Home Tags Posts tagged with "donazione"

donazione

Taviano – Già “Città dei Fiori”, Taviano diventa anche “Città del Dono” accogliendo l’invito formulato da alcune associazioni (Mauro Palamà responsabile del progetto) ad aderire al progetto di sensibilizzazione e di informazione sulla donazione di sangue, midollo osseo, organi e tessuti. L’imput è giunto dai donatori di sangue della Fidas (presidente Giuseppe D’Amilo), dai donatori di organi dell’Admo di Taviano (presidente Alessandro Cataldi) e della sezione “Carmelo Franco” di Gallipoli (Segretario Stefano Schirinzi, responsabile Elisa Congedi). Taviano è tra i primi Comuni ad abbracciare con entusiasmo l’idea del dottor Giovanni Spitale finalizzata ad aumentare il numero delle donazioni nel nostro paese.

I cittadini potranno decidere liberamente di aderire al progetto quando si recheranno a richiedere l’emissione o il rinnovo della Carta di identità. In quel momento il cittadino può o meno accettare di donare organi e tessuti, post mortem. Sarà anche possibile diventare donatori di sangue e di cellule staminali emopoietiche, ex vivo, semplicemente compilando un modulo con i dati di contatto, che verranno inviati dal Comune alle associazioni attive sul territorio. «Come Amministrazione – conclude il Primo cittadino – abbiamo voluto affrontare questa sfida di moltiplicare le donazioni e la disponibilità a donare, certi del grande senso di solidarietà e di buon cuore dei nostri cittadini. Un ringraziamento va alle associazioni che si impegnano con passione, ogni giorno, nella realizzazione di questo importantissimo e delicato progetto».

 

Gallipoli – Gran bel dono per le mamme (che potranno stare vicino ai loro pargoli più comodamente) nel reparto di Pediatria del “Sacro Cuore” di Gallipoli. Sono infatti arrivate 12 poltrone reclinabili nelle degenze di Pediatri, donazione gradita dell’associazione onlus “Gli Amici di Anastasia” di Racale. Nel “pacco regalo”, ma in questo caso a beneficio dei piccoli pazienti, è stata inserita anche una lampada per fototerapia a led. Per Sandro Tronci, direttore dell’Unità operativa di Pediatria, è questo “il segno di una forte sensibilità che queste persone hanno nei confronti degli utenti e degli operatori dell’Ospedale ed è giusto riconoscerne la spontaneità: sono venuti da noi ad offrirci il loro contributo e per noi è stato un vero piacere accettare”.

I gesti di generosità, però, non finiscono qui. Gli studenti del Liceo gallipolino “Quinto Ennio” infatti, hanno voluto testimoniare la loro vicinanza alla Pediatria donando un oftalmoscopio e un otoscopio: «Piccoli e grandi gesti – commenta il direttore medico Egidio dell’Angelo Custode – che aiutano la Sanità ad essere più vicina alle persone: un particolare rilevante in tempi in cui, assieme a cure efficaci, siamo chiamati a rendere il rapporto medico-struttura-paziente sempre più umanizzato».

 

granfondo-trapiantati

GALLIPOLI. Sono partiti alle 14 da Gallipoli i trapiantati di fegato che, in sella alle loro bici, faranno a gara per sensibilizzare il territorio salentino alla donazione degli organi. La decima edizione della “Granfondo nazionale trapiantati”, a cura dell’associazione “Amici del trapianto di fegato”, quest’anno prevede tre tappe nella provincia di Lecce: dopo la partenza dalla “Città Bella”, domani sarà il turno di Gagliano del Capo e Otranto, infine sabato la competizione solidale terminerà alle 17.30 nello spazio antistante il polo oncologico del “Fazzi” di Lecce.

Casarano. La cultura della donazione è di casa al “Ferrari” dove sono stati effettuati i primi due prelievi di organi in Puglia del 2013. Il primo lo scorso 14 gennaio quando a donare reni, fegato e cornee è stata la 74enne di Sannicola Osilda Palumbo, colpita da ischemia mentre, dieci giorni dopo, Rosa Lippo di Casarano, morta ad 82 anni per una ischemia acuta, ha donato il fegato.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla sensibilità dei familiari dei donatori ed alla dedizione del personale medico e paramedico del “Ferrari”. Intanto i volontari dell’Aido “Cataldo” presieduta da Luca Sabato (foto) lavorano per diffondere la cultura della donazione ed il 23 febbraio portano in scena il musical “Don Bosco” presso il teatro della chiesa del Cuore Immacolato. «L’aiuto di tutti è indispensabile per la buona riuscita dell’evento e ci fa piacere avere accanto gente nuova», afferma Sabato. La sede di via Roma è aperta tutti i mercoledì dalle 19 alle 20.

AN

by -
0 2007

Franca Chierici

Ugento. Un atto di generosità permette al Comune di diventare proprietario di un uliveto di 33 ettari. La signora Franca Chierici, vedova dell’avvocato Renato Cocola, il 29 dicembre ha firmato l’atto notarile con il quale ha donato i terreni di località “Montecolomi” appartenuti al marito, ricadenti in parte nel parco naturale “Litorale di Ugento”.

Il Comune si è impegnato ad utilizzare l’area – del valore di circa 500mila euro – per realizzare un parco agrario pubblico intitolato alla memoria dell’avvocato, scomparso il 12 aprile del 2011.

Residente a Bologna, Renato Cocola era legato a Ugento e al Salento da un affetto particolare. Aveva ereditato dal padre i terreni donati sui quali insiste parte di una vecchia masseria che oggi versa in stato di forte degrado.

Secondo quanto riportato nell’atto che la signora Chierici ha sottoscritto dinanzi al notaio Rosario Pallara di Tricase, il Comune di Ugento non potrà vendere o frazionare il terreno, che dovrà essere, invece, utilizzato esclusivamente per la realizzazione del “Parco agrario Renato Cocola”, ispirato ai principi dell’agricoltura sociale.

«Quello della signora Chierici è stato un bel gesto – commenta il sindaco Massimo Lecci – che rende onore alla memoria dell’avvocato e a tutta la città. In collaborazione con Coldiretti, stiamo procedendo con il progetto. Contiamo di coinvolgere altri enti, come Regione e Provincia».

Secondo le disposizioni contenute nell’atto notarile, nel parco saranno realizzati, tra le altre cose, un centro di pet-terapy e una fattoria didattica con laboratori per avvicinare bambini e ragazzi all’agricoltura.

A tale scopo, si prevede la ristrutturazione della masseria.  Sarà prestata particolare attenzione ai cosiddetti “frutti minori”, in collaborazione con l’orto botanico dell’Università del Salento.

                                          PT

by -
0 1303

Da sinistra Roberto e Luigi Fasano, i due fratelli morti a pochi mesi di distanza

Taviano. «All’intera comunità tavianese, io e il mio amato consorte Emilio Fasano, intendiamo donare l’intero lotto di proprietà comprendente l’intero complesso dei beni e l’opificio industriale adiacente al mercato ortofrutticolo di Taviano, affinché il Comune di Taviano lo possa utilizzare a beneficio di tutta la comunità tavianese, con la sola nostra richiesta che venga con tale luogo ricordata la memoria dei nostri figli, Luigi e Roberto Fasano».

Si conclude con queste toccanti frasi la lunga lettera con cui la mamma di Luigi e  Roberto Fasano, signora Emilia Rosilde Portaccio, dopo la morte dei due figli, appunto, avvenuta a pochi mesi di distanza una dall’altra, qualche anno fa, cede un immobile e terreno circostante, adiacente al mercato ortofrutticolo di Taviano.

L’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Tanisi, nell’assicurare di tenere in debito conto la donazione ha dichiarato: «Pensiamo di adibire il tutto ad un contenitore sanitario o a luogo di aggregazione giovanile con una mensa sociale. Nei prossimi giorni apriremo un tavolo di discussione».                            

RP

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...