Home Tags Posts tagged with "“focare”"

“focare”

Nardò – Programma ormai definito per una delle manifestazioni religiose e civile più antiche della città. E’ infatti giunta alla 45ma edizione la stagione delle “focare”. Anche quest’anno la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù di don Giuseppe Casciaro (foto) ha organizza l’evento tra i più attesi e partecipati dai neritini. La Focara ha radici antichissime, nasce dalla devozione a Sant’Antonio abate; col passare dei lustri è cresciuta ed ora è un evento che si alimenta ogni anno con i tralci di vite messi insieme dagli organizzatori. L’accensione della focara è fissata per le ore 19,15 del 17 gennaio prossimo. le fiamme e l’atmosfera sarà invasa dalle note del gruppo musicale Ajera mea”, canti e suoni del Salento.

Questo il programma religioso e civile: 14-15-16 gennaio Triduo solenne con alle 17,30 il Rosario e alle 18 la Messa. Alle 19 del 17 ci sarà la Traslazione della statua del santo dalla chiesa al campetto della parrocchia. Quindi si procederà alla benedizione degli animali (ognuno può portare al campetto i propri animali domestici per la benedizione del loro protettore). Momento affascinante prima dell’accensione del falò sarà costituito dal lancio delle Lanterne. Spiegano gli organizzatori: “Queste lanterne volanti, utilizzate per quasi duemila anni in Cina sono un modo bello ed affascinante per illuminare la notte della Focara di Sant’Antonio. Si crede che i desideri scritti sulle lanterne un giorno diventeranno realtà. Chi desidera “dedicare” a persone o abbia desideri particolari qualcuna di queste lanterne volanti è pregato di rivolgersi in Parrocchia qualche giorno prima.)”. Poi “parleranno” il crepitio delle fiamme e  le note musicali di accompagnamento, creando le ultime suggestioni della iniziativa.

Claudio Moscatello e il suo "allestimento" dello scorso anno

Claudio Moscatello e il suo “allestimento” dello scorso anno

SANNICOLA. Conto alla rovescia per le tradizionali “focare” del 17 gennaio dedicate a Sant’Antonio. Di grande originalità quella della zona “mercato” allestita da Claudio Moscatello (nella foto lo scorso anno) e dedicata al “Ritorno di Rambo”, spostata a poca distanza quella di via dei Tratturi organizzata da Fabio Marsiglia che si svolgerà nel piazzale antistante il bocciodromo. A Chiesanuova sarà organizzata sul piazzale antistante la chiesa secondo tradizione e lo stesso dicasi per la chiesa dei Santi Pietro e Paolo sulla via per Alezio. «Negli anni ’50 – raccontano gli anziani – la festa iniziava tre giorni prima quando si mettevano a bagno ceci e fagioli e ragazzi e ragazze giravano per le case per chiedere una fascina di legna e poche lire che sarebbero servite per “sparare la batteria”».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

TAVIANO. Ben due giorni (17 e 18 gennaio) e tre “focare” per rievocare questa calda e sentita tradizione salentina, in occasione della ricorrenza di sant’Antonio abate, a Taviano e Mancaversa. Sabato 17 gennaio, con inizio dopo il tramonto del sole, imbarazzo della scelta con ben due “focare” da visitare: una allestita dalla Protezione civile con il patrocinio e l’attiva collaborazione dell’Amministrazione comunale, in largo Sant’Antonio, e l’altra sul piazzale della chiesetta di Santa Marina, sulla strada che porta a Mancaversa, preparata dall’associazione “Cultura e Salento”.

Infine, domenica 18 gennaio, a Mancaversa la parrocchia “Immacolata” e il suo parroco, don Fernando Vitali, organizzano una pittoresca “focara” in piazza Sant’Anna. Ma veniamo ai dettagli: la “focara” della Protezione civile è alla sua 2^ edizione. Prevede la consueta benedizione degli animali da parte di don Antonio Verardi e poi panini caldi con salsiccia e vino a go-go. Animerà la serata il gruppo musicale “Pizzica ‘ntica”. «Invitiamo i cittadini a condividere con noi la tradizionale “focara” – afferma il coordinatore della Protezione civile, Sandro Noira – sarà una serata veramente indimenticabile e caratteristica. Durante l’accensione della “focara” la Pro Loco di Taviano distribuirà dei fogli con proverbi salentini sulla tradizionale festa di sant’Antonio».

Ricca di fascino la “focara” dell’associazione “Cultura e Salento”, alla sua 25esima edizione, con la santa Messa, celebrata da don Francesco Marulli, benedizione degli animali e, infine, panini, ceci arrostiti, vino caldo e tanta pizzica per rallegrare la serata. A Mancaversa, domenica 18 gennaio la “focara” promette una serata veramente scoppiettante: santa Messa di don Fernando, benedizione degli animali e poi stand con “pittule”, pucce, panini farciti e vino. Ospiti eccezionali: il sindaco Portaccio e il vescovo mons. Fernando Filograna.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...