Home Tags Posts tagged with "Cuccagna a mare"

Cuccagna a mare

by -
0 3015
cuccagna 2014 foto 02 sebastiano marzano

Cuccagna 2014 (foto Sebastiano Marzano)

gino-sasso-presidente-associazione-vittime-stradaRACALE. Domenica 16 agosto alle ore 16 dagli scogli antistanti Lido Solatìo ritorna uno degli appuntamenti clou dell’estate di Torre Suda, quello con la “Cuccagna a mare”. L’evento, da otto anni a questa parte, è organizzato dall’associazione “Vittime della strada”, rappresentata da Gino Sasso (nel riquadro), ed è finalizzato a sensibilizzare ad una guida stradale prudente e responsabile. L’associazione è dedicata a Giuseppe Sasso, fratello di Gino, che proprio il 16 agosto di 42 anni fa perse la vita in un incidente stradale a Torre Suda. «La Cuccagna – spiega Angelo Stamerra, che insieme a Sasso organizza l’evento – non è solo un gioco ma è fortemente voluto dall’associazione per ricordare chi ha perso la vita a causa d’incidenti stradali. Vogliamo sensibilizzare, soprattutto i giovani, ad una guida più sicura e attenta, visti, soprattutto, gli ultimi tragici eventi che si sono verificati sulle nostre strade. Invitiamo anche le Amministrazioni e gli Enti locali ad aver maggiore cura di asfalto e guardrail. Purtroppo, anche per una buca si può perdere la vita in un istante». E poi chiosa: «È inaccettabile morire perché ci si distrae col telefonino mentre si guida oppure perché si è abusato di sostanze alcoliche o stupefacenti. Chi guida deve capire che ha tra le mani sia la propria vita, sia la vita degli altri».

La sfida per raccogliere le bandierine poste sul lungo palo unto di grasso sarà presentata da Prisca Manco insieme ad Angelo Stamerra e sarà animata dalla musica di Gianni Palmisano e di Kaikko dj, dalle “intemperanze” di Giuseppe Spennato e dalle “cuccagne”. In programma ci sono, inoltre, le esibizioni acquatiche dei “flyboard” (moto d’acqua a propulsione), cabaret con “Zigo Mania” e l’intermezzo musicale con la violinista Chiara Conte. Per le iscrizioni rivolgersi presso Cafè del Mar e Solatìo. Info: 328-7513059. Tutto è pronto per far emozionare (ma anche riflettere considerato il motivo di fondo che è alla base dell’iniziativa) le migliaia di persone che vi parteciperanno.

CANALE  DELLA VOLPE  Qui ogni anno si tiene la manifestazione attesissima per la magia del luogo e per la maestria di chi si cimenta nell'impresa senza cadere in mare

CANALE DELLA VOLPE
Qui ogni anno si tiene la manifestazione attesissima per la magia del luogo e per la maestria di chi si cimenta nell’impresa senza cadere in mare

RACALE. La situazione dei divieti di balneazione vigenti in alcuni punti della costa di Torre Suda non si è definitivamente sbloccata nemmeno dopo l’incontro che si è tenuto, nei giorni scorsi, tra il sindaco Donato Metallo e alcuni rappresentanti delle autorità competenti (Capitaneria di porto di Gallipoli, Autorità di Bacino, Protezione civile e Genio civile). L’ordinanza emessa il 16 giugno dall’autorità marittima ha, di fatto, ridimensionato le disposizioni da allarme rosso dettate a metà maggio, lasciando, però, vincoli e interdizioni in alcuni tratti costieri.

La relazione presentata dal geologo incaricato dal Comune di Racale, dott. Marcello De Donatis, ha fatto sì che la Capitaneria di porto derubricasse alcune zone da Pg3 (“aree a pericolosità geomorfologica molto elevata”, secondo la definizione del Pai) a zone Pg2 (“aree a pericolosità geomorfologica elevata”), consentendo, quindi, la parziale fruizione dei tratti scoglieri. È quello che è successo, per esempio, per Canale della Volpe, luogo in cui si svolge, ad agosto, l’ormai celebre “Cuccagna a mare”. Al momento, la manifestazione è ancora a rischio, giacché in quel tratto si susseguono zone Pg2 e zone Pg3.

«Stiamo facendo di tutto – spiega il sindaco Metallo – per risolvere questa situazione e permettere che anche la Cuccagna si possa regolarmente tenere. La decisione, però, dipenderà dalla Capitaneria di porto che dovrà valutare lo stato delle cose ed eventualmente emettere una nuova ordinanza. Al momento sussistono ancora dei vincoli e dei divieti che potrebbero non essere rimossi». Recependo il dettato della Capitaneria, il Comune dovrà adeguatamente segnalare le zone a rischio frane (Arco, Canale della Volpe, alcuni tratti in corrispondenza di piazzetta Esador e del primo curvone dopo la rotonda) apponendo delle boe in mare e dei cartelli sulla costa.

by -
0 1594

cuccagna 2012

RACALE. Il 16 agosto 2013 saranno trascorsi ben quarant’anni dalla scomparsa di Giuseppe Sasso, giovane vittima di un incidente stradale occorso sull’asfalto di Torre Suda. Il fratello Gino qualche anno fa fondò un’associazione per tenere vivo il ricordo di Giuseppe e di quanti hanno perso la vita in un modo così tragico. Il fenomeno, nonostante la normativa del codice stradale sia sempre più stringente sotto l’aspetto della sicurezza, sembra ancora lontano dall’essere risolto. Sarà questo lo spirito, ludico e civico, che animerà anche quest’edizione della Cuccagna a mare, evento organizzato dall’associazione “Giuseppe Sasso” e previsto per domenica 18 agosto, dalle ore 16.30, presso gli scogli di Canale della Volpe a Torre Suda.

La Cuccagna è ormai diventata un cult dell’estate dei racalini e dei tanti che a Torre Suda ci verranno appositamente per gustarsi lo spettacolo della sfida al palo viscido, della conquista delle bandierine e della strepitosa cornice di pubblico (edizione 2012) e di barche che presenzieranno sugli scogli e in acqua.

Per le iscrizioni chiamare il numero 328-7513059 o recarsi presso il Cafè del Mar di Torre Suda o il bar-pasticceria Lucia di Racale, via Fiumi Marina. In serata, poi, in piazza Stella Maris, si terranno la cerimonia di premiazione, il momento del ricordo e della sensibilizzazione (su un maxischermo scorreranno le foto di chi ha perso la vita sull’asfalto), lo spettacolo pirotecnico di fuochi artificiali e quello de “I MalfAttori” di Gianpaolo Viva. Allacciate le cinture, si parte.

by -
0 2528

MARE E DINTORNI L’immagine si riferisce ad una delle più seguite manifestazioni dell’estate scorsa, la cuccagna a mare. Considerato il successo, c’è grande attesa per l’edizione 2012. A parte la competizione, è il mare e i bagnanti che rendono tutto più spettacolare (nella foto Giuseppe Renna di Alliste guadagna la bandierina del terzo premio)

Racale – Torre Suda. L’estate è ufficialmente “scoppiata” e Torre Suda si prepara ad accogliere turisti e visitatori nel miglior modo possibile, offrendo una serie d’iniziative culturali e ludico-sportive per accontentare tutti i palati.

Il cartellone degli eventi per la stagione turistica 2012 è ancora in via di definizione e bisogna fare i conti con le esigue risorse delle casse comunali. Cosa che, di certo, non facilita il lavoro. Tuttavia, le associazioni e la Pro loco, coordinate con la nuova Amministrazione comunale, stanno lavorando alacremente per approntare assortito cartellone a favore dei tanti che sceglieranno di trascorrere qualche giorno di vacanza nell’incantevole marina di Racale.

Qualche appuntamento già definito, comunque, c’è già.  Il 19 luglio, per esempio, a Torre Suda si parlerà di lotta alla mafia. Previsti un convegno (cui presenzierà, tra gli altri, il giudice Roberto Tanisi, presidente della Corte d’Assise di Lecce) e uno spettacolo a tema organizzato da una compagnia locale. Per gli sportivi ecco l’iniziativa “Un mare di sport” con i tornei di pallavolo, tennistavolo, badminton e l’esibizione degli allievi di alcune palestre locali.

Già predefiniti sia due festival musicali, sia la quinta edizione del “Memorial Gabriele Toma” con la gara di aquiloni e un concerto di musica lirica. Dal 10 al 12 agosto, a Torre Suda sbancherà “Salento Expo”, la fiera dell’enogastronomia e dell’artigianato salentino e non poteva mancare l’edizione 2012 della “Cuccagna a mare”, che dopo lo strepitoso successo dell’anno scorso sarà riproposta quest’anno, il 19 agosto, fortemente voluta dall’associazione “Giuseppe Sasso” dedicata a tutte le vittime della strada. La “Cuccagna” si terrà nella caletta di Canale della Volpe.

In serata le premiazioni con fuochi d’artificio, animazione, la musica dei “Vega 80” e tanto divertimento.

Marco Montagna

by -
0 1230

Tifo da stadio a Torre Suda

Racale. Torre Suda si è paralizzata domenica 21 agosto per assistere alla classica prova della “Cuccagna a mare”. Scopo del gioco: agguantare le bandierine sfidando la forza di gravità in equilibrio su un palo lungo sei metri, sospeso sul mare e cosparso di grasso.

Un successo di pubblico strepitoso per l’evento organizzato dall’associazione “Giuseppe Sasso” di Racale, con l’importante contributo di Croce rossa italiana, sedi di Racale e Melissano, Capitaneria di Porto di Gallipoli, Centro “Sub Salento” di Vincenzo Macrì, “Cafè del mar” di Torre Suda, e patrocinata dall’Amministrazione comunale.

Ventuno concorrenti si sono sfidati sotto un sole cocente, incitati da una straordinaria cornice di pubblico, che ha trasformato il “Canale della Volpe” in un piccolo stadio “Maracanà”. Tanti gli spettatori che hanno assistito dalle barche, incuriositi dalla competizione, che è stata animata dal noto speaker radiofonico Mauro Lupo, coadiuvato dalla ficcante ironia di Giuseppe Spennato e dall’avvenenza di due splendide “cuccagnine”.

Il primo premio è andato a Fabio Manni di Racale (subito ribattezzato “il figlio dell’ingrassatore”, ossia di colui che ha provveduto ad ungere il palo) che ha intascato 400 euro. Medaglia d’argento per Luigi Natale di Nardò (250 euro), mentre il terzo premio è andato ad Alliste, grazie a Giuseppe Renna (150 euro).

Gino Sasso, presidente dell’associazione dedicata alla memoria del fratello (morto il 16 agosto 1973 a Torre Suda per un incidente automobilistico) ha rimarcato ironicamente la mancata copertura mediatica delle emittenti televisive locali, che hanno trascurato un evento così sentito e partecipato: «I proventi – ha poi aggiunto Sasso – saranno devoluti in beneficenza alla Croce rossa. Questo è un giorno straordinario da dedicare alla memoria di mio fratello e di tutte le vittime della strada. La finalità della nostra associazione, che è priva di scopi di lucro, è quella di educare i guidatori al rispetto delle regole. Il buon senso, soprattutto per strada, non è mai abbastanza. Ringrazio veramente tutti, l’anno prossimo faremo ancora meglio».

La tradizionale “Cuccagna” è stata ripresa da ormai quattro anni grazie all’impulso, tra gli altri, di Sebastiano Procida e Francesco Cimino. I premi sono stati consegnati in serata, al termine del concerto degli “Hurricane”, gruppo tavianese che si è esibito in piazza Stella Maris.

Dal prossimo anno, la kermesse musicale sarà sottotitolata “Vite spezzate”, in onore dei morti della strada, ancora spaventosamente tanti nonostante le severissime normative in vigore.

MM

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...