Home Tags Posts tagged with "Concerti"

Concerti

Lucugnano (Tricase) – Domani – martedì 3 aprile – ricorre il 50° anniversario della scomparsa del poeta Girolamo Comi. In suo ricordo a Comi è stata organizzata una “Festa di comunità” che si svilupperà tutta intorno alla sua casa di Lucugnano, luogo in cui il poeta ha vissuto per molti anni. A lui la frazione tricasina ha dedicato una prima giornata di eventi e poi, a seguire, altri appuntamenti.

Una giornata intera di eventi, per cominciare – Si partirà domani alle 9.30 con la visita alla sua tomba nel cimitero del paese. Alle 10.30 presso Casa Comi si darà il via ai laboratori per bambini (“Saremo Alberi” a cura di Fabiana Renzo) e per ragazzi e adulti (“Le donne di Casa Comi” a cura di Paola Bisconti). Alla stessa ora e alle ore 11.30 via alle visite guidate presso la Casa Museo. Alle ore 12.30 un momento di convivialità con un pranzo sociale arricchito da proiezioni, dialoghi, racconti, poesie e musica. Alle ore 15 (fino alle 17, percorso di 13 km circa) la Ciclopasseggiata lungo i “Luoghi di Comi”. Alle ore 18 la Messa presso la Chiesa Madre di Lucugnano che sarà seguita (inizio ore 19) dal Concerto del Coro parrocchiale lucugnanese “Dopo 50 anni…vive in mezzo a noi”, un omaggio al poeta con lettura di sue poesi, canti e musiche di Schubert, Bach, Gen Rosso, Liz Ortolani, Leonard Cohen e altri ancora. Dopo il concerto si tornerà a Casa Comi dove (alle ore 20) andrà in scena “Omaggio a Girolamo Comi e alla poesia salentina” a cura del Laboratorio teatrale “Backstage” Piccolo Teatro Paradiso. Dalle 21 festa conclusiva con la partecipazione di Officina Zoè, Ghetonia, Arsura, Salvatore Alessio, Zaira Giangreco e Max Però e altri artisti.

Partecipazione gratuita a tutti gli appuntamenti Tutti i laboratori e le attività saranno gratuite (il laboratorio “Saremo Alberi” è al completo). Pe prenotare le visite guidate e la Ciclopasseggiata contattare il numero 380/4580810 (Simone). Per “Le Donne di Casa Comi” è necessaria la  prenotazione (info 320 7728503 da Paola). L’iniziativa è promossa dalla neonata associazione “Tina Lambrini-Casa Comi” in collaborazione con Biblioteca Girolamo Comi, Associazione Meditinere, Associazione Archès, Centro culturale ricreativo e sportivo lucugnanese e Liceo Comi. Con il patrocinio di Regione Puglia – Polo Biblioteche Museale della Provincia di Lecce, Città di Tricase e Provincia di Lecce.

Dopo la festa iniziale gli altri appuntamenti (con altri a seguire) Gli appuntamenti legati al 50° anniversario della scomparsa di Girolamo Comi proseguiranno nei giorni e nelle settimane successive. I più prossimi saranno per mercoledì 4 aprile alle ore 18.30 con un convegno a Palazzo Comi sul tema “Il fondo francese della Biblioteca Girolamo Comi. Il caso di Andrè Gidè” con Oliver Lexa (foto), direttore artistico della Fondazione Arti di Venezia. Introduzione a cura di Giuliana Coppola, docente di Maglie. Il “fondo francese” custodito a Casa Comi è un tesoro straordinario da riscoprire. Questo convegno è inserito nell’Educational Tour organizzato dal Comune di Tricase, con il supporto delle associazioni Meditinere, Archès, Passi a Sud Est e “Tina Lambrini – Casa Comi, in collaborazione con la Biblioteca “Girolamo Comi” di Lucugnano e la Provincia di Lecce. L’educational tour è finanziato dalla Regione Puglia. Poi venerdì 6 e sabato 7 aprile altro convegno culturale presso l’Università di Lecce (ex convento degli Olivetani) e a Palazzo Comi sul tema “Girolamo Comi, l’uomo e lo studioso a 50 anni dalla morte.” Sessione mattutina con inizio alle ore 9.30, sessione pomeridiana con inizia alle 16.30. Sabato 7 sessione a Lucugnano dalle ore 9.30 – Convegno organizzato dalla Soprintendenza archivistica di Puglia e Basilicata in collaborazione con Università del Salento, Facoltà di Storia. Sempre sabato Concerto del Coro polifonico dell’Università del Salento, presso il Salone parrocchiale di via Beccaria a Lucugnano (ore 20.30).

Cenni di una ricca biografia di Comi Girolamo Comi nacque a Casamassella (Uggiano La Chiesa) il 23 novembre del 1890 e acquisì il titolo di Barone, il Palazzo di Lucugnano e altre proprietà, dalla sua famiglia. Dopo alcuni anni passati tra la Svizzera, la Francia e Roma (periodo nel quale il poeta riuscì a stringere legami e contatti con i maggiori letterati dell’epoca), rientrò a Lucugnano dove si dedico completamente allo studio e alla produzione letteraria. Nella sua casa fondò l’Accademia salentina (della quale fecero parti Maria Corti, Oreste Macrì, Mario Marti, Vittorio Pagano, Vincenzo Ciardo, Michele Pierri, Rosario Assunto e altri), la rivista l’Albero e scrisse alcune delle sue opere più belle. Negli ultimi anni della sua vita, incapace di gestire le sue ricchezze e caduto in miseria, venne soccorso dall’Amministrazione provinciale di Lecce che acquisto il suo Palazzo e con esso la sua preziosa biblioteca, e dai suoi concittadini lucugnanesi che furono pronti a restituire quanto il Comi seppe donare loro negli anni precedenti. Girolamo Comi si spense nella sua Lucugnano il 3 aprile del 1968, dopo un breve periodo di ricovero presso l’Ospedale “Cardinale Panico” di Tricase.

Torre-San-Giovanni-FaroUgento. Ultime battute per la rassegna di manifestazioni estive organizzata dal Comune in collaborazione con le associazioni del paese. Giovedì 22 il “Salento Tuning Club” presenterà il raduno “Summer tuning”, con inizio alle 20 sul lungomare di Torre San Giovanni. Venerdì 23, poi, ci sarà il concerto di Tony Bungaro, autore di brani di numerosi artisti italiani, tra cui Fiorella Mannoia, Ornella Vanoni, Marco Mengoni e Giusy Ferreri. Il cantautore si esibirà sul lungomare di Torre San Giovanni alle 21.30. Chiuderà il mese di agosto la serata di musica con le scuole del paese “Torre San Giovanni sotto le stelle”, sul lungomare sabato 24 alle 21.30

Soddisfatto per lo svolgimento della rassegna estiva il vicesindaco e assessore allo spettacolo Graziano Greco: «È stata un’ottima stagione, a tutte le manifestazioni hanno partecipato tantissime persone. La collaborazione con le associazioni è stata eccezionale. Ringrazio in particolare la Pro loco di Ugento, la Pro loco “Beach” di Gemini e Torre San Giovanni, l’associazione culturale “Gemini” e il personale dell’u Ufficio cultura, che mi ha affiancato con solerzia nell’organizzazione della rassegna. Un grazie particolare va anche alla Protezione civile, che ha garantito il suo servizio con professionalità e dedizione». Greco coglie l’occasione per annunciare che l’Amministrazione comunale quest’anno sta contribuendo, con gli introiti della tassa di soggiorno, alla realizzazione delle feste patronali (la Madonna dell’Aiuto di Torre San Giovanni, dello scorso 11 agosto, e quelle dei Santi Medici e di San Francesco, in programma rispettivamente per il 27 settembre e per il 4 ottobre). In particolare, spiega, il Comune si è impegnato a sostenere parte delle spese relative ai gruppi musicali.

by -
0 1357

Gallipoli. Con Natale si chiude la prima parte dell’anno scolastico e gli studenti  del “Quinto Ennio” propongono di sottolineare questo “passaggio” del loro percorso in allegria.  Propongono, quindi una festa per il 23 dicembre dalle ore 21,30: il “Liceissimo – The party after tomorrow” nel salone-rotonda del Lido San Giovanni. Divertimento e musica garantita da Paolo Bolognesi da m2o, Paparina Sound, Rino’s Garden. In consolle il dj Maggino. Costo del biglietto d’ingresso 12 euro.

Dopo le feste bisognerà affrontare la parte più impegnativa dell’anno scolastico, quindi per il momento “carpe diem”.

Presepe in miniatura: S.Maria degli Angeli di Andrea Saponaro e Alessandra Lezzi

Gallipoli. Dal 25 al 6 gennaio si possono visitare i presepi artistici e tradizionali allestiti in tutte le chiese parrocchiali di Gallipoli e nelle confraternite del centro storico, ma anche in zone come Lido San Giovanni col presepe dell’associazione “Conca d’oro”.

Resta questo il piatto forte e più denso di significati, a cui quest’anno si affianca come contorno un programma ricco di sapori, profumi e suoni che accompagnerà la magica atmosfera di Natale.

Se fino al  6 gennaio sul piazzale Bovio, di fronte alla stazione ferroviaria terrà banco “Sapori in festa”, al Mercato coperto “Delizie in festa”, in collaborazione con l’associazione dei ristoratori del Salento “Cibusalento”, da subito c’è solo l’imbarazzo della scelta tra concerti musicali di tutti generi e animazioni della Natività, come quella prevista al Mercato coperto.

Domenica 23 si dà inizio ai concerti: nel teatro Garibaldi alle 20,30 il chitarrista Danilo Legari; mercoledì 26, ore 19,30 nella sala Coppola concerto di pianoforte del maestro Luigi Solidoro; giovedì 27 ore 19,30, nel Mercato coperto “È Natale ancora…” concerto di musica natalizia dell’orchestra di fiati “Filarmonica Città di Gallipoli”;  venerdì 28, ore 21,30 in piazza Tellini concerto di Michele Cortese; sabato 29, ore 20,30 nel teatro Garibaldi “Omaggio ad Astor”, concerto di Shurhuq Ensemble diretto dal maestro Dino Scalabrin  con la voce di Rachele Andrioli.

Il 27 dicembre l’associazione Girasudfilm organizza la mostra del cortometraggio presso l’oratorio San Lazzaro.

Domenica 30 alle 20 sul lungomare Galilei, incrocio via Cordova, “Fiamme di stelle”, concerto di pizzica salentina del gruppo “Schiattacore” e musiche e farse in vernacolo  a cura dell’associazione “Ampalea dei leoni”. La stessa associazione replicherà lunedì col concerto “Mistura louca”, cover Band dei “Manu Chao”. Il programma prosegue mercoledì 2 gennaio nel santuario del Canneto con il concerto della Scuola di musica Filarmonica Città di Gallipoli. Infine sabato 5 gennaio Mimì Petrucelli terrà il concerto “Zero….in condotta” con le canzoni più belle di Renato Zero.

Il teatro Garibaldi

Gallipoli. Natale è anche tempo di concerti e come ogni anno a Gallipoli si rinnova la magia dell’evento attraverso l’ascolto della Pastorale gallipolina. Dei veri e propri concerti vengono eseguiti da suonatori professionisti, amatori e principianti in giro per le stradine del centro storico e specialmente al seguito delle processioni.

Domenica prossima, 9 dicembre, alle 20 nella basilica cattedrale di Sant’Agata “Exultate, Jubilate”, concerto sacro con soprano: Titti Scogna, soprano; Marco Corsano, oboe; Enrico Tricarico, organo. Tra i brani che saranno eseguiti c’è l’”Inno a Santa Lucia” di Alfredo Dongiovanni, (il “Il barbiere musicista”), l’”Antidotum tarantulae” di Athanasius Kircher, brani di Mozart, Vivaldi, Morricone e Piazzolla).

Domenica 30 dicembre alle ore 20 al  Teatro    Garibaldi ci sarà il  Concerto/Spettacolo (Reality and Fantasy) dell’”Ensemble Terra del Sole”. L’ensemble, diretto da Enrico Tricarico, è formato da 6 artisti salentini. Ospiti d’eccezione il mezzosoprano Luana Spinola e Antonio Ancora, una delle quattro voci degli Aram Quartet vincitori della prima edizione di XFactor 2008. Ancora il “Festival Terra dei Due Mari”, I Edizione, rassegna di arte, cultura, musica e spettacolo. Questi concerti sono sostenuti dalla Città di Gallipoli, Caroli Hotels e Fidas Gallipoli e sono inseriti nel cartellone dalla prima edizione del Festival ideato e diretto da Enrico Tricarico.

Il 1° gennaio 2013 alle ore 11 nel teatro Garibaldi avrà luogo la terza edizione del Concerto di Capodanno con l’Orchestra di fiati Santa Cecilia diretta dal Maestro Francesco Leone, in collaborazione con l’associazione donatori di sangue Fidas sezione di Gallipoli.


Taurisano. È già tempo di programmare le iniziative che animeranno l’estate taurisanese. In questa prospettiva c’è già la Pro loco attivissima a pianificare la seconda edizione della Notte Bianca, dall’azzeccato titolo “Il Toro e la Luna”, un appuntamento al quale si vuole dare continuità, arricchendolo e ampliandolo nel corso degli anni.

La prima edizione è servita a testare il territorio e capire quanto richiamo di visitatori tale avvenimento potesse avere a Taurisano, in un periodo pieno di eventi disseminati per tutta la penisola salentina. La Pro loco, motore pulsante della manifestazione, ci crede fortemente sulla scorta dei consensi conseguiti. In tale senso significative sono le dichiarazioni del presidente dell’associazione, Fulvio Nuzzo, cariche di entusiasmo e voglia di fare: «La macchina organizzativa è già partita, abbiamo svolto un paio di incontri in via preparatoria, ne faremo altri ancora, perché siamo convinti che l’evento della Notte Bianca debba interessare tutta quanta la città. Intanto, è stata fissata la data, sabato 11 agosto, coincidente con il clou dell’estate salentina».

L’impegno della Pro loco è fondamentale, altrettanto importante è la presenza e il coinvolgimento di tutto il volontariato taurisanese, e, infatti, dovrebbero essere parte integrante dell’organizzazione diverse associazioni, quali: Madre Teresa di Calcutta, Consulta Giovanile, Gruppo Amatori Calcio, Associazione Artigiani, Pizzica te lu Pepe, Pietre Vive, Tecnorestauro, Studio Scanderec e Centro studi Vanini. L’obiettivo è quello di creare un momento di forte aggregazione e coinvolgimento.

A questo proposito il presidente della Pro Loco aggiunge: «L’iniziativa mira essenzialmente a promuovere le qualità del territorio, quelle che sono le risorse e le peculiarità tipiche del nostro Salento. L’artigianato classico come anche i prodotti agro alimentari, i prodotti tipici della filiera contadina, che cercheremo di valorizzare di più. Un occhio particolare anche ai nostri beni monumentali, che vogliamo inserire in un percorso artistico da offrire e far apprezzare dai visitatori». Il riferimento è chiaramente al santuario della Madonna della Strada, non solo,  ma anche alla casa natale di  Vanini, alle corti, ai vicoli del centro storico.

by -
0 1169

Sannicola. I Mistura Loca sono nove giovani, quasi tutti di Sannicola, e stanno ottenendo un enorme successo nelle piazze e nei locali del Salento con le loro “cover” di Manu Chao.

Sono i “Mistura loca”, band formata da Marco Giaffreda (voce e chitarra), Luigi Tarantino (voce e fisarmonica), Ylenia Giaffreda (voce e tastiera), Ermanno Simone (batteria), Antonio Marulli (basso), Nazario Simone (percussioni), Edoardo Albanese (chitarra solista classica ed elettrica, il più giovane di soli 16 anni), con  Davide Leopizzi di Galatone e  Antonio De Rosa di Gallipoli (trombe).

Tutto è nato per gioco nel 2011 dal post su Facebook: “Chi vuole aiutarmi a formare una cover band di Manu Chao?” «All’appello hanno risposto gli amici e, in men che non si dica, siamo diventati un gruppo e siamo saliti per la prima volta sul palco per la festa del Partito democratico», affermano i “Mistura loca”.

Il 19 maggio saranno a Casarano, per la Giornata dell’arte, ed il 29 giugno allieteranno la festa di Santi Pietro e Paolo  a Sannicola. Alcuni di loro, insieme agli “Schiattacore” saranno in tour in Basilicata.

foto di G. Zappatore

Gallipoli. Procedono al meglio i momenti musicali natalizi a Gallipoli. Il 20 dicembre nel teatro Garibaldi ha avuto luogo il concerto dell’ensemble di musica antica “Armonie e stravaganze”. Soprano Anna Aurigi, alla tiorba, strumento a corde medioevale, Giuseppe Petrella e al clavicembalo Francesco Scarcella.

La serata si era aperta con il seminario di studi: “Ogn’hor m’agiro e volgo”. Il viaggio musicale di Giuseppe Tricarico da Gallipoli (1623-1697) fra Roma, Ferrara e la corte imperiale di Vienna curato dall’Università di Vienna, dal Conservatorio Tito Schipa di Lecce e dall’Università del Salento. La direzione artistica dell’evento è stata del Maestro gallipolino Errico Tricarico.

Presenti il nuovo commissario della Città di Gallipoli, Vincenzo Petrucci e il maestro Pierluigi Camicia, direttore del Conservatorio Tito Schipa di Lecce. Sono intervenuti Marko Deisinger, professore dell’Unirsità di Vienna, Luisa Cosi e Mario Spedicato della facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento.

Intanto sempre lo stesso giorno la Filarmonica Città di Gallipoli, diretta dal maestro Pascal Coppola, per le vie della città nuova allietava la fredda serata con musiche natalizie. Giorno 21 con il patrocinio del Comune in collaborazione con la compagnia “Gli Armonauti” ha presentato nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù “E’ Natale ancora”, concerto di musiche natalizie con la voce recitante di Salvatore Coluccia. Si è replicato martedì 27 nella Chiesa parrocchiale di San Gerardo.

Il 22 nella chiesa del S. Cuore “Joy to the world” con l’esibizione del coro “Jubilaeum”di Melissano  diretto da Antonella Manco. Voci soliste: Dario De Micheli e Lori Cimino. Il coro, formato da circa 40 elementi non professionisti, svolge il servizio nelle corali della parrocchia “Beata Vergine Maria del Rosario” di Melissano.

Il 26 il “Concerto di Natale”, nel santuario Maria Ss del Canneto, dell’ensemble “Amici del Canneto”, è stato diretto dal maestro Gabriella Stea.

Venerdì 29 alle 19,30 l’associazione “Gallipoli Nostra” nel teatro Garibaldi ha organizzato il “Concerto di Natale”. A dirigere l’Orchestra da Camera “L. Mozart”, formata da valenti musicisti salentini, è stato il maestro gallipolino Enrico Zullino. L’anno nuovo si apre con la musica: l’1 gennaio 2012 si avrà il “Concerto di Capodanno” del complesso bandistico Santa Cecilia Città di Gallipoli, direttore il maestro Francesco Leone, nel teatro Garibaldi, alle 10.30.


by -
0 689

Racale. L’estate di Torre Suda volge al termine, ma il cartellone degli eventi è ancora fitto sino ad almeno metà settembre, quando si chiuderà la stagione in grande stile con l’esibizione delle Frecce Tricolori dell’Aeronautica militare che solcheranno i cieli della marina di Racale nei giorni 17 e 18.

Festeggiamenti in pompa magna in onore della Madonna dell’Assunta, con le luminarie che hanno calamitato l’attenzione di locali e turisti. Bloccato il traffico veicolare dalla coda di macchine, in sosta per osservare lo spettacolo di fuochi artificiali della sera di Ferragosto.

Non sono mancati i party nei locali di Torre Suda, musica e divertimento hanno spadroneggiato a mani basse tra il Cafè del mar, il Kampurè, il Mahja, il Solatìo e il Torre Suda Bar. Commedia d’autore sul palcoscenico di Largo Torre, area eventi. Protagoniste, le compagnie teatrali “I Spasulati” e “Alitzai” di Alliste. Apprezzato anche il concerto dei Bee Gees Mania, cover band ufficiale del gruppo fondato dai fratelli Gibb.

Dopo le cover band dei Litfiba (“Pierrot e la luna”, 17 agosto), Coldplay (“Replay”, il 19) e Vasco Rossi (il 23), al Kampurè si punta sul rock raffinato di Sting e dei Police (il 26 con “The Criminals”) e sul blues di Zucchero Fornaciari (il 2 settembre in calendario l’esibizione dei “SugarLady Band”).

Dalle 18 in poi, aperitivo musicale con la house selezionata da Kaikko, Sandro Litti e Maurice G. Il Cafè del mar, invece, propone il rock duro e puro di Gianna Nannini, con i “Radio Baccano” che suoneranno venerdì 26. Ogni lunedì e mercoledì, appuntamento con la musica di Dj Morris al Solatìo, mentre Paolo Mele sarà protagonista martedì sera.  La domenica, serata “Dolce Vita ‘70 e ‘80” al Mahja, che di giovedì suggerisce le selezioni musicali di dj Savi Vincenti. Domenica 28 agosto, alle 16.30, anche una prova di immersione subacquea nei fondali di Torre Suda, organizzata dal Centro “Sub Salento” e dal Cafè del mar.

Complice il gran caldo, l’estate a Torre Suda non ne vuole sapere di andare in ferie.

MM

by -
0 932

Aldo Garofalo, uno dei proprietari del "Cafè del mar”

Racale. L’estate è in fase di decollo e Torre Suda si prepara ad accogliere chi deciderà di passarci qualche giorno di vacanza, all’insegna del sole, del mare e della spensieratezza. Se è ancora in via di definizione il calendario di sagre e manifestazioni culturali, non è così per i locali notturni, che già da qualche settimana hanno inaugurato la stagione estiva.

Sul lungomare, in località “Arco”, il “Cafè del mar” è uno dei posti più gettonati, capace di unire un’intrigante programmazione musicale ad un panorama mozzafiato. Dopo il successo riscosso dalle cover band di Ligabue e Vasco Rossi, altrettanto se ne prevede per il 1° luglio prossimo, quando si esibiranno i “Psycomama”, band che offre un repertorio imperniato sul rock degli anni ‘80 e ‘90, rivisitato in chiave personale dalla graffiante voce di Carmen Scorrano. Venerdì 8, sarà la volta dei Seventy Dance, che intraprenderanno un percorso musicale, attraverso il pop ed il rock degli anni ‘70 e ‘80, scandito dalla voce di Vito Cianfano.

Interessante anche la programmazione dello storico Torre Suda Bar, che fonde serate di cabaret a musica d’autore. Venerdì 15 è in calendario l’esibizione dell’emergente cantautore romano Alessandro Mannarino, ospite fisso, tra l’altro, della trasmissione “Parla con me”, in onda su Raitre e condotta da Serena Dandini.

Immancabile l’appuntamento con l’aperitivo domenicale al “Kampurè”, in corso Vittoria. Le selezioni musicali, che vanno dal deep house alle hit ‘70 e ‘80, sono curate dal music designer Vito D’Argento. Scaldano i motori anche il “Solatìo”, il salottino di Torre Suda, e l’affascinante “Mahja”. Insomma, chi opterà per Torre Suda, avrà solo l’imbarazzo della scelta.

Quindi il menu delle vacanze, in relazione ai divertimenti è quasi pronto, anche se nel corso dei prossimi mesi non mancheranno piacevoli sorprese in grado di catalizzare su Torre Suda il flusso dei turisti. È avvenuto così negli anni scorsi, succederà certamente così anche quest’anno.

Ma l’estate non è solo questo, non solo spettacoli, musica e animazione per il divertimento dei turisti e non. Quando la popolazione dei residenti si moltiplica, anche i problemi possono aumentare. Diventano urgenti e indispensabili, quindi, servizi essenziali come quelli sanitari. Per questo la Giunta comunale ha deliberato nei giorni scorsi di prendere in fitto, come lo scorso anno, un immobile in via M.Polo, angolo via Curtatone, di proprietà della sig.ra Teresa Simeone, da adibire a sede del servizio di Assistenza sanitaria turistica e dispensario farmaceutico, per il periodo di un anno, cioè con decorrenza 1 giugno 2011 fino al 31 maggio del 2012. L’impegno di spesa è di 4.650 euro.

Viene così garantito un servizio indispensabile soprattutto per i tre mesi estivi. Divertimento sì, ma in sicurezza, in modo particolare per le famiglie che hanno dei bambini piccoli e per gli anziani per la cui assistenza non si conoscono vacanze.

Marco Montagna

by -
0 228

In principio furono i Sud Sound System a esportare al di fuori dei confini regionali il sogno di un Salento come fucina di creatività. A circa vent’anni di distanza la “salentinità” è diventata un marchio di fabbrica oltre che una nuova parola nei vocabolari. E il Salento ben più di allora fa scuola, non solo nella musica ma in ogni forma di espressione artistica. E non mancano le occasioni per portare “in trasferta” alcuni dei migliori talenti del territorio.

Ultimo in ordine di tempo è stato “Salentini generali”, evento ospitato a Milano e a cui hanno preso parte una decina di artisti leccesi. “Cervelli in fuga? No, persone che hanno deciso di lasciare la propria terra e di andare lontano per realizzare ed esprimere i propri sogni. Disposti a salpare dal loro mare e pronti a gettare l’ancora dove ce ne sia bisogno”. Questo recita la locandina del “raduno” ospitato negli storici Magazzini generali di Milano.

Musica, la parola d’ordine, quella degli ormai leggendari party salentini che in tutta la Penisola e oltre ci invidiano un po’. Ad alternarsi in consolle, una ciurma capitanata da Andro.id (Andrea Mariano, tastierista dei Negramaro, di Copertino) e composta dai dj più attenti alle nuove tendenze musicali, unite alla tradizione e alla ricerca tipiche di chi sa far muovere il dancefloor.

A far ballare il pubblico ci hanno pensato F.Physical, noto producer in vetta alle classifiche digitali, Paolo Mele (Casarano), Vivaz (Copertino) e Dodi Palese (Racale), resident djs dei dance party più esclusivi del Salento (Cocoloco, Living, Malè), le cui selezioni sono state scandite dalla voce del Guendalina, Six Danyel Six (Daniel De Paola).

A illuminare il palco l’estro di Vj Hem (Ermes Mangialardo di Copertino). Il racconto fotografico, invece, è stato affidato ai click di due fotografi ormai affermati nel panorama nazionale come Flavio&Frank (Flavio e Francesco Sabato di Matino), mentre le illustrazioni grafiche sono state quelle di Davide Stanca di Lecce (CnC). Risultato? Il gemellaggio Milano-Salento è perfettamente riuscito. E già si parla di una replica.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...