Home Tags Posts tagged with "cooperative"

cooperative

Collepasso – “I tabacchi orientali del Salento, quattro storie e loro dintorni” (Giorgianni Editore): questo libro-ricerca dell’agronomo e piccolo imprenditore Salvatore Colazzo è stato presentato presso la sala centrale del Palazzo baronale del paese, a cura del  Gruppo Trekking Collepasso, di cui è presidente lo stesso Colazzo, col patrocinio di Comune e Provincia. Ne hanno parlato con l’autore – titolare di un’azienda che produce erbe aromatiche –
Mario Toma, già deputato del Pci e componente della Commissione Agricoltura della Camera nella IX e X Legislatura (1983-1991), e Cesare Distante, giudice tributario.

Il libro illustra le tematiche legate allo sviluppo e al declino di una coltura che è stata fondamentale per l’agricoltura e l’intera economia salentina in quasi tutto il secolo scorso. Nel Salento, a causa della scarsa disponibilità di acqua e delle sue caratteristiche pedoclimatiche, divenne prevalente la coltivazione delle tre varietà levantine (o orientali) Erzegovina, Perustitza, Xanty Yakà, che vide impegnate migliaia e migliaia di famiglie contadine, in particolare piccoli proprietari e coloni. Per decenni la trasformazione del prodotto venne curata da concessionari privati che operavano in regime di monopolio. La prima cooperativa per la coltivazione e lavorazione dei tabacchi levantini fu promossa a Tricase nel dicembre 1902 dall’on. Codacci-Pisanelli, denominata “Consorzio agrario del Capo di Leuca” e poi Acait (“Azienda cooperativa agricola industriale di Tricase”). Negli anni ’60-’70 del ‘900, in seguito alla liberalizzazione della coltura da parte della Comunità europea, sorsero poi altre importanti cooperative. Tra le più significative la “Utas”, “La Contadina”, “Constacotra”, “Convegno”; queste ed altre furono travolte letteralmente alla fine degli anni ’90 dalla crisi della tabacchicoltura, a seguito della decisione della Comunità europea di eliminare progressivamente il sostegno alla produzione con una graduale eliminazione degli aiuti.

Ma la storia del tabacco segna contesti sociali e culturali oltre che economici. L’intero Novecento salentino è storia di lavoro, sacrifici, sfruttamenti, lotte sindacali, ribellioni. Anche le canzoni popolari ne recane tracce come la celebre “Fimmene fimmene ca sciati allu tabaccu…”). E’ anche storia, come si rileva nel libro, anche di emancipazione sociale ed economica di intere generazioni di contadini e di tabacchine, che con la coltivazione e la trasformazione del tabacco hanno vissuto vite dignitose, maturato assistenze e pensioni, costruito case, istruito i figli. Fino all’inarrestabile declino.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...