Home Tags Posts tagged with "daniele dell’anna"

daniele dell’anna

Nardò – Periodo intenso di mercato per la Frata “Andrea Pasca” Nardò in vista del prossimo campionato di Serie B. Dopo il battesimo in cadetteria della passata stagione, culminato con una salvezza conquistata solo dopo la disputa dei playout, il club del presidente Ivan Marra intende evitare gli errori commessi nel 2017/18 e ripartire con programmazione e rinnovato entusiasmo.

Per quanto concerne il roster, dopo aver affidato la panchina ad uno stimato e competente coach come il leccese Gianluca Quarta (vice di Marco Crespi della Nazionale femminile italiana di pallacanestro), le prime mosse societarie hanno riguardato le conferme della guardia di Calimera Federico Ingrosso e dell’ala di Matino Stefano Provenzano. Poi le new entry: in ordine il pivot padovano Vittorio Visentin prelevato da Battipaglia, la guardia friulana ex Livorno Daniele Mastrangelo, quindi l’ala palermitana Mathias Drigo, che nella passata stagione con la maglia del Pescara fece ammattire i granata con uno score personale di 27 punti.

In vista della preparazione che avrà inizio al “Pala Andrea Pasca” il prossimo 23 agosto, la Frata Nardò ha annunciato oggi l’arrivo di un playmaker di livello, Simone Bonfiglio; conferme infine dei fratelli neretini Daniele e Michele Dell’Anna, colonne portanti dello spogliatoio.

Il club inoltre ha organizzato il “Basketball Camp” per il secondo anno consecutivo: dal 9 luglio allenamenti con tecnici del calibro di Quarta, il neretino Francesco Raho (responsabile del settore giovanile dell’Auxilium Torino) e il friulano ex Brindisi Daniele Michelutti. Nel frattempo molti atleti, allenatori e dirigenti del presente e del passato cestistico neretino hanno confermato la propria presenza per la presentazione del libro del prossimo 12 luglio al “Pala Andrea Pasca”, dove a partire dalle ore 20:30 gli autori Lorenzo Falangone e Angelo Pasca presenteranno il libro “Per dirti ciao – La Serie B” dedicato al compianto Andrea Pasca, a cui è intitolato il tensostatico di via Giannone e lo stesso club granata, per volere del patron Carlo Durante.

Infine, il 15 luglio a partire dalle ore 18, una rappresentanza dell’Under 18 guidata da coach Michele Battistini, fresca vincitrice del titolo di campione regionale Élite, prenderà parte all’evento “Un goal per la solidarietà” in programma al “Giovanni Paolo II”, un torneo di calcio con l’intero ricavato destinato all’Associazione italiana persone down.

by -
0 916

NARDÒ. Capitano da cinque anni, granata da una vita. Daniele Dell’Anna è un autentico esempio di bandiera sportiva. Di quelle che sventolano orgogliosamente a difesa dei colori della propria città in tempi felici o avversi. Sotto canestro sembra il suo habitat naturale. «Anche se ho iniziato a giocare tardi – precisa Dell’Anna – il basket è davvero la mia grande passione».
Di tempo ne è passato rispetto agli albori. «Ricordo quando sulle tribune del palazzetto c’erano i soliti pochi intimi, poi abbiamo conquistato il cuore degli sportivi. Ora calcare quel parquet col calore della gente è tutta un’altra cosa».
Le soddisfazioni, indelebili, non sono comunque mancate. «Come i due campionati vinti, in particolare l’ultimo, che ci ha portati in C1. Non potrò mai dimenticare la bolgia del pubblico nello scontro decisivo col Santeramo. E ancora le emozioni dopo le finali playoff contro Ceglie. Dare gioia alla gente della propria città – rimarca Dell’Anna – è indescrivibile. Solo chi ha la fortuna, da neretino, di indossare la maglia granata mi può capire».

Quest’anno purtroppo il team dell'”Andrea Pasca”, partita coi favori del pronostico, fatica ad ingranare, “perché dopo l’infortunio occorso a Stefano Provenzano ci è mancato qualcosa”, è il parere dell’ala pivot.
L’ambizione, però, non manca e viaggia di pari passo con l’umiltà. «Non voglio parlare né di salvezza e né di playoff. L’unica cosa che conta – afferma Dell’Anna – è uscire dal campo sempre con la maglia sudata». Il campionato nazionale di C1 è alla settima giornata e la squadra ha totalizzato fin qui 6 punti.
Ventisette anni, talento naturale unito ad un grande spirito di sacrificio, il cestista rileva un altro dato positivo della squadra: «Questo gruppo gioca insieme da tantissimo tempo. Non siamo solo compagni ma veri amici. E di questo ne vado fiero». Ma di amici Daniele, per strada, ne ha perso uno: «Ogni rimbalzo, ogni punto, è per lui. Il ricordo di Andrea Pasca resterà per sempre vivo nel mio cuore». Nel suo cuore d’oro, cuore di capitano, cuore granata.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...