Home Tags Posts tagged with "Cooperativa olearia sannicolese"

Cooperativa olearia sannicolese

Sannicola – Una giornata davvero speciale quella che i bambini delle classi seconde e terze della scuola Primaria di Sannicola hanno trascorso, nei giorni scorsi, presso la Cooperativa olearia sannicolese. Nell’ambito della “Giornata del trekking”, gli studenti sono stati accompagnati a piedi dai nonni vigile Antonio Pastore e Claudio Mercuri, sotto l’occhio attento della polizia municipale e degli insegnanti, percorrendo il lungo tragitto che dalle scuole, attraverso piazza della Repubblica e via Don Tonino Bello, li ha portati sino alla cooperativa. “La salute vien camminando” è stato lo slogan della giornata volta a promuovere il corretto stile di vita. A metà mattinata pausa merenda con pane, olio e pomodoro e nella seconda parte della giornata il Gruppo Trekking Alezio ha organizzato dei giochi di gruppo.

 

cooperativa olearia direttore ubaldo scorrano

Sopra Ubaldo Scorrano, in basso Elisabetta Fiorito, prima donna vicepresidente della Cooperativa e a sinistra Greco

PzzSlnt_32_01.inddSANNICOLA. È Claudio Greco il nuovo presidente della Cooperativa olearia sannicolese. Ex assessore comunale, il nuovo presidente (dipendente pubblico) ha fatto a lungo parte del consiglio di amministrazione della cooperativa. Per la prima volta nella storia della coop agricola è una donna ad essere vicepresidente, Elisabetta Fiorito. «Non è di certo un periodo roseo – commenta il neo presidente – ma abbiamo egualmente buone prospettive: oltre alla gestione dell’ordinario metteremo in campo impegno e risorse possibili per individuare altri prodotti che possano interessare i soci e potenzieremo la squadra con collaboratori esterni e nuove figure professionali». Greco era stato anche il più votato durante l’elezione del consiglio di amministrazione, con 69 voti. Oltre a lui eletti anche i “veterani” Elisabetta Fiorito e Andrea Specchia.
Per la prima ci sono, invece, Giovanni Saccomanno, Paolo Fachechi, Michele Giannotta e Alessandro De Matteis. Presidente del collegio dei sindaci è Fernando Tempesta con  Marco Bramato e Cosimo Cataldi. «Sono sicuro di poter operare bene col nuovo consiglio e con il vadido appoggio dei dipendenti, del direttore Ubaldo Scorrano e del ragioniere Lello Mezzi. Mi fa molto piacere avere accanto la vicepresidente Fiorito, donna valida e competente».

by -
0 954

Il presidente Antonio Giaffreda nel frantoio della cooperativa

Sannicola. Tradizione e innovazione si incontrano nella lavorazione delle olive presso il frantoio della cooperativa Sviluppo agricolo di Sannicola. «Abbiamo sia le macine a ruote tradizionali di granito, montate su moderni impianti industriali – commenta il presidente Antonio Giaffreda – che gli impianti completamente moderni.

La spremitura avviene sempre a freddo». Tutto il processo è meccanizzato sin dalla fase del lavaggio delle olive che, attraverso nastri trasportatori vengono immesse nelle macine, dove avviene la molitura. Vanno nel dosatore che le riversa sui filtri: «La spemitura  – prosegue – avviene nella superpressa da 16 pollici, poi una centrifuga,  che sfrutta i diversi pesi specifici, separa l’olio dall’acqua di vegetazione. Importante è la cura della pulizia degli impianti e degli ambienti».

Il via vai di soci testimonia la fervida attività di questi giorni. «La cooperativa – spiega Germano Giaffreda – si compone di numerosi soci che producono per la vendita, ma prima di tutto per il proprio consumo, la ricerca della qualità è sempre di alto livello.

Sempre più spesso la raccolta avviene direttamente dall’albero con un processo detto “bacchiatura” utile per ottenere olio vergine o extravergine al posto della “cascola naturale” cioè della raccolta da terra». Ciò che più preoccupa i produttori è il prezzo del mercato: «Abbiamo – dice il presidente – un prodotto migliore dello scorso anno e in quantità maggiori. Purtroppo il nostro entusiasmo cala, perchè, a causa di molteplici fattori i prezzi sono schiacciati verso il basso:  i produttori sono pagati pochissimo».          

MCT

by -
0 716

Sannicola. «La terra e il sole sono le principali risorse del nostro territorio, e la nostra cooperativa vuole valorizzarle. Per questo  realizzeremo un impianto fotovoltaico sul tetto dei nostri edifici», esordisce così Valeriano Villa, presidente della Cooperativa olearia sannicolese, presentando il progetto per contribuire alla diffusione di sensibilità ambientale tramite la produzione di energia da fonti rinnovabili e, allo stesso tempo, per migliorare la remunerazione del lavoro nei campi, riducendo i costi dell’energia.

«È stato un percorso fatto insieme con consiglieri e soci. I buoni risultati della vendita del nostro olio extra vergine ci hanno entusiasmato, spingendoci a cercare ulteriori miglioramenti per i soci. L’abbandono delle campagne e la disoccupazione si combattono garantendo un reddito giusto a chi nelle campagne ci lavora e incentivando la creazione di nuovi impieghi per chi ancora un lavoro non ce l’ha». Continua così il Presidente Villa, spiegando le ragioni e gli obiettivi che hanno portato al progetto. Questi sono gli obiettivi della cooperativa rispetto ai propri soci, ma si punta anche  allo sviluppo sostenibile del territorio. «Siamo convinti – prosegue il presidente – che se il nostro progetto raggiungerà i suoi obiettivi, sempre più realtà si convinceranno a produrre nel rispetto delle relazioni sociali e ambientali. Il nostro progetto non è né originale né unico, anzi è un modello ben diffuso in altre realtà. Noi ci siamo ispirati a ciò che altri piccoli contadini hanno fatto per tutelare la dignità del lavoro e dell’ambiente. Speriamo presto di condividere questo progetto con tanti altri contadini, produttori e cittadini».

La situazione del settore ortofrutticolo – in particolare per le patate – quest’anno è difficile e in Cooperativa c’è preoccupazione. Anche per questo, la possibilità di creare maggior reddito per i soci rappresenta una speranza.

«Ci entusiasma – racconta Ubaldo Scorrano, direttore della cooperativa – sapere che stiamo facendo realmente qualcosa di nuovo e che ne beneficeranno non solo i nostri soci, ma anche i nostri concittadini. Immagino, tra dieci anni, le nostre campagne vivere una primavera fatta di tanti lavoratori agricoli, di tanta biodiversità e di solidarietàcon gli uomini e con l’ambiente».

Angela Greco

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...