Home Tags Posts tagged with "don Antonio Bottazzo"

don Antonio Bottazzo

GALLIPOLI. Giunge un po’ a sorpresa la notizia di alcuni avvicendamenti nel clero diocesano di Nardò-Gallipoli: dopo la due giorni di aggiornamento  nel seminario di Nardò (giovedì 15 e il 16), questi gli spostamenti disposti dal vescovo Fernando Filograna. Arriva dalla Conferenza episcopale pugliese la nomina di  don Quintino Venneri  a responsabile della Comunità dell’anno propedeutico presso il Seminario maggiore di Molfetta. Don Quintino (di Alliste), ad appena 32 anni ha già al suo attivo gli incarichi di   rettore del seminario diocesano di Nardò, docente di “antropologia teologica” nella scuola diocesana per laici di teologia pastorale, segretario del vescovo. Al suo posto, alla guida del seminario di Nardò, subentra don Antonio Bruno (Galatone). Riconferma per don Luca Albanese (Casarano) come Padre spirituale, mentre don Giorgio Ferrocino (Galatone) diventa vice rettore e il diacono Luca Grande (Galatone) educatore. Passa di mano la guida della parrocchia Maria SS.Annunziata di Tuglie: dopo l’era di don Emanuele Pasanisi (Tuglie), ora parroco sarà don Maurizio Pasanisi (di Parabita, già parroco a Matino): lo sostituirà alla “Santa Famiglia” don Tommaso Rizzello (di Casarano). Don Massimo Cala (di Parabita, già collaboratore parrocchiale a Nardò) sarà il nuovo parroco di S.Maria delle Grazie a Sannicola: sostituirà don Pietro Maludrottu, che ora è stato nominato parroco a Gallipoli, a “S.Gerardo Maiella”, al posto di don Andrea Danese (di Casarano, sino ad oggi anche vicario episcopale della forania di S.Agata). Don Andrea, invece, sarà il nuovo parroco di San Giorgio Martire a Matino. Don Tommaso Rizzello (di Casarano) lascia la parrocchia della B.V.Addolorata di Racale per andare a fare il parroco a Matino nella chiesa della Santa Famiglia: al suo posto subentra don Luciano Scarpina (di Matino), sin qui fuori sede, a Roma, presso la Segreteria di Stato Vaticana. Dopo l’ufficializzazione delle nomine di oggi, si attende ora la data della loro immissione canonica. Il vescovo, nel ringraziare tutti i sacerdoti coinvolti negli spostamenti “per la loro disponibilità e collaborazione”, ha espresso particolare gratitudine a quei sacerdoti che, pur avendo raggiunto i limiti d’età, “continuano ad esercitare con dedizione il loro ministero a favore della Chiesa, affiancando, nella comunione, il lavoro dei parroci”. Lo scorso mercoledì, intanto, monsignor Filograna ha annunciato la scomparsa dell’83enne don Antonio Giaracuni, di Aradeo, le cui esequie si sono svolte presso la parrocchia San Francesco di Paola a Nardò. Non appena ordinato, il 21 luglio del 1957 dell’allora vescovo di Nardò Corrado Ursi, don Antonio venne nominato vice rettore del seminario di Nardò, incarico che tenne fino al 1963 quando divenne parroco a San Francesco. Nel 2009, dopo aver lasciato la parrocchia dopo un servizio di 46 anni, fu monsignor Caliandro a nominarlo collaboratore della parrocchia Santa Famiglia di Nardò.

 

seminario nardoNARDÒ. Si fanno sempre più numerosi gli spazi che la diocesi di Nardò-Gallipoli dedica al turismo religioso: il direttore di quell’ufficio, don Antonio Bottazzo di Nardò, ha organizzato nei giorni scorsi un convegno nel seminario neretino sul tema “Il Salento sede di pellegrinaggi, monasteri e accoglienza”. Oltre a lui (che ha portato i saluti del vescovo, mons. Fernando Filograna), sono intervenuti i presidenti di Gruppo di azione locale (Gal) “Terra d’Arneo”, Cosimo Durante; di Assoturismo pugliese, Massimo Rota, di Francesca Ruppi dell’Università del Salento; ha condotto la conferenza Giulio Reho. A conclusione dell’incontro, seguito da un pubblico attento e interessato, si dichiara soddisfatto, don Antonio Bottazzo, ma mette le mani avanti, anche per non ingenerare equivoci: «La nostra “offerta turistica” tende più a creare condizioni ideali per una vacanza come momento spirituale; proponiamo infatti itinerari di fede tracciati nel tempo dalla pietà popolare (cita ad esempio le “Vie francigene”) o suscitare sentimenti di “stupore” dinanzi alle bellezze del creato, ma anche a formare le nostre comunità ospitanti al sentimento dell’accoglienza».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...