osteria 40” e il suo singolo “Me tira na friseddha”. L’artista salentino si aggirava tra i tavoli, chitarra in mano, intonando brani e racconti in dialetto salentino e anche un po’ in italiano.

Ruggeri rimane così colpito dal siparietto di P40, divertente e coinvolgente allo stesso tempo, che decide di offrirgli la possibilità della vita: aprire il suo concerto che sarebbe iniziato una mezz’ora dopo. “Mi è sembrato molto bravo e ho deciso di dargli una chance: gli ho chiesto di aprire il concerto che stavo per andare a fare – dichiara all’agenzia Adn Kronos ricordando quel momento – la sua gioia mi ha commosso”. Per l’artista salentino si profilava in effetti un passaggio inedito dall’osteria ad un palco con un grande pubblico. Una favola.

Dopo due anni, la storia continua. Ruggeri e i Decibel, la sua storica band, tornano in Salento per un concerto nella piazza di Magliano (frazione di Carmiano) e il cantante ha voluto rivedere il suo amico, che si trovava tra Abruzzo e Molise per un mini tour. Ricevuta la notizia, P40 si è fiondato verso casa e anche questa volta Ruggeri gli ha proposto di esibirsi prima di lui nel corso della serata. Un successo su tutta la linea e un’emozione rinnovata, senza fine.

«Pensando al nostro incontro di due anni fa a Presicce – dice P40 – è stato spontaneo abbracciarci. Ci siamo scambiati sorrisi, parole e idee. Il concerto poi, insieme al suo storico gruppo dei Decibel, è stato permeante, mi ha riconnesso con le sonorità punk-rock dalle quali provengo e che ho portato nel mio modo di suonare la chitarra classica, scesa in basso, e nel mio modo di cantare a volte grezzo ma diretto. Gli incontri con gli artisti sono sempre speciali per me, come tutti gli altri incontri umani che l’arte mi sta regalando. Tutte le persone che incontro sono occasioni umane di autentico scambio e, nel caso di Ruggeri, ho ricevuto un grande esempio di esperienza, carattere, determinazione e creatività.»

Presicce – Chiusura con il botto per la decima edizione dei Colori dell’olio: diverse decine di migliaia sono stati gli spettatori che sin dalla mattinata di ieri, domenica 19 agosto, hanno “pacificamente invaso” Presicce per assicurarsi un posto “adeguato” al concerto di Francesco De Gregori. Si è trattato di un vero e proprio “evento” destinato ad essere ricordato a lungo nella memoria collettiva del paese ( e non solo). Si sapeva che il Principe avrebbe attirato tantissima gente, ma i 10-15 o più mila presenti in piazza delle Regioni restano un colpo d’occhio straordinario. Difficile fornire una cifra precisa dei presenti: di certo una piazza così fitta non la ricorda nessuno. In tanti hanno poi voluto rimarcare la loro presenza al concerto postando foto e pensieri sui social, durante il concerto e nelle ore seguenti, ad iniziare dal governatore Michele Emiliano che (su Facebook) parla di “30 mila persone a Presicce per il grande maestro Francesco De Gregori che unisce tutte le generazioni nella sua stupenda poesia italiana”.

Una data da ricordare ed una prova superata a pieni voti Ad essere premiato è stato il gran lavoro degli organizzatori che hanno pianificato e gestito al meglio il gran flusso di presenze. Nei tre giorni della manifestazione (anche Nesli e Matteo Cazzato sul palco), e in particolare modo nell’ultima (con l’atteso De Gregori), non si è verificato nessun problema di sicurezza. Più che normali le code di auto, soprattutto sulla superstrada, usuali per un grande concerto, tanto più se nella settimana di Ferragosto e per giunta gratuito. In paese, però, l’incessante flusso di gente verso l’area del concerto è stato guardato con simpatia dai residenti, incuriositi ed allo stesso tempo orgogliosi per quanto stava accadendo intorno a loro. “Festa” è stata non solo per gli stand presenti alla manifestazione ma anche per la quasi totalità dei locali del centro che hanno esaurito in breve tempo bibite, gelati e quant’altro.

Note ed emozioni A rendere ancor più straordinaria l’atmosfera è stata poi l’interpretazione del cantautore romano, lontano anni luce dal cantante schivo ricordato da molti nel corso degli anni, che ha invece interagito spesso con il pubblico, emozionando con i suoi classici (da Generale alla Leva calcistica, da Alice a Rimmel), creando una straordinaria “corrispondenza emotiva” anche quando ha chiamato accanto a se sul palco la moglie Alessandra Gobbi con la quale ha cantato “Anema e core”. Un’eloquente foto della serata è stata postata anche sul profilo Instagram ufficiale di De Gregori.

Gli organizzatori e il pubblico «Anche quest’anno abbiamo scritto una pagina importante di storia e lo abbiamo fatto con il contributo di tutti, dai volontari agli sponsor», afferma il direttore artistico Anacleto Tamborrini per il quale i Colori dell’olio è ormai “tra le manifestazioni regine dell’estate salentina, non solo presiccese». Tanta l’emozione tra il pubblico: «In un momento storico di grande divisione e di negatività  – scrive sul suo profilo facebook Maria Rosaria Cazzato, rientrata di proposito dal viaggio di nozze, per partecipare al concerto – è magico pensare che la musica abbia ancora il potere di unire con autenticità. Per noi presiccesi si aggiunge l’orgoglio di poter dire che questo miracolo è accaduto a casa nostra. “Ti ricordi quando De Gregori ha cantato a Presicce?” Chissà quante volte ce lo chiederemo”. Ai post dei residenti si aggiungono anche quelli dei visitatori, che oltre a fare i complimenti agli organizzatori sottolineano il “clima di di festa composto e collettivo; i sorrisi e i saluti degli abitanti per nulla infastiditi dal traffico e dall’invasione”.

Presicce – Un ospite d’eccezione per i dieci anni dei “Colori dell’olio”. Quest’anno la manifestazione che celebra  l'”oro verde” si “regala” il concerto di Francesco De Gregori che domenica 19 agosto chiuderà la tre-giorni di Presicce. «I bilanci non mi sono mai piaciuti. Di fatto si fa un bilancio solo alla fine di una realtà, ma qui la parola “fine” non credo possa essere scritta ancora. Se proprio devo dare uno sguardo in restrospettiva – afferma il direttore artistico della manifestazione, Anacleto Tamborrini – vedo un meraviglioso percorso di crescita che ha investito l’intera manifestazione. Lo spirito è sempre quello di dare a Presicce la possibilità di essere ammirata da una vetrina del tutto eccezionale: tre giorni di musica e  buon cibo con al centro dell’attenzione il prodotto principe del nostro territorio, che nonostante le evidenti difficoltà rimane l’olio».

Il programma Ricco come sempre il programma musicale (ad ingresso libero in piazza delle Regioni) che, prima del “Principe” (così come Dalla soprannominò De Gregori), prevede venerdì 17 Lu Rusciu Nosciu, Matteo Cazzato, Indiano Salentino, sabato 18 Sperla Rootzie & Tbh, Uchieman e Nesli e domenica 19, per chiudere, De Gregori e a seguire i dj di Radio Venere. I “Colori dell’olio” si conferma, dunque, tra le manifestazioni più attese dell’estate salentina, in grado di richiamare migliaia di presenze. Ma lo staff organizzativo ha già dato ottima prova delle proprie capacità.

Trepidazione per Matteo Cazzato e gli altri Tra gli”ospiti” c’è trepidazione in paese per il concittadino Matteo Cazzato, apprezzato concorrente della scorsa edizione del programma Amici di Maria De Filippi, così come per Nesli e gli altri. «Penso che quest’anno davvero segneremo la storia dell’estate presiccese, e non solo. Come ogni anno – conclude Tamborrini – stiamo prevedendo tutte le misure per la sicurezza degli artisti e degli spettatori che ospiteremo in piazzale delle Regioni, che per l’occasione diventa il salotto della nostra città. Stiamo collaborando, come sempre, con le autorità competenti per predisporre il piano di sicurezza secondo la normativa vigente». L’associazione informa pure che, come ogni anno, è previsto un percorso facilitato per i diversamente abili i quali potranno assistere ai concerti da un punto privilegiato, accompagnati da una sola persona (informazioni al numero 346/5927947).

 

Presicce – Sarà Francesco De Gregori, il “Principe”, l’ospite d’eccezione che chiuderà il 19 agosto 2018 in piazza delle Regioni, la tradizionale manifestazione “I colori dell’olio” arrivata alla decima edizione. “Ogni anno lavoriamo in squadra per migliorare il nostro festival sia nei contenuti sia nella qualità dello spettacolo, per renderlo emozionante al massimo – afferma il direttore artistico, Anacleto Tamborrini -. Con il nostro festival ci teniamo ad essere nel cuore della musica e nel cuore del nostro pubblico. Per Presicce un’occasione unica per tanti motivi. Innanzitutto perché regalerà un grande momento di spettacolo musicale, inoltre richiamerà migliaia di persone anche dalle altre regioni, a testimonianza di come il festival “I colori dell’Olio” sia ormai un evento di portata nazionale. Questa visibilità – continua Tamborrini – porterà enorme beneficio alla città in termini di visibilità e turismo. Dopo Ermal Meta vincitore di Sanremo 2017, Max Gazzè, Luca Carboni, Ruggeri e tanti altri ospiti, abbiamo voluto “il Principe” per festeggiare al meglio i dieci anni di vita dei colori dell’Olio”. La manifestazione, nata per promuovere l’olio d’oliva e i suoi produttori, inizierà come di consueto il 17 agosto e terminerà il 19, con gli immancabili giochi e gli stand gastronomici. A breve verrà reso noto il calendario completo delle tre serate di musica.

PRESICCE. Piazza delle Regioni, a Presicce, è da giorni un cantiere aperto: si lavora alacremente per sistemare gli stand gastronomici ed espositivi, gli ormai famosi giochi tra le balle di fieno e il palco che ospiterà gli artisti convocati per la nona edizione del festival “I Colori Dell’olio”. Tutto deve essere pronto per giovedì 17, primo giorno della manifestazione che si aprirà con il tradizionale concerto di pizzica, tenuto dal gruppo locale “Lu Rusciu nosciu”. A seguire il “Vulcano summer tour” del rapper Clementino, che torna a Presicce dopo l’esibizione dell’anno scorso. Venerdì 18 sarà la volta del gruppo “Ionica Aranea” che presenteranno i brani del loro ultimo lavoro “Terra Mascia” e a chiudere la serata ci sarà la “Bandabardò”, gruppo folk fiorentino. Grande attesa per la serata finale e il suo protagonista Ermal Meta, impegnato in tutta Italia con il suo “Vietato Morire tour”. Il concerto del giovane cantautore, terzo a Sanremo 2017, sarà preceduto dall’esibizione del Black soul Trio, mentre alla fine ci sarà il dj set di Radio Venere. L’associazione “I Colori Dell’olio”  organizza anche quest’anno, il percorso facilitato per disabili. Per accedere ed assistere ai concerti contattare il numero 346/5927947.

I Colori dell'Olio

I Colori dell’Olio

ACQUARICA DEL CAPO. Dal palco de I Colori dell’Olio a Presicce è stato l’acquaricese Franco Simone a fare un invito esplicito a favore della fusione. Ad Acquarica, invece, è stato J-Ax, ignaro della situazione dei due comuni, a fare appello all’unità contro ogni campanilismo. Da due feste diverse uno stesso messaggio. Però, appena si spengono i riflettori partono automaticamente i paragoni e si fa a gara “a chi ce l’ha più grosso” per riprendere una frase della canzone del rapper. È una guerra di numeri, sulle presenze delle serate. Ognuno su Facebook si azzarda in calcoli su metri quadrati calpestabili, riporta dati non ufficiali e fa considerazioni sugli spazi vuoti o pieni delle due aree. Bastano i numeri a sostenere una festa e soprattutto le sue spese? È solo una questione di metri calpestabili? Non si fa torto a dimenticare l’impegno dei tanti volontari che si mettono a disposizione, a prescindere da quanti partecipano? Fortunatamente a superare gli steccati sono proprio i volontari: i presiccesi che si impegnano per la Festa del Grano e acquaricesi che da anni aiutano I Colori dell’Olio (nella foto il gruppo dei volontari).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

presicce-i-colori-dell'olioPRESICCE. L’evento dell’estate presiccese è ormai alle porte e si è già nel pieno dei preparativi per l’ottava edizione de I colori dell’olio, la manifestazione che promuove l’olio, i suoi produttori, Presicce città degli ipogei. C’è attesa per i tradizionali giochi che ogni anno mettono in palio decine di bottigliette d’olio e soprattutto per i concerti gratuiti. Ecco chi animerà le tre serate della festa: mercoledì 17 agosto aprirà la serata lo storico gruppo di pizzica Lu Rusciu nosciu, a seguire il concerto del rapper campano Clementino. Il giorno seguente la piazza ballerà al ritmo del Festival Bar Italia e poi l’esibizione di Deborah Iurato, vincitrice della tredicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi. La serata conclusiva, il 19 agosto, avrà come ospite d’eccezione Enrico Ruggeri, artista di successo non solo nella musica ma anche come scrittore e conduttore televisivo. A chiudere la manifestazione i dj di Mondo Radio. Dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti edizioni, con visitatori arrivati da tutta la provincia, anche quest’anno sarà offerto il servizio privilegiato che garantirà ai diversamente abili di accedere in uno spazio a loro dedicato per assistere in prima fila ai concerti. Per avere maggiori informazioni e per prenotare l’assistenza basta chiamare i numeri 320/8642962 o 338/6320633. «Anche quest’anno ce la metteremo tutta per far divertire i visitatori – affermano dall’associazione – e per promuovere i nostri prodotti: magari non si fa caso, ma le bottigliette di olio messe in palio nei giochi escono dai confini provinciali e regionali e portano in giro il nostro prodotto e territorio. L’essenza di quello che siamo. E i commenti che riceviamo sono, sempre, molto positivi». Per informazioni mandare una mail a info@presicceicoloridellolio.it; oppure si può seguire sul profilo Facebook “I colori dell’olio” e su Twitter @coloriolio.

by -
0 2430

piazza-delle-regioni-ai-colori-dell'olioPRESICCE. Fan impazziti sui social, appena conosciuti i nomi degli ospiti dell’ottava edizione della festa “I colori dell’Olio”. Prima Enrico Ruggeri, cantante che ha segnato la storia della musica italiana, conduttore televisivo e sportivo impegnato nella squadra nazionale cantanti; poi Clementino, giovane rapper napoletano, che in poco tempo si è imposto sulla scena italiana per stile e qualità. Scelte che fanno presagire un’edizione ricca di emozioni. «Da più di tre mesi, una volta a settimana, il direttivo dell’associazione si incontra per pianificare tutto quello che sarà nei tre giorni della festa – afferma il presidente Marino Cazzato – ognuno di noi ha un compito ben preciso, tutto è studiato nei minimi dettagli, per evitare di commettere o ripetere errori e portare avanti le buone pratiche». Come il servizio attivato l’anno scorso, di concerto con l’assessora Marisa Stivala, che ha permesso ai diversamente abili di accedere in uno spazio a loro dedicato per assistere in prima fila al concerto. «Ci chiamarono perfino da Lecce per poter vedere Luca Carboni – continua il presidente-. Grazie a questa iniziativa abbiamo fatto felici tante persone. Quest’anno vorremmo ripetere l’esperienza per la prima e la terza serata».

Nei tre giorni 17, 18 e 19 agosto ci saranno: i giochi; la lotteria; un incontro incentrato sull’olio e l’ulivo; gli stand gastronomici; gli stand degli espositori (per prenotare il proprio spazio chiamare i numeri 320/8642962 o 338/6320633) e poi la musica. «Due spettacoli di alto livello, la prima e la terza sera, indice di un investimento diverso soprattutto dal punto di vista qualitativo. Abbiamo cercato di accontentare tutte le fasce d’età e dai commenti pare che ci siamo riusciti». Nella prima serata: Alla Bua e Clementino; nella seconda: le Officine musicali di Salve, Lu Rusciu Nosciu, Bar Italia; nell’ultima Enrico Ruggeri e dj di Mondo Radio.

by -
0 1407

prospettive presicce assPRESICCE. Tra serate di musica, esposizioni e spettacoli teatrali, prosegue con successo la programmazione estiva presiccese. Andato bene il tradizionale appuntamento del “Festival della canzone” (foto) a cura dell’associazione “Prospettive” e ha fatto morire dal ridere la commedia dialettale “Dodici rose e una gamba” dell’associazione “Arte e sorriso”. Chiuso con successo luglio, ad attendere visitatori, e non, è un agosto carico di emozioni e di belle sorprese. Fervono i preparativi in vista della festa di fine agosto “I colori dell’olio”; dopo la prima selezione, il vincitore tra i sette candidati che hanno passato il turno, avrà l’onore, il 19 agosto, di affiancare sul palco Luca Carboni per cantare insieme qualche brano.Intanto dopo la “Notte del Festival del cinema del Reale”, lo scorso 28 luglio, si chiude con un concerto la mostra Mac2015, a cura dell’associazione Noùs, il 2 agosto, mentre il giorno successivo si conoscerà chi ha vinto il concorso della terza edizione di Medusa Art&Craft 2015.

Una mostra fotografica “In cammino verso De Finibus Terrae” di Nicola Amato verrà inaugurata giorno 11, alle 21, presso palazzo Ducale e a seguire ci sarà sui giardini pensili un concerto dell’Ensemble di clarinetti. Si prosegue con la musica, con un evento che durerà tre giorni, dal 12 al 14: il “Festival del Jazz”, a cura delle associazioni “Commercianti” e “Prospettive”. Grandi musicisti si esibiranno in un percorso tra vecchi e nuovi successi della musica jazz, tanto apprezzata da un pubblico trasversale. E poi, dal 17 al 19, la scena sarà tutta per “I colori dell’olio”, che oltre agli attesi giochi, nelle tre serate musicali proporrà per la prima serata un concerto di musica popolare, per la seconda il rapper Moreno e per la terza il cantautore bolognese Luca Carboni.

by -
0 1692

I colori dell'olio 2013PRESICCE. Ancora destano emozioni le immagini di piazza delle Regioni stracolma di gente per il concerto di chiusura dell’edizione passata della manifestazione “I colori dell’olio”. E quest’anno, l’omonima associazione non vuole fare da meno. Già da tempo il direttivo è al lavoro per organizzare al meglio la sesta edizione dell’evento, che si terrà dal 17 al 19 agosto, e per garantire la buona riuscita ha lanciato un appello a tutti i cittadini e le associazioni che volessero dare il proprio contributo.

«Siamo lieti di rinnovare a tutta la cittadinanza l’invito alla collaborazione con lo staff organizzativo – si legge sul manifesto affisso in paese -. Inoltre si esorta ad una più consistente e sortita partecipazione di tutti i produttori locali di olio, simbolo dell’evento e storico emblema della città». Le candidature devono pervenire entro il 16 luglio. E poi si parte sul serio. C’è da chiudere la scaletta degli ospiti, già definiti per le prime due giornate, ancora top secret per l’ultima; da organizzare i giochi e gli spazi espositivi.

Il cuore della manifestazione sarà sempre piazza delle Regioni per motivi logistici e di sicurezza, ma si cercherà di creare un percorso, grazie anche alle guide turistiche, che arrivi fino a piazza del Popolo e ai suoi ipogei. «Obiettivi e finalità della festa sono sempre gli stessi –  afferma il presidente Andrea Stendardo – promuovere attorno al suo simbolo, tutto il territorio presiccese. Ora siamo concentrati per l’edizione estiva, ma stiamo pensando anche di organizzare un evento invernale, durante la molitura delle olive, magari coinvolgendo anche le scuole». Per mettersi in contatto con l’associazione basta scrivere una mail a info@presicceicoloridellolio.it oppure telefonare ai numeri 320/8166527 (Andrea); 320/8642962 (Marino); 328/1623145 (Giovanni).

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...