Home Tags Posts tagged with "contrada castellino"

contrada castellino

GALATONE. Il comitato permanente per la salvaguardia della salute, dell’ambiente e del territorio scende nuovamente in campo.
«In un famoso Consiglio provinciale, d’accordo con i sindaci di Nardò e Galatone, il presidente della Provincia Antonio Gabellone e tutti i consiglieri di maggioranza ed opposizione decisero che la discarica di amianto di contrada Castellino, in territorio galateo, avrebbe dovuto smaltire non “prevalentemente”, così come scritto nell’autorizzazione licenziata a firma dei sindaci e della Provincia, ma “esclusivamente” materiale proveniente dai territori della Provincia e della Regione», ricorda Giuseppe Resta, tra i portavoce del Comitato ambientalista, prima di denunciare, in sostanza, che quanto deliberato in Provincia non starebbe del tutto avvenendo. Stando alle informazioni raccolte dal comitato, infatti, nella discarica “Rei” di contrada Vignali-Castellino nelle scorse settimane sarebbero stati smaltiti carichi di materiale contenente amianto provenienti da oltre la Puglia.

A prova di ciò ci sarebbero le testimonianze di alcuni tra i residenti lungo il percorso stradale necessario per raggiungere il sito di stoccaggio i quali avrebbero anche fermato i conducenti dei camion e chiesto loro la provenienza del materiale trasportato. Il viaggio di alcuni sarebbe iniziato da fuori regione, in un caso pare da Roma. Chi avrebbe “indagato” attorno alla provenienza dei carichi, si sarebbe poi rivolto alla Polizia municipale galatea per denunciare tutto quanto e per chiedere le opportune verifiche. Da ciò, insomma, ne deriverebbe “che i cittadini di Galatone e Nardò sono stati gabbati” sostiene ancora Resta, giacché “nessuno, allo stato, ha fatto niente perché le intenzioni espresse fossero rese operative”. A preoccupare, alla stregua della vicenda d’inizio anno legata al presunto carico d’amianto da stoccare a Galatone e dell’ampliamento della discarica “Rei” in contrada Vignali-Castellino, ci sarebbe pure un progetto depositato da qualche tempo presso gli uffici di Palazzo di Città che riguarderebbe il potenziamento dell’impianto (situato sulla Galatina-Galatone) di proprietà di una nota ditta che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti per la realizzazione – stando a quanto comunicato nei giorni scorsi dall’architetto Antonio Zuccalà – di una “stazione di trasferenza per la frazione organica dei rifiuti solidi urbani”.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...