Home Tags Posts tagged with "comune sannicola"

comune sannicola

SANNICOLA.Un sogno che si trasforma in un incubo: è quello dell’imprenditore di Parabita Luciano Angelè, da tempo interessato all’acquisto di 70 ettari di terreno sulla parte alta di Lido Conchiglie (foto) al fine di costruire un villaggio turistico. L’imprenditore, che aveva già firmato un preliminare di compravendita nel 2012 e un altro nel 2013, con i progetti del villaggio già pronti, si è trovato di fronte a “500mila metri cubi di rifiuti (di varia natura) interrati”, come riportato nella denuncia presentata alla Polizia provinciale. Un vero e proprio “inferno” nascosto sottoterra ” al di sopra del quale non si può certo costruire senza bonificare”, come afferma  Angelè.

«Un investimento da circa 56 milioni di euro che avrebbe portato lavoro, nell’arco di pochi anni, alle ditte costruttrici e ai lavoratori». La polizia provinciale, di concerto con le altre forze dell’ordine, ha già avviato le indagini al fine di accertare i fatti. Negli anni ’80, in un’area attigua, c’era la discarica del Comune, “ma io ho acquistato da privati e nulla poteva farmi sospettare che sotto il primo strato di terreno fosse seppellita una discarica abusiva di quella entità. Stando così le cose  – conclude l’imprenditore – sono impossibilitato a proseguire i lavori per la costruzione del villaggio, con un enorme danno economico per la mia impresa e per tutti i lavoratori presenti e futuri. Aggiungo che chi ha gettato veleni e sostanze tossiche in quel paradiso ha commesso un crimine contro l’umanità».                                                                                      

 

SANNICOLA. Da tempo  la struttura comunale adibita alla raccolta delle acque piovane si erano trasformata in un canile improvvisato che ospitava 6 cani.  La vicenda è emersa in seguito alla presentazione di un esposto al quale è seguito, nei giorni scorsi, l’intervento della Polizia locale congiuntamente al Corpo forestale di Gallipoli e le Guardie zoofile Aeop di Nardò. I cuccioli non vivevano in stato di abbandono, tutt’altro, erano accuditi da un’associazione di volontariato operante sul territorio e la questione che resta da chiarire è come mai tale associazione avesse ricevuto l’autorizzazione ad utilizzare quella struttura, sembrerebbe, sia da parte della precedente amministrazione del sindaco Nocera sia dall’ attuale con il sindaco Piccione.

 

Dal comunicato emesso a firma di Maria Elena Marti, Comandante della Polizia di Sannicola emerge, inoltre, che il centro di raccolta delle acque piovane oltre a non essere idoneo ad accogliere animali è privo delle necessarie norme di sicurezza, infine, l’accesso era riservato al personale tecnico e non anche ai volontari dell’associazione. L’Autorità giudiziaria ha disposto il ricovero dei cani nei canili convenzionati con il Comune di Sannicola ed ha avviato le indagini.

 

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...