Home Tags Posts tagged with "fidas sannicola"

fidas sannicola

Sannicola – Medaglie, targhe e attestati ai donatori benemeriti da parte della sezione Fidas di Sannicola, in occasione dell’annuale festa sociale dello scorso 26 novembre. «Siamo molto orgogliosi dei traguardi raggiunti dai nostri donatori – spiega il presidente Pietro Paolo Pintus – e questa occasione serve ancora una volta per sottolineare l’importanza della donazione che salva le vite delle persone affette da gravi patologie o che hanno urgenze o emergenze. Non ringrazieremo mai abbastanza i donatori per il loro meraviglioso gesto».

La targa per il traguardo delle 40 donazioni è andata a Paola Caputo, Maria Rosaria Ciricugno, Alba De Masi, Simona Errico, Immacolata Gabellone, Rita Musardo, ad Antonio Piazzolla e Pasquale Talà quella per le 50 donazioni. Medaglie di bronzo a Alessandra De Matteis, Anna Daniela Donadei, Fabiola Febbraio, Antonella Gioffreda, Jolanda Manta, Katia Petruzzi, Grazia Pisanello, Rita Pisino, Maria Rosaria Toraldo (tutti 12 donazioni), a Antonio Camisa, Michele De Filippo, Sandro Frazzi, Cosimo Fuso, Marzio Molle, Sandro Notaro, Carmine Pisanello, Andrea Scorrano (15 donazioni). Hanno ottenuto la medaglia d’argento Daniela De Martino, Ornella De Salve, Alessandra Fachechi, Silvana Marcuccio, Assunta Tarantino, Chiara Trianni e Roberto Margarito (a quota 25 donazioni). L’attestato per aver raggiunto il traguardo delle sei donazioni è andato a Sabrina Calò, Irene Camisa, Donatella Caricato, Addolorata De Paola, Valentina Donadei, Stefania Manco, Beatrice Maniglio, Tommasa Marcuccio, Monica Negro, Piera Pastore, Veronica Tramacere, mentre a Tommaso Cauzo, Luigi Della Ducata, Francesco Di Donato, Cosimo Imperiale, Lorenzo Laterza, Andrea Leone e Gabriele Vaglio quello per le sette donazioni.

La festa del donatore 2015 e, in basso, il presidente Pietro Paolo Pintus (foto Vimbo)

La festa del donatore 2015 e, in basso, il presidente Pietro Paolo Pintus (foto Vimbo)

pietropaolo pintus presidente fidas sannicola

SANNICOLA. I donatori volontari di sangue della Fidas hanno riconfermato Pietro Paolo Pintus alla guida della Fidas. Non mancano, invece, alcune novità tra i componenti degli organi dirigenziali. Nuovi componenti del consiglio direttivo sono Pietro Buccarella, Marcello Fattizzo, Antonio Pastore, Antonio Polo e Sergio Tarantino. Riconfermati Mirella De Lazzaro quale vicepresidente, Antonella Sorrentino tesoriere e Speranza Ruggeri segretaria. Novità anche nel collegio dei revisori dei contri con l’ingresso di Luigi Greco, presidente, e Gianni Ciricugno e la conferma di Lucilla Tarantino.

Per quanto riguarda il collegio dei probiviri la novità è rappresentata da Eromina Giustizieri, mentre vengono riconfermati la presidente Irma Pisanello e il membro effettivo Luigi Tarantino. La prossima donazione è prevista per domenica17 aprile.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

La grande torta per i 40 anni della Fidas. Il quarto da sinistra è il presidente Pintus

La grande torta per i 40 anni della Fidas. Il quarto da sinistra è il presidente Pintus

SANNICOLA. Pioggia di medaglie e onorificenze per i soci Fidas, l’associazione di donatori di sangue che da 40 anni lavora sul territorio. Durante la festa svoltasi a Villa Prandico, a Tuglie, il premio speciale per aver superato le 100 donazioni è andato a Salvatore Vimborsati mentre la medaglia d’oro per aver raggiunto le 75 donazioni è andata ad Antonio Notaro e Luigi Antonio Leo. Targa d’onore, invece, per Francesco Giustizieri, Luciano Musca e Cosimo Talà, che hanno superato le 50 donazioni. Ad essi si aggiungono le nove medaglie d’argento per aver raggiunto il traguardo delle 30 donazioni per Francesca Campa, Dario Giaffreda, Sergio Marti, Salvatore Picciolo, Irma Pisanello, Rosario Sarcinella, Angelo Scorrano, Cosimo Selce e Cosimo Greco. Medaglie di bronzo, infine, per le 15 donazioni di Andrea Caputo, Cosimo De Prezzo, Emilio Giaffreda, Rossella Mauro, Roberta Napoli, Felice Nucida, Sergio Pinca, Marco Scorrano, Claudia Talà, Lucilla Tarantino, e Rosaria Ventura. Trenta attestati sono stati, inoltre, consegnati ad altrettanti donatori.

«Sono felicissimo per i risultati raggiunti nel corso dell’anno sociale. Ci teniamo a sottolineare – ha affermato il presidente Pietro Paolo Pintus – quanto sia importante che anche i più giovani partecipino alle donazioni per dare continuità al nostro impegno. Per questo invitiamo tutti ad essere presenti alla prossima donazione del 29 novembre presso la sede di piazza della Repubblica».

I fondatori nel 1975 e  in basso l'attuale presidente Pintus

I fondatori nel 1975 e in basso l’attuale presidente Pintus

pietropaolo pintus presidente fidas sannicola

SANNICOLA. Fidas compie 40 anni. Fondata nel 1975, stesso anno della fondazione provinciale, nel 2015 l’associazione benefica festeggia quattro decenni di attività nei quali è stata presente sul territorio per raccogliere le donazioni di sangue e con numerose attività di sensibilizzazione. Tra queste sono ormai degli appuntamenti fissi il Carnevale Fidas e i Babbi Natale.
Il 25 ottobre la locale sezione aprirà i festeggiamenti con i suoi 435 donatori. «Questo numero – spiega il presidente Pietro Paolo Pintus – comprende i 290 donatori attivi e i donatori “onorari” cioè coloro che, per sopraggiunti limiti di età, non donano più, ma restano vicini all’associazione partecipando alle sue attività». I nuovi iscritti sono 30, mentre 60 donatori sono al di sotto dei 28 anni. «Siamo partiti, 40 anni fa, con circa 50 donazioni l’anno e ora siamo arrivati a una media di 400. Il bisogno di sangue, tuttavia, negli anni non è diminuito, anzi siamo spesso in emergenza», concitua Pintus.
Ma cosa succedeva prima del 1975? «Il sangue era in vendita e chi aveva bisogno – spiega il presidente –  doveva “trovare” il donatore compatibile. Se tra i famigliari non c’era, si pagava una persona estranea. Oggi appare inconcepibile, ma allora era così. Si immagini il dramma delle persone thalassemiche, che hanno bisogno di continue trasfusioni salvavita e la cui patologia è diffusa sul territorio». Così a Sannicola, tra i primi paesi della provincia, nacque l’associazione. Primo presidente fu Marcello Bidetti, cui seguirono Luigi Simone, Nadia Errico, lo stesso Pietro Paolo Pintus (primo mandato) e Antonella Sorrentino.

Oggi il sodalizio dispone di una delle poche sedi accreditate in provincia secondo la legge per le donazioni in loco e progetta per il futuro attività di sensibilizzazione con le scuole e nei giovani divise per fasce di età, continuando a promuovere la cultura della donazione con quelle attività che ha svolto negli anni. Non si nascondono le difficoltà incontrate negli anni dall’indifferenza di alcuni sino all’affitto che, da due anni, l’associazione corrisponde al Comune e che trova difficoltà ad onorare. I progetti per il futuro sono tanti e i soci sono consapevoli di “non poter mollare” in virtù dell’importanza della funzione sociale che l’associazione svolge sul territorio.

by -
0 599

pietropaolo pintus presidente fidas sannicolaSANNICOLA. Nuova sede per la Fidas che da via Virgilio passa al secondo piano dell’ex sede comunale di piazza della Repubblica. «Il trasloco è stato faticoso e ci ha un po’ intristito lasciare la vecchia sede – commenta il presidente Pietropaolo Pintus (foto) – ma la nuova è molto più grande e ci permette di avere stanze dedicate alle attività che svolgiamo». Si tratta, infatti dell’intero piano prima dedicato alla guardia medica e al centro vaccini, oggi trasferiti nella “Città della salute” di via Collina.

Sannicola. Lido Conchiglie rimessa a nuovo dagli oltre 100 volontari che hanno preso parte alla giornata ecologica organizzata dalla Pro loco, quest’anno insieme alle associazioni Misericordia, Cycling, Fidas, 4zampe ed Angeli della salute naturale.

«Grazie alla collaborazione con le altre associazioni abbiamo pulito agevolmente il tratto di spiaggia dalla “Montagna spaccata” sino a “Mesciu Peppe” e anche oltre sino a “Padula bianca” e le “Canne”. La proposta di collaborazione è partita dal giovane Lorenzo Palumbo, incaricato del presidente Fidas Pietropaolo Pintus», commenta il presidente della Pro loco Paolo Fachechi.  Armati di rastrelli, sacchi e persino decespugliatori, i volontari si sono ritrovati di prima mattina presso la sede della Pro loco per poi distribuirsi lungo le spiagge.

Ad alleviare la fatica non sono mancate  bottiglie di acqua e panini ma anche frise con pomodoro e rucola, “che mangiate in riva al mare hanno tutto un altro sapore”, fanno sapere i volontari all’opera. Da parte di tutti la richiesta di rinnovare la giornata, magari a stagione inoltrata. Intanto, la collaborazione tra i vari sodalizi ha fatto un ulteriore passo avanti dopo il recente incontro nel Centro di via Oberdan,  promosso da “4zampe”, “al  fine di coordinare le varie iniziative in programma”.

MCT

by -
0 901

Gli alunni delle classi terze dell’istituto comprensivo con il gruppo “Amico mio in tutte le lingue del mondo”.

Sannicola. Una bella giornata di sole ha accompagnato i bambini delle scuole nel Carnevale Fidas. Colorati e festanti hanno riempito le strade portando gioia ed  impegno sociale.

Guarda la galleria fotografica.

La materna con il progetto “Emozioni: nel mio cuore c’è…” mentre il vignettista di Smemoranda Fabio De Donno ha progettato alcune maschere poi realizzate dalle mamme. Tra i carri svettava quello del servizio civile raffigurante Peter Pan.

Meravigliose le coccinelle della prima elementare con il messaggio “Il rosso porta fortuna, è il colore del sangue, ama, dona e sorridi”.  Incantevoli le seconde con il messaggio “Basta un  poco di zucchero e la pillola va giù” con una esuberante Mery Poppins e tante caramelle colorate e lecca lecca «per guardare – afferma la maestra Mariagrazia Aloisi – le cose con leggerezza e saper sorridere anche nelle situazioni difficili».

Molto impegnati i gruppi delle terze e delle quinte che hanno colto l’occasione per mandare messaggi contro il razzismo. “Amico mio” in tutte le lingue del mondo è il messaggio delle terze «perchè dalle differenze di popolo, cultura e religione – commenta la maestra Carmelina Scarpa – non devono scaturire odio e violenza».

Le quinte hanno scelto un popolo particolare, quello cinese, con il suo carnevale secolare e colorato e animato da magia e dragoni «perché la diversità – aggiunge la maestra Lina Manta – sia vista come arricchimento» Le quarte, al contrario, non hanno partecipato per solidarietà nei confronti di una compagna il cui padre è recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.

Maria Cristina Talà

TUTTI ALLEGRI Il gruppo mascherato della "Fidas" di Sannicola nella sfilata della passata edizione del Carnevale

Sannicola. Divertimento e solidarietà a braccetto nel Carnevale di Sannicola. Ad organizzare la sfilata di sabato 18 febbraio è, infatti, la locale sezione dei donatori del sangue della Fidas che, anche in un contesto di sfrenata allegria, invita a riflettere sull’importanza della donazione.

«Non manchiamo mai questo importante appuntamento perché è obiettivo primario della nostra associazione promuovere la pratica della donazione del sangue nei giovani» afferma Antonella Sorrentino, presidente della Fidas. Il sangue, com’è noto, non può essere sintetizzato in laboratorio e dunque, le strutture sanitarie possono disporre solo di quello donato. «Ne necessitano, per poter sopravvivere, persone affette da particolari patologie così come le vittime di incidenti. Cogliamo, perciò, con favore l’occasione fornitaci dal Carnevale per diffondere il nostro messaggio di impegno sociale sul senso della vita» afferma ancora la Sorrentino.

Accanto alla Fidas, infatti, la sfilata viene organizzata grazie al contributo fondamentale delle scuole del paese con il patrocinio della locale amministrazione comunale.

A conferma del loro impegno costante, i volontari fanno sapere che nella mattinata di domenica 26 sarà possibile donare il sangue presso la sede di via Virgilio. «Il nostro appello è rivolto soprattutto ai giovani – afferma la presidente – poiché tra i nostri 280 donatori attivi solo 42 hanno meno di 28 anni».

Tornando al Carnevale, la sfilata prenderà il via da piazza della Repubblica, alle 14.30, per poi attraversare via Vittorio Emanuele, piazza Santi medici e far ritorno verso il centro storico percorrendo le vie Roma, Regina Elena, Sferracavalli e Grassi fino a piazza della Repubblica dove sarà allestito il palco per le premiazioni. Divertimento garantito anche domenica 19 con i tanti veglioncini in programma tra i quali quello della ludoteca “Girotondo” che organizza la “Grande festa di carnevale” aperta a tutti i bambini, dalle 17.30 alle 19.30.

Maria Cristina Talà

Gli alunni delle materne e delle elementari mentre recitano ed emozionano tutti quanti

Sannicola. L’atmosfera del Natale ha contagiato tutti i cittadini di Sannicola di ogni età, ma è partita nel cuore dei più piccoli.

La presentazione del calendario, che ha per tema i cent’anni dell’autonomia amministrativa del Comune e s’intitola “Ricordando un secolo”, ha avuto un enorme successo in una sala gremita di pubblico emozionato dai piccoli attori e cantanti.

I bambini, dimostrando una sensibilità eccezionale, hanno raccolto il latte e i biscotti per la colazione di solidarietà e giorno 22 hanno festeggiato contemporaneamente in luoghi diversi: i ragazzi delle medie nel centro culturale hanno dato vita a uno splendido spettacolo divertente e spassoso dimostrando di avere un futuro come attori, ma hanno anche venduto i loro manufatti per raccogliere fondi per beneficenza. Meravigliosi sono stati i piccoli della materna che, concludendo il “Progetto emozioni” hanno creato le decorazioni natalizie scrivendo su ogni stella un pensiero e hanno cantato ad emozionati parenti e genitori le canzoni di Natale. Splendide anche le decorazioni create dai bambini delle elementari che hanno lavorato ciascuno nella propria classe, chi cantando chi recitando, sotto gli occhi dei genitori entusiasti.

Intanto gli associati della Fidas, in abito da Babbo Natale hanno, con la loro musica e la loro allegria, distribuito ai bimbi sacchetti di dolci, sottolineando l’importanza della donazione di sangue. Il giorno di Natale è l’Avsi (Associazione volontari servizio internazionale) ha raccolto fondi per la realizzazione dei progetti educativi della “Campagna tende” in Kenia, Egitto, Haiti e Congo con la costruzione di scuole e attività di formazione ai maestri, attività di dopo-scuola, laboratori di artigianato, formazione per insegnanti e genitori.

Il 27 è stata la volta di un’iniziativa di rievocazione storica del Pd e Cgil, nel decennale della morte del sindacalista e politico Antonio Cauzo: un’occasione per riflettere sul valore di una persona e su un pezzo della nostra storia locale e nazionale. Il primo gennaio l’attesissimo recital dell’Azione cattolica di Chiesanuova che intratterrà il pubblico nei locali della parrocchia con musica, danza e recitazione.

Maria Cristina Talà

 

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...