Home Tags Posts tagged with "condotta giudecca"

condotta giudecca

by -
0 1244

Gallipoli. La “Giudecca”, area fra le più caratteristiche di Gallipoli, giace ormai da settimane in uno stato precario. Le violente mareggiate degli scorsi mesi, infatti, hanno più volte compromesso parte dell’asfalto e del marciapiede e distrutto gli arredi urbani. La barriera dei frangiflutti, ridotta nel tempo ai minimi termini,  non è più in grado, da anni, di contenere la forza devastante del mare.

Qualcosa si cerca di fare. A quanto riferito dal primo cittadino Francesco Errico , finalmente è stato portato al vaglio del Genio civile un progetto di ripristino della diga di protezione. L’Amministrazione comunale ha, inoltre, ottenuto un finanziamento ministeriale per il rifacimento della banchina.

Ma i tempi per la riqualificazione di questa zona sono lunghi. Ogni intervento in  quest’area, che è limitrofa al sito di interesse comunitario “Parco naturale isola di Sant’Andrea” e interessata dalle prescrizioni del “Piano delle coste” regionale e comunale (non ancora predisposto in sede locale), comporta lungaggini amministrative che non consentono percorsi brevi.

Inoltre c’è un altro elemento da sottolineare: l’assenza di un Piano regolatore portuale aggiornato genera ulteriori motivi di ritardo a causa della presenza di un ricorso e di una inchiesta relativi ad una proposta progettuale, presentata in Regione da un consorzio privato, per la realizzazione del porto turistico in quella zona. Tale progetto ha già incassato il diniego della valutazione di impatto ambientale (Via) e dell’Ufficio Parchi regionale. Tuttavia il contenzioso è ancora in atto.

Rita de Bernart

by -
0 958

 

Clicca sulle foto per ingrandirle

 

Gallipoli. Nel giro di meno di un mese – 31 ottobre- fine novembre – la zona della Giudecca (dove ci sono le sedi del Tribunale, della Compagnia dei carabinieri e della Guardia di Finanza tra l’altro) – è stata devastata dalla forza del mare. Ondate incontenibili da parte di quel che rimane di una barriera di scogli ormai semisommersa, si sono abbattute sia sui pesanti arredi del marciapiede sia sulla strada, compromettendo l’asfalto e scaricando detriti come si può vedere nelle foto accanto. è tempo di trovare dei rimedi.

by -
0 614

Gallipoli. Tra schiume sospette in mare e matasse sempre più ingarbugliate in terra, un problema almeno potrebbe essersi risolto: il tratto molto malmesso della rete fognaria dell’inizio del lungomare Galilei, zona “Giudecca”, è stato rifatto.

L’immediata conseguenza dovrebbe essere nelle analisi degli scarichi del depuratore di via Scalelle, dovrebbero cioè rientrare nella norma le percentuali di cloruri che rendevano i reflui depurati inidonei all’ipotizzato impiego in agricultura. Troppo sale.

Perchè? La risposta dei tecnici  che se ne sono occupati a più riprese, aveva puntato l’indice proprio su quelle condotte sotterranee che, per vecchiaia presumibilmente (risale al 1937), si prestavano a numerose infiltrazioni marine, anche se c’è il sospetto pure su scarichi abusivi di liquidi dopo aver trattato il pesce che si commercia in quella zona.

Ora le cose – i lavori a cura e spese dell’Acquodetto pugliese su richiesta dell’ultima amministrazione Venneri accolta dall’assessore regionale Fabiano Amati- sono a posto almeno per quel tratto del lungomare che va da via Gramsci (ex Nautico) a via Cala. Anche il collegamento alla rete fognaria cittadina è stato completato ed i liquami, tramite l’impianto di sollevamento, raggiungono regolarmente l’impianto depurativo. Il problema per Gallipoli resta appunto là, in via Scalelle…

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...