Home Tags Posts tagged with "CONSACRAZIONE PERPETUA"

CONSACRAZIONE PERPETUA

Da sinistra Luana, Maria Antonietta, Gabriele, Moira, Matteo

Da sinistra Luana, Maria Antonietta, Gabriele, Moira, Matteo

TAURISANO. Cinque giovani taurisanesi scelgono di consacrarsi totalmente a Dio e mettersi al servizio del prossimo. Sono fra’ Matteo Di Seclì, fra’ Gabriele Bitonti, suor Moira Stradiotti, suor Luana Rizzello e suor Maria Antonietta Rizzello.
La loro è la storia di un’amicizia nata nel gruppo giovanile interparrocchiale fondato all’indomani della Giornata mondiale della gioventù del 2000. I componenti di quel gruppo hanno poi intrapreso strade diverse: c’è chi si è sposato e ha messo su famiglia, e chi invece ha capito che la sua vocazione era un’altra. Fra’ Matteo e fra’ Gabriele sono entrati nell’ordine dei frati minori cappuccini e – dopo il lungo percorso che li ha portati ai voti perpetui – sabato 14 marzo sono stati ordinati sacerdoti nella chiesa di Maria SS. Ausiliatrice. La cerimonia è stata presieduta dal vescovo di Sapa (Albania) monsignor Lucjan Avgustini.

Ventinove anni fra’ Matteo, trentacinque fra’ Gabriele, sono in servizio rispettivamente in Albania e ad Alessano. L’ultimo francescano a cui il paese ha dato i natali è fra’ Pacifico da Taurisano, morto circa 45 anni fa. Fra’ Matteo e fra’ Gabriele sono dunque i primi due in paese a scegliere questa strada dopo decenni.
Sono entrate nell’ordine delle suore di Santa Marcellina, invece, suor Moira, suor Luana e suor Maria Antonietta. La prima, che prenderà i voti perpetui ad agosto, presta servizio nell’ospedale di Tricase. La seconda è a Lecce nella scuola delle Marcelline, la terza a Milano. «Con loro, ma anche con gli altri componenti del gruppo – spiega fra’ Matteo raccontandoci la storia della sua vocazione – è rimasta una bella amicizia. Ognuno ha preso la sua strada, ma è rimasto un forte legame. La sensazione che provo in questo momento – continua – è di felicità. Il giorno dell’ordinazione non ero emozionato, non ero teso: solo felice. Dio ha fatto tutto, noi abbiamo  risposto alle sue richieste. Il dono del sacerdozio non è dato solo a noi, ma a tutta la comunità».

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...