Home Tags Posts tagged with "corso di formazione"

corso di formazione

vito-fazzi-large-LECCE. Si terrà domani, 21 marzo, dalle ore 9, presso l’Aula conferenze del Polo oncologico del “Vito Fazzi” di Lecce, il corso di formazione Asl Lecce dal titolo: “La prevenzione dei tumori eredo-familiari della mammella e dell’ovaio”, organizzato dalla dott.ssa Assunta Tornesello, di Alezio, direttore dell’U.O. Oncologia e Oncoematologia pediatrica presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, e dalla dott.ssa Elisabetta De Matteis, oncologa del medesimo ospedale e responsabile dell’Ambulatorio dei tumori eredo-familiari.

Il corso è destinato a varie professionalità dell’ambito sanitario aziendale, inclusi medici, infermieri, biologi e psicologi. Tuttavia, vista la rilevanza sociale della tematica, è aperto agli uditori esterni. Al corso parteciperanno, tra gli altri, il dottor Massimo Federico, originario di Taviano e professore ordinario di Oncologia medica, direttore della Cattedra di Oncologia Medica II dell’Università di Modena e Reggio Emilia, il cui lavoro in Emilia Romagna è un modello per tutti i centri che si occupano di tumori eredo-familiari e di counseling oncogenetico.

Il centro "Quintino Scozzi"

Il centro “Quintino Scozzi”

MELISSANO. Sarà presentato sabato 28 febbraio, dalle ore 15.30, nel centro culturale “Q. Scozzi” in Piazza Vecchia, il progetto formativo “Territorio, famiglia e droga – Educazione emotiva e formazione” curato dal Comune di Melissano in collaborazione con l’Università del Salento e col patrocinio di Regione Puglia, Ambito di Gallipoli, Provincia di Lecce e Istituto comprensivo di Melissano. Il responsabile è il dottor Luigi Giorgio Caputo.

Le premesse concettuali alla base del corso di formazione sono la difficoltà e la demotivazione degli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado e i livelli di stress, fatica e disorientamento palesati, sempre di più, dai rispettivi docenti. Anche in famiglia la relazione tra figli e genitori è sempre più difficoltosa, mentre il confronto tra genitori e docenti sta diventando sempre più problematico. «Il progetto – si legge nella nota di presentazione – intende aiutare alunni, insegnanti e genitori a recuperare canali di comunicazione profondi ed efficaci, affinché bambini, preadolescenti e adolescenti crescano forti e autonomi». Obiettivo della “Didattica delle emozioni” è introdurre nelle consuete attività didattiche scolastiche “una serie di procedure, tecniche e strategie, validate e testate scientificamente, finalizzate ad aiutare gli alunni a individuare, gestire e modulare, nel modo più opportuno, le emozioni e il proprio mondo interno”. Il corso di formazione è gratuito, durerà 50 ore e si terrà nel centro culturale. È rivolto a docenti, psicologi, assistenti sociali, educatori e studenti iscritti al corso di laurea in Scienze della formazione. I lavori si chiuderanno il 6 giugno con un seminario che ospiterà il prof. Paolo Crepet, criminologo di fama internazionale, e il prof. Oronzo Greco, psichiatra e docente di criminologia all’Università del Salento. La frequenza al corso darà diritto a crediti formativi.

Alla presentazione del 28 interverranno il sindaco Roberto Falconieri, la dirigente scolastica Monia Casarano, il responsabile del progetto Luigi Giorgio Caputo, il parroco don Antonio Perrone e i professori Oronzo Greco, Angelo Massagli, Giuseppe Ponzi e Flavia Lecciso.

dirigente-stefania-manzo-e-psicologa-giovanna-setteRACALE. Si è svolto venerdì 23 gennaio il secondo incontro del corso di formazione per docenti “Insieme competenti”, organizzato dall’Istituto comprensivo guidato dalla professoressa Stefania Manzo (a sinistra, con la psicologa Sette). Insieme alla dottoressa Giovanna Sette, psicologa e ricercatrice esperta in psicologia infantile e gestione e sviluppo delle risorse umane, si è parlato di come migliorare il rapporto tra docenti e alunni e delle tecniche che permettono agli insegnanti di capire e affrontare le problematiche legate alle emozioni dei propri allievi. La psicologa ha consigliato ai docenti alcuni testi che aiuteranno ad approfondire l’argomento. I restanti tre incontri si terranno il 20 febbraio, il 6 e il 20 marzo nell’aula magna del plesso di via Piemonte.

Sono stati inaugurati martedì 27, inoltre, i corsi d’inglese, suddivisi su tre livelli, per il rilascio della Certificazione della Cambridge University da parte dell’istituto Oxford di Lecce. Vi parteciperanno circa 90 allievi. Le lezioni si terranno ogni martedì pomeriggio a cura dei docenti Patrizia Giannelli, Antonella Indino, Maria Grazia Buellis e Maria Elena Giannelli. Per il 12 febbraio prossimo è attesa la visita in sede di Emily Turino, rappresentante nazionale della Cambridge University. Il Comprensivo ha finanziato parte del costo dell’iscrizione degli studenti. Molto soddisfatta la dirigente Manzo “per la buona risposta avuta dai genitori”. Gli esami finali coincideranno con il termine dell’anno scolastico e si terranno tra fine maggio e gli inizi di giugno.

by -
0 1548

vito-fazzi-large-LECCE. Sabato 10 gennaio presso il Polo oncologico dell’ospedale “Vito Fazzi”, l’Azienda ospedaliera organizza un corso dal titolo “La prevenzione dei tumori eredo-familiari della mammella e dell’ovaio”. Si parlerà di “Identificazione dei fattori di rischio del tumore mammario” e di “Strategie di sorveglianza e prevenzione”. Qui il programma completo.
Il corso, aperto al pubblico, è dedicato ai medici specialisti in genetica medica, oncologia, chirurgia plastica, chirurgia generale, ginecologia e ostetricia, anatomia patologica e radiodiagnostica.

L’evento formativo Ecm approfondirà gli aspetti clinici e genetici legati ai tumori eredo – familiari della mammella e dell’ovaio ed intende formare i partecipanti nel percorso della consulenza genetica oncologica, che permette ai pazienti e ai familiari a rischio di conoscere le probabilità di ammalarsi, di trasmettere la malattia e i modi in cui prevenirla o migliorarla. Ed è con questo obiettivo che, all’interno dell’Unità Operativa di oncologia medica del “Vito Fazzi” apre al pubblico l’Ambulatorio di screening e follow-up dei tumori eredo-familiari.

Il nuovo servizio offrirà ai cittadini una consulenza genetica in oncologia, avvalendosi dell’integrazione delle competenze di diversi professionisti: l’oncologo Elisabetta De Matteis, il genetista Salvatore Mauro, lo psiconcologo Luigi Palma. Nello specifico, sarà data informazione all’utente sulle caratteristiche dei tumori ereditari, familiari e sporadici; sarà raccolta la storia oncologica personale e familiare attraverso l’acquisizione della documentazione clinica e la compilazione dell’albero genealogico per almeno tre generazioni; si chiederanno informazioni circa lo stile di vita, i fattori riproduttivi e l’esposizione ambientale e professionale delle persone a rischio e sarà proposto un programma di sorveglianza clinico-strumentale per la gestione dello stesso. Nei casi con rischio ereditario, sarà eseguito il prelievo di sangue per il test genetico, effettuato presso l’ambulatorio e inviato presso i laboratori di genetica medica dell’Azienda.

Per prenotare una consulenza presso il nuovo Ambulatorio bisogna rivolgersi alla segreteria dell’U.O. di Oncologia medica (piano terra 0832661953-0832661962) o recandosi tramite prenotazione Cup muniti di impegnativa del medico di medicina generale per prima visita oncogenetica medica, o tramite mail (oncogeneticalecce@gmail.com).

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...