Home Tags Posts tagged with "cutrofiano"

cutrofiano

Cutrofiano – Ecco San Rocco e “Li giorni de li trainieri”. Ritorna la terza domenica di settembre, come da tradizione, la fiera di San Rocco. Già sabato 22, a partire alle 20, in in via Montale, rione Piani, si esibiranno gruppi popolari di pizzica e di reggae. Gli spettatori potranno ascoltare musica e gustare prodotti tipici negli stand enogastronomici. Nel corso della serata, sarà presentata anche la squadra di calcio locale che milita nel campionato di seconda categoria, con dj set “Lu Puccione”.

I cavalli e i trainieri protagonisti domenica, a partire dalle 9.30 si esibiranno i cavalli provenienti dalle migliori scuderie. Sfileranno carri, traini della migliore tradizione contadina, cavalli con bardamenti colorati, puledri e pony . Per gli esemplari più belli previsti premi e trofei. Un premio anche per il cavallo da lavoro più bravo e per il gregge di pecore e di capre più bello.

«Stiamo investendo molto nell’offerta turistica e nella valorizzazione delle nostre tipicità – dicono il sindaco Oriele Rolli e l’assessore alle Attività produttive, Tommaso Campa (foto) – stiamo incentivando le attività di promozione e di marketing a favore delle peculiarità del nostro territorio. Con questa manifestazione vogliamo far rievocare la storica figura del trainiere».

Non c’è dubbio, infatti, che il trainiere era una figura caratteristica del territorio, impegnato a trasportare il materiale estratto dalle cave o, in tempo di vendemmia, l’uva dai vigneti. E non c’è dubbio che il vanto del trainiere era proprio il cavallo come in un canto di Uccio Aloisi “E lu preggiu de la donna/e mo’ è lu capellu/e quello del trainieri è lu cavaddhru./E gge lu cavaddhru nah/,gge lu cavaddhru/e l’aria del trainieri è lu cavaddhru”. Una volta all’anno, quindi, la terza domenica di settembre, la scena è tutta loro.

Cutrofiano – Al termine di una settimana di eventi, “Li Ucci festival” propone il tradizionale concerto-evento “alla Rimesa”. L’appuntamento è per sabato 15 settembre, alle 21, in piazza Municipio, a Cutrofiano (ingresso libero). Apriranno la serata i Musicanti di scuola – Stornelli senza barriere, e la band Behike Moro che ha conquistato il premio nazionale “Folk & World – Nuove generazioni”, dedicato ad esperienze italiane under 35 nel folk e nella world music. In chiusura “Li Ucci Orkestra”, progetto nato nel 2013 che ospita sul palco alcuni dei principali esponenti della musica, del canto e della danza popolare del Salento. Di poche settimane fa il nuovo disco “Concerto alla rimesa”, edito e distribuito da Kurumuny, con il sostegno di Puglia Sounds Record 2018. Il Festival, organizzato dall’associazione culturale Sud Ethnic e dal Comune di Cutrofiano, con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari ed il patrocinio, tra gli altri, di Mibac, Regione Puglia, Provincia di Lecce, Istituto Diego Carpitella ed il supporto di vari partner pubblici e privati, ricorda non solo i cantori de “Li Ucci”, lo storico gruppo salentino (guidato da Uccio Aloisi, Uccio Bandello e Narduccio Vergaro) custode degli “stornelli”, dei canti d’amore e di lavoro ma anche un’intera generazione di cantori capaci di tramandare il patrimonio popolare salentino.

Gli artisti sul palco Sul palco, per la serata finale, Antonio Murciano (batteria), Alessandro Chiga (percussioni), Andrea Stefanizzi, Francesco De Donatis, Marco Garrapa, Alessio Giannotta (tamburelli), Gabriele Gatto (basso Elettrico), Giacomo Casciaro (mandola), Ylenia Giaffreda (violino), Stefano Calò, Agostino Cesari (chitarre), Andrea Doremi e Gianmichele De Filippo (basso tuba e trombone), Antonio Stefanizzi, Diego Vergari, Alessio Colì (sax), Alessandro Dell’Anna (tromba), Stefano Blanco (flauto), Vittorio Chittano (fisarmonica), Max Però (organetto), Gigi Russo (piano). Le voci che si alterneranno sul palco sono Alessandra Caiulo, Uccio Casarano, Cristoforo Micheli, Marco Puccia, Antonio Melegari, Emanuela Gabrieli, Marina Leuzzi, Francesco De Donatis, Gigi Marra, Andrea Stefanizzi, Totò Cavalera, Alessandro Botrugno, Giovanni Palma, Ilaria Costantino, Gino Nuzzo, Lina Bandello, Antonella Fiorentino, Michela Sicuro, Giuseppe Lisi, Le Sorelle Gaballo, Baye Fall, Giacomo Casciaro, Rocco Borlizzi. La danza sarà affidata invece a Andrea Caracuta, Claudio Longo, Romolo Crudo, Laura Boccadamo, Sara Albano, Cristina Frassanito, Veronica Calati.

Cutrofiano – Prosegue, a Cutrofiano, “Li Ucci festival”, la settimana di concerti, mostre, laboratori d’arte ed altri eventi organizzato dall’associazione culturale Sud Ethnic e dal Comune di Cutrofiano, con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari. In attesa del concerto-evento conclusivo di sabato 15 alla Rimesa (ovvero la centrale piazza Municipio) con “Li Ucci Orkestra” ed altri ospiti, questa sera dalle 19 ci sarà il laboratorio di “pizzica pizzica” a Villa Santa Barbara e, dalle 21 in piazza Cavallotti, il consueto appuntamento con “La chiazza ca sona e ca vive”, con l’esibizione dei Soballera (“Sull’Aia” dal dialetto ostunese), vincitori del Premio UcciFolkontest. A seguire il concerto dei Cardisanti, gruppo di Cutrofiano che prende il nome dalla denominazione dialettale di una pianta.

Venerdì 14 settembre, invece, Masseria L’Astore ospiterà dalle 20 la “Cultura nella ruralità”, con la possibilità di visitare l’antico frantoio ipogeo e la mostra di trattori d’epoca. Dalle 21 spazio alla musica con Nannarè, omaggio a Gabriella Ferri con l’attrice e cantante Emanuela Gabrieli affiacanta da Marco Tuma (fiati) e Raoul De Razza (chitarra). A seguire il “dj set” a cura di Puccione.

“Li Ucci festival”, alla sua ottava edizione, ha preso il via domenica 9 settembre in memoria non solo dello storico gruppo salentino “Li Ucci” (guidato da Uccio Aloisi, Uccio Bandello e Narduccio Vergaro) custode degli stornelli, dei canti d’amore e di lavoro, ma anche dei tanti cantori capaci, negli anni, di tramandare il patrimonio popolare salentino.

 

Cutrofiano – Una settimana di concerti, mostre, laboratori d’arte, degustazioni e pure passeggiate in bicicletta per ricordare un’intera generazione di cantori popolari. Da domenica 9 a sabato 15 settembre Cutrofiano ospita “Li Ucci festival” in memoria non solo dello storico gruppo salentino “Li Ucci” (guidato da Uccio Aloisi, Uccio Bandello e Narduccio Vergaro) custode degli stornelli, dei canti d’amore e di lavoro, ma anche dei tanti cantori capaci, negli anni, di tramandare il patrimonio popolare salentino.

Domenica la biciclettata Dopo l’anteprima del 6 settembre, con gli interventi istituzionali, la presentazione del cd e del videoclip “Concerto alla rimesa” de Li Ucci Oekestra (gruppo atteso sabato 15 nella serata finale del festival) ed il concerto del fisarmonicista Michele Bianco, il festival organizzato dall’associazione culturale Sud Ethnic e dal Comune di Cutrofiano, con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari, domenica 9 settembre alle 9 (con raduno alle 8,30 in piazza Municipio) è prevista la bicicletta “culturale”, realizzata in collaborazione con la Pro Loco e l’assessorato all’Ambiente del Comune, con alcune soste per degustare gli “AssaggiUcci” di prodotti della terra a Km0 (Biosteria Piccapane, Parco degli Aranci, Sciacuddhri, L’Artigiana) e pranzo finale alla Masseria L’Astore.

Il programma Lunedì 10 dalle 20 al via “Li Ucci tra musica e colore” la sezione di arti visive – a cura di Teresa Gravili – creata all’interno del Laboratorio Urbano Sottomondo (ex Mercato coperto) che sino al 15 settembre ospiterà una mostra fotografica sull’esperienza salentina dell’Odin Teatret di Eugenio Barba, Ferro ricliclato in musica di Maurizio Marioli, Cantori con i disegni di Gianni Matteo e L’Arte nel Piatto, in collaborazione con l’azienda Fratelli Colì. Interverrà anche l’assessore regionale all’Industria cultura e turistica Loredana Capone.

Arte e “madonnari” Lo stesso Laboratorio, martedì 11 ospiterà un’estemporanea d’arte con la “madonnara” Alice Valente, una serie di racconti e testimonianze su “La canzone salentina tra la campagna e la piazza” con Giovanni Pellegrino e Giovanni Leuzzi, “I martedì de lu puzzu” e la “Scuola di Firenze” con Aldo Nichil e Roberto Vantaggiato. A seguire “Trame”, performance di Marialucia Musca in collaborazione con Artèdanza e i costumi dello stilista Tommaso Filieri (di Galatone). In chiusura ronda di musicisti e danzatori.

Anziani protagonisti Mercoledì 12 dalle 20.30 spazio alla serata “E mo te la cantamu nui”, in collaborazione con le Officine Culturali, con ragazzi e ragazze che si esibiranno e proporranno canti della tradizione salentina appresi dal confronto con gli anziani del paese. Il giorno seguente, dalle 19, laboratorio di “pizzica pizzica” a Villa Santa Barbara e dalle 21 in piazza Cavallotti consueto appuntamento con “La chiazza ca sona e ca vive”, con l’esibizione dei Soballera e dei Cardisanti.

L’omaggio a Gabriella Ferri Masseria L’Astore venerdì 14 ospiterà dalle 20 la “Cultura nella ruralità”, con la possibilità di visitare l’antico frantoio ipogeo e la mostra di trattori d’epoca. Dalle 21 musica con Nannarè, omaggio a Gabriella Ferri con l’attrice e cantante Emanuela Gabrieli affiacanta da Marco Tuma (fiati) e Raoul De Razza (chitarra). A seguire dj set a cura di Puccione.

Il concerto conclusivo Sabato 15 settembre il festival si concluderà con il Concerto-evento alla Rimesa (ovvero l’antico nome della centrale piazza Municipio) con Li Ucci Orkestra: alle 21 apriranno la serata i Musicanti di Scuola – Stornelli senza barriere, e la band Behike Moro (Premio nazionale “Folk & World – Nuove generazioni”. Nato nel 2013, il progetto “Li Ucci Orkestra” coinvolge  Antonio Murciano (batteria), Alessandro Chiga (percussioni), Andrea Stefanizzi, Francesco De Donatis, Marco Garrapa, Alessio Giannotta (tamburelli), Gabriele Gatto (basso Elettrico), Giacomo Casciaro (mandola), Ylenia Giaffreda (violino), Stefano Calò, Agostino Cesari (chitarre), Andrea Doremi e Gianmichele De Filippo (basso tuba e trombone), Antonio Stefanizzi, Diego Vergari, Alessio Colì (sax), Alessandro Dell’Anna (tromba), Stefano Blanco (flauto), Vittorio Chittano (fisarmonica), Max Però (organetto), Gigi Russo (piano). Le voci che si alterneranno sul palco sono Alessandra Caiulo, Uccio Casarano, Cristoforo Micheli, Marco Puccia, Antonio Melegari, Emanuela Gabrieli, Marina Leuzzi, Francesco De Donatis, Gigi Marra, Andrea Stefanizzi, Totò Cavalera, Alessandro Botrugno, Giovanni Palma, Ilaria Costantino, Gino Nuzzo, Lina Bandello, Antonella Fiorentino, Michela Sicuro, Giuseppe Lisi, Le Sorelle Gaballo, Baye Fall, Giacomo Casciaro, Rocco Borlizzi. La danza sarà affidata invece a Andrea Caracuta, Claudio Longo, Romolo Crudo, Laura Boccadamo, Sara Albano, Cristina Frassanito, Veronica Calati.

Muro Leccese – Muro Leccese festeggia oggi la raccolta del cece nero con il mercato dei sapori antichi. Si terrà questa sera alle 20 presso la villa comunale del paese a pochi chilometri da Maglie, la prima edizione di presentazione del legume tipico locale. Organizzata dall’associazione Arci “Liberi cantieri” con il patrocinio del Comune di Muro e l’Arci di Lecce, il mercatino sarà un occasione per celebrare il cece nero e altre eccellenze locali.

Molto diffuso nei tempi passati, il cece nero è un legume dalle notevoli qualità. Molto resistente sia al freddo che alla siccità, il cece nero ha trovato nel Salento, con la sua terra rossa e povera di calcare, l’habitat ideale. Al giorno d’oggi rischia di scomparire ma resiste ancora negli orti di qualche anziano contadino.

“Prodotti gustosi, musica e colori” promettono gli organizzatori: “Li abbiamo piantati, sarchiati e ‘vattuti’ e ora siamo pronti a presentarveli”, insieme ad altre produzioni locali. L’elenco dei produttori comprende Arci Liberi cantieri, la cooperativa agricola Karadrà tra Aradeo e Cutrofiano, la masseria Arci Miele di Lecce, l’azienda agricola Aia del Convento di Muro, Vivere la Canapa di Vaste (Poggiardo) e l’azienda agricola L’amaca di Nociglia. Alle 21 inizierà un incontro su tematiche ed opportunità del settore agricolo, a cui seguirà lo ska reagge di Christian Bevilacqua.

Taviano Cutrofiano – Sono arrivati in questi giorni i finanziamenti per l’edilizia scolastica a quei Comuni che erano rimasti fuori dalla graduatoria utile relativa al trienni 2015-2017 della Regione Puglia. Riguardano i progetti presentati a suo tempo dai Comuni di Taviano, Cutrofiano, Veglie e Zollino che fanno parte dei 17 Enti per i quali sono stati reperiti i fondi necessari. (nella foto Giuseppe Tanisi, Sindaco di Taviano)

Sono state le economie registrate in fase di gara d’appalto e le revoche a Comuni che non hanno aggiudicato i lavori alle imprese vincitrici entro i tempi stabiliti, a mettere insieme una importante somma che gli uffici regionali hanno quantificato in 8 milioni 362mila euro. Da qui la nuova ripartizione che mette a disposizione del Comune di Taviano 330mila euro circa per la scuola secondaria di primo grado “Alberto De Blasi”; 310mila sono invece i denari destinati alla scuola primaria “Don Milani” di Cutrofiano. A Veglie vanno 700mila euro per il progetto relativo alla scuola “Manzoni” di via Garibaldi; per Zollino il finanziamento è di 680mila euro per l’istituto comprensivo “Sergio Stiso”.

La determina dirigenziale alla base della nuova ripartizione, immediatamente disponibile, è la numero 63 del 26 luglio scorso, pubblicata sul Bollettino regionale il 31 successivo. La firma la dirigente del sezione Istruzione ed Università, Maria Raffaella Lamacchia. La deliberazione che ha dato il via al Piano di edilizia scolastica di cui qui si legge è della Giunta regionale del 2 aprile 2015 su cui sono poi intervenute integrazioni e rideterminazioni.

Cutrofiano – Si avvia alla conclusione Daimon, la rassegna di teatro “per aspiranti attori” promossa dalla cooperativa di produzioni culturali 29nove che riunisce in un unico calendario i percorsi di formazione teatrale della compagnia T29 Teatro. La rassegna, nata in collaborazione con Legacoop Puglia, con il patrocinio delle Amministrazioni comunali di Lequile, Miggiano e Cutrofiano dove si sono tenute le rappresentazioni, ha avuto inizio il 4 luglio scorso e costituisce il frutto di anni di lavoro e di ricerca. Tutti gli “attori” all’inizio del percorso sono digiuni di teatro e alla fine sono più che “aspiranti”.

Gli ultimi due spettacoli a Cutrofiano Domenica 22 luglio , alle ore 21, nell’aula polifunzionale, andrà in scena “Orso Bernardo”, uno spettacolo per tutta la famiglia (ingresso su prenotazione al 3395745559) . In scena i bambini della Compagnia T29 diretti da Mary Negro: Giulia Andriani, Gloria Baglivo, Michela Baglivo, Matteo Geusa, Giorgia Giannotta, Riccardo Leone, Giada Marsigliante, Giulia Marsigliante, Giorgia Meleleo, Marta Tutisco.

La conclusione della rassegna martedì 25 luglio con lo spettacolo “Orario di visita”, commedia brillante di Stefania De Ruvo “che avremo l’onore di ospitare in sala”, dice Mary Negro. In scena un gruppo di 11 donne che si incontrano in un carcere durante i colloqui con i detenuti: ad orario di visita ormai inoltrato, non si vede nessun recluso. Nelle donne cresce, quindi, la paura di restare sole, di perdere le persone care. Sul palco giovani e adulti del T29 Teatro di Cutrofiano diretti da Mary Negro e Gabriele Polimeno: Chiara Adamuccio, Ada Bandello, Manila Gallo, Ilaria Iasi, Serena Lazzoi, Daniela Lisi, Serena Mangione, Fatima Merico, Aurora Resta, Mary Sindaco, Barbara Stifani.

Bilancio positivo «È stato un percorso molto partecipato in tutti e tre i Comuni in cui abbiamo lavorato, grazie anche al sostegno delle Aministrazioni comunali » sottolineano all’unisono i due registi Mary Negro e Gabriele Polimeno. «Quest’anno abbiamo scelto un tema, quello della paura, intorno a cui ruotano gli spettacoli che abbiamo presentato, paura che si può esorcizzare e diventare una spinta per andare avanti. Daimon tornerà per la terza volta anche il prossimo anno; abbiamo scelto di continuare a lavorare a Lequile, Miggiano e Cutrofiano». (nella foto Mary Negro e Gabriele Polimeno)

Aradeo – Parte la mobilitazione pro Karadrà, dopo i gravi danni subiti per l’incendio dei scorsi giorni. Lenticchie e piselli in fumo, 7mila metri quadri di coltivazioni perduti, e circa 5mila euro di danni: è questo il tragico bilancio che tracciano i ragazzi della cooperativa agricola Karadrà, il progetto intrapreso pochi anni fa da un gruppo di giovani (precari e laureati) che hanno deciso di investire sulla terra: attiva da alcuni anni in contrada Cafazza, tra le campagne di Aradeo e Cutrofiano, l’organizzazione ha preso in comodato d’uso alcuni terreni incolti per bonificarli e farli tornare a produzione attraverso un sistema di “aridocoltura”. L’esperienza è diventata famosa soprattutto grazie alla “riscoperta” del pomodoro d’inverno, su cui ha lavorato in questi anni, ma le difficoltà non sono mai mancate. L’ultima, in ordine di tempo, domenica 15 luglio quando è divampato un incendio (doloso stando alle prime ricostruzioni) che ha divorato una coltivazione di 4mila metri quadri di lenticchie e un campo di 3mila metri quadri di piselli verdi, devastando anche tutto l’impianto di irrigazione a supporto delle colture.

L’ultimo incendio L’ennesimo fuoco e l’ennesimo danno per i giovani della cooperativa, che già nel recente passato avevano dovuto fare i conti con fuochi e piccoli furti (macchinari rubati per un danno di circa 2mila euro), senza contare i danni alle colture di pomodoro registrati in questa stagione a causa di una malattia delle piante. «Oggi lanciamo un appello – hanno scritto in un’amara nota il giorno dopo l’accaduto – a proprietari, eredi e villeggianti, a chiunque possegga un terreno, un titolo d’uso e non ne tragga reddito. La terra ha bisogno di cure, di attenzione, il fuoco come soluzione al risparmio non è accettabile». È anche alle istituzioni che i ragazzi si rivolgono, auspicando campagne di informazione e progettazione comune: «Le amministrazioni locali informino tutti delle proprie responsabilità e dei termini di legge, e si avviino progetti e collaborazioni nell’ottica di quella nuova economia verde che a detta dei mercati continua a creare lavoro. Ci rivolgiamo – aggiungono – anche agli Istituti di Credito del territorio, alle associazioni di categoria e ai tecnici, perché si torni a programmare l’economia agricola assieme al territorio, rispettandone le vocazioni e sostenendone gli sforzi». E poi il punto sul torrente Asso: «Chiediamo l’attenzione della Regione e degli Enti di competenza perché il tracciato di superficie del torrente Asso veda quelle bonifiche e quella tutela che l’unico corso d’acqua con fenomeno carsico dell’intero Salento avrebbe già di diritto dovuto avere».

La solidarietà Nelle ore immediatamente successive l’incendio è intanto partita la macchina del sostegno alla cooperativa da parte di numerose realtà salentine, a partire dalle oltre cinquanta della rete “Salento km0”, che proprio a Karadrà il 2 giugno dello scorso anno firmarono un manifesto “per l’agricoltura naturale”. La rete dei “coltivatori di cambiamento” si è attivata con una raccolta fondi già partita, fornendo tramite i social l’Iban a cui si può donare per sostenere la cooperativa: IT 43F0526279450CC0111280643.

 

Cutrofiano – Dopo una stagione trionfale valsa la storica promozione in Serie A2 femminile di volley, il Cuore di Mamma Cutrofiano è protagonista anche in sede di mercato. La squadra di coach Antonio Carrattù ha messo a segno una serie di colpi che stanno facendo sognare la piazza, in vista della prossima stagione nella pallavolo che conta.

Il roster è stato rinforzato con gli arrivi di Elisa Manzano (centrale), Alice Barbagallo (libero), Merete Lutz (opposto), Maria Sofia Negro (alzatrice, foto) e Serena Moneta (laterale). Si tratta di profili di primissimo livello che potrebbero davvero far compiere il salto di qualità alla compagine salentina. Un mix di qualità e giovinezza in cui si mescoleranno le doti di Maria Sofia Negro, diciottenne originaria di Salve, pronta a dare il personale contributo alla causa cutrofianese. E il telefono del direttore sportivo e team manager Francesco Melegari, continua squillare.

La rosa non è ancora stata completata e la dirigenza continua a lavorare sotto traccia per mettere a disposizione di Antonio Carrattù un organico competitivo per la nuova categoria. Agli acquisti mirati si è aggiunta la riconferma fondamentale di Francesca Saveriano, alzatrice classe ‘93 reduce da un’annata da protagonista assoluta con la maglia del Cuore di Mamma.

Formalizzata nei giorni scorsi l’iscrizione al prossimo campionato, le Pantere continuano a prepararsi alla nuova stagione d’esordio nella seconda serie pallavolistica italiana che vedrà per la prima volta sotto rete un club della provincia di Lecce.

Gallipoli – Centri scommesse e sale giochi nel mirino delle forze dell’ordine. In seguito ai controlli eseguiti dai carabinieri, nei giorni scorsi gli uffici comunali hanno provveduto a comunicare l’immediata cessazione di tre locali a Gallipoli siti in via Lazzari, via Galatone e via Kennedy. L’immediata sospensione è stata disposta per la sala di via Corsica a Copertino ed in viale Della Costituzione a Cutrofiano mentre per l’esercizio di via Nicola Frigino ad Aradeo è stata la Questura a far pervenire l’ordinanza di chiusura ed il ritiro della licenza.

La legge regionale I provvedimenti in questione scaturiscono dalle violazioni della legge regionale che, in materia di apertura delle sale gioco e delle sale scommesse, dispone una distanza di “rispetto” di 500 metri (spesso non rispettata) da istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

Sanzioni per 63mila euro I controlli eseguiti dai carabinieri dal primo giugno al 4 luglio hanno riguardato, nel complesso, venti locali tra Gallipoli, Nardò, Galatina, Galatone, Copertino e Aradeo, con sanzioni amministrative pari ad oltre 63mila euro.

Cutrofiano – Il giovanissimo talento salentino Diego Vergari (foto) protagonista, a Zagabria, nella 18^ edizione del World Saxophone congress in programma dal 10 al 14 luglio prossimi. Vergari ha 15 anni, vive a Cutrofiano e studia al conservatorio “N. Piccinni” di Bari sotto la guida del maestro Fabio Sammarco, a sua volta tra i partecipanti all’importante appuntamento che, ogni tre anni, mette a confronto le diverse esperienze di musicisti internazionali, professionisti o studenti.

Giovane e premiato Malgrado la sua giovane età, il talento di Cutrofiano ha già preso parte a vari concorsi e masterclass, anche internazionali, vincendo numerosi premi. Attualmente collabora con gruppi e associazioni musicali salentine e nel 2016 ha preso partecipato all’ultima tappa dell’XI edizione del Locomotive Jazz festival. La sua presenza al World Saxophone congress di Zagabria è stata presentata nei giorni scorsi presso la sede della Provincia a Lecce.

Casarano – Al via la rassegna estiva curata da “La Busacca –Teatro stabile del Salento” (con sede a Casarano) diretto da Francesco Piccolo. Tante le date programmate in giro per il Salento in un cartellone ancora in fase di completamento (informazioni al numero 349/6881703). Si parte giovedì 5 luglio, alle 20.30, nella tensostruttura di Taurisano andrà in scena “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello. La commedia pirandelliana toccherà anche le piazze di Cutrofiano (lunedì 9 luglio), San Foca (il 10), Veglie (12), Copertino (16), Casarano (giovedì 19) e Monteroni (20). Il teatro del grande Eduardo De Filippo sarà, invece, protagonista, con “Non ti pago” nelle serate del 23 e del 25 luglio, rispettivamente a Torre Specchia (marina di Melendugno) e Copertino. “L’avaro” di Moliere scalderà le piazze di Cutrofiano (6 agosto), Copertino (7), San Foca (12), Monteroni (17) e Casarano (24). Il 28 agosto “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo sarà portato in scena a San Foca. A salire sul palco saranno Chiara Serena Brunetta, Claudia Mancino, Salvo Cezza, Sasy Piccolo, Stefania Bocco e Toni Sparascio.

 

 

Mary Negro e Gabriele Polimeno

Cutrofiano – Dal 4 al 25 luglio a Lequile, Miggiano e Cutrofiano la rassegna itinerante di teatro per aspiranti attori. Si intitola “Daimon” e si compone di sette appuntamenti, un unico cartellone sintesi dei percorsi di formazione e di ricerca teatrale condotti dai registi Gabriele Polimeno e Mary Negro della compagnia T29 Teatro. Per tutti gli spettacoli sipario alle ore 21, ingresso su prenotazione al 3395745559.

Si parte da Lequile Si inizia mercoledì 4 luglio da Palazzo Andrioli a Lequile con “Il Fantasma di Canterville”  per la regia di Gabriele Polimeno.  Si tratta di una piece, liberamente ispirata all’opera di Oscar Wilde, che farà “ridere dalla paura” e sognare. In scena i ragazzi della compagnia T29 Teatro di Lequile: Giordana Balzani, Gaia Capoccia, Alessia Corallo, Laura Fraschino, Gaia Garrisi, Ines Guido, Flavia Mariano, Valeria Mariano, Gloria Margiotta, Giacomo Mazzeo, Francesco Pellegrino, Sara Rizzo. Sabato 7 luglio sarà la volta di “Chi ha paura dell’orso”, regia di Mary Negro che porta in scena i bambini: Greta Barlettano, Stella De Giorgi, Alice Fabrocini, Cristina Fabrocini, Giorgia Faggiano, Vittoria Galati, Marta Liaci, Riccardo Mazzotta e Serena Spanò.

Martedì 10 luglio in Piazza Giovanni Paolo a Miggiano andrà in scena lo spettacolo “L’orso di Cantalupo” con i bambini Alessandro Cazzarò, Cristian Cazzarò, Anna Indino, Valentina Lisi, Simona Margarito, Virginia Massi e domenica 22 luglio nell’Aula polifunzionale di via Ascoli a Cutrofiano  sarà la volta di “Orso Bernardo” con i bambini Giulia Andriani, Gloria Baglivo, Michela Baglivo, Matteo Geusa, Giorgia Giannotta, Riccardo Leone, Giada Marsigliante, Giulia Marsigliante, Giorgia Meleleo, Marta Tutisco. Giovedì 12 luglio  si torna a Lequile a Palazzo Andrioli con “Il Signore è servito”, una commedia degli equivoci firmata a quattro mani da Gabriele Polimeno e Mary Negro e interpretata dai giovanssimi della compagnia T29: Alessandro D’Elia, Lucrezia Grande, Sara Margiotta, Mariapia Martina, Sofia Mazzotta, Simona Mitruccio, Maria Nicolì, Guendalina Stano. Martedì 17 luglio tappa a Cutrofiano (Aula polifinzionale) per “Il Fantasma di Canterville” con  Silvia Caggiula, AnnaCarla Colì, Elisa Gervasi, Gabriele Geusa, Denise Piccioli diretti da Gabriele Polimeno.

Si conclude a Cutrofiano La rassegna si concluderà martedì 25 luglio a Cutrofiano con lo spettacolo “Orario di visita”, commedia brillante con un piccolo mistero da risolvere. “Un gruppo di donne si ritrovano in una cornice inconsueta: in carcere durante i colloqui con i detenuti. Tuttavia l’orario di visita è iniziato ormai da molto tempo ma ancora non si vede nessun recluso…” In scena i giovani e gli adulti di T29 Teatro di Cutrofiano diretti da Mary Negro e Gabriele Polimeno: Chiara Adamuccio, Ada Bandello, Manila Gallo, Ilaria Iasi, Serena Lazzoi, Daniela Lisi, Serena Mangione, Fatima Merico, Aurora Resta, Mary Sindaco, Barbara Stifani.
Info: 339.5745559; comunicazione@29nove.com

Cutrofiano –  Oltre mezzo chilogrammo di droga è stato ritrovato, dai carabinieri del Nucleo operativo di Gallipoli, nell’abitazione del 31enne Francesco Muscella a Cutrofiano. L’uomo (nato in Colombia) è stato arrestato insieme alla convivente 23enne Patrizia Maggio, nata a Galatina e residente a Sogliano Cavour. I carabinieri della Compagnia di Gallipoli hanno condotto la loro azione insieme al Nucleo cinofili di Modugno avvalendosi del fiuto infallibile del cane Zilo. La perquisizione domiciliare ha fatto rinvenire 442,7 grammi di hashish e 83 grammi di marijuana. Dopo le formalità di prassi in caserma, i due sono stati condotto presso la Casa circondariale di Lecce.

Cutrofiano – Visite mediche gratuite in piazza a Cutrofiano per la “Giornata di prevenzione dell’ictus cerebrale”. L’appuntamento con la prevenzione è domenica 27 maggio, dalle ore 9 alle 12, presso l’ex mercato coperto di via Milite Ignoto. Saranno eseguiti controlli gratuiti della pressione arteriosa, della fibrillazione atriale, del livello di colesterolo e della glicemia (si consiglia di essere digiuni), da parte del team di medici, infermieri, volontari dell’associazione “Alice Puglia onlus”, l’Associazione per la lotta all’ictus cerebrale. Grazie a questi esami sarà possibile valutare l’indice di rischio di essere colpiti da ictus. L’iniziativa gode del patrocinio e del contributo del Comune di Cutrofiano.

Cutrofiano – Due auto in fiamme nella notte trascorsa a Cutrofiano. Gli episodi, sui quali indagano i carabinieri della locale Stazione, si sono verificati in due zone distinte del paese. Nel primo caso ad essere completamente distrutta è stata una Nissa Juke, mentre una Jeep Compass parcheggiata nelle vicinanze ha subito lievi danni; nel secondo caso le fiamme hanno avvolto il motore e le parti interne di una Bmw coinvolgendo in parte una Volkswagen Golf parcheggiata nelle immediate vicinanze causando lievi danni al paraurti posteriore. Alla luce del liquido infiammabile utilizzato per provocare entrambi i roghi, non sembrano esserci dubbi sull’origine doloso degli stessi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cutrofiano e i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie.

 

Cutrofiano – Per due giorni la ceramica, la sua lavorazione, i suoi prodotti artigianali e artistici saranno sotto i riflettori. L’Associazione Italiana Città della Ceramica (Aicc), costituita nel 1999, con sede a Faenza, promuove, infatti, il 19 e 20 maggio “Buongiorno ceramica” in tutte le 40 città che aderiscono al sodalizio. In Puglia sono tre le città che ne fanno parte e che da secoli hanno fondato la loro identità proprio sulla ceramica: Grottaglie, Laterza e Cutrofiano che ha fatto il suo ingresso nell’associazione all’inizio di quest’anno. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Oriele Rolli, con la collaborazione delle associazioni Ceramica artigianale del Salento, Borghi autentici e  Pro loco, organizza una serie di manifestazioni che mirano a mettere in evidenza e valorizzare l’operosità e la creatività delle numerose botteghe artigiane. Si inizia sabato con un gesto di alto valore simbolico: alle 19.30 sarà riaccesa l’antica fornace a legna del ‘700, che si trova in via Roma, utilizzata da tante generazioni di artigiani e da alcuni decenni spenta perché sostituita dai forni alimentati a gas. Al palazzo Ducale, intanto, si svolgeranno diversi appuntamenti: un concerto di musica popolare salentina a cura del gruppo I Maè; la degustazione di prodotti tipici; laboratori di lavorazione dell’argilla a cura della cooperativa 29nove; esposizione di  manufatti realizzati da diverse botteghe locali, la mostra “La cucina e la mensa” con ceramiche realizzate dal Cinquecento all’Ottocento; visite guidate a cura della Pro loco.

L’intera giornata di domenica 20 maggio sarà dedicata a numerosi incontri che coinvolgeranno grandi e piccoli. Nell’azienda Fratelli Colì, saranno i ragazzi protagonisti, alle 9 alle 12, del concorso di pittura su ceramica e al vincitore sarà consegnato il Trofeo junior Fratelli Colì;  in serata Andy Luotto guiderà la degustazione Cotto nel coccio. Altre iniziative coinvolgeranno i più piccoli come nel pomeriggio nella bottega di Salvino De Donatis che offrirà il Caffè della ceramica; la ditta Benegiamo organizza il cooking show “Cosa bolle in pentola?”; La Nuova Colì farà un omaggio a Picasso con i suoi laboratori di ceramica. Presente anche lo sport con un moto-incontro della ceramica a cura del Motoclub Chirone, associazione sportiva dilettantistica di Galatina. “Buongiorno ceramica” con i suoi numerosi incontri, che coinvolgono tutto il territorio e i cultori di quest’arte antica, si presenta come una manifestazione che vuole festeggiare l’ingresso di Cutrofiano nel circuito delle Città della ceramica come sottolineano il sindaco Oriele Rolli e l’assessore comunale alle Attività produttive Tommaso Campa: «Sono tante le iniziative promosse per celebrare l’ingresso della nostra comunità nel circuito nazionale delle “città della ceramica”, privilegio riconosciuto  esclusivamente a quelle città che hanno ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), la denominazione di “Città di antica tradizione ceramica.  Ora bisogna andare avanti e continuare su questa strada. Il turista che giunge a Cutrofiano – spiegano – deve poter percepire, sotto ogni aspetto, che si trova in una cittadina vocata alla ceramica, deve poter “respirare aria di ceramica».

Cutrofiano – Parli del Cutrofiano Volley e pensi alla stagione perfetta, all’anno d’oro. Si sta parlando della realtà pallavolistica femminile che è riuscita a compiere il salto di categoria dalla B alla A/2 ed a trionfare anche nel campionato regionale Under 16. Le giocatrici allenate da coach Antonio Carrattù hanno messo la ciliegina sulla torta domenica scorsa battendo la Roma con il punteggio di 3-1, in un Pala Cesari addobbato a festa per l’approdo nella pallavolo che conta.

Prima della gara contro le capitoline e dopo una stagione tutta alla grande, il direttore sportivo Francesco Melegari (foto a sinistra) è passato a prendere tutte le componenti della squadra in limousine per suggellare il momento storico della società presieduta da Roberto Mengoli di Cutrofiano. “Alla mia prima esperienza da direttore sportivo non mi aspettavo un risultato di simile portata – spiega Melegari -. Sono onorato di essere parte integrante di un sogno che abbiamo tutti insieme voluto, cercato e ottenuto”.

Le protagoniste in campo del “Cuore di Mamma Cutrofiano” sono state  Francesca Saveriano, Andrea Beltrando, Viviana Vincenti (capitano, foto in alto a destra), Fabiana Antignano, Delizia Marra, Emanuela Morone, Michela Matichecchia, Giorgia Faraone, Benedetta Maizza, Carmen Bellapianta, Jessica Panucci e Adriana Kostadinova.

Neanche il tempo di festeggiare la prestigiosa promozione del “Cuore di Mamma”, che a distanza di poche ore è giunto il successo del settore giovanile.  Dopo aver sconfitto l’Erredi Taranto per 3-0 in semifinale, la rappresentativa guidata da Andrea Perinelli ha battuto il Mesagne con un sonoro 3-0, in occasione della finale delle final four del torneo regionale che si sono disputate tra le mura amiche del Pala Cesari. La vittoria del campionato regionale ha permesso all’Under 16 di staccare il pass per la finale nazionale, in programma a Bologna dal 29 maggio al 3 giugno.

Nella stanza dei segreti del Cutrofiano Volley alberga il forte senso di appartenenza di uno staff tecnico e dirigenziale composto da tanti cutrofianesi doc: Francesco Melegari, Lele Abate, Francesca Russo, Fabio Giannuzzo, Pasquale Guido, Gigi De Paolis, Lorenzo Giannotta, Antonio Mandurrino, Antonio Melegari, Mimina Negro, Mimma Palumbo, Antonella Bianco, Riccardo Guido, Ramona Chiriatti, Mauro Panico, Angelo Cesari, Antonio Malerba, Maurizio Schinzari, Andrea Polimeno, Mirko Paiano, Daniele Scrimieri e Giovanni Perfetto. Un gruppo solido che ha lavorato alacremente ai trionfi della società di Mengoli insieme a Stefano Natalizia (Tricase), Luigi Polimeno (Sogliano Cavour), Andrea Perinelli (Galatina), Roberto De Paolis (Galatina), Alessandro Orefice (Squinzano), Giuseppe Progna (San Donato) e Salvatore De Tuglie (Galatina).

 

Cutrofiano – I cittadini sono alle prese con le novità della carta d’identità elettronica e il Comune di Cutrofiano promuove un incontro pubblico, sabato 7 aprile alle ore 18.30 presso le scuderie di Palazzo Filomarini,  al fine di informare sul consenso consapevole in merito alla donazione degli organi. Attraverso la nuova carta d’identità, infatti, è ora possibile esprimere il proprio assenso o diniego alla donazione degli organi. Tale scelta, inserita nel database del Ministero della Salute, potrà essere cambiata in ogni momento recandosi presso la propria Asl. L’incontro, promosso dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Asl, verrà introdotto dal sindaco Oriele Rolli e dal segretario comunale Maria Antonietta Foggetti. Sarà poi il medico Raffaella Guido ad illustrare una relazione sul tema delle donazioni in Puglia mentre il medico Domenico Corlianò si soffermerà sul tema delle morti cerebrali. Seguiranno le testimonianze dell’ex onorevole Lorenzo Ria (di Taviano) e di Salvatore Baglivo. Gli interventi sono moderati da Giovanni Perfetto.

Le nuove modalità Il Comune, intanto, ricorda che l’emissione della carta d’identità elettronica è gestita direttamente dal Ministero dell’Interno e che la consegna avviene entro pochi giorni dalla richiesta allo sportello comunale dell’Anagrafe dove occorre presentare un documento di identità in corso di validità, una foto tessera a colori su sfondo bianco (recente e con il capo scoperto), la tessera sanitaria (o la carta nazionale dei servizi o il codice fiscale, insieme al versamento di 22,21 euro alla tesoreria comunale (Banco di Napoli, Iban IT82B0101004015100000046814). La carta di identità scaduta o in scadenza deve essere, inoltre, obbligatoriamente consegnata allo sportello. In caso di furto o smarrimento o deterioramento (tale da non permettere il riconoscimento del numero della carta) del vecchio documento occorre presentarsi allo sportello con la denuncia resa presso le competenti autorità.

Cutrofiano – È di due anni e otto mesi di reclusione la pena inflitta dal Tribunale di Lecce ad una 78enne di Cutrofiano per usura. Due fratelli commercianti in difficoltà dello stesso paese sono le vittime che, dopo essersi rivolti alla signora, si sono visti “strozzare” da tassi di interesse del 120% annui. “Usura continuata e aggravata” è stata l’accusa formulata che ha portato alla condanna insieme ad una multa da 8mila euro. Ben più grave il quadro accusatorio formulato dal pubblico ministero che aveva, invece, richiesto otto anni e due mesi di carcere, contro l’assoluzione invocata dalla difesa.  I due commercianti, a corto di liquidità, nell’estate del 2010 si rivolsero alla donna ed al marito di lei (nel frattempo deceduto) concordando un prestito da 60mila euro, in tre rate mensili tra luglio e settembre. Dopo aver restituito il primo da 10mila euro con un interesse pari a 1.000 euro, ci furono invece difficoltà per le altre due rate. Interessati della vicenda, dopo la denuncia delle vittime, i carabinieri e i finanzieri verificarono la contabilità dei conti dell’indagata trovandovi versamenti da 311mila, con circa 370 operazioni soltanto negli ultimi sei anni.

Cutrofiano – Il meglio della pallavolo femminile di B1 si da appuntamento a Cutrofiano per le Final four di Coppa Italia. Le semifinali sono in programma venerdì 30 marzo: alle 17 Libertas Martignacco (Udine) contro Pinerolo e alle 20 le padrone di casa del “Cuore di mamma” Cutrofiano contro il Coveme Vip San Lazzaro (Bologna). Sabato 31 le due finali: alle 16 quella per il terzo posto e alle 19 la finalissima per il titolo. Le sfide sono tutte di altissimo livello perché le quattro formazioni in gara sono quelle che hanno chiuso al primo posto  i quattro giorni nazionali del campionato di B1. «Il PalaCesari sarà la cornice della Final Four,  evento fortemente voluto dal nostro “main sponsor” Martinucci e dall’Amministrazione comunale di Cutrofiano, quest’ultima fresca di entrata nell Aicc (Associazione italiana Città della ceramica) e dalla società Asd Giuseppe Cesari Cutrofiano. Una due giorni di grande spettacolo visto il calibro delle quattro squadre partecipanti,  di sicuro ci sarà da divertirsi», fa sapere la società di casa che invita tutti gli appassionati salentini a partecipare all’evento.

Cutrofiano – “L’unità d’Italia” vista da Sud” è il tema dell’incontro in programma venerdì 16 marzo, alle ore 19, presso le scuderie di Palazzo Filomarini a Cutrofiano. La cosiddetta “Questione meridonale” verrà approfondita insieme a Carlo Capezzuto e Rosalba Valente, gli autori del volume “Il grande libro del Regno delle due Sicilie”. Dopo i saluti del sindaco Oriele Rolli e dell’assessore alla Cultura Lillino Masciullo, interverranno lo storico locale Franco Meraglia e gli stessi autori. L’incontro è moderato da Giuseppe Botrugno, presidente delle associazioni Proloco del Salento di Casarano e Ceramiche del Salento di Cutrofiano, entrambe organizzatrici della serata con il patrocinio della locale Amministrazione comunale.

Maglie – Oltre 170 chilogrammi di marijuana sono stati sequestrati dai carabinieri della Compagnia di Maglie nel corso di due distinte operazioni. A Cutrofiano in manette sono finiti il 34enne Leonardo Lisi e la 29enne Adriana Minerba trovati in possesso, in seguito a perquisizione domiciliare, di 35 involucri confezionati sottovuoto per circa 26 chilogrammi di marijuana. Oltre a due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi, i militari hanno rinvenuto anche un involucro contenente un grammo di cocaina.   Sempre nella mattinata odierna l’arresto di tre albanesi a Noha. Nella frazione di Galatone, i tre sono stati notati dai militari uscire a piedi da un garage seminterrato con atteggiamento alquanto sospetto. Dopo averli fermati, i carabinieri hanno provveduto a perquisire il locale trovandovi 22 involucri in cellophane, contenenti complessivamente 143,2 di marijuana, oltre ad una bilancia e a materiale idoneo per il confezionamento delle dosi. L’operazione ha portato all’arresto del 22enne Glorent Jazo, del 23enne Gabriele Avdurramani e del 28enne Indrit  Avdurramani, tutti e tre nati a Valona e senza fissa dimora in Italia.

Cutrofiano – Nuovo arresto in carcere per il 52enne di Cutrofiano Tommaso Bianco. Lo scorso 7 febbraio l’uomo era già stato arrestato dai carabinieri poco dopo aver tentato una rapina alla filiale della Banca Monte Paschi di Siena del suo paese simulando di avere una pistola sotto il giubbotto. Fallito il tentativo, Bianco venne fermato appena un’ora e mezza dopo dai carabinieri della locale Stazione. Dopo un prima arresto in carcere, l’uomo (già noto alle forze dell’ordine) aveva ottenuto i domiciliari violando i quali è ritornato nella Casa circondariale di Borgo San Nicola.

Cutrofiano – Cutrofiano aderisce a “M’Illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2. “Spegni le luci, accendi la piazza” è il tema della giornata di venerdì 23 febbraio nella quale l’Amministrazione comunale invita i cittadini, le scuole, le attività commerciali e gli uffici pubblici ad aderire “attraverso azioni concrete e semplici accorgimenti dell’utilizzo della corrente elettrica”. Tante le iniziative promosse, a partire dalle 18.30, dallo Sportello ambiente: in contemporanea con lo spegnimento del Municipio e di Palazzo Filomarini (foto), il Consiglio comunale dei ragazzi propone “Accendiamo  le menti” mentre la cooperativa “29nove” sarà alle prese con le letture sotto le stelle. Della scuola di danza “Scarpette rosa”, invece, lo spettacolo “Sia il bianco il tuo colore”.

Come consuetudine, anche il Comune di Nardò ha aderito alla 14ma campagna promossa da “Caterpillar”. che dal 2005 chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili in un pomeriggio di febbraio. Quest’anno la giornata individuata è quella di domani, venerdì 23 febbraio, e l’amministrazione comunale ha deciso di spegnere le luci artistiche del Castello Acquaviva d’Aragona a partire dalle ore 18.

 

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...