Home Tags Posts tagged with "computer"

computer

Gallipoli – Quasi trent’anni di attività e migliaia di ragazzi visti correre e formarsi sui suoi campi. L’Asd Montefiore è ormai una istituzione del calcio giovanile salentino. “Abbiamo cominciato nell’87 – racconta Maurizio Marzo, di Gallipoli, presidente dell’associazione – organizzavamo tornei sul campo senza recinzione. Poi nel ’90 c’è stata l’apertura ufficiale del centro sportivo e l’inizio dei corsi di scuola calcio”. Sei categorie di squadre, dai piccoli amici agli allievi: “Attualmente, siamo poco sotto i duecento tesserati – continua Marzo – vengono ad allenarsi da Gallipoli, Alezio, Sannicola, Nardò, ma anche da Acquarica del Capo, Ugento, Melissano, Neviano e Aradeo. Cerchiamo di mettere ognuno nelle condizioni di giocare al proprio livello”.

Un’esperienza così prolungata nel tempo, da costringere l’associazione a confrontarsi anche coi cambiamenti della società: “I ragazzi di oggi – dice sempre Marzo – sono meno smaliziati, più oberati dalla scuola ed interessati al pc. Lo abbiamo capito già da sei, sette anni che l’approccio doveva cambiare. Non cerchiamo più solo allenatori, ma istruttori che abbiano capacità di dialogo e facciano innamorare il bambino del gioco. È un compito delicato”. Sicuramente complicato da genitori insistenti: “I genitori sono la piaga delle scuole calcio – afferma il presidente – ma qui è stata sempre di lieve entità, perché all’atto di iscrizione parliamo chiaro con i genitori: il protagonista è tuo figlio. Negli ultimi anni, qualcuno non ha capito e ha portato via i ragazzi. Gli abbiamo chiesto di fare un gesto di coraggio: dire al figlio che la colpa dell’addio è del genitore. Non sappiamo se l’abbiano fatto”.
Un’attività quella della “Montefiore” che non si fermerà neanche in estate. A metà giugno partirà un torneo per i ragazzi dal 2001 al 2006 che durerà fino a fine luglio. (Nella foto il presidente Marzo tra gli istruttori Gaballo e novembre)

M.C.

by -
0 2150

preside  istituto comprensivo  Filomena GiannelliFELLINE (Alliste). È stato selezionato dall’organizzazione “Save the children” tra le scuole più digitalizzate in Italia, dal Ministero dell’Istruzione per la sperimentazione nazionale “Classe 2.0”. Ma proprio la buona immagine della scuola diretta dalla professoressa Filomena Giannelli (di Matino) sollecita alcuni genitori di Felline a reclamare anche per i propri figli i benefici e i servizi d’avanguardia che sa offrire anche nei plessi della frazione.

«I nostri figli frequentano la scuola elementare – hanno scritto a Piazzasalento  – ma non hanno mai fatto un’ora di informatica in cinque anni. Alla nostra richiesta di spiegazioni, ci hanno sempre risposto che i computer erano fuori uso perché rotti o rubati. Alle medie, la situazione è la stessa».

La dirigente scolastica precisa che “per l’informatica, non essendo una disciplina a sé ma trasversale, le ore di insegnamento sono decise dagli insegnanti che la integrano nelle loro attività didattiche e che sono state sempre regolarmente realizzate, ad Alliste e a Felline. Tutti possono prendere visione degli ottimi lavori digitali realizzati”. Quanto agli strumenti, la preside fa sapere che “presso la scuola primaria sono state installate le lavagne interattive (Lim) in tutte e cinque le classi, complete di computer e proiettore ed è già disponibile per la media il laboratorio scientifico dotato di computer che andrà ad arricchire le attrezzature già esistenti nelle aule e nei laboratori”.  La dirigente auspica infine l’attenzione di tutti per preservare i beni acquisiti con fondi europei tramite bandi vinti dall’istituto “Calvino”.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...