Home Tags Posts tagged with "divieti balneazione puglia"

divieti balneazione puglia

Canale della Volpe - Torre Suda - foto Vito ManniRACALE. Giungono buone (ma non ancora ottime) notizie dalla Capitaneria di porto di Gallipoli. Con l’ordinanza n. 36 del 16 giugno, l’autorità marittima, recependo alcune delle indicazioni contenute nella relazione del geologo incaricato dal Comune di Racale, il dott. Marcello De Donatis, ha circoscritto i divieti emessi con il provvedimento del 19 maggio al fine di tutelare la pubblica incolumità dai pericoli di rischio idrogeologico e instabilità della costa per possibili frane delle falesie.

In quell’ordinanza, si vietava “la balneazione, la sosta e l’ancoraggio di tutte le unità navali in genere, la pesca professionale e/o sportiva con qualsiasi tecnica e l’espletamento di qualsiasi attività subacquea e di superficie ludico-sportiva, nonché ogni altra attività direttamente e/o di riflesso connessa agli usi del mare” in cinque tratti della costa di Torre Suda. Nell’atto pubblicato a metà giugno, invece, scompaiono dalla lista delle località off-limits Posto Racale e Puzzacchio.

Rimane, però, il divieto di balneazione in buona parte di località Arco, a Canale della Volpe (luogo in cui si svolge, ad agosto, la “Cuccagna a mare”), in un tratto della scogliera prospiciente piazzetta Esador e in parte del litorale costiero in zona Solatìo. In alcune di queste zone, il limite del divieto di balneazione è stato abbassato dai precedenti venti agli attuali dieci metri di distanza dalla costa. Ad ogni modo, restano vive le preoccupazioni per gli operatori commerciali e turistici, ma anche per residenti e vacanzieri. Potrebbe essere risolutivo l’incontro del prossimo 30 giugno tra il sindaco Donato Metallo e le autorità marittime competenti. Si respira, intanto, cauto ottimismo e la situazione potrebbe essere sbloccata definitivamente. Il tempo stringe: l’estate è ormai arrivata e con essa anche i primi turisti.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...