Home Tags Posts tagged with "gup"

gup

Gallipoli – Assolti perché “non c’è prova che il fatto costituisca reato” il presidente di “Gallipoli futura” Luigi De Tommasi e il consigliere comunale dell’associazione omonima Giuseppe Cataldi: lo ha stabilito il giudice dell’udienza preliminare davanti al quale si è svolto il processo col rito abbreviato. Esulta il capogruppo di “Gallipoli futura” Flavio Fasano: “Non costituisce alcuna diffamazione l’aver presentato una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore Emanuele Piccinno, chiedendone la revoca del mandato da parte del Sindaco e che invece resta in carica pur avendo un giudizio penale in corso per reati gravi”, scrive Fasano in una nota. “Un sentito e meritato grazie esprimo – prosegue il capogruppo – al collega Giampiero Tramacere che da par suo ha saputo porre, anche nel giudizio, la centralità della questione morale quale ineludibile impegno per una forza politica che dinanzi a questioni come quella per cui è causa, non può restare silente”. Fasano auspica quindi che il Sindaco adesso “sappia trarre le debite conseguenze nell’interesse della cittadinanza e delle stesse istituzioni”.

Il fatto risale a fine marzo di un anno fa. A seguito di notizie di stampa e di dichiarazioni dell’associazione politico-culturale prima citata, si era acceso un caso, con l’assessore Piccinno accusato di essere coinvolto in una inchiesta in cui si ipotizzavano reati di stampo mafioso. “Gallipoli futura” aveva quindi deciso di presentare una mozione di sfiducia con l’obiettivo di far decadere da assessore Piccinno, non senza travagli interni circa l’opportunità o meni di un simile passo. La mozione infatti era stata dapprima presentata, poi emendata, infine ritirata. Ma tutto ciò non era bastato all’assessore, il quale aveva querelato i rappresentati e i firmatari della mozione nonchè i responsabili di un durissimo comunicato sulla vicenda giudiziaria. Il diretto interessato a Piazzasalento.it aveva dichiarato: “La gogna mediatica sui sono stato sottoposto è stata micidiale per cui mi dispiace ma non posso passarci sopra. E se anche la mozione è stata adesso del tutto ritirata con una lettera al presidente del Consiglio comunale a firma del capogruppo Giuseppe Cataldi, per me non cambia nulla: il presidente dell’associazione Luigi De Tommasi e il consigliere Cataldi saranno chiamati a rispondere davanti al giudice per quello che hanno fatto”. Piccinno aveva nominato due legali a sua difesa, gli avvocati, Ferilli e Massari: “Gli estensori di quel comunicato stampa – aveva concluso Piccinno – non potevano non sapere che non ho ricevuto alcun rinvio a giudizio per reati mafiosi e che sono solamente indagato per una slot machine portata nel mio esercizio e risultata irregolare; un reato da contravvenzione”. Ma lo scontro, a quanto pare, non finisce qui.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...