Home Tags Posts tagged with "consiglio comunale baby"

consiglio comunale baby

consiglio comunale babyCASARANO. Ammonta a 1.600 euro il contributo con il quale Consiglio comunale dei ragazzi di Casarano sostiene la campagna di solidarietà in favore dei bambini del Nepal. Si tratta, come precisato da Giovanna Perrella, presidente provinciale dell’Unicef, “del miglior risultato ottenuto in provincia dai vari Consigli comunali dei ragazzi”. I salvadanai con le offerte raccolte nelle scuole elementari e medie della città sono stati aperti nel corso del Consiglio “baby” svoltosi lo scorso giovedì. Alla riunione erano presenti anche il sindaco Gianni Stefàno, l’assessore Laura Parrotta ed alcuni referenti delle scuole. L’Assise dei giovani, eletta lo scorso febbraio e guidata da Francesco Toma, ha già preso parte ad un torneo di calcio internazionale per esordienti, alle Olimpiadi dell’amicizia ed al raduno provinciale dei Consigli comunali dei ragazzi svoltosi a Gallipoli lo scorso 30 aprile.

by -
0 947

CASARANO. Campagna elettorale al via a Casarano. Le Amministrative sono in calendario solo nel 2017 ma gli studenti degli Istituti comprensivi sono impegnati per le elezioni che il 6 febbraio porteranno alla formazione del “Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze”. I baby-candidati hanno già avviato la loro campagna elettorale, con tanto di slogan e foto, visto che in ognuno dei tre poli scolastici è stata presentata una lista di candidati. Ogni alunno avente diritto al voto (dalla quinta Primaria alla terza della Media inferiore) potrà esprimere due preferenze (per un ragazzo ed una ragazza).
I consiglieri baby da eleggere sono 16 (5 ciascuno per il Polo uno ed il Polo tre e 6 per il Polo due) e spetterà poi a loro, durante il primo Consiglio comunale che verrà convocato dal sindaco della città Gianni Stefano, eleggere il Sindaco dei ragazzi. Il Consiglio resta in carica due anni e, quindi, gli alunni di terza Media “licenziati” a fine anno verranno sostituiti dai colleghi delle classi quinte risultati tra i primi dei non eletti dello stesso Polo didattico.

Funzionamento, competenze e modalità di elezione del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze sono contenute nell’apposito regolamento approvato (all’unanimità) lo scorso 23 gennaio dal Consiglio comunale cittadino. Soddisfazione per la riuscita del progetto, “condiviso con i dirigenti dei vari istituti, viene espressa dal sindaco Stefàno e dall’assessore Laura Parrotta per i quali “scopo principale del progetto è sollecitare nei nostri ragazzi il senso di appartenenza alla comunità, rafforzare il loro senso di legalità, renderli responsabili e più vicini all’azione amministrativa, renderli partecipi dell’attività amministrativa e anche dell’attività politica della nostra città”.

GALATONE. Emozione ed applausi nella sala consiliare di Palazzo dei Domenicani, il 13 novembre scorso, per l’elezione del sindaco junior e del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi. A spuntarla è stato Alessandro Cucci, della media del Polo 1. Accanto a lui, subito al lavoro “per costruire una scuola migliore ed un paese a misura di bambino”, amici e compagni di scuola: Francesca Fedele (vice-sindaco junior), Manuela Caracciolo, Silvia Cirignaco, Gianmarco Cucci, Thomas Leante, Francesca Lezzi, Sara Malerba, Benedetta Martucci, Manuel Miglietta, Francesco Paiano, Francesca Piccinno, Annalisa Picone, Nicolò Ramundo, Giorgio Rizzo, Kimberly Spinelli e Mattia Stapane.

Il giorno dopo le elezioni, i baby amministratri, con il sindaco “senior” Livio Nisi, hanno partecipato all’adunata generale dei Consigli comunali delle ragazze e dei ragazzi della provincia (passati, in un solo anno, da 44 a 60). Nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, in occasione del sesto raduno provinciale dei Consigli comunali dei ragazzi promosso dalla Provincia e dal comitato provinciale Unicef, c’erano anche i piccoli amministratori di Acquarica del Capo, Alezio, Alliste, Matino, Melissano, Racale, Sannicola ed Ugento. Molti dei Comuni che in collaborazione con le scuole hanno inteso istituire il governo dei più giovani, stanno lavorando per ottenere il riconoscimento di “Città amica di bambini e bambine”.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...