Home Tags Posts tagged with "cutrofiano"

cutrofiano

Cutrofiano – I cittadini sono alle prese con le novità della carta d’identità elettronica e il Comune di Cutrofiano promuove un incontro pubblico, sabato 7 aprile alle ore 18.30 presso le scuderie di Palazzo Filomarini,  al fine di informare sul consenso consapevole in merito alla donazione degli organi. Attraverso la nuova carta d’identità, infatti, è ora possibile esprimere il proprio assenso o diniego alla donazione degli organi. Tale scelta, inserita nel database del Ministero della Salute, potrà essere cambiata in ogni momento recandosi presso la propria Asl. L’incontro, promosso dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Asl, verrà introdotto dal sindaco Oriele Rolli e dal segretario comunale Maria Antonietta Foggetti. Sarà poi il medico Raffaella Guido ad illustrare una relazione sul tema delle donazioni in Puglia mentre il medico Domenico Corlianò si soffermerà sul tema delle morti cerebrali. Seguiranno le testimonianze dell’ex onorevole Lorenzo Ria (di Taviano) e di Salvatore Baglivo. Gli interventi sono moderati da Giovanni Perfetto.

Le nuove modalità Il Comune, intanto, ricorda che l’emissione della carta d’identità elettronica è gestita direttamente dal Ministero dell’Interno e che la consegna avviene entro pochi giorni dalla richiesta allo sportello comunale dell’Anagrafe dove occorre presentare un documento di identità in corso di validità, una foto tessera a colori su sfondo bianco (recente e con il capo scoperto), la tessera sanitaria (o la carta nazionale dei servizi o il codice fiscale, insieme al versamento di 22,21 euro alla tesoreria comunale (Banco di Napoli, Iban IT82B0101004015100000046814). La carta di identità scaduta o in scadenza deve essere, inoltre, obbligatoriamente consegnata allo sportello. In caso di furto o smarrimento o deterioramento (tale da non permettere il riconoscimento del numero della carta) del vecchio documento occorre presentarsi allo sportello con la denuncia resa presso le competenti autorità.

Cutrofiano – È di due anni e otto mesi di reclusione la pena inflitta dal Tribunale di Lecce ad una 78enne di Cutrofiano per usura. Due fratelli commercianti in difficoltà dello stesso paese sono le vittime che, dopo essersi rivolti alla signora, si sono visti “strozzare” da tassi di interesse del 120% annui. “Usura continuata e aggravata” è stata l’accusa formulata che ha portato alla condanna insieme ad una multa da 8mila euro. Ben più grave il quadro accusatorio formulato dal pubblico ministero che aveva, invece, richiesto otto anni e due mesi di carcere, contro l’assoluzione invocata dalla difesa.  I due commercianti, a corto di liquidità, nell’estate del 2010 si rivolsero alla donna ed al marito di lei (nel frattempo deceduto) concordando un prestito da 60mila euro, in tre rate mensili tra luglio e settembre. Dopo aver restituito il primo da 10mila euro con un interesse pari a 1.000 euro, ci furono invece difficoltà per le altre due rate. Interessati della vicenda, dopo la denuncia delle vittime, i carabinieri e i finanzieri verificarono la contabilità dei conti dell’indagata trovandovi versamenti da 311mila, con circa 370 operazioni soltanto negli ultimi sei anni.

Cutrofiano – Il meglio della pallavolo femminile di B1 si da appuntamento a Cutrofiano per le Final four di Coppa Italia. Le semifinali sono in programma venerdì 30 marzo: alle 17 Libertas Martignacco (Udine) contro Pinerolo e alle 20 le padrone di casa del “Cuore di mamma” Cutrofiano contro il Coveme Vip San Lazzaro (Bologna). Sabato 31 le due finali: alle 16 quella per il terzo posto e alle 19 la finalissima per il titolo. Le sfide sono tutte di altissimo livello perché le quattro formazioni in gara sono quelle che hanno chiuso al primo posto  i quattro giorni nazionali del campionato di B1. «Il PalaCesari sarà la cornice della Final Four,  evento fortemente voluto dal nostro “main sponsor” Martinucci e dall’Amministrazione comunale di Cutrofiano, quest’ultima fresca di entrata nell Aicc (Associazione italiana Città della ceramica) e dalla società Asd Giuseppe Cesari Cutrofiano. Una due giorni di grande spettacolo visto il calibro delle quattro squadre partecipanti,  di sicuro ci sarà da divertirsi», fa sapere la società di casa che invita tutti gli appassionati salentini a partecipare all’evento.

Cutrofiano – “L’unità d’Italia” vista da Sud” è il tema dell’incontro in programma venerdì 16 marzo, alle ore 19, presso le scuderie di Palazzo Filomarini a Cutrofiano. La cosiddetta “Questione meridonale” verrà approfondita insieme a Carlo Capezzuto e Rosalba Valente, gli autori del volume “Il grande libro del Regno delle due Sicilie”. Dopo i saluti del sindaco Oriele Rolli e dell’assessore alla Cultura Lillino Masciullo, interverranno lo storico locale Franco Meraglia e gli stessi autori. L’incontro è moderato da Giuseppe Botrugno, presidente delle associazioni Proloco del Salento di Casarano e Ceramiche del Salento di Cutrofiano, entrambe organizzatrici della serata con il patrocinio della locale Amministrazione comunale.

Maglie – Oltre 170 chilogrammi di marijuana sono stati sequestrati dai carabinieri della Compagnia di Maglie nel corso di due distinte operazioni. A Cutrofiano in manette sono finiti il 34enne Leonardo Lisi e la 29enne Adriana Minerba trovati in possesso, in seguito a perquisizione domiciliare, di 35 involucri confezionati sottovuoto per circa 26 chilogrammi di marijuana. Oltre a due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi, i militari hanno rinvenuto anche un involucro contenente un grammo di cocaina.   Sempre nella mattinata odierna l’arresto di tre albanesi a Noha. Nella frazione di Galatone, i tre sono stati notati dai militari uscire a piedi da un garage seminterrato con atteggiamento alquanto sospetto. Dopo averli fermati, i carabinieri hanno provveduto a perquisire il locale trovandovi 22 involucri in cellophane, contenenti complessivamente 143,2 di marijuana, oltre ad una bilancia e a materiale idoneo per il confezionamento delle dosi. L’operazione ha portato all’arresto del 22enne Glorent Jazo, del 23enne Gabriele Avdurramani e del 28enne Indrit  Avdurramani, tutti e tre nati a Valona e senza fissa dimora in Italia.

Cutrofiano – Nuovo arresto in carcere per il 52enne di Cutrofiano Tommaso Bianco. Lo scorso 7 febbraio l’uomo era già stato arrestato dai carabinieri poco dopo aver tentato una rapina alla filiale della Banca Monte Paschi di Siena del suo paese simulando di avere una pistola sotto il giubbotto. Fallito il tentativo, Bianco venne fermato appena un’ora e mezza dopo dai carabinieri della locale Stazione. Dopo un prima arresto in carcere, l’uomo (già noto alle forze dell’ordine) aveva ottenuto i domiciliari violando i quali è ritornato nella Casa circondariale di Borgo San Nicola.

Cutrofiano – Cutrofiano aderisce a “M’Illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2. “Spegni le luci, accendi la piazza” è il tema della giornata di venerdì 23 febbraio nella quale l’Amministrazione comunale invita i cittadini, le scuole, le attività commerciali e gli uffici pubblici ad aderire “attraverso azioni concrete e semplici accorgimenti dell’utilizzo della corrente elettrica”. Tante le iniziative promosse, a partire dalle 18.30, dallo Sportello ambiente: in contemporanea con lo spegnimento del Municipio e di Palazzo Filomarini (foto), il Consiglio comunale dei ragazzi propone “Accendiamo  le menti” mentre la cooperativa “29nove” sarà alle prese con le letture sotto le stelle. Della scuola di danza “Scarpette rosa”, invece, lo spettacolo “Sia il bianco il tuo colore”.

Come consuetudine, anche il Comune di Nardò ha aderito alla 14ma campagna promossa da “Caterpillar”. che dal 2005 chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili in un pomeriggio di febbraio. Quest’anno la giornata individuata è quella di domani, venerdì 23 febbraio, e l’amministrazione comunale ha deciso di spegnere le luci artistiche del Castello Acquaviva d’Aragona a partire dalle ore 18.

 

Nardò – C’è la Tav Jonico Salentina sul tetto regionale nella specialità Percorso caccia in pedana. La società neretina nei giorni scorsi in quel di Veglie, col risultato di 129/150, si è laureata campione d’inverno, imponendosi sulle due compagini di San Donaci, Shooting Club e “Passione e Natura”, che hanno chiuso rispettivamente con 128/150 e 127/150 + 53; quarto posto per i padroni di casa della Tav Veglie (127/150 + 43).

Il movimento guidato dal presidente Flavio Maglio, neretino, brilla anche nelle classifiche individuali: medaglia d’argento per Antonio Dollorenzo (Cutrofiano) e bronzo per lo stesso Maglio (2ª categoria). Fra le “Lady”, argento anche per la figlia di Flavio, Sofia Maglio – campionessa mondiale di tiro a volo – e bronzo per la leccese Claudia De Luca. La Tav Jonico Salentina è stata rappresentata anche da Michael Rimo (Racale), Nicola Giuseppe Mauro ed Elio De Luca (Lecce), Flavio Leone (Veglie), i neretini Giancarlo Paglialunga e Antonio Corvo, e Stefano Longo (Cutrofiano).

Per la Tav Jonico Salentina è solo uno splendido inizio di un calendario ricco di appuntamenti: nella notte a cavallo tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio, Sofia Maglio, Michael Rimo, Paolo Mezzi, Claudia ed Elio De Luca prenderanno parte al Grand prix nazionale di double trap, nelle categorie individuale, a squadre e mixed team (coppie neretine Maglio-Rimo e padre e figlia De Luca). Il 25 febbraio a Torre Santa Susanna sarà tempo di fossa olimpica. Non solo: il prossimo 4 marzo Nardò ospiterà il campionato regionale di double trap e contemporaneamente a Scorrano si disputerà il campionato regionale di fossa universale. Ci sarà tempo e modo per nuove soddisfazioni.

Galatina – “Piano territoriale sociale di zona” in elaborazione per l’Ambito di Galatina. Venerdì 23 febbraio presso la sala polifunzionale dell’Ambito di Galatina, in via Montegrappa n. 8, sono chiamati a raccolta i soggetti protagonisti del IV Piano territoriale sociale di zona 2018-2020 dei comuni di Galatina (capofila), Aradeo, Cutrofiano, Neviano, Sogliano Cavour e Soleto. Il “tavolo di concertazione” riguarda vari temi: famiglie e minori, percorsi di inclusione attiva per il contrasto alla povertà, interventi di prevenzione e contrasto in tema di dipendenze patologiche, cultura dell’accoglienza – potenziamento del welfare d’accesso (immigrazione – segretariato sociale), presa in carico disabilità e non autosufficienza, contrasto maltrattamento e violenza. I promotori consigliano, prima di partecipare ai Tavoli di progettazione, di prendere visione dei servizi erogato dell?Ambito sociale pubblicati sul portale dell’Ats sull’indirizzo www.ambitozonagalatina.it. Ogni intervento, tra l’altro, dovrà essere preliminarmente espresso sulla scheda idea-progetto. Entro giovedì 22 febbraio, quanti sono interessati a partecipare alla realizzazione del Piano sociale di zona 2018-20 dovranno produrre la dichiarazione di manifestazione di interesse a percorso di progettazione, la scheda idea-progetto (non obbligatoria), la fotocopia del documento di identità del dichiarante (i moduli sono scaricabili in formato elettronico sui siti internet dei Comuni interessati).

Casarano – “Repútu pe lle chiazze salentine” (ovvero “Lamento funebre per le piazze salentine”) è il volume (Congedo editore) di Giovanni Leuzzi (nella foto) che viene presentato mercoledì 21 febbraio, alle ore 17.30, presso la scuola paritaria internazionale “San Giovanni elemosiniere” di via Cavour a Casarano. Accanto all’autore interverranno i docenti Giuseppe Caramuscio e Roberto Vantaggiato con gli omaggi musicali a cura del gruppo di musica griko-salentina “Cardisanti”. Il lavoro di Leuzzi, docente di scuola superiore di Cutrofiano in pensione nonché appassionato di politica (già vicesindaco del suo paese) e di cultura locale, è un poema in ottava rima e in rigoroso dialetto salentino, che utilizza a pretesto narrativo una divertente storia paesana per fotografare il diluirsi della millenaria civiltà. «Le piazze che negli ultimi anni sono state oggetto di importanti rifacimenti strutturali ed estetici dagli effetti spesso scenografici, perduta ogni funzione economico sociale – afferma l’’autore – oggi si presentano come spazi vuoti di presenza umana, freddi, senza storia, senza anima e memoria, e ormai da decenni attendono nuova linfa che sarà, se mai, del tutto diversa da quella di un passato leggendario e irripetibile».

Cutrofiano – “I terremoti nel Salento” è il tema dell’incontro formativo promosso a Cutrofiano dal Forum amici del territorio. L’appuntamento è per giovedì 15 febbraio, alle ore 19 presso le scuderie di Palazzo Filomarini. All’evento, patrocinato dalla locale Amministrazione comunale e moderato dal presidente del Forum Gianfranco Pellegrino, intervengono lo storico delle tradizioni popolari Giovanni Leuzzi, il docente dell’Università del Salento Paolo Sansò e l’assessore comunale all’Urbanistica Cristina Martella, con i saluti del iniziali del sindaco Oriele Rolli. Gli esperti tratteranno dell’originale tema partendo dai devastanti eventi calamitosi che hanno interessato il Salento negli ultimi secoli sino a parlare dell’orgine della tradizione di “Sant’Antoni te le focare” a Cutrofiano.  ,

Cutrofiano – È di un anno e 27 giorni la pena da scontare agli arresti domiciliari per il 55enne di Cutrofiano Antonello Cagnazzo (nella foto). Lunedì 12 febbraio sono stati i carabinieri della locale Stazione ad eseguire l’ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Lecce. Il 15 aprile del 2016 l’uomo era stato fermato dai carabinieri a Collepasso e trovato in possesso di un’arma clandestina. Dopo la notifica dell’ordine di carcerazione e le formalità di prassi in caserma, Cagnazzo è stato condotto dai carabinieri presso la propria abitazione dove dovrà sottostare alla pena detentiva prevista dal Tribunale.

Cutrofiano – È stato arrestato dopo una breve fuga l’uomo che nel pomeriggio di mercoledì 7 febbraio ha tentato una rapina alla filiale di Cutrofiano della Banca Monte Paschi di Siena. Si è trattato di un vero e proprio “tentativo” maldestro (senza conseguenze per persone o cose) messo in atto simulando una pistola sotto il giubbotto. Intorno alle 15, il 52enne Tommaso Bianco (del posto) è entrato nella filiale di via Umberto I minacciando (con l’arma che in realtà non aveva) la cassiera per farsi dare i soldi: quest’ultima ha però stoppato la richiesta riferendo semplicemente di non poter aprire la cassa. Non riuscendo nell’intento, il malvivente si è allora allontanato dall’istituto bancario dileguandosi a piedi nelle vie limitrofe. Sulle sue tracce sono però giunti ugualmente i carabinieri della locale Stazione riuscendo appena un’ora e mezza dopo ad individuarlo e ad arrestarlo. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato condotto dapprima in caserma e poi nel carcere leccese di Borgo San Nicola.

Cutrofiano – È stato denunciato, in stato di libertà, il 50enne di Cutrofiano L.S. fermato dai carabinieri ad Arnesano nella notte tra mercoledì 31 gennaio e giovedì primo febbraio. L’uomo era in auto insieme ad un altro soggetto già noto alle forze dell’ordine lungo una strada sterrata di campagna. Insospettiti, i militari hanno provato a fermarlo riuscendoci solo dopo un breve inseguimento. La perquisizione all’interno del bagagliaio ha portato alla luce numerosi attrezzi da scasso tra i quali una mazza da biliardo con la punta mozzata, giraviti, tronchesine, pinze, guanti, uno scalpellino ed una chiave inglese. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro mentre l’uomo è stato denunciato per possesso ingiustificato di strumenti da effrazione e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Essendo l’auto in questione sprovvista di copertura assicurativa, inoltre, il 50enne è stato pure sanzionato ai sensi dell’art. 193/2 del Codice della strada.

Cutrofiano – Festa grande a Cutrofiano domani, domenica 7 gennaio, per l’ingresso della città nel circuito nazionale delle “Città della ceramica”. Cutrofiano si aggiunge alle 39 che ne fanno parte, tra cui solo due pugliesi: Grottaglie e Laterza. L’appuntamento, a cui prenderanno parte il viceministro allo sviluppo economico Teresa Bellanova, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il sindaco Oriele Rolli (foto) e l’assessore alle Attività produttive Tommaso Campa, è per le ore 10.30 nella Congrega dell’Immacolata dove è ospitata la mostra nazionale itinerante “Grand tour.

L’associazione nazionale nata a Faenza nel 1999. Alla scoperta della ceramica classica italiana, curata dall’Associazione italiana città della ceramica (Aicc). Questa associazione, senza fini di lucro con sede a Faenza, è stata costituita nel 1999 con l’obiettivo di creare una rete nazionale delle città dove nel tempo si è sviluppata un’importante e significativa attività ceramistica che ha contribuito a creare un’identità ben definita. La mostra, che è stata inaugurata il 12 novembre scorso, presenta manufatti provenienti dalle città aderenti all’Aicc e traccia attraverso le ceramiche un vero e proprio percorso dall’età arcaica fino ai nostri giorni. Nella rassegna ci sono naturalmente manufatti dei ceramisti cutrofianesi che vantano un’antichissima tradizione che continuano a diffondere con numerose iniziative come la Mostra mercato della ceramica artigianale, che quest’anno ad agosto ha segnato la 45^ edizione, e un curatissimo Museo comunale della ceramica ricchissimo di testimonianze.

Il paese, la sua argilla, la creatività di bravi artigiani. A ben ragione, quindi, Cutrofiano entrerà nel novero delle città che hanno fatto della ceramica la loro cifra distintiva determinando anche lo sviluppo economico anche perché le competenze dei bravi artigiani si sono adeguate alle nuove esigenze delle innovazioni tecnologiche e delle richieste del mercato. D’altra parte il destino di Cutrofiano sembra contenuto già nel nome (tra le varie ipotesi dal greco “cutra” vaso o cutrubbu) e nella presenza nel terreno di uno strato d’argilla a poca profondità. L’attività dei vasai si sviluppò nel Medioevo (ma in recenti scavi archeologici, nel 2005, è stata trovata una fornace di epoca romana, per cui si può andare andare indietro nel tempo). Nel catasto onciario del Comune, che risale al 1700, sono annotate 31 botteghe in cui lavoravano 46 artigiani. In terracotta venivano realizzati piatti, bicchieri, zuppiere, capase per i legumi, giare per l’olio. Ora predominano oggetti d’arte finissima e i motivi di decoro sono originali, tramandati nei secoli, realizzati con l’aiuto di strumenti sofisticati. Sempre, però, con cura estrema e precisione, qualità che hanno dato origine a un modo di dire popolare: quando si desidera una persona o cose difficili da ottenere, si dice “Fatteli fare a Cutrufianu”.

Cutrofiano – “La via del Natale” è l’iniziativa proposta a Cutrofiano giovedì 21 dicembre, a partire dalle ore 16 in piazza Cavallotti. Protagonisti gli studenti insieme a Circolo Ayni, Quelli che il presepe, Fahre, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. “L’albero dei desideri” è quello realizzato da alunni, insegnanti e genitori della scuola dell’infanzia “Collodi”: ispirato dall’albero dei denari di Pinocchio, raccoglierà desideri in cambio di una piccola moneta. A seguire il presepe vivente dei bambini organizzato dalla scuola primaria “Masellì” nel centro storico e presso le scuderie di palazzo Filomarini. L’ex mercato coperto di via Milite ingoto ospita, invece, la mostra e il presepe artistico con personaggi e ambientazioni in terracotta a cura della primaria “Don Milani”.

Fitto il programma delle altre iniziative (presso la sala polifunzionale) curate dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Oriele Rolli. Venerdì  22 dicembre, alle ore 20, c’è il concerto di Natale, con il sostegno dell’associazione “Centro anziani”. La consegna dei doni da parte di Babbo Natale ai bambini, per il tramite dell’associazione “Pecore gialle” è in programma domenica 24 dicembre. La tombolata organizzata dall’Azione cattolica della parrocchia “San Giuseppe” è in calendario il 26. Mercoledì 27 dicembre, alle ore 19.30, la compagnia “La Busacca” metterà in scena “Natale in casa Cupiello” e venerdì 29 dicembre, alle ore 18, c’è la mostra fotografica “Donna woman”, a cura dell’associazione Sud Ethnic e Paola Stefanizzi. Sabato 30 dicembre il concerto di Natale, eseguito dai maestri e studenti dell’associazione musicale “Don Bosco” di Cutrofiano. Altri eventi di festa martedì 2 gennaio, alle ore 19.30, nella chiesa matrice con “Strina, canti e zampogne” ovvero canti, racconti, filastrocche del periodo natalizio, a cura dell’associazione Sud Ethnic, e  sabato 6 gennaio, alle ore 16.30, nel palazzetto dello sport, tradizionale tombolata organizzata dall’associazione “Fratres”. Da segnalare come il Consiglio comunale dei ragazzi di Cutrofiano ha inteso devolvere 500 euro per l’acquisto di giocattoli destinati ai bambini ricoverati nel reparto di Oncoematologia pediatrica del “Fazzi”. Si tratta della metà della somma posta in bilancio dall’Amministrazione comunale e messa a disposizione del Consiglio dei ragazzi e spesa (l’altra metà) per allestire un albero di Natale, vero,  donato agli alunni della scuola dell’infanzia “Collodi”.

Cutrofiano – Un preciso piano di interventi di manutenzione e pulizia dei canali è quanto chiedono all’Ente di bonifica i sindaci di Cutrofiano, Neviano e Aradeo. Dei giorni scorsi l’incontro con i responsabili del consorzio di bonifica “Ugento e Li Foggi” per affrontare “le numerose e gravi criticità riscontrate nelle opere consortili”. La richiesta avanzata dai tre sindaci, insieme alla lega consumatori di Cutrofiano, è stata quella di un “crono-programma condiviso degli interventi di manutenzione dei canali al fine di scongiurare esondazioni e smottamenti di terreni”. «A Cutrofiano, in particolare, sono presenti circa dieci canali, alcuni dei quali, però, sono sprovvisti di piste di servizio mai realizzate dal consorzio», fa sapere il sindaco Oriele Rolli nel richiedere una manutenzione e pulizia degli stessi canali “ordinaria e continua”.  Per questo, viste le difficoltà dell’Ente di bonifica, è stato pure proposto di coinvolgere i proprietari e le aziende agricole direttamente interessati  quali, se dotati di mezzi e attrezzature adeguati, potrebbero essere autorizzati a sostituirsi al consorzio effettuando gli interventi di manutenzione ordinaria. Consequenziale la richiesta di sospensione delle procedure di riscossione coattiva avviate dalla Soget spa, riguardo al pagamento dei tributi 630 per l’anno 2014, e 648 per il 2012, “almeno per quei contribuenti che attendono ancora il giudizio da parte della Commissione tributaria provinciale”. «In questa fase – afferma Antonio Cossa, della Lega consumatori di Cutrofiano – riteniamo essenziale aprire un dialogo con il Consorzio. I canali versano ancora in uno stato di abbandono e devono essere puliti soprattutto in territori con un importante reticolo idrografico. Le battaglie non si combattono solo nei tribunali ma si vincono restando accanto ai cittadini e tutelandoli sempre».

I Sindaci –  «Il nostro paese – dice Oriele Rolli, sindaco di Cutrofiano – è una bella cittadina ma è anche un territorio con delle particolari criticità idrogeomorfologiche. È necessaria una manutenzione e pulizia dei canali ordinaria e continua. Questo chiediamo al Consorzio, di collaborare insieme, elaborando, di concerto, uno specifico crono-programma degli interventi, a tutela del territorio e della pubblica e privata incolumità».

Per Silvana Cafaro, sindaco di Neviano, “le problematiche sono uguali a quelle dei paesi limitrofi: canali intasati da rifiuti di ogni genere e scarsa manutenzione ordinaria. Speriamo, d’ora in avanti, possa iniziare una nuova fase di collaborazione con il Consorzio, anche redigendo un nuovo piano di classifica per esaminare nel dettaglio il nostro territorio e gli effettivi benefici dei contribuenti”.

Secondo Luigi Arcuti, sindaco di Aradeo, “è necessario stabilire un crono-programma condiviso per definire in maniera certa e periodica gli interventi di manutenzione e pulizia dei canali, soprattutto in un Paese come il nostro con evidenti criticità idrogeomorfologiche. Una fattiva sinergia tra gli enti comunali ed il Consorzio deve essere il punto cardine per la tutela del nostro territorio».

Cutrofiano – Chi ha detto che le ricette debbano seguire pedissequamente la tradizione e che i cuochi debbano essere “laureati”? Un pizzico di creatività, un ingrediente non previsto possono fare la differenza e un banchetto diventa “scumbenatu” così come le ricette offerte. Certamente più gustoso, colorato e divertente. Se ne può avere una prova sabato 2 dicembre, alle ore 19, presso la “Fratelli Colì”, in via della Ceramica 2, quando saranno presentate “Ricette Scumbenate”, 12 storie pop di cucina atipica salentina. Si tratta di un progetto della “Cooperativa 29nove” vincitore del bando regionale “InPuglia 365”, con il laboratorio di comunicazione “Big Sur”  e la collaborazione con Industria Servizi grafici Panico. Al centro 12 ricette illustrate e 12  racconti ispirati a personaggi reali, legati profondamente al Salento, non cuochi di professione ma per piacere.  Ecco i magnifici 12 con le rispettive ricette “scumbenate”:  Alessandra Caiulo (4 minchiareddhi in padella); Ada Martella (Palamita afrodisiaca); Biancarosa Perrone (Brodo della zia); Daniele Marsano (Fettuccine alchemiche); Gigi Mangia (Friseddha a occhi chiusi); Maria Pranzo (Calzoncelli mela cotogna e coriandolo cinese); Mylious Johnson (Puccia burger); Nico Maggi e Mario Cazzato (Polpette innamorate); Pierpaolo Lala (Pasta al forno come vuoi tu); Salvatore Agostinello (Ciceri e tria bucolici); Simona Toma (Piscialetta a muzzu); Torquato Parisi (Pancotto a memoria). Nella prefazione Don Pasta sottolinea l’importanza  della scelta delle pietanze  e  come  “ad ogni festa, religiosa o laica che sia, in un momento di amnesia collettiva, si dimentica l’obiettivo fondamentale, festeggiare un fatto, e ci si concentra sull’elemento sostanziale: il menù”. Oltre al libro di ricette, comprende la realizzazione  di un calendario, una mostra di immagini ed illustrazioni e una produzione di marchandising, una serie di eventi enogastronomici di ispirazione culinaria territoriale. Alla presentazione del singolare banchetto prenderanno parte Efrem Barrotta (curatore delle illustrazioni, Big Sur), Giorgia Salicandro (autrice dei testi; giornalista) e Gigi Mangia che ha raccontato una delle 12 ricette. Dialogheranno con la giornalista Bianca Chiriatti ed il dottore Alberto J. Vergine.

CUTROFIANO – «Cutrofiano in cartolina» è la mostra che viene inaugurata mercoledì 22 novembre alle ore 18,30 nelle scuderie del palazzo ducale “Filomarini”. L’esposizione, con immagini d’epoca dalla fine dell’Ottocento ad oggi, è curata da Gianni Vitale. Nella serata, coordinata da Gianfranco Tundo, interverranno il professor Giovanni Leuzzi e il sindaco Oriele Rolli con gli intermezzi musicali a cura di Francesca Vitale (voce) e Gigi Russo (pianoforte). Seguirà una degustazione di vini e formaggi locali. Le cartoline in mostra hanno “catturato”, la trasformazione e l’evoluzione di piazze, strade, vicoli, scorci, case ed esercizi commerciali non più presenti o modificatesi nel tempo.


CUTRIFIANO. Dal 12 novembre al 7 gennaio fa tappa a Cutrofiano la mostra nazionale “Grand tour- Alla scoperta della ceramica classica italiana” organizzata dall’Associazione italiana città della ceramica (“Aicc”), fondata nel 1999 con sede a Faenza. L’esposizione è ospitata nel centro storico nella Congrega dell’Immacolata, chiesa eretta nel XVIII secolo che custodisce le tele di Saverio Lillo e della figlia Maria Rachele. Nella mostra, che inaugurata domenica 12 novembre alle 12 dall’assessore regionale all’Industria turistica e culturale Loredana Capone, saranno esposti manufatti provenienti dalle 37 città aderenti all’Aicc. Attraverso le ceramiche si snoderà un vero e proprio percorso dall’età arcaica fino ai nostri giorni. La selezione degli oggetti è curata da Jean Blanchaert, Viola Emaldi e Anty Pansera, con il coordinamento di Giuseppe Olmeti. Nella rassegna ci saranno manufatti dei ceramisti cutrofianesi che vantano un’antichissima tradizione che difendono con numerose iniziative (quest’anno, ad agosto, si è tenuta la 45^ edizione della Mostra mercato della ceramica artigianale; il Museo comunale della ceramica è ricco di testimonianze).
Si tratta di una mostra prestigiosa, naturale la soddisfazione del sindaco Oriele Rolli e dell’assessore alle Attività produttive Tommaso Campa: «Questa ennesima iniziativa- sottolineano – conferma il nostro impegno concreto per la nostra comunità, attraverso le diverse attività promozionali a favore del territorio e delle sue peculiarità. Esprimiamo un vivo ringraziamo all’Aicc, a don Mirko Lagna per la concessione della chiesa, all’architetto Carlotta Ligori, che ha curato l’allestimento della location, nonché all’associazione “Ceramica artigianale del Salento” e alla Pro loco, per il fondamentale supporto nelle attività di organizzazione e di informazione». La mostra resterà aperta nel mese di novembre e fino alla festa dell’Immacolata (8 dicembre), ogni sabato e domenica, dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20. Nei giorni feriali si potranno concordare visite su appuntamento per scolaresche o gruppi organizzati. Dall’8 dicembre al 7 gennaio, invece, l’esposizione resterà aperta tutti i giorni dalle 16 alle 20 e nei weekend anche di mattina, dalle 9 al 12.

by -
0 647

Marilena Gorgoni

CUTROFIANO. Dall’Università del Salento alla Corte di Cassazione, il massimo organo giudicante nel campo della giurisdizione ordinaria. Il grande e prestigioso salto l’ha fatto la  professoressa Marilena Gorgoni, originaria di Cutrofiano,  docente ordinario di Istituzioni di diritto privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’UniSalento è stata nominata giudice di Corte di Cassazione per “meriti insigni”. Il Consiglio superiore della Magistratura, dopo i pareri preventivi del Consiglio universitario nazionale, del Consiglio nazionale forense e della Commissione tecnica, “ha ritenuto che la professoressa Gorgoni rispondesse – si legge in una nota – al modello designato dall’art. 106 della Costituzione di professionista dotata di qualità culturali e professionali di grado elevato, cioè di grado preminente nell’ambito della categoria di appartenenza tale da poter fornire alla giurisprudenza di legittimità un contributo significativo specificatamente correlato alla sua professionalità”.

  Molto soddisfatto il commento del rettore Vincenzo Zara: “Porterà avanti il nuovo incarico con la determinazione e la tenacia che la contraddistinguono ma sono certo che non dimenticherà il nostro Ateneo”. Il rettore si è anche detto però dispiaciuto per la “perdita”.  La professoressa Gorgoni da poco 53enne, secondo la scheda fornita da Unisalento è stata nominata nel 1993 componente del comitato di redazione della rivista Responsabilità civile e previdenza, ruolo che ricopre tuttora, ed è stata ricercatrice presso l’Università di Pisa marzo 1997 e poi professore associato dal 1 novembre 2002 presso l’Università del Salento. Negli anni precedenti, ha avuto incarichi di insegnamento nella scuola di specializzazione forense e nell’ambito di corsi di Laurea presso Atenei diversi rispetto a quello di appartenenza. La docente ha tenuto e tiene lezioni di diritto presso altre Università ed è stata componente del consiglio e docente nell’ambito della Scuola di Dottorato di Giurisprudenza dell’UniSalento. Infine, ha pubblicato 4 monografie, 5 voci enciclopediche e circa 100 pubblicazioni tra note a sentenza, contributi in volumi collettanei, collaborazioni a trattati e articoli pubblicati in riviste. Ha curato tre volumi collettanei, di cui uno in collaborazione con altro autore.

by -
0 439

CUTROFIANO – Commissione Urbanistica aperta al pubblico venerdì 27 ottobre a Cutrofiano.  Alle ore 18, nelle scuderie di Palazzo Filomarini, l’organo consiliare si riunisce per discutere di due punti all’ordine del giorno legati alla sviluppo urbano del paese in relazione ai siti di interesse archeologico presenti.  “Aree di interesse archeologico presenti nel territorio comunale: definizione planimetrica” è il primo argomento a cura dell’architetto Marco Leo Imperiale mentre “Le prospettive della ricerca archeologica nel territorio di Cutrofiano” è il secondo tema curato del professor Giovanni Mastronuzzi del Dipartimento dei beni culturali dell’Università del Salento. È, inoltre, previsto, l’intervento dell’architetto Maria Piccarreta, soprintendente Archeologia Belle arti e paesaggio per le provincie di Brindisi, Lecce e Taranto. I lavori sono introdotti dal sindaco Oriele Rolli e dall’assessore all’Urbanistica Cristina Martella.

by -
0 449

Marijuana sequestrata (foto d’archivio)

CUTROFIANO. Un operaio con il vizio della droga è stato denunciato dai carabinieri di Cutrofiano. Il 38enne M.L.G., già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in possesso di dieci piantine di marjiuana alte dai 25 ai 125 centimetri, tutte in ottimo stato vegetativo e di dieci grammi di fogliame misto e fiori di marjiuana. All’interno dell’abitazione perquisita anche un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi.

CUTROFIANO. Dopo un primo arresto avvenuto nel marzo scorso, eccolo di nuovo agli arresti domiciliari e sempre per lo stesso motivo: spaccio di droga. In una perquisizione in casa di Danilo Congedo, 27 anni, i carabinieri della stazione di Cutrofiano, compagnia di Gallipoli, i militi hanno trovato tre piante di marijuana e 127 grammi della stessa sostanza, oltre a 2 grammi di hashish e materiali per confezionale in dosi la droga. Sono scattati gli arresti e la denuncia all’autorità giudiziaria. Sei mesi fa invece, in flagranza di reato,  il giovane era stato trovato in possesso di 90 grammi di marijuana, pari a 45 dosi, 2 di cocaina (cinque dosi) e un bilancino di precisione.

CUTROFIANO. Gualazzi ci riprova. Dopo aver calcato il palco della Notte della Taranta nelle vesti di maestro concertatore della serata finale della kermesse, la punta di diamante di diversi festival internazionali di musica in mezzo mondo e artista tra i più creativi, Raphael Gualazzi, torna nel Salento. Il musicista di Urbino sarà il protagonista dell’edizione “Zero” del Festival Terre di Kutra, domenica 3 settembre alle 21, in piazza Municipio a Cutrofiano. Ad attendere il pubblico oltre due ore di live in equilibrio tra poetica cantautoriale e atmosfere jazz, elementi che hanno contribuito a far registrare il tutto esaurito nei teatri italiani da nord a sud al suo tour “Love Life Peace tour”. L’evento, promosso da “Carta Bianca”, sarà presentato da Alceste Ayroldi, musicologo, docente e critico musicale. Per info e prevendite: 331.1822118.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...