Home Tags Posts tagged with "consulta studentesca"

consulta studentesca

Giornata dell'arte (2)

La “Giornata dell’arte” deloo scorso anno

GALLIPOLI. «Facendo seguito alle precedenti intercorse comunicazione telefoniche, chiediamo conferma circa la possibilità di svolgere la manifestazione studentesca presso il Parco Gondar Gallipoli». Questo l’inizio della lettera  mandata nei giorni scorsi dalla Consulta provinciale degli studenti di Lecce ai titolari del Parco Gondar,  Ferruccio Errico e  Cristian Scorrano.  Tante sono le richieste e le preoccupazioni degli studenti di tutta la provincia che, avvicinandosi la Giornata dell’arte del 9 maggio, celebrata ormai da anni al Parco Gondar con un’intera giornata dedicata alla musica, alla pittura e all’arte in tutte le sue forme e con migliaia di presenze, temono di non riuscire a trovare un’altra struttura gratis adeguata ad ospitare la manifestazione. Preoccupazione anche da parte dei responsabili di alcune strutture alberghiere della città per la possibile cancellazione delle prenotazioni ricevute nei giorni dei concerti del Parco Gondar. Ancora non si sbilanciano però i titolari, che sperano solo, come spiega Errico, “che la faccenda si risolva il prima possibile per ricominciare i lavori al più presto”.

Nel frattempo, numerose amministrazioni comunali e privati della provincia si sono resi disponibili per accogliere nelle loro città gli eventi organizzati dalla famosa struttura, ma la decisione dei titolari al momento è vedere l’evolversi della situazione e, vista la loro dichiarata preferenza di rimanere a Gallipoli, aspettare prima di prendere qualsiasi decisione. Intanto in questi giorni è stata vinta la causa per disturbo alla quiete pubblica: i titolari sono stati assolti con formula piena.

Il Parco Gondar, nato dove prima sorgeva il parco-giochi e discoteca Smile fino al 1999 e successivamente trasformato in una discarica fino al 2008, anno in cui l’hanno acquistato i titolari, resta comunque dal 27 marzo ancora con i sigilli con l’accusa per i titolari di aver realizzato diversi manufatti che hanno trasformato urbanisticamente la destinazione dell’area. I loro legali, gli avvocati Francesca Conte e Pietro Quinto, nei giorni scorsi hanno preferito rinunciare alla discussione del caso davanti ai giudici per cercare di sanare  prima i problemi dal punto di vista amministrativo per poi procedere con un’eventuale istanza di dissequestro della struttura sperando si risolva il tutto in tempi ragionevoli.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...