Home Tags Posts tagged with "don Piero De Santis"

don Piero De Santis

Gallipoli – C’è anche la visita guidata domenica 30 nelle chiese confraternali del centro storico, per i seminaristi teologi ed educatori del Seminario pontificio maggiore di Molfetta, che dal 29 settembre al 7 ottobre saranno ospitati nel seminario di Nardò e nelle varie parrocchie e famiglie dei 18 Comuni del territorio diocesano. “Tra fede e bellezza” il tema dell’escursione lungo le stradine del borgo antico tra i più suggestivi di Puglia. Ad organizzarlo è la diocesi di Nardò – Gallipoli, vescovo mons. Fernando Filograna, nell’ambito del progetto “LookUp! Missione Giovani”. (nella foto un gruppo di seminaristi con mons. Filograna)

LookUp!” – spiegano gli organizzatori in una nota – è il titolo che il comitato organizzatore, guidato dal responsabile diocesano della Pastorale giovanile don Antonio Perrone (Nardò), e da don Antonio Bruno jr (Galatone), rettore del seminario minore, già dalla primavera scorsa, ha scelto per l’evento. Partendo dal significato della parola lookup (in inglese “cercare”) e dalla sua duplice composizione look (guardare) e up (in alto,oltre) la Missione Giovani vuole essere un invito a cercare la propria felicità e la propria gioia guardando in alto, nel cielo, insieme a Dio. I seminaristi, provenienti da tutte le diocesi di Puglia, coordinati dai loro educatori e dal rettore don Gianni Caliandro (simpaticamente definiti la “task force dei preti di Puglia”), in collaborazione con i giovani delle parrocchie, percorreranno strade, piazze, visiteranno luoghi centrali, periferie e scuole superiori per portare con la testimonianza di una esistenza felice, orientata alla scoperta di ciò che conta veramente, spesa nel servizio al prossimo”.

Diversi sono gli appuntamenti previsti, a partire dal pellegrinaggio diocesano presso la Madonna della Lizza ad Alezio sabato pomeriggio 29 settembre (ore 18), cui seguirà la Messa celebrata dal vescovo mons.Fernando Filograna, durante la quale conferirà il mandato di Missione Giovani ai 150 seminaristi di Molfetta. Il ritrovo delle singole foranie avverrà nei punti di raccolta: in via S. Pancrazio – largo Comune le foranie Beata Vergine Maria della Coltura (comprendente le parrocchie dei comuni di Casarano, Matino, Parabita e Tuglie) e Madre della Chiesa (parrocchie di Alliste con le frazioni di Capilungo e Felline, Melissano, Racale e Taviano); in largo Vittime delle Mafie le foranie San Gregorio (Nardò e frazioni) e SS. Crocifisso (Aradeo, Galatone, Neviano Seclì); presso parco don Tonino Bello – via Mariana Albina le foranie S. Agata (Alezio, Gallipoli e Sannicola con le frazioni di Chiesanuova, Lido Conchiglie e San Simone) e S. Giuseppe da Copertino (Copertino e Porto Cesareo con le località di Boncore, Pittuini e Torre Lapillo); in largo Fiera parcheggio/ingresso riservato e anticipato ai portatori di handicap.

La festa conclusiva  Il secondo appuntamento del percorso “LookUp!” è “Home”, in tutti i paesi della diocesi, dal 30 settembre al 5 ottobre: i seminaristi vivranno queste giornate incontrando i giovani nelle parrocchie e nelle città dove saranno ospitati. Durante la mattinata incontreranno gli studenti delle scuole superiori della diocesi. Il 6 ottobre alle 20 festa conclusiva con musica, animazione e testimonianze, a Matino. Durante la serata il Vescovo consegnerà il Credo ai cresimandi e saranno presenti diversi stand animati dalle associazioni giovanili della diocesi e la “tenda dell’ascolto”.

A Gallipoli escursione tra gli oratori confraternali Tornando al pomeriggio di domenica 30 invece, come già detto, ci sarà l’escursione alla scoperta di chiese e oratori confraternali, le cui costruzioni risalgono al lungo periodo che va dal 1400 al 1700. L’appuntamento è alle 16,30  in piazza Aldo Moro e da lì nel Santuario della Madonna del Canneto, dove, meditando tra tele e statue, si rifletterà sul tema  “Maria donna che accoglie”. Superato il ponte seicentesco e piazza Imbriani, una volta raggiunta la chiesetta confraternale della Madonna del Carmine, si mediterà su “Maria icona di bellezza”. Seguirà la chiesetta confraternale della Purità, con “Maria specchio di purezza”; la chiesa di S. Francesco (confraternita dell’Immacolata), con “Maria senza macchia di peccato”; l’oratorio confraternale di S. Maria degli Angeli con “Maria vicina nell’ora della prova”; l’oratorio del Crocifisso con “il mistero della Croce”; la chiesa di San Domenico al Rosario (una volta sede dei padri predicatori ed ora sede della confraternita del Rosario) con “il Santo Rosario, difesa contro il male”. Ultima tappa, la cattedrale di Sant’Agata, con un momento di preghiera mariana, e con il saluto e le conclusioni del parroco nonché vicario episcopale per l’evangelizzazione mons. Piero De Santis (foto, Copertino). Durante il percorso, la guida turistica Giorgio Buccarella di Gallipoli sarà coadiuvata per la parte religiosa e teologica da don Francesco Fiore (Racale) e don Gabriele Cortese (Gallipoli).

 

Gallipoli – Domenica 15 alle 20,15 si inaugura, alla presenza del vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, mons.Fernando Filograna,  il Centro di ascolto cittadino, sito in piazza Imbriani, 9, nel centro storico. Sinora, alle numerose richieste di aiuto  e segnalazioni di disagio avevano fatto fronte le varie Caritas  parrocchiali: ora la svolta “per venire incontro ai molteplici bisogni della comunità cittadina, con una particolare attenzione alle fasce della popolazione meno abbienti”.

E’ prevista una prima fase di ascolto presso ogni parrocchia (cinque in tutto, di cui una nel centro storico, le altre al borgo), e una seconda fase presso la nuova sede  di piazza Imbriani, dove un’équipe di volontari (persone con un periodo significativo di formazione) garantirà la presenza giornaliera con l’ausilio di esperti qualificati. Così, alle già operative  “Mensa della carità “S. Francesco d’Assisi” di via Micetti e la struttura di Accoglienza notturna “AgaPolis” presso la parrocchia S. Antonio di Padova, si potrà ora contare anche su un segretariato sociale per il disbrigo di pratiche presso uffici pubblici, per l’accesso a servizi sociali e di natura fiscale (mod. Isee, 730, invalidità civile, Caf e patronato). Vengono pure assicurate sia la consulenza medica qualificata con guida ai servizi ambulatoriali territoriali ed ospedalieri, sia anche la consulenza legale per problematiche di carattere personale o familiare, oltre alla tutela dei diritti di cittadinanza.

Sono altresì previste iniziative di sostegno alla persona, con particolare riguardo alle problematiche intra ed extra familiari, alle devianze di vario genere e al rapporto educativo. Promotore e artefice dell’iniziativa il parroco della cattedrale di S. Agata, mons. Piero De Santis (il primo da destra), che ha messo a disposizione i locali parrocchiali, tra l’altro molto appetibili dal punto di vista commerciale: “Non esiste una Chiesa senza carità, e la carità è la carezza della Chiesa al suo popolo; la carezza della Madre Chiesa ai suoi figli; la tenerezza, la vicinanza” – dice il parroco, facendo sue le parole di Papa Francesco – Desideriamo così offrire il nostro contributo efficace  per la costante realizzazione della civiltà dell’amore, per generare un vero sviluppo che coinvolge tutti, nessuno escluso.  Siamo convinti – conclude mons. De Santis – che tutto ciò esige l’ascolto del grido dei poveri e l’impegno a sollevarli dalla loro condizione di emarginazione”.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...