Home Tags Posts tagged with "comprensivo casarano"

comprensivo casarano

PzzSlnt_32_01.inddCASARANO. Alimentazione e movimento per combattere l’obesità infantile e assumere uno stile di vita sano. All’Istituto comprensivo Polo 1 di Casarano si è svolto di recente il progetto di educazione alla salute “Cresco bene se…” sotto la supervisione della referente Simonetta De Lentinis. A conclusione
del progetto, gli alunni della scuola di via Ruffano hanno pure incontrato dirigenti e atleti del Casarano Calcio. «In un clima di divertimento, di collaborazione e di gioco, l’attività sportiva – spiega il dirigente scolastico Giovanni Casarano (foto) – rappresenta l’occasione per condividere e accettare le regole della vita comunitaria, di dialogo e confronto con gli altri. In una fase delicata ed importante dello sviluppo psico-fisico dei bambini, è fondamentale offrire loro modelli positivi di riferimento, affinché possano acquisire una corretta educazione motoria e salutari stili di vita, mirando, al contempo, al perseguimento di abilità e competenze. L’intervento educativo e formativo posto in essere dai docenti dell’Istituto, in un curriculo verticale di continuità, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di primo grado, ha inteso attivare i potenziali cognitivi di ciascun alunno, utilizzando la dimensione cooperativa e ludica. Attraverso l’esperienza diretta e l’osservazione sistematica anche in contesti non formali, si ha modo, poi, di valutare il grado di interesse e di attenzione, la partecipazione attiva e la capacità collaborativa maturate dai piccoli allievi come dagli alunni più grandi». Contestualmente, le insegnanti della scuola dell’Infanzia di via Tagliamento del Polo 1 hanno organizzato una serie di appuntamenti con l’eco-merenda, nell’ambito dell’educazione alla salute.

Molto attento su tali tematiche anche l’Istituto comprensivo Polo Due di via Messina, diretto da Luisa Cascione (al centro nelle foto), che anche nel corso di questo anno scolastico ha aderito al progetto di educazione alimentare “Frutta nelle scuole” distribuendo ai ragazzi, direttamente in classe, confezioni di frutta fresca da consumare preferibilmente al posto di snack e merendine. Anche l’Istituto comprensivo Polo Tre di piazza San Domenico, diretto da Rita Augusta Primiceri (foto a destra) ha dato vita ad un progetto alimentare dal titolo “Mò e la favola dell’olio», che ha coinvolto i bambini delle prime classi della scuola Primaria di entrambi i plessi dell’Istituto (quello centrale di piazza San Domenico e quello di piazza Bastianutti), con i rispettivi genitori, con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’olio, mettendo in evidenza la sua importanza nella nostra vita e nelle nostre tradizioni.

La protesta del Polo 1 di via Ruffano contro l'accorpamento nel dicembre 2012. In basso l'assessore Torsello

La protesta del Polo 1 di via Ruffano contro l’accorpamento nel dicembre 2012. In basso l’assessore Torsello

marcello torsello

CASARANO. Rischia di riproporsi la “guerra dei Poli” in seguito alla delibera di Giunta con la quale l’Amministrazione comunale da un lato propone alla Regione di lasciare inalterata per il prossimo anno scolastico la rete scolastica esistente, ovvero i tre Comprensivi, ma dall’altro si dichiara disposta ad una soluzione alternativa “che dia stabilità all’offerta formativa nell’interesse prioritario degli alunni”. La conferma dei tre Poli è, dunque, solo apparente perché l’Amministrazione Stefàno, numeri alla mano, spiega chiaramente quali sono le criticità legate al “forte disequilibrio” tra il Polo due di via Messina (forte dei suoi 1.026 iscritti) e gli altri Comprensivi fermi a poco più di 600. «L’assenza di parametri numerici non esclude la necessità di procedere ad un tendenziale riequilibrio tra le istituzioni scolastiche le quali, all’interno del dato medio regionale di circa 900 alunni per istituto, presentano tuttora forti squilibri», afferma, infatti, nella sua relazione l’assessore alla Pubblica istruzione Marcello Torsello.

Per ottenere due Poli “strutturalmente consolidati” (da oltre 1.100 iscritti ciascuno) occorrerebbe, secondo quanto scritto in delibera, fondere il Polo 1 di via Ruffano e il Polo 3 di piazza San Domenico e distaccare la scuola dell’Infanzia di via Tagliamento annettendola al Polo 2. Lo scorso 14 novembre l’Amministrazione comunale ha convocato un tavolo tecnico con i dirigenti d’istituto e i sindacati “per condividere” le proposte da avanzare alla Regione. In quella sede il sindaco Gianni Stefàno ha confermato l’orientamento “già espresso sin dal 2012” di ridurre a due il numero dei Poli mentre sindacato e dirigenti si sono espressi per il mantenimento dell’attuale suddivisione in tre Comprensivi.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...