Home Tags Posts tagged with "Don Antonio Perrone"

Don Antonio Perrone

Melissano – Il paese comincia a vestirsi a festa per l’imminente arrivo della solenne commemorazione in onore del patrono Sant’Antonio da Padova, che quest’anno ricorre l’1, 2 e 3 settembre.

Il Comitato festa si rinnova – “Il nostro Santo ci suggerisce di seguire il cuore, che significa liberarsi dal condizionamento di voler apparire e coltivare piuttosto la cultura di saper essere al di là di ogni critica – commenta il parroco, don Antonio Perrone. – Seguire il cuore significa ricercare il bene comune, quello vero che ci rende felici, e condividere la gioia del nostro stare insieme, la fatica di coloro che tengono viva la bellezza della festa e il sacrificio di chi collabora per realizzarla”. Una chiara allusione al nuovo Comitato festa che da mesi, con difficoltà ma con rinnovato entusiasmo, lavora alla progettazione del triduo festivo. Il Comitato è presieduto da Dario Piscopiello (in foto), il quale ripone “fiducia in questo momento di festa religiosa e civile, di unità, perché è un fatto di fede e di tradizione antica trasmessa dai nostri padri, che hanno onorato il Santo Patrono con grandi sacrifici, anche in periodi di estrema povertà”. Al suo fianco il vice presidente Giuseppe Stefanachi, i cassieri Luciano Nassisi e Stefano Bortone, il segretario Antonio Manco e i componenti Antonio Brandolino, Antonio Chezza, Tommaso De Leone, Marco Manco, Cosimo Mastria, Antonio Micaletto, Andrea Musio, Anna Rita Perdicchia e Cosimo Sarcinella. “A nome mio e della comunità che rappresento, porgo il saluto al Comitato festa patronale, nella sua nuova composizione – commenta il Sindaco, Alessandro Conte. – Con l’auspicio che possa svolgere serenamente il miglior lavoro possibile in onore di Sant’Antonio”.

I riti religiosi – Si è avviato sabato 25 agosto il settenario di preghiera in preparazione alla festa: da lunedì 27, invece, sono partite le celebrazioni della messa vespertina itinerante per le strade dei rioni, con il consueto programma della recita comunitaria del Rosario alle 18,30 e la liturgia alle 19. Sabato 1 settembre, alle 20 circa, dopo la messa delle 19 in Chiesa Madre, si snoderà per le vie cittadine la tradizionale processione, accompagnata dalla banda musicale “Città di Matino”. Al rientro del corteo la supplica e l’affidamento della città al Santo. Messe domenicali in programma alle ore 7,30, 10, 18,30 e 20 nella chiesa parrocchiale; e alle 9,30 nella chiesa di Gesù Redentore. Le celebrazioni liturgiche di lunedì 3 sono entrambe nella chiesa matrice, alle 7,30 e alle 19.

Il programma civile s’infittisce di novità e momenti comunitari, a partire dall’evento di sabato, dopo la processione, quando ci sarà il tradizionale lancio di mongolfiere curato dalla ditta Cosimo Donadei. Lo spettacolo pirotecnico è invece fissato per domenica 2 alle ore 22,30. Nella stessa giornata, concerto della banda “Città di Squinzano”, mentre lo spettacolo musicale itinerante per le strade del paese sarà eseguito dalla Street Band. Durante la mattinata, inoltre, verrà allestita la “Mostra espositiva di animali domestici e non” in via Don Gnocchi. Suggelleranno la festa il percorso enogastronomico “Saperi & Sapori”, con la degustazione e la vendita di prodotti tipici locali, e il concerto conclusivo dei Los Locos lunedì 3 alle ore 22.

 

Si conclude la decima speciale edizione del Grest parrocchiale

MELISSANO. Si è conclusa con un finale pirotecnico – e non si fa per dire – la decima speciale edizione del Grest parrocchiale, ispirato quest’anno al cammino Anspi sulla storia della piccola Momo, dal titolo “Prendi Tempo”. E proprio il tema del tempo – in tutte le sue sfaccettature: dall’accoglienza all’ascolto, dall’amicizia al risparmio e al gioco – ha accompagnato, a partire dal 22 giugno scorso, i 180 ragazzi e i 50 animatori in questo percorso estivo, che ieri sera ha vissuto la tradizionale festa finale, con l’allestimento pomeridiano di un vero e proprio lunapark e la successiva rassegna dei lavori e delle presentazioni delle squadre.

Questi i nomi dei gruppi, di cui i ragazzi hanno orgogliosamente indossato la maglietta distintiva e intonato l’inno: i piccolissimi e gialli “Minuti” delle materne, “Le clessidre celesti”, “Le lancette viola”, “La Primavera” arancione, i gialli “Solare”, i “Green time”, “I Bianchi’s time” delle elementari e, infine, i più grandi “Purple summer Grest” viola delle medie, ideatori, registi e scenografi della serata conclusiva. Il “direttore” del Grest è sempre il parroco, don Antonio Perrone, che nel suo intervento ha rimarcato “l’importanza di questa esperienza, in quanto tempo prezioso e fonte di crescita, attraverso il gioco e l’animazione, tanto per i ragazzi quanto per gli animatori”. Anche il presidente dell’associazione, Giancarlo Spennato, ha voluto dire “grazie” a tutti, in particolare agli animatori “che hanno rinunciato al proprio tempo libero per dedicarsi con gioia e dedizione ai bambini”.

MELISSANO. Come da tradizione, il primo weekend di settembre è dedicato alle celebrazioni civili e religiose in onore di sant’Antonio di Padova. Una festa che, da sempre, è un’occasione d’incontro, di socialità, di riscoperta dei valori della fede e della tradizione e del piacere dello stare insieme, organizzata, quest’anno, da un comitato giovane e rinnovato, sotto la guida del parroco don Antonio Perrone. «Forse – scrive il sacerdote – negli ultimi anni abbiamo preferito la delega ad un coinvolgimento personale nella preparazione della festa, forse le tante iniziative che si susseguono hanno relegato la festa patronale ad essere una tra le tante cose da farsi. Quest’anno invece stiamo cercando di percorrere una via nuova, con volti noti e volti nuovi, e come impresa che chiede di essere duratura ed efficace, la partenza non è mai senza imprevisti e difficoltà e c’è chi vede nero all’orizzonte e c’è chi, con fiducia e tenacia, è pronto a far breccia nel buio e dare speranza. Questa festa, – conclude don Antonio – grazie al contributo di tutti, deve diventare ogni anno una tappa importante nel cammino della comunità». Il programma religioso si snoderà con la processione e le messe solenni da sabato 3 a lunedì 5. Il clou del programma civile è lo spettacolo piro-musicale della pluripremiata ditta Vaccalluzzo (domenica ore 22,30). Sabato sera, spazio ai “Pizzicati” di Vito Turco. Chiuderà il sipario “Salento Calls Italy – Samsara in Tour”, spettacolo di musica e animazione (lunedì ore 22). A far da contorno: “Biciclettata dei mille colori” (organizzata da Smile, domenica ore 8,30 piazza San Francesco); spettacolo per bambini con artisti di strada (Happy Day e Doposcuola Valeria Marra, domenica ore 20,30); esibizione dei concerti bandistici di Città di Matino e Squinzano e il concerto di Don Ray Trio (Bar Carioca, domenica ore 21).

don Antonio perroneMelissano festeggia i 40 anni del suo parroco. Nella serata di lunedì 15 giugno, la comunità parrocchiale si è data appuntamento presso il campetto oratoriale “Giovanni Paolo II” per omaggiare – con una festa a sorpresa – il neo quarantenne, don Antonio Perrone.
Giunto a Melissano otto anni fa, e parroco dal 2009, don Antonio taglia un altro importante traguardo, condiviso con alcuni “colleghi” partecipi della serata: il suo vicario, don Gianni Filoni; l’attuale parroco del “Sacro Cuore di Gesù” di Matino, don Roberto Tarantino; don Ezio Ostolani, parroco di Turrito (Sarsina). Presenti all’evento, i presidenti e componenti delle varie associazioni parrocchiali, e  la comunità di fedeli.
Il parroco è stato festeggiato dai compagni di squadra amatoriale degli “Amici dello Sport”, con i quali ha condiviso amicizie e vittorie. Momento clou della serata, l’esibizione canora degli “Amici” amatori, i quali – guidati dall’improvvisato direttore d’orchestra, Salvatore Pirretti – hanno intonato, equamente suddivisi in soprani e tenori, uno speciale “Alleluia” e un altrettanto originale “Tanti auguri a te!”.
«La gioia di vedervi tutti qui, provenienti da strade e vite diverse mi riempie di gioia: questa è l’immagine che vorrei vedere tutte le domeniche a messa», ha commentato  don Antonio nel discorso di ringraziamento ai presenti, che gli hanno donato un talare.

MELISSANO. Non sono solo le due guide spirituali della comunità parrocchiale, ma anche due bravissimi calciatori e due grandi appassionati di sport, come testimonia la cura con cui coordinano le squadre di calcetto e di basket dell’oratorio di “Gesù Redentore”.

Don Antonio Perrone, di Galatone, ( a sinistra) e don Gianni Filoni, di Seclì, (a destra) parroco e viceparroco della B.V.M. del Rosario, hanno sposato la causa degli Amici dello Sport, la squadra di calcio amatoriale che milita nei tornei Acli Over 30 e Aics Over 40. Don Antonio è un esterno di difesa o di centrocampo molto disciplinato tatticamente, con una buona corsa e un bel tocco di palla. Ha cominciato a giocare a calcio “sin da quando c’erano un pallone e una strada” con la casacca degli Esordienti del Galatone. È tifosissimo del Lecce.
Don Gianni è un attaccante veloce e tecnicamente bravo.

Con l’Over 30, quest’anno, ha già bucato le porte del Botrugno e del Muro Leccese. Grande appassionato di calcio e tifoso dell’Inter, tra le amicizie di don Gianni ne spicca una in particolare: quella col Ct della Nazionale Antonio Conte, con cui, ogni tanto, d’estate, “incrocia i tacchetti” sui campi da calcio.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...