Home Tags Posts tagged with "concorso"

concorso

by -
0 997

Neviano – Torna per il terzo anno consecutivo il concorso di addobbo floreale “Neviano in fiore”. L’iniziativa, ideata ed organizzata dal “Gruppo Donne Neviano”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del comune di Neviano, premia la composizione più originale con cui vengono addobbati balconi, logge e verande del paese, nell’intento di valorizzarne i particolari architettonici e di promuovere i valori della cultura del verde e del rispetto dell’ambiente. Gli addobbi floreali, realizzati a partire dal 13 maggio, rimarranno esposti fino a domenica 27, giornata conclusiva della manifestazione, quando  verrà inoltre realizzata l’infiorata degli studenti vincitori del concorso “Disegniamo l’infiorata” e si svolgerà, a partire dalla 16.30, in via Dante, il concorso di disegno “Gio’ Madonnari”, a cura del Centro turistico giovanile. Dalle 19.30 in poi avrà, infine, inizio la serata di intrattenimento conclusiva della manifestazione, in cui si procederà alla proiezione delle fotografie degli allestimenti e alla premiazione dei partecipanti ai concorsi “Neviano in fiore”, “Disegniamo l’infiorata” e “Gio’ Madonnari”. L’atmosfera sarà resa ancor più festosa dall’esposizione dei manufatti degli artigiani locali, dalle opere realizzate con materiale di riciclo dai bambini dell’Istituto comprensivo e dalle esibizioni degli artisti di strada.

 

Silvia Resta

Otranto – Si é svolta, presso la sala triangolare del Castello aragonese di Otranto, mercoledì 11 aprile la prima edizione della Giornata del mare. L’evento é stato organizzato dalla Lega navale italiana sezione di Otranto e in particolare dal suo presidente, l’ing. Walter Melissano. Hanno partecipato anche il Comune di Otranto, l’Istituto professionale statale servizi per l’enagastronomia e l’ospitalità alberghiera di Otranto, con sede anche a Poggiardo. A fare gli onori di casa è stato il presidente del Lni. A seguire sono intervenuti il sindaco di Otranto,Pierpaolo Cariddi, sul tema “marine e lake litter” e il socio arch. Fernando Bonocuore,dirigente del settore ambiente del comune di Lecce, che ha presentato il progetto del Lni Otranto “missione mare”.

All’incontro hanno partecipato anche 70 alunni dell’Istituto alberghiero di Otranto accompagnati dal dirigente ,Augusto Spicchiarelli, e dai loro insegnanti. Nel corso della giornata sono stati premiati gli  elaborati prodotti dagli alunni delle classi II A, II B e II D nell’ambito del concorso sul tema “missione mare, consigli per un mare più pulito”. Le classi vincitrici hanno ricevuto una targa ricordo ed il sorteggio di corsi gratuiti di iniziazione alla vela presso la scuola federale Fiv della Lni Otranto e corsi sub Open water driver presso il convenzionato Scuba diving di Otranto. L’ing Walter Melissano si è dimostrato molto soddisfatto per la riuscita dell’evento e per la risposta data dai ragazzi sul tema dell’inquinamento delle acque prodotto dalle microplastiche. “Questi ragazzi – dice il presente dell’Lni- come fatto da noi adulti nella nostra gioventù, hanno il diritto di godere dello stesso mare limpido e cristallino, provando le stesse sensazioni. Il loro futuro non può e non deve essere minacciato dalle problematiche evidenziate nel corso del convegno. Ed un maggiore impegno da parte di tutti potrà di certo rendere ciò fattibile”.

M.M.

Collepasso – Tre anni fa, nel giorno di Natale, moriva improvvisamente a 69 anni il prof. Salvatore “Totò” Ria (foto), storico docente di matematica e scienze della scuola media del paese. Noto era il suo impegno per il rispetto e la conservazione dell’ambiente, in particolare delle specie floreali tipiche delle Serre salentine, in cui cercava di coinvolgere con passione e competenza l’intera comunità e i suoi alunni con diverse iniziative. Meno nota, invece, la sua adesione all’Aido, l’associazione per la donazione degli organi. La più grande lezione di amore e generosità il prof. Ria l’ha impartita, infatti, subito dopo la morte con la donazione dei suoi organi: reni, fegato e cornee, espiantati presso l’ospedale di Casarano da équipe mediche specializzate, hanno permesso di ridare vita e “luce” ad altre persone, che gli saranno grate per sempre. La “fiaba del Natale di Totò”, titolò allora un blog locale nel riportare la notizia del docente che non solo “inseguiva orchidee e muretti a secco” sulle colline di Sant’Eleuterio, ma che aveva ridato gioia e vita a tre trapiantati e alle loro famiglie con l’estremo e nobile gesto della donazione dei suoi organi. Dopo la sua scomparsa, l’Aido ha voluto intitolare al prof. Ria il Gruppo di Collepasso.

Per ricordarlo, il Gruppo Aido ha indetto un concorso a lui intestato e riguardante la donazione e il trapianto degli organi. Il concorso è rivolto agli studenti della terza media e delle classi quarte e quinte dell’Istituto tecnico economico “De Viti De Marco” di Casarano, filiale di Collepasso. I due primi premi dell’importo di € 250 sono finanziati dal generoso contributo della vedova insegnante Matilde Fiore, docente presso la locale scuola primaria.
Grazie alla collaborazione delle due dirigenti scolastiche Maria Grazia Cucugliato e Francesca Conte, si è tenuto prima di Natale (foto), presso l’auditorium dell’Istituto tecnico, un incontro informativo con le classi interessate. Hanno presentato l’iniziativa Donato Fracasso, presidente del Gruppo Aido, Luigi Ria, dirigente medico dell’ospedale di Gallipoli, e Luigi Gianfreda, medico di base in pensione. Un incontro particolarmente interessante ed emozionante, che ha registrato diversi interventi degli studenti e le testimonianze di due trapiantati di Collepasso: Elio Piscopo e il giovane Luca Bonatesta, che pochi mesi fa ha ricevuto in donazione un rene dalla madre.

Gallipoli – A smentire la massima latina “Nemo propheta in patria” è il poeta gallipolino Giuseppe “Pippi” Barba, ingegnere di professione, che si è visto assegnare – e non è la prima volta – proprio nella sua città un primo premio, stavolta nel concorso di poesia “De Finibus Terrae – Premio Mario Caputo e Maria Domenica Caroli” tenutosi recentemente a Gallipoli. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione e condotta dalla scrittrice e poetessa Maria Teresa Protopapa, si è svolta presso il “Bellavista Club” su iniziativa del gruppo Caroli Hotels. Per Pippi Barba, 69 anni, un trascorso politico con l’incarico di vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici e anche apprezzato pittore,  “scrivere poesie è  una reazione al cemento armato”, dice schernendosi.  Sono oltre cemto i premi sin qui ritirati,  a Cattolica,  Roma, Napoli, Matera, Lecce ed in  Sicilia. “In alcune città ci sono ritornato più volte – aggiunge – sempre per un nuovo premio”. Solo in Sardegna non vi è mai stato “ma per paura di un viaggio così lungo”, dice.  Come per la poesia premiata ultimamente “Lettera al mare”, i temi predominanti sono la sua terra e il suo mare: “Sono veramente orgoglioso – conclude – di portare alto dovunque mi chiamino il nome della mia Gallipoli”.

Gallipoli – Sono diventati due i fascicoli nelle mani dei magistrati dopo la conclusione del concorso per l’assunzione di dieci vigili a tempo indeterminato. All’esposto di dieci esclusi (i partecipanti sono stati 314) che si sono sentiti lesi nei loro diritti per presunte carenze di imparzialità, correttezza e trasparenza, si è contrapposta formalmente nei giorni scorsi la querela, per diffamazione a mezzo stampa e calunnia, del presidente della commissione, il segretario generale del Comune. Il dottor Giancarlo Ria, aveva già replicato alla richiesta-diffida di annullamento del concorso da parte dei dieci concorrenti del 22 agosto scorso, con una nota del 7  settembre. Ma evidentemente non era sembrata sufficiente per cui i protagonisti della vicenda si sono rivolti alla Procura della Repubblica di Lecce.

“Lesi nei diritti fondamentali e costituzionali”. I denuncianti sono di Gallipoli, Nardò, Aradeo, Carpignano Salentino, Galatone, Calimera e Potenza. Richiamando una serie di passaggi concorsuali ed accostando un contemporaneo concorso per vigili stagionali, i firmatari arrivano a sostenere la violazione di gravi principi, anche costituzionali (articoli 3 e 97), in fatto di “correttezza, buon andamento, imparzialità, trasparenza e par condicio nei pubblici concorsi”. I dubbi, quando non proprio sospetti, riguardano alcuni aspetti, tra gli altri: alcune domande (17) del concorso per gli stagionali erano state riproposte in quello per assunzioni definitive; lo spostamento “strano” di una prova dal 29 giugno al 25 luglio; le 200 domande già predisposte e numerate ma “già inserite sul computer in possesso della ditta (l’incaricata “Tempi moderni spa” di Conegliano, ndr) collocato sulla scrivania dalla quale da seduto parlava il responsabile per la preselezione” col quale ci sarebbe stato anche un diverbio.

Presunte “anomalie” fin dalla preselezione. “Domande simili con l’altro concorso per gli stagionali”. Ai 35 candidati giunti alla prova orale la commissione d’esame aveva comunicato che “in ognuna delle tre urne vi erano solo dieci domande per urna (anziché le 35 dovute)” e che dopo dopo la risposta del  candidato il bigliettino “anziché essere messo da parte veniva rimesso nell’urna con grande possibilità, così come realmente accaduto, di venire riestratto diverse volte”. Gli esponenti censurano anche il fatto che il Comune abbia acceso due concorsi per vigili invece di uno solo, con aggravio di costi e con prove selettive di meno di un mese l’una dall’altra (ci sono stati concorrenti che hanno partecipato a tutte e due le tornate di esami). Nella denuncia alla Procura vi sarebbero infine altri particolari segnalati e tutti da verificare, sotto i diversi aspetti, relativi a cinque concorrenti che avrebbero rapporti di parentela o affettivi con amministratori comunali e politici.

 “Tutto pubblico e trasparente, anche le domande dell’altra prova”. Le esigenze e le finalità dei due concorsi “erano non compatibili con il numero di potenziali partecipanti e con i tempi di svolgimento stimati di un concorso pubblico a tempo indeterminato, mentre per le assunzioni a tempo determinato è prevista una procedura di selezione semplificata”: comincia così la replica del dottor Ria del 7 settembre. Si fa notare inoltre che prima del concorso per dieci vigili, erano state espletate – come da legge – tutte le procedure per eventuali casi di mobilità nei mesi precedenti; da qui l’accavallamento dei tempi tra i due procedimenti. Passando alle altre accuse, il presidente della commissione ricostruisce tutte le fasi dei sorteggi delle domande e scrive che “il test estratto (pubblicato sul sito del’Ente al termine della prova) è stato composto direttamente il giorno della prova coinvolgendo direttamente i candidati presenti attraverso una procedura di sorteggio casuale da una banca dati predisposta dalla ‘Tempi moderni spa’”; il tutto “sotto il diretto controllo della commissione esaminatrice (dottor Arnò e avvocato Tunno gli altri membri, ndr)”.

Punto per punto le risposte dei commissari esaminatori. Per il presidente degli esaminatori “non si ritiene alterata la par condicio tra i concorrenti nel caso di domande uguali (13, con la precedente prova per gli stagionali) o simili (3) della prova preselettiva del 25 luglio, essendo tutti gli atti della precedente prova (26 maggio) pubblici e consultabili da chiunque. “Comunque – specifica Ria – a nessuna delle risposte dei candidati la commissione aggiungeva alcunché, tantomeno valutazioni  o integrazioni utili ai concorrenti successivi”. Nessuna disparità, quindi, è la conclusione del dottor Ria che poi respinge come falso il dato sulle dieci domande per ogni urna: “La Commissione ha formulato 90 domande complessive inserite in tre urne, raggruppate per materia”. Circa le illazioni contenute nella diffida di annullamento del concorso, il dirigente si riservava di valutare eventuali iniziative a tutela del corretto operato della commissione.

Mandati tutti i documenti a Procura, Funzione Pubblica e Prefettura. Con querela. Non placandosi l’ondata sul concorso, il presidente l’8 novembre scorso ha inviato tutti i relativi documenti (tra cui gli otto verbali) alla Procura (insieme alla querela), alla Funzione pubblica di Roma e alla Prefettura. “Da fedele servitore dello Stato – commenta – ho naturalmente piena fiducia nelle Istituzioni quindi anche nella Magistratura.  Sono completamente sereno: meglio di così non potevamo fare: tutto alla luce del sole”. Si apprende intanto che alcuni Comuni stanno attingendo alla graduatoria finale del concorso per le proprie esigenze.

 

 

 

Regolamento:

Modalità di partecipazione

Al concorso possono partecipare cani di razza e meticci, di qualsiasi età. I partecipanti non sono tenuti a versare alcuna quota di partecipazione. L’iscrizione può essere effettuata compilando l’apposito coupon presente su Piazzasalento e inviandolo o recapitandolo presso la sede della redazione in via Sigismondo Castromediano a Gallipoli e inviando la foto del cane partecipante all’indirizzo info@piazzasalento.it indicando come oggetto “Concorso di bellezza canina”. Il cane si considera iscritto al ricevimento del modulo cartaceo e della mail. Sul sito di Piazzasalento, sui social e sul cartaceo saranno pubblicate le foto dei cani partecipanti ciascuno associato ad un codice che permetterà la votazione. Sono previste 6 classi di concorso: Cuccioloni (fino a 1 anno di età) Bonsai (piccola taglia); Palestrati (fisico prestante) Elegantoni (portamento fiero) Teneroni (sguardo dolce) Stravaganti (insoliti per colorazione o altro). Ogni singolo soggetto può essere iscritto ad una sola classe.

Modalità di svolgimento del voto

La votazione può essere effettuata esclusivamente compilando l’apposito coupon. Il modulo prevederà un codice associato ad un singolo cane che potrà essere ricavato sia dal cartaceo che dal sito che dai social. Ogni singolo lettore potrà votare quante volte desidera, compilando ogni volta un coupon cartaceo diverso e consegnandolo o recapitandolo in redazione. Non saranno ritenuti validi i voti espressi in altro modo. Tutti gli iscritti concorrono automaticamente per il titolo nella classe scelta o, se non specificato, in una classe scelta dalla redazione. I vincitori saranno coloro che riceveranno il maggior numero di voti con i coupon validi.

Premi

Verranno premiati i primi classificati di ogni singola classe. Data la natura del concorso, che vuole essere un gioco più che una competizione, i premi avranno un valore puramente simbolico e consisteranno in:

– toelettatura, giochi per cani, mangime o altro messi a disposizione dagli sponsor; – abbonamenti annuali a Piazzasalento;

– attestati e diplomi.
Tra i votanti saranno sorteggiati abbonamenti e premi fedeltà. La partecipazione al concorso implica la piena accettazione del presente regolamento.

Cane & cane, -chi  il piu bello-Il cane può essere un “gentiluomo”? Sì, secondo Mark Twain, perché “è sincero, non mente, non inganna, non tradisce, è generoso, è altruista, ha fiducia”. Tutte qualità che fanno di un uomo un gentiluomo, ma chi ha un cane sa che si adattano perfettamente all’amico a quattro zampe. Diciamo anche, senza paura di essere contraddetti, che il cane è anche “bello”e non solo per il padrone che lo guarda con gli occhi dell’affetto. A renderlo “bello” servono vita sana, alimentazione corretta e soprattutto tanta cura. Negli ultimi anni le attenzioni verso i cani sono aumentate, alimentate da una crescente sensibilità animalista e dal bi- sogno di sempre più persone di trovare sostegno nella solitudine. Partono da questo numero una passerella e una competizione tutte per loro. Ha inizio il “Concorso di bellezza canina” a cui possono partecipare cani di razza e meticci di qualsiasi età. Saranno i lettori di Piazzasalento a segnalare il loro amico cane e sempre i lettori a stabilire qual è quello più bello. L’iscrizione al concorso si effettua compilando l’apposito coupon (che trovate sul giornale in edicola): dopo aver dato le indicazioni richieste, inviatelo presso la sede della redazione via Sigismondo Castromediano a Gallipoli; spedite la foto del cane partecipante all’indirizzo info@piazzasalento.it indicando come oggetto “concorso di bellezza canina”. Sul sito di Piazzasalento, sui social e sul cartaceo saranno pubblicate le foto dei cani partecipanti, ciascuno associato ad un codice che permetterà la votazione. Sono previste sei classi di concorso: Cuccioloni, (fino a 1 anno di età); Bonsai, (piccola taglia); Palestrati, (fisico prestante); Elegantoni, (portamento fiero); Teneroni, (sguardo dolce); Stravaganti (insoliti per colorazione o altro). Coraggio allora, inviate la foto del vostro cane e naturalmente votatelo (e fatelo votare dai vostri amici)!

Regolamento:

Modalità di partecipazione

Al concorso possono partecipare cani di razza e meticci, di qualsiasi età. I partecipanti non sono tenuti a versare alcuna quota di partecipazione. L’iscrizione può essere effettuata compilando l’apposito coupon presente su Piazzasalento e inviandolo o recapitandolo presso la sede della redazione in via Sigismondo Castromediano a Gallipoli e inviando la foto del cane partecipante all’indirizzo info@piazzasalento.it indicando come oggetto “Concorso di bellezza canina”. Il cane si considera iscritto al ricevimento del modulo cartaceo e della mail. Sul sito di Piazzasalento, sui social e sul cartaceo saranno pubblicate le foto dei cani partecipanti ciascuno associato ad un codice che permetterà la votazione. Sono previste 6 classi di concorso:

Cuccioloni (fino a 1 anno di età)
Bonsai (piccola taglia);
Palestrati (fisico prestante)
Elegantoni (portamento fiero)
Teneroni (sguardo dolce)
Stravaganti (insoliti per colorazione o altro)
Ogni singolo soggetto può essere iscritto ad una sola classe.

Modalità di svolgimento del voto

La votazione può essere effettuata esclusivamante compilando l’apposito coupon. Il modulo prevederà un codice associato ad un singolo cane che potrà essere ricavato sia dal cartaceo che dal sito che dai social. Ogni singolo lettore potrà votare quante volte desidera, compilando ogni volta un coupon cartaceo diverso e consegnandolo o recapitandolo in redazione. Non saranno ritenuti validi i voti espressi in altro modo. Tutti gli iscritti concorrono automaticamente per il titolo nella classe scelta o, se non specificato, in una classe scelta dalla redazione. I vincitori saranno coloro che riceveranno il maggior numero di voti con i coupon validi.

Premi

Verranno premiati i primi classificati di ogni singola classe. Data la natura del concorso, che vuole essere un gioco più che una competizione, i premi avranno un valore puramente simbolico e consisteranno in:

– toelettatura, giochi per cani, mangime o altro messi a disposizione dagli sponsor;

– abbonamenti annuali a Piazzasalento; – attestati e diplomi.
Tra i votanti saranno sorteggiati abbonamenti e premi fedeltà. La partecipazione al concorso implica la piena accettazione del presente regolamento.

Franco FASANO preside BottazziUGENTO. Al via dal 18 al 21 marzo la prima edizione del Concorso Nazionale di enogastronomia, servizi di sala e vendita, accoglienza turistica Caroli Hotels – Premio Attilio Caroli e Gilda Nuzzolese – Premio Mario Caputo e Maria Domenica Caroli, fondatori del gruppo alberghiero con 50 anni di esperienza nel settore dell’ospitalità. L’evento, promosso dall’Istituto di istruzione superiore “Filippo Bottazzi” di Casarano e da Caroli Hotels Santa Maria di Leuca – Gallipoli, ha ricevuto tra gli altri il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati.
La manifestazione, che si terrà presso la sede coordinata di Ugento del “Bottazzi”, è aperta agli allievi del quarto e del quinto anno degli Istituti professionali Alberghieri di Stato e Paritari e si articola in tre distinte categorie di concorso: enogastronomia, servizi di sala e vendita, accoglienza turistica. Tra i 15 istituti che partecipano al concorso, selezionati da un’apposita commissione, anche il “Moccia” di Nardò e gli alberghieri di Otranto e Santa Cesarea Terme. L’istituto di Casarano non prenderà parte al concorso con i suoi studenti, ma sarà in prima linea nell’organizzazione della serata di gala che si terrà il 20 marzo al Bellavista Club di Gallipoli.

Tra i membri della giuria impegnata nel selezionare i vincitori delle tre categorie, oltre a esperti del settore, come i membri di Amira (Associazione maitre italiani ristoranti e alberghi) e Uipa (Unione italiana portieri d’albergo Clefs d’or), figurano il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il sindaco di Ugento Massimo Lecci, il sindaco di Gallipoli Francesco Errico, il dirigente scolastico del “Bottazzi” Franco Fasano (foto), e il direttore della catena alberghiera promotrice dell’evento Attilio Caroli.

Un disegno per la notte dele caremme

DICIASSETTE CAREMME IN MOSTRA: A giudicarle due giurie: una popolare, attraverso i click di Fb, e l’altra di esperti. Per tutti la soddisfazione di aver contribuito a tramandare un’antica tradizione. (Nella foto la caremma realizzata dalla scuola per l’infanzia “Montessori”)

TAURISANO. Archiviata con successo la 1^ edizione, anche quest’anno l’associazione artistico – musicale “Officina degli Artisti” ha indetto, per il periodo quaresimale in corso, il concorso artistico denominato “La notte delle Caremme”. L’obiettivo è  quello di mantenere viva l’antica tradizione del fantoccio in paglia di una vecchietta – simbolo dell’allontanamento del male dalle proprie case – esponendola fuori dall’abitazione durante i 40 giorni di Quaresima.
I partecipanti al concorso si sono dilettati nella realizzazione di caremme di ogni tipo e materiale, in veste antica o moderna, accompagnando ciascuna con un cartello con pensieri di vari argomenti: politici, culturali, sociali, artistici, comici, seri, drammatici. Ogni fantoccio, inoltre, è stato abbellito con gli indumenti dei componenti della famiglia partecipante.

Le foto delle vecchiette in gara sono visibili sull’apposito album del profilo facebook dell’associazione organizzatrice, dov’è possibile esprimere la propria preferenza con un click alla voce “mi piace”, sino alle ore 12 del 5 aprile, giorno di Pasqua.
Ci saranno due premiazioni: il premio “Giuria popolare” – attraverso il social network – che consiste in un mese gratis di lezioni per qualsiasi strumento musicale, presso l’associazione; e il premio “Giuria esperti”, per il quale sono impegnatie alcune  personalità artistico – culturali che valuteranno e premieranno – con un buono spesa – gli elaborati. La premiazione avverrà il prossimo 5 aprile intorno alle ore 19, presso la sede associativa.
Sono 17 le caremme in gara, tutte dai nomi strabilianti: Agnese, Cara Caremma, Tunata, Rata, Rosina, Gemma (realizzata dalla scuola dell’Infanzia “Montessori”), Nonna Tetta, Cinnareddra, Nuvola, Stacaremma, Zia Tora, Take Away, Colletta, Petrusina, La Siesta, Pagliaccia e Giulietta.

My1_Valentino1Il concorso si rivolge a tutti i lettori di Piazzasalento. È possibile partecipare inviando un solo componimento in rima in lingua o in dialetto salentino.

Modalità di partecipazione

  • I componimenti devono essere inviati  tramite mail entro il 15 febbraio all’indirizzo redazione@piazzasalento.it con oggetto “Ti amo…ditelo in rima”;
  • la mail dovrà contenere, oltre all’opera a concorso, il nome, cognome, il comune di residenza dell’autore della poesia e un telefono di contatto;
  • Nella stessa mail dovrà essere autorizzata l’eventuale pubblicazione sulla rivista Piazzasalento (nelle sue edizioni online e cartacea) dell’opera a concorso, il nome e cognome del partecipante e il comune di appartenenza.
  • In alternativa, i componimenti possono essere spediti a Redazione Piazzasalento – via S. Castromediano, 4 – 73014 Gallipoli (LE) sempre nel medesimo periodo di tempo.

Modalità di votazione

  • I testi saranno selezionati dalla redazione di Piazzasalento che ne sceglierà 20 e li pubblicherà sul sito il 19 febbraio. I lettori potranno manifestare il loro gradimento cliccando sul pulsante “Mi piace” di Facebook (Like) presente in ogni pagina delle poesie a concorso dal 19 febbraio al 5 marzo.
  • I tre vincitori del concorso saranno determinati dal numero dei Like ricevuti;

Assegnazione dei premi e comunicazione dei vincitori

  1. all’autore primo classificato: cena per due persone in un ristorante tipico  e un abbonamento annuale (online o cartaceo) a Piazzasalento;
  2. al secondo classificato: un abbonamento annuale (online o cartaceo) a Piazzasalento;
  3. al terzo classificato un abbonamento semestrale (online o cartaceo) a Piazzasalento.

I testi vincitori saranno pubblicati anche sulla versione cartacea del giornale nell’edizione del 12 marzo.

Ogni partecipante al concorso garantisce sotto la propria responsabilità di essere l’autore del testo di cui  autorizza la pubblicazione su senza rivendicare alcun compenso.
L’esito del concorso sarà pubblicato sul sito www.piazzasalento.it.

by -
0 1181

centro storico vieGALLIPOLI. Ancora pochi giorni per presentare la domanda di partecipazione al concorso pubblico indetto dal Dirigente del settore “Commercio e mercati” del Comune di Gallipoli. Scadrà il 6 febbraio il termine ultimo per partecipare al bando relativo all’assegnazione di due linee per lo svolgimento di un giro turistico, senza sosta, su un itinerario cittadino per poter ammirare le bellezze naturalistiche, storico-architettoniche della città. L’attività, della durata di tre anni, sarà riconosciuta con un corrispettivo fisso annuale quantificato in via forfettaria in 3.000 euro.

Nello specifico, le due linee si baseranno sui seguenti itinerari:
Linea 1: angolo via Ravenna (capolinea), corso Roma, ponte seicentesco, riviera Colombo, riviera N. Sauro, riviera A. Diaz, ponte Seicentesco, via Quartini, lungomare Galilei, via del Mare, corso Roma, angolo via Ravenna (capolinea);
Linea 2: via delle Dune (capolinea), Gran Viale al Mare, strada vicinale Madonna del Carmine, via Gandhi, via Zacà, corso Capo di Leuca, piazza Giovanni XXIII, via Lecce, via Pisa, via Genova, via Foggia, viale Bari, via Kennedy, lungomare Galilei, via delle Dune (capolinea). Per ulteriori informazioni sulle modalità di presentazione della domanda è possibile consultare il bando di concorso presente sul sito www.comune.gallipoli.le.it.

presepe

il presepe di Annarita Barrotta

SECLÌ. È di Annarita Barrotta il presepe più bello (foto) fra quelli consegnati in chiesa alla vigilia delle feste natalizie e che tutti i cittadini di Seclì hanno già potuto ammirare. La caratteristica è che è stato interamente realizzato in terracotta sia per quanto riguarda il paesaggio che per le statuine. Un bell’esempio di creatività e di bravura, a testimonianza di come questa tradizione sia  fortemente radicata nella cultura e nelle tradizioni dei salentini.

Il presepe, molto armonico nelle sue parti,  rispecchia le misure indicate nel bando del concorso della parrocchia ovvero un metro per un metro) è stato interamente costruito ed assemblato dalla vincitrice. Al secondo posto figurano i due presepi realizzati dai coniugi Sandro Greco e Loredana Piccolo. Il primo ha creato un piccolo paesaggio recuperando delle lattine; la moglie ha preferito un più femminile presepe realizzato interamente all’uncinetto. Al terzo posto un’opera realizzata dai ragazzi che frequentano il primo anno di scuola superiore che unisce l’ambientazione classica a quella del centro storico di Seclì.

associazioni-fiera-san-simoneSannicola. Ben 500 euro in palio per l’ideatore del logo della Fiera di San Simone (foto).

Si tratta di una borsa di studio ideata dall’Amministrazione comunale e riservata agli studenti della scuola Secondaria di primo grado di Sannicola iscritti all’anno scolastico in corso. “Giovani idee cambiano il nostro paese” è il nome del concorso che sarà attivo sino al 30 aprile 2014 e al quale i ragazzi potranno partecipare singolarmente, oppure riuniti in classi o gruppi di lavoro. Il progetto dovrà, comunque, essere originale e non dovrà essere divulgato e reso noto pubblicamente sino a che la giuria non si sarà espressa ufficialmente.

La proprietà intellettuale del progetto vincitore resterà, in ogni caso, del comune di Sannicola che ne acquisirà i diritti di distribuzione e riproduzione.

Per partecipare al bando, i ragazzi dovranno presentare un dvd contenente l’immagine del logo (in Jpeg ad alta definizione) e una stampa dell’immagine stessa, cui si aggiunge una relazione descrittiva dell’idea progettata con le motivazioni e la spiegazione delle ragioni che hanno portato alla creazione di quel particolare prodotto. Il nome del concorrente sarà in una busta, tutto il materiale che i giudici giudicheranno, in un’altra, in modo da garantire l’imparzialità. Il logo sarà utilizzato per tutte le comunicazioni della fiera di San Simone. Il concorso ha lo scopo di rinnovare e investire nella fiera e favorire la partecipazione e il coinvolgimento di gruppi giovanili in dialogo e sotto la direzione dell’autorità locale.

by -
0 1115

regina resta - presidente verbumlandia-art galatoneGALATONE. «La cultura è un bene che unisce tutti gli uomini del mondo, il linguaggio comune che riesce a penetrare nei cuori e nelle menti. Per questo bisogna dare alla cultura il giusto posto e spazio, soprattutto nei momenti di crisi diventa il volano di ogni azione, il faro per naviganti, la stella polare in ogni rotta». Con queste parole l’associazione culturale “Verbumlandi-Art”, in collaborazione con il Comune di Galatone, presenta la prima edizione del premio nazionale ed internazionale di poesia e prosa ‘Città del Galateo’”, che si svolgerà dal 20 al 22 settembre.

Il calendario dei tre giorni dedicati all’iniziativa è ricco e ben variegato, e comprende oltre alla premiazione delle opere in concorso, anche visite guidate, incontri con autori, buona musica e spettacolo.

Durante la serata di gala, prevista per sabato 21 presso Palazzo Marchesale, verranno lette le opere vincitrici selezionate nelle tre le categorie “Poesia”, “Silloge poetica” e “Racconto”, e premiati i primi classificati in ognuna delle categorie.

In particolare sono previsti premi ai primi tre classificati nelle tre sezioni ed, inoltre, menzioni d’onore in pergamenta personalizzate ai restanti classificati fino al 25° posto ed un diploma di merito agli altri sino al 60° posto.

Durante la serata di premiazione interverranno, quali ospiti d’onore, il poeta palestinese Munir Mezyed, Antonia Tsitsi e Papa Ngady Faye (Amadou), fondatore della casa editrice salentina “Modu Modu”.

L’associazione “Verbumlandi-Art” è presieduta da Regina Resta (foto).

Sara Malerba con la giuria

Sara Malerba con la giuria

GALATONE. Dal lido “Holiday beach” di Rivabella ai talent show “The voice”, “X-factor” e “Io canto”: per due giovani di Galatone e due sorelle di Acquarica del Capo, dopo il casting nella marina gallipolina arriva l’accesso diretto alle selezioni finali dei programmi televisivi alla ricerca di nuovi talenti canori.

Federica Palma, 27enne di Galatone, potrebbe essere così  tra i cantanti che parteciperanno  alla settima edizione di “X-factor” o all’ultimo nato tra i talent show Rai, ovvero “The voice”.

Qualche tempo fa, per farsi conoscere dal pubblico di internet, Palma ha pensato bene di postare le sue performance su YouTube. Sara Malerba, 9 anni, sempre di Galatone, potrebbe essere, invece, tra i piccoli cantanti dell’edizione 2014 del noto programma televisivo “Io canto”, in onda su Canale 5 e condotto da Gerry Scotti. Sia Sara che le sorelle Verardo di Acquarica del Capo – anch’esse risultate ai primi posti del casting gallipolino – vivranno le selezioni finali di “Io canto” negli studi televisivi di Milano.

Per tutte le giovani talentuose, allora, in vista dell’ultimo step prima dell’approdo sperato sul palco degli show televisivi, una lunga sessione di preparazione.

by -
0 3500
Chiara De Micheli nella prima serata di "Io Canto"

Chiara De Micheli nella prima serata di “Io Canto”

CASARANO. Per la prima serata di “Io Canto”, andata in onda domenica 15 settembre, la 14enne Chiara De Micheli ha scelto di misurarsi col brano di Rebecca Ferguson “Nothing real but love”. Al noto programma canoro di Canale 5, condotto da Gerry Scotti, la giovane casaranese è approdata dopo una dura selezione: a seguito di migliaia di provini, solo in 54 ce l’hanno fatta.

Chiara frequenta il secondo anno del liceo scientifico “Vanini”, ma contemporaneamente prende lezioni di canto e pianoforte. Proprio grazie al suo impegno, ha raggiunto quest’importante traguardo preceduto da altri intermedi: la ragazza ha vinto i festival di Martina Franca 2012 e Presicce 2013, ha partecipato a “Castrocaro – Vocine nuove 2013” e, il prossimo marzo, sarà sul palco del concorso nazionale “Castrocaro giovani 2014”.

Il video della sua esibizione, per la prima serata di “Io Canto”, può essere guardato qui: Chiara de Micheli in “Nothing real but love”

 

by -
0 1820

 

roberta memmi

CASARANO. Miss Motors 2013 è lei, la 18enne Roberta Memmi, che ha conquistato l’ambita fascia venerdì 13 settembre, nell’ambito del concorso organizzato dall’agenzia tarantina “Royal events” di Bruno Dalto.

A salire sul podio, durante la finale disputata al Grand Hotel dei Cavalieri di Campomarino, anche una taurisanese, la 17enne Federica Galati, eletta Miss Motors Formula 1.
Cala così il sipario sulla manifestazione molisana, ma la Memmi già si prepara per il prossimo anno, quando parteciperà alle finali mondiali di Miss Motors International.

by -
0 1821

locandina colore

GALLIPOLI. Scadono il 18 settembre le iscrizioni al concorso “Dai colore al Carnevale 2014”, organizzato dall’associazione “Fabbrica del Carnevale” col patrocinio della Città di Gallipoli.

Di che si tratta? Tutti i creativi sono invitati, per domenica 22 settembre in piazza Tellini, a creare in estemporanea il bozzetto del manifesto che pubblicizzerà la 74esima edizione del Carnevale gallipolino.

L’opera vincitrice riceverà, inoltre, un premio in denaro ed entrerà a far parte delle collezioni del Museo del Carnevale, in via di realizzazione. Tutte le opere partecipanti, infine, rimarranno esposte presso il Museo Diocesano fino al 30 ottobre.

Il regolamento completo sul portale del Comune: concorso “Dai colore al Carnevale 2014”.

vigili urbani

ARADEO. Quattro nuovi vigili urbani in arrivo ad Aradeo grazie al concorso indetto dall’Amministrazione comunale (presentazione delle domande entro il 12 settembre documentazione sul sito istituzionale dell’Ente). Al termine della selezione i nuovi agenti (un posto è riservato al personale militare in ferma prefissata e in ferma breve) avranno un contratto a tempo indeterminato (categoria giuridica ed economica C1) “Part time” a 12 ore settimanali.

Lido Pizzo Gallipoli

veduta aerea di lido Pizzo, Gallipoli

I salentini che si raccontano ai visitatori usando tutti gli strumenti: dai tradizionali, come libri e riviste, ai più moderni con siti nella rete, pagine sui socialnetwork, tutti affascinanti e attrezzati per tirare fuori meraviglia e stupore. Soprattutto durante la bella stagione fioriscono opuscoli, manifesti, gallerie fotografiche, anche se ormai lo sguardo si sta facendo sempre più lungo e si spinge ai riti sacri natalizi e pasquali, alle allegrie e allegorie carnevalesche e così via.

Noi raccontiamo e loro, i turisti di oggi e di domani magari, leggono, vedono, osservano, ammirano. E se si facesse all’incontrario? Che cosa scopriremmo noi che qui viviamo? Ecco l’idea lanciata dall’agenzia di incoming turistico (www.salentoville.com) con sede ad Alezio. Si armi di una telecamera chi viene in vacanza e ci racconti il Salento che vede lui. Pronti, via! Chi intendesse partecipare all’istruttivo (per i residenti) concorso non dovrà fare altro che inviare il suo filmato entro il 15 ottobre prossimo. Tutti i video saranno montati da professionisti della società di produzione televisiva “Scenika”, con la collaborazione giornalistica della redazione di Piazzasalento. Ne verrà fuori un dvd che sarà distribuito gratuitamente. Sul sito di “SalentoVille” verrà comunicata la data a partire dalla quale chiunque potrà assegnare il proprio voto ai filmati, fino a fine febbraio.

«È il primo documentario fatto interamente dai turisti sul Salento», sottolinea Mariarosaria Traisci, titolare dell’agenzia di accoglienza dei turisti. In palio, ovviamente, una vacanza: un soggiorno per due coppie da mercoledì precedente Pasqua al martedì successivo, una cena a base di pesce, un massaggio personalizzato e una confezione di vini locali. Maggiori dettagli sulla pagina facebook di “SalentoVille”.

foto cristian amico

ALEZIO. Si è conclusa con successo la 13ª edizione di “Piccole dolci note”. Il festival canoro per ragazzi, curato dal coro della parrocchia Santa Maria Addolorata, raccoglie ogni anno decine di piccoli aspiranti cantanti provenienti da tutta la Puglia.

Così come lo scorso anno, a salire sul podio dei vincitori nella categoria dai cinque ai dieci anni è stata Benedetta Carlà (10 anni) di Surbo, questa volta con la canzone “Fuoco e cenere” di Micaela Foti. La vincitrice della categoria “Ragazzi” è stata invece Claudia Presicci di Galatina, che si è esibita con la canzone “Mein herr” di Liza Minnelli. Tra gli altri partecipanti (tutti  classificati al secondo posto) Aurora Mercuri, l’unica aletina in gara (nell’edizione precedente era arrivata in finalissima insieme a Chiara Mattia e Alice Romano). La serata è stata condotta dalla giornalista televisiva Alessandra Lofino e dalla “piccola presentatrice”, già vincitrice di ben due edizioni del festival, Martina De Florio di Aradeo.

A rallegrare il pubblico ci ha pensato, invece, il cabarettista Manlio Dovì. Lo staff di Telenorba, impegnato nelle riprese per la serata, ha poi ringraziato  “Piazzasalento” e “Quotidiano” che si sono impegnate per la pubblicizzazione dell’evento che la stessa emittente trasmetterà in differita.

by -
0 1018

SECLÌ. Ormai è Palio, giovedì prossimo l’apertura. Si parla soprattutto di questo sotto le luminarie di  piazza San Paolo, da due giorni in festa in onore di Sant’Antonio di Padova. Sergio Finamore, capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale e principale collaboratore insieme alla consigliera Anna Stifani dell’assessore Concettina Buongiorno, sottolinea il “duro lavoro e l’impegno costante” di chi organizza gli eventi “per le tante e tante famiglie che rimangono in paese in questo momento di generale difficoltà economica” per tutti. «L’augurio – dice Finamore – è che i pochi che si impegnano alla fine diventino molti».

Nella vigilia si pensa soprattutto ai giochi, che saranno conosciuti dai capisquadra Sandro Negro (per i Tulipani), Giuseppe Greco (Giglio), Luca Filoni (Rose) e Alberto Musca (Girasole) solo due ore prime dell’inizio della gara. L’anno scorso i giochi suscitarono l’attenzione e l’allegria degli spettatori. Per la sezione adulti si andò dal “gioco del musichiere” (indovinare il titolo corretto di un brano dopo averlo ascoltato solo 5 secondi), al “lancio dell’uovo” (un concorrente maschio lancia un uovo e la donna deve prenderlo senza romperlo), dal “tiro alla fune” per sole donne, al “tutti in carriola”.  Altrettanto divertenti i giochi per bambini.

 

 

 

 

by -
0 2316

antonio parisi felpa blu ad amici - parabita

PARABITA. Nuova affermazione per il “breaker” Antonio Parisi (foto) entrato a far parte del corpo di ballo dello spettacolo “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo”. Le prove per il kolossal prodotto da David Zard (è stato lui a portare in Italia “Notre-Dame de Paris” e prima ancora i grandi concerti dei Pink Floyd, dei Rolling Stones e di Madonna).

Per il ballerino di Parabita, reduce dalla trasmissione televisiva “Amici”, le prove sono già iniziate in vista dell’esordio del 2 ottobre all’Arena di Verona (costo dei biglietti da 25 a 100 euro). Accanto avrà un cast artistico di prim’ordine con  16 attori ed altri 25 componenti del corpo di ballo.

Ad accompagnare lo show sono i grandi numeri registrati in Francia dove, dal debutto del 2001 al Palais des Congrès di Parigi, ha avuto oltre due milioni di spettatori. Una grande prova, dunque, per Parisi che, ad appena 21 anni, sta già dimostrando tutto il suo talento. Quella di Verona rappresenterà, tuttavia, solo una gustosa anteprima (con replica il 3 ottobre) per uno spettacolo che dal 18 ottobre sbarcherà al “Gran teatro” di Roma per una serie di serate che si presume molto lunga.

sara creti con la fascia di miss universo puglia - foto di luca di gioia

MATINO. La bella Sara Cretì, 21 anni, ha conquistato la fascia di Miss Universe Puglia 2013. La giovane matinese ha battuto le sfidanti nella fase regionale del concorso e, grazie al titolo portato a casa, ha potuto partecipare alle finali nazionali che si sono svolte a Roma. Lo spettacolo verrà trasmesso su Sky Uno il 29 agosto alle 22.40.

Approfondimenti sulla successiva edizione cartacea di Piazzasalento.

by -
0 4265

Giovanni Venneri con il figlio Roberto

ALLISTE. Hanno vinto le tradizioni di famiglia e i sapori genuini, ha vinto la ricetta di mamma Tina. Aveva 13 anni Giovanni Venneri, pasticciere di Alliste, all’epoca del suo primo pasticciotto: il talento c’era già, ma non era ancora il capolavoro che ha trionfato il 16 luglio scorso a Torre Pali (marina di Salve), in occasione del primo “Pasticciotto day” (patron il giornalista e gustologo Pino De Luca).

Cinquanta giurati hanno decretato la vittoria del “Cafè dei Napoli” di Venneri sugli altri partecipanti alla gara provinciale: le pasticcerie leccesi “Chantilly”, “Cotognata leccese”, “Cadorna” e “Capilungo”; “Natale” (San Cesario), “Dolci tramonti” (Porto Cesareo), “Arome de cacao” (Corsano), “Luciano Boellis” (Alezio), “Arte Bianca” (Parabita), “Roxy bar” (Nardò), “Dragone” (Salve); infine i rappresentanti di Galatina “Crysteal”, “Bar Matteo” e “Bar Leonardo”.

Primeggiando anche su grossi nomi dell’arte dolciaria salentina, l’allistino ha portato a casa un altro importante successo dopo quello ottenuto col “PanSorriso” il cui nome è legato al Festival della “Dieta Med-Italiana”. Altra soddisfazione, il figlio Roberto sta seguendo le sue orme: è prossimo all’apertura di un laboratorio di pasticceria per celiaci che il giovane pasticciere gestirà insieme ad Agnese Cimino. Insomma, bisogna avvisare Google maps che aggiunga una terza tappa nella storia del pasticciotto salentino. Dopo Galatina e Campi Salentina, rispettivamente culla della versione classica e di quella “Obama”, da oggi anche Alliste vanta dei natali nobili, quelli del re del “Pasticciotto day” 2013.

Visita la nostra fotogallery del “Pasticciotto day”

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...