Home Tags Posts tagged with "don primaldo gioffreda"

don primaldo gioffreda

Matino – «Don Primaldo è stato un combattente che ha lottato fino alla fine facendo la volontà di Dio senza risparmiarsi mai»: con queste parole, il vescovo, mons. Fernando Filograna, racconta don Primaldo Gioffreda scomparso, a 71 anni, dopo una lunga malattia. Il vescovo, che ha celebrato il rito funebre, ha poi aggiunto con voce tremante: «Don Primaldo era sempre ottimista anche durante la nostra ultima telefonata. Non voleva arrendersi ed era fiducioso. Ecco com’è andato incontro alla morte. Per noi è stato un grande dono del Signore». Una folla di fedeli commossi ha gremito i banchi della Chiesa Madre per l’ultimo saluto al parroco che, per 14 anni, ha servito la comunità di Matino. Nel cuore di Don Primaldo anche le comunità di Lido Conchiglie, Collepasso e Alezio, paese  dove ha vissuto per 23 anni.

Il 28 giugno il sacerdote avrebbe celebrato 46 anni di vita sacerdotale. «In questi ultimi anni il Signore gli ha chiesto di vivere l’esperienza della sofferenza – dice Mons. Filograna – non voleva lasciare la vita della comunità, poi quando le forze hanno cominciato a venire meno ha ceduto il testimone a don Andrea mantenendo comunque sempre forte il contatto con i suoi parrocchiani sino alla scorsa domenica quando ha avuto la gioia di chiamare i ragazzi cresimandi».

Infine uno sguardo al “suo gioiello” Prima di lasciare per sempre la città di Matino, il feretro è stato accompagnato presso il Villaggio del Fanciullo, il suo piccolo gioiello (al pari di Casa Betania realizzata ad Alezio), ultimo regalo alla città. Frutto di determinazione e sacrifici, ma anche collaborazione e dedizione da parte di tanti fedeli che non si risparmiava mai di ringraziare e che, a titolo gratuito, si erano dedicati alla realizzazione di una casa per i ragazzi. La gratitudine da parte della comunità è stata espressa attraverso le parole del sindaco, Giorgio Toma, che ha annunciato l’affissione di una targa commemorativa a lui dedicata, proprio all’interno di quel villaggio tanto desiderato, ricordando le stesse parole pronunciate da Don Primaldo durante il discorso tenuto in occasione della messa di saluto, lo scorso ottobre, quando disse “Guai a chi mi distrugge il Villaggio”. “Grazie per quanto ci hai donato servendo la tua Matino” ha concluso il primo cittadino matinese.

“Per la scuola un doppio dolore” Tantissime le frasi di affetto che in questi giorni fedeli e amici hanno voluto dedicare al parroco. Affetto e dolore affidate a parole rese pubbliche tramite Facebook sono quelle di Venceslao Marsano, presidente delegato del Comitato San Giorgio «Porterò con me i tuoi insegnamenti, dirti grazie è poco». Un pensiero accorato anche da parte di Giovanna Marchio, dirigente dell’Istituto comprensivo di Matino: «È stato per anni un nostro docente, ma oltre questo era un punto di riferimento importante – ha detto – si è sempre dedicato ai ragazzi e insieme abbiamo lavorato per contrastare la dispersione scolastica. Per noi è un doppio dolore». Numerosissimi i manifesti di comitati, associazioni, gruppi e famiglie che hanno così testimoniato il loro attaccamento a don Primaldo. La tumulazione del feretro è avvenuta nel cimitero di Sannicola.

MATINO. A quattro mesi dal 150° anniversario del miracolo di San Giorgio, anche l’Amministrazione comunale si dedica al Patrono promuovendo la sistemazione dell’ingresso nord della piazza a lui dedicata. Il progetto ammonta a 60mila euro ed è stato redatto dal responsabile del settore Servizi alla Città, l’architetto Walter Pennetta. Il progetto di sistemazione interesserà precisamente parte di via Regina Margherita che collega piazza San Giorgio a piazza Municipio. Saranno rimossi i vecchi bagni pubblici in muratura non più in uso da circa 20 anni e ripristinata la pavimentazione tipica.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Il nuovo campetto da calcio

Il nuovo campetto da calcio, in basso Don Primaldo Gioffreda, promotore della rinascita della struttura

MATINO. «Un villaggio che spero non smetterà mai di crescere». Questo aveva detto due anni fa don Primaldo Gioffreda, parroco di “San Giorgio” in occasione della riapertura del “Villaggio del fanciullo”. A conferma di quanto affermato in quella circostanza, ancora oggi la struttura cresce e, nelle scorse settimane, è stata inaugurata l’ultima area laterale e il campetto da calcio dotato di erbetta sintetica.
«Con l’aiuto di tanti volontari abbiamo fatto rinascere questo posto – ha ricordato don Primaldo –  ma non smetterò di dire che si può fare sempre di più: appena possibile, infatti, installeremo i pannelli fotovoltaici e l’ascensore». La nuova parte del Villaggio si estende su due piani, con un’ampia sala al pian terreno e una al piano superiore. Il progetto di recupero è stato avviato, quasi dieci anni fa, con i 74mila euro ottenuti tramite un finanziamento dalla Regione Puglia e, da allora, è proseguito grazie alle donazioni ricevute.
Alla serata inaugurale di festa hanno preso parte anche il vescovo Fernando Filograna e don Gino Ruperto (di Alezio), vicario generale della diocesi Nardò-Gallipoli, i quali hanno celebrato la benedizione della nuova area e della statua di San Pio. Un rito particolare è stato riservato, invece, al campetto inaugurato con un “doppio” calcio di rigore: il primo battuto e segnato dal vescovo Filograna, con in porta don Gino, e il secondo tirato, invece, da don Primaldo ma parato dal sindaco di Matino Tiziano Cataldi.
Nel “Villaggio” proseguiranno le attività di laboratorio, già avviate negli scorsi anni, come ha spiegato il parroco: «Sono contrario agli oratori ludici, preferisco che i ragazzi si divertano ma allo stesso tempo imparino qualcosa che servirà loro in futuro, per questo abbiamo creato numerosi laboratori manuali e artistici tra i quali inglese, musica e teatro e saranno avviati anche i corsi di calcio e danza». La serata è, poi, proseguita con l’esibizione musicale della cover band dei Pooh per suggellare una giornata particolare e attesa.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...