Home Tags Posts tagged with "concerto"

concerto

Capilungo (Alliste) – Una “Notte magica salentina” è in programma stasera nella marina di Alliste, in località Pilella: lunedì 13 agosto, nei pressi del Bar Fabio, dalle 22 si terrà uno spettacolo di magia, con le illusioni e i giochi di prestigio del mago Alex, che promettono di stupire grandi e piccini. A seguire, si balla con la musica popolare dei Tammurria, in concerto dalle ore 22,45. Durante la serata, inoltre, sarà allestito sul posto un percorso enogastronomico per degustare alcune specialità della cucina salentina.

L’evento è organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Alliste, in collaborazione con Tammurria, Consulta Giovani e InfoPoint, e rientra nel calendario degli appuntamenti estivi promossi dall’amministrazione comunale.

Otranto – I canti della tradizione del Sud Italia rivisitati con una sensibilità moderna: parla del rapporto con le proprie radici “Maletiempu”, il nuovo disco della cantante Rachele Andrioli (di Salve) e del fisarmonicista Rocco Nigro, che verrà presentato venerdì 20 luglio a Otranto: il concerto è alle ore 21 in Largo Porta Alfonsina (ingresso libero). Sul palco ci sarà anche Vito De Lorenzi (duff, tabla, daire), uno dei musicisti che hanno collaborato al disco.

L’originalità della tradizione – La terra d’origine come spazio simbolico da cui si parte e si ritorna, in un movimento fra ciò che conserviamo e ciò che trasformiamo delle nostre radici: in questo disco, Rachele Andrioli e Rocco Nigro (in foto) mettono insieme tre inediti (di cui uno, “Maletiempu”, dà il titolo all’album), sei brani che attingono a diverse tradizioni regionali, “Cosa sono le nuvole” di Pierpaolo Pasolini e Domenico Modugno, e “L’attesa” del cantautore salentino Massimo Donno. Oltre a Donno e De Lorenzi, altri artisti “ospiti” del disco sono Giuseppe Spedicato (basso acustico), Massimiliano De Marco (voce) e Valerio Daniele (chitarra elettrica).

 

Il centro Ilma in costruzione

Gallipoli – Nuova iniziativa a sostegno della realizzazione (lavori in corso attualmente) del centro Ilma. I promotori hanno organizzato un concerto di beneficenza per il 16 marzo prossimo col gruppo musicale “ La Gabbia“ che rinverdirà con le sue cover i maggiori successi dei Pooh in occasione dei 50 anni del loro sodalizio. Il ricavato della serata verrà interamente devoluto alla Lilt (Lega italiana lotta ai tumori) e al centro antitumori già  in avanzata fase di realizzazione sulla Provinciale Gallipoli-Alezio, il cui completamento è previsto entro il 2019.

“Il centro Ilma ha tra le sue finalità – come ricordano i promotori della manifestazione – attività di ricerca, prevenzione e riabilitazione fisica e psicologica. La struttura, interamente finanziata da privati, sarà l’unico centro del genere in Italia grazie alle donazioni di privati e alle campagne di solidarietà”. Per poter apprezzare e gustare l’elevata professionalità della band “ La Gabbia “, gli stessi musicisti ed organizzatori, ideatori dell’iniziativa, hanno ritenuto opportuno fissare il prezzo di ingresso al concerto a 5 euro. Sono ancora disponibili dei biglietti da acquistare presso il Teatro Italia di Gallipoli dove tale evento avrà luogo (per info  0833/266940).

 

 

Skrillex

Skr

GALLIPOLI. Appuntamento da segnare in agenda quello di martedì 23 agosto alle Cave di Gallipoli. La prima edizione dell’evento “We Rock” (organizzato da Wero Eventi e Musica e Parole) avrà come ospite d’eccezione Skrillex, dj californiano definito da Rolling Stone “il mago della dance”. L’artista americano, nella sua unica data italiana e prima in Puglia, capitanerà una selezione di artisti in grado di abbracciare una moltitudine di generi, in un evento che si preannuncia essere il clou dell’estate gallipolina 2016. Nato come musicista in una band post hard core, Skrillex è riuscito ad affermarsi tra gli artisti elettronici più significativi della scena mondiale, vincendo ben sei Grammy Awards, con uno stile che riesce a fondere insieme pop, hip-hop, house, dupstep e molti altri. Dopo aver suonato i palchi di tutto il mondo, da San Francisco a Barcellona, Skrillex è pronto a entusiasmare il pubblico di Gallipoli, il 23 agosto alle Cave. Prevendite disponibili da sabato 25 giugno su Bazinga Ticket, Ticketone, Ciaotickets e in tutti i punti vendita dei circuiti. Servizio bus da tutta Italia disponibile su Busforfun.com.

by -
0 1744

concerto solidarieta

FELLINE. Si sono tanto impegnati nelle prove ed ora, i giovani ospiti del centro diurno “Alberto Tuma”, sono pronti ad allietare gli spettatori nel “Concerto della solidarietà” di domenica 5 gennaio. L’evento avrà inizio alle 18, dopo la celebrazione della Messa, presso la chiesa della Trasfigurazione di Gesù Cristo ad Alliste. Accompagnati dagli operatori e dai volontari della cooperativa (presidente è Silvana Marzo), i ragazzi regaleranno alle loro famiglie, e a chiunque lo vorrà, un ultimo momento dal sapore natalizio.

by -
0 975

Camden foto demoart- Racale-Ugento

UGENTO. Porteranno sul palco del “Sinatra hole” di via Modena, sabato 7 dicembre, un ricco repertorio di grandi classici del Brit-Rock, ma anche i loro brani inediti. Sono i Camden Trio, rock band salentina nata nel 2009, formata da Gabriele Turso di Racale, Ester Ambra Giannelli di Racale e Massimo Munitello di Ugento. Inizierà alle 22 lo spettacolo dei tre musicisti che, nel loro bagaglio musicale, vantano anche un mini tour nel Regno Unito.

 

by -
0 413

concerto alla bua sant'anna 2010

GALLIPOLI. La pizzica “rivisitata” della band salentina degli Alla Bua, stasera farà calare il sipario sugli spettacoli estivi della “Città Bella” e chiuderà anche i festeggiamenti in onore dei Santi Cosma e Damiano, a cura dell’associazione Santi Medici. L’appuntamento è alle 20.30 nel centro storico, piazzetta Santa Teresa.

C’è da scommettere che il noto gruppo di musica popolare scatenerà “Lu maremotu” di suoni nel cuore della città vecchia, e per averne solo un’idea vi invitiamo a guardare il videoclip del singolo omonimo pubblicato nella gallery multimediale di Piazzasalento: “Lu maremotu”.

 

by -
0 1063

Camden foto demoart- Racale-Ugento Racale. A distanza di soli due mesi dalla precedente esperienza al “Liverpool Sound City”, i Camden hanno da poco concluso il mini tour estivo che prevedeva di nuovo quattro concerti tra Brighton, Londra e Brentwood, nella tanto amata Inghilterra che li ha ispirati. Varcare il confine del Paese che sforna talenti musicali autentici sin dagli anni 60 non è semplice “vacanza” se lo si fa da musicista straniero che, per di più, canta in inglese. «Ma con la giusta dose di umiltà e determinazione si arriva a strappare gli applausi, a mietere  consensi e farsi desiderare per un bis anche nel pub di Brentwood, fuori dalla corona di persone del tuo Paese che sempre ti sostiene», dicono orgogliosi i tre musicisti Gabriele Turso di Racale, Ester Ambra Giannelli di Racale e Massimo Munitello di Ugento (nella foto sotto).

camden in partenza per il regno unito luglio 13Si può perciò solo immaginare la soddisfazione di sentirsi invitati per un altro live a distanza di qualche mese, possibilità che potrebbe realmente materializzarsi per i Camden che così farebbero il tris. «Il cittadino inglese- si sottolinea – rimane colui il quale non rinuncia ad ascoltare, a chiedere e, perchè no, ad apprezzare, sostanzialmente perchè chiunque è straniero nel mondo, ma la Musica è il linguaggio universale che ci fa sentire sempre a casa e tutti quanti uniti. Un’esperienza, quindi, per i Camden che ha coronato il loro sogno e che, come sempre, ha aperto nuovi orizzonti anche in vista del prossimo album sul quale sono già al lavoro e che daranno alla luce nel 2014. Prossima data del tour estivo nel Salento il 29 a Torre Suda.

by -
1 1783

Augusto Romano

MATINO. Jeans “Meltin’Pot” per i  Rolling Stones in occasione del recente concerto sul palco dell’Hyde Park di Londra.

Battendo la concorrenza di altre grandi aziende  statunitensi, la Romano Spa, titolare del marchio  “Meltin’Pot”, ha tagliato e cucito i pantaloni su misura per Keith Richards, Ronnie Wood, Charlie Watts e l’intero staff che segue la mitica band inglese impegnata, nel tour celebrativo dei 50 anni dalla fondazione per un totale di un centinaio di capi (per un importo di circa 5mila euro).

Il prestigioso risultato è stato raggiunto malgrado anche l’azienda di Matino risenta della crisi del settore tessile con circa 200 operai in cassaintegrazione.

«Operazioni come queste servono per far aumentare la credibilità e l’appetibilità del marchio. Le facciamo già con Vasco Rossi ed in passato anche con Tom Cruise, ma la crisi è legata anche ad altri fattori non influenzabili da tutto ciò», ha affermato Augusto Romano, amministratore del gruppo sorto nel 1967. Le “misure” sono state prese a distanza, visto che i componenti della band erano a Los Angeles, ed i jeans hanno viaggiato più volte sull’oceano prima dell’ok definitivo.

Il contatto tra l’azienda di Matino e la celebre band è avvenuto tramite un agente che, a Londra, cura il guardaroba degli artisti.

by -
0 685

Alezio. Ultimo ostacolo per i Toromeccanica lanciati verso il palco del Primo maggio. La band aletina, con il brano “L’amore ai tempi della crisi”, si è meritata l’accesso alla seconda fase del concorso “1MFestival” (696 iscritti) che decreterà i sei gruppi che si esibiranno nella Capitale. Preceduti in classifica dai soli “Crifiu” di Lecce, i “Tori” (con oltre 3.000 voti) si esibiranno (il 10 aprile) presso le Officine Cantelmo a Lecce.

Insieme agli Aedo (con musicisti di  Tuglie e Sannicola e Casarano), l’altra band finalista, verranno valutati da una giuria cui andranno ad aggiungersi i voti dei fans che esprimeranno le proprie preferenze dal 10 al 14 aprile sul sito www.1mfestival.com.

«L’1MFestival è una competizione molto trasparente che ha unito tutti gli artisti ben oltre il risultato finale», ha affermato il chitarrista Matteo Tornesello anche in risposta a quanti hanno messo in discussione la trasparenza del concorso. Dalla parte dei “Tori” anche il neo vincitore di Sanremo-giovani, Antonio Maggio (nella foto a destra accanto a Giampiero Della Torre, voce della band) che sostiene la candidatura degli aletini per il Concertone con un video su Youtube oltre ad averli scelti come gruppo che aprirà alcune tappe del suo prossimo (e primo) tour.

NP

by -
0 1201

Taurisano. «Non ci poteva essere miglior chiusura per le iniziative, organizzate dal Comune, rivolte a celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia», questo il commento del sindaco Di Seclì, a conclusione della manifestazione “Una sera all’Opera” (nella foto un momento del concerto) il giorno di Santo Stefano in una sala consiliare gremita da non meno di 250 persone.

L’appuntamento, ideato e realizzato da Gloria Preite, organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune , ha entusiasmato i presenti, perché gli artisti coinvolti hanno magistralmente eseguito un programma ricco e intenso. Proprio per la magia sprigionatasi nel corso della serata, apertasi con la partecipazione straordinaria del pianista Giuliano Graniti, la curatrice Gloria Preite ha chiesto al sindaco di dare continuità a questo tipo di manifestazioni.

Voce narrante della serata è stata quella di Fernando Greco, medico pediatra dell’Ospedale “Panico” di Tricase, ma anche esperto di musica, oltre che musicista egli stesso e critico musicale. A destare l’entusiasmo del pubblico sono stati gli artisti: il soprano Daniela Cera, il mezzo soprano Antonella Colaianni, il tenore Raffaele Pastore, il baritono Carlo Provenzano, accompagnati dal pianoforte del maestro Michele D’Elia.

In chiusura un brano del “Rigoletto” di Verdi, ha infiammato la platea. L’inno di Mameli, cantato a quattro voci, con l’accompagnamento del pubblico, ha concluso una serata indimenticabile.

Già il titolo "Emozioni a Natale" prometteva bene. Promesse mantenute, perché il concerto tenuto dal maestro Puzzello e dagli altri artisti si è rivelato un vero e proprio regalo di Natale

Taurisano. È stata veramente una grande serata di musica, quella svoltasi a Taurisano prima di Natale nell’auditorium della parrocchia di Maria SS. Ausiliatrice, organizzata dal musicista taurisanese Marco Puzzello, che ha coinvolto altri musicisti salentini di provata bravura.

“Emozioni a Natale”, il titolo prescelto per la manifestazione, si è rivelato tale nel vero senso della parola, perché Puzzello, che sembra essere una sorta di Roy Paci made in Salento per il modo straordinariamente versatile di suonare la tromba, il cantante Antonio Ancora, ex Aram Quartet, e tutti gli altri artisti hanno saputo veramente dare un senso “emozionante” a tutta la serata e trasmesso al foltissimo pubblico presente la propria carica di musica e umanità.

Vista la qualità della musica e la professionalità dei musicisti, un evento del genere meritava una location altrettanto di qualità, in grado di esaltare le peculiarità dei musicisti, senza nulla togliere allo spazio reso generosamente disponibile da Don Leonardo Salerno che ha  ospitato l’iniziativa.

La serata è scivolata via in maniera impeccabile, pilotata con maestria da Antonio Ancora, cantante e presenza carismatica, che ha saputo costantemente tenere alto il livello emozionale della sarata, stimolando a dovere gli altri musicisti. Non solo Marco Puzzello, ma anche la chitarra di Gabriele Di Franco, i riff e le suonate del piano di Alessandro Casciaro, l’estrosità e la classe di Stefano Rielli, la veemenza del batterista Antonio Bramato.

Da segnalare le continue incursioni vocali della cantante multilingue Rachele Andrioli, che ha arricchito ulteriormente la scena, e l’interessante e promettente suono del basso elettrico del 17enne taurisanese Federico Pecoraro. La serata, che Marco Puzzello ha voluto dedicare al suo maestro Adriano Vignes, scomparso recentemente, va in replica il 3 gennaio 2012 presso il teatro “Paisiello” di Lecce.

Parabita. Melodie raffinate ed eleganti che come caldi abbracci hanno emozionato e trascinato una platea visibilmente entusiasta e commossa.

Due mani simili ad un paio d’ali che hanno volato sulla tastiera di un pianoforte, rendendo ogni musica una poesia. L’atteso concerto del maestro Francesco Libetta a Parabita, presso la chiesa del SS. Crocifisso, è stato un successo andato oltre ogni aspettativa, frutto di un lavoro organizzativo e logistico durato diversi mesi.

Tanti gli elogi e i commenti estasiati dei presenti, orgogliosi dell’elevato valore culturale dell’iniziativa e felici di aver potuto ospitare uno dei più grandi musicisti del panorama nazionale e internazionale. Il maestro Libetta, salentino doc che con la sua maestria ha dato prestigio anche alla nostra terra, ha tenuto concerti in tutto il mondo, dal Lincoln Center di Miami (Florida), al Teatro alla Scala di Milano, passando per Tokyo, Lugano, New York, Londra, Osaka, Stoccolma.

Il suo nome, sinonimo di talento ispirato e creativo, ha raccolto complimenti dalla stampa specializzata, che lo ha definito “il migliore rappresentante del gusto moderno, dotato di una tecnica che lascia allibiti”. A rendere possibile la presenza del maestro a Parabita, ad organizzare l’evento e dirigere il tutto, Antonella Crusi, coordinatrice dell’associazione “Vento di Scirocco”.

«E’stata una grande serata ed è un grande orgoglio per me aver consentito la realizzazione di questo strepitoso evento. Il maestro è stato entusiasta della risposta della città, della splendida location e della numerosa platea che ha partecipato, con esponenti del mondo della scuola, della politica e del mondo dello spettacolo, come il regista e coreografo Freddy Franzutti e l’attore Andrea Sirianni. Per questo desidero ringraziare l’Amministrazione comunale per il patrocinio, l’associazione Vento di Scirocco, l’Università del Salento e in particolare la professoressa Francesca Lamberti, direttrice del dipartimento di studi giuridici».

Assieme al concerto, infatti, si è tenuto nella stessa serata il convegno “L’Unità d’Italia e la costruzione dello Stato nazionale: profili politici, giuridici e culturali”.                                             DP

by -
0 874

Dudù Manhenga

Sannicola. Il Locomotive jazz festival, diretto da Raffaele Casarano, fa tappa a Sannicola all’alba del 5 agosto con l’artista Dudù Manhenga, astro nascente della scena soul-jazz africana proveniente dallo Zimbabwe.

L’appuntamento è alle 4,30 presso l’antica abbazia di S. Mauro e lo spettacolo dal titolo “Spirituals – canto al sole” per godere della magnifica alba. La collaborazione tra lei e Casarano nasce dalla partecipazione di quest’ultimo all’Harare international festival of arts in Zimbabwe. La tournèe europea vede la collaborazione di Pannonica, management di Paolo Fresu, Locomotive jazz festival, di Relife, RootsIsland e Ziblab ed è realizzato in partnership con la Ethiopian Airlines.

Dudù Manhenga star in Zimbabwe come in molti stati dell’Africa sub-equatoriale è attivista per i diritti delle donne, in prima fila nell’Awipaz (Association for women in performing arts in Zimbabwe) e nel Flame (Female literary arts music enterprise) è stata da poco nominata membro consigliere nel Ministero dell’educazione, sport, arti e culture del National arts council dello Zimbabwe.

Ha iniziato giovanissima come cantante di jazz e gospel nella città natale di Makokoba per poi trasferirsi ad Harare dove ha iniziato la carriera di cantante e corista al fianco delle leggende della musica africana, mentre studiava allo Zimbabwe College of Music in Harare.

Nel 2001 ha fondato con il marito e batterista Blessing Muparutsa i Color Blu, band che riesce ad unire la musica afro, il contemporary jazz e la musica tradizionale dello Zimbabwe.

MCT

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...