Home Tags Posts tagged with "commemorazione defunti"

commemorazione defunti

by -
0 1062

GALATONE – Novità a Galatone per la commemorazione dei defunti. Un bus urbano (a nove posti) sarà in servizio (gratuitamente) mercoledì primo novembre e giovedì 2 per permettere ai cittadini di recarsi al cimitero. È prevista una corsa ogni 20 minuti nelle fasce orarie dalle 8 alle 11.30 e dalle 14 alle 16 con fermate in piazza SS. Crocifisso, piazzetta De Giorgi, via Metello (chiesa San Francesco d’Assisi), via T. Sabato (chiesa Santi Medici) e viale Moro (parrocchia Sacro Cuore). Il cimitero, per venire incontro al consueto grande afflussi di visitatori, da lunedì 30 ottobre sino giovedì 2 novembre sarà aperto dalle 7 alle 17.

POGGIARDO – La poesia, la musica, l’arte, espressioni di vita e di bellezza, il 1° novembre, festa di Tutti i Santi e vigilia del giorno dedicato alla commemorazione dei morti, diventeranno un “Omaggio ai defunti”, manifestazione organizzata dall’associazione culturale “Orizzonte” con il patrocinio del Comune di Poggiardo. Alle 16, nella Villa del Monumento ai Caduti sarà reso omaggio a chi non c’è più. Dal ricordo individuale si passa alla memoria e alla riflessione collettiva. Lo sottolinea Paolo Rausa,  presidente dell’associazione “Orizzonte”: «Come accade in molte città italiane ed europee, la giornata dedicata al culto dei defunti è ricordata come momento collettivo, come ricordo che passa dal dolore individuale e familiare, che comunque rimane, a momento che coinvolge la cittadinanza». 

Accanto alla rituale visita ai cimiteri, che si estende a tutta la settimana intorno al 2 novembre e che viene per questo definita “settimana dei morti”, si pone questa iniziativa che si segnala per la sua ampiezza e profondità. Sono previste letture che riportano l’attenzione al tema della morte e della memoria passate attraverso il filtro dell’arte con l’ottica sia cattolica e consolatoria sia laica ed eroica. Saranno letti passi del poema di Lara Savoia “I versi della polvere”, dedicato al terremoto dell’Aquila il 6 aprile 2009 con riferimenti all’Apocalisse di Giovanni, stralci del “Paradiso perduto” di Milton e della “Terra desolata” di Eliot,  brani delle liriche sul tema di autori famosi della letteratura italiana come  ‘I sepolcri’ di Foscolo e di quella inglese come “Ode su un’urna greca”’ di  John Keats, e ancora il lamento dei troiani sul corpo di Ettore dall’Iliade di Omero. Gli Inni sacri della tradizione cristiana saranno cantati da Lucia Minutello e musicati da Pasquale Quaranta. Le coreografie, che richiamano aspetti della vita e del ricordo, saranno eseguite dalla Scuola Kalimba Studio Dance di Carmen Quaranta. Le letture sono a cura degli attori della compagnia “Ora in Scena!”: Michele Bovino, Florinda Caroppo, Giuliana Paciolla, Alberto Bene, Lara Savoia e Paolo Rausa che ha ideato e diretto l’intera manifestazione (informazioni sul sito www.orainscena.it – telefono 334/ 3774168).

by -
0 812

foto_cerimoniaUna corona in ricordo dei finanzieri Salvatore De Rosa e Daniele Zoccola. La cerimonia si è svolta questa mattina: il Generale di Divisione Giuseppe Vicanolo, Comandante regionale Puglia della Guardia di Finanza, ha deposto una corona d’alloro al monumento che, a Castro Marina, ricorda il sacrificio dei due militari, medaglie d’oro al valor civile, caduti quattordici anni fa nelle acque antistanti la grotta Zinzulusa durante un’operazione di contrasto al traffico di migranti nelle acque del Canale d’Otranto.

Alla cerimonia, culminata con gli “onori ai Caduti della Guardia di Finanza”, erano presenti i genitori ed i parenti più stretti dei finanzieri, il Comandante Provinciale di Lecce, colonnello Vincenzo Di Rella, il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, colonnello Maurizio Muscarà e il sindaco di Castro, Alfonso Capraro. Dopo la cerimonia al monumento, una messa è stata celebrata nella Chiesa di Maria Santissima Annunziata in suffragio dei Finanzieri De Rosa e Zoccola e di tutti i caduti in servizio delle Fiamme Gialle pugliesi.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...