Home Tags Posts tagged with "centro polifunzionale artistico"

centro polifunzionale artistico

ACQUARICA DEL CAPO. Sembra ormai in dirittura d’arrivo il progetto dell’Amministrazione comunale di realizzare un “Centro polifunzionale artistico” nell’antico casale di “Celsorizzo”, che sarà restaurato grazie a un finanziamento di 3 milioni di euro avuti dal Cipe (Comitato interministeriale programmazione economica). L’antico complesso architettonico è costituito da una torre fortificata a forma quadrangolare di circa 20 metri d’altezza, alla base della quale si trova una cappella bizantina dedicata a San Nicola di Mira realizzata nel 1283 e ricca di affreschi (foto in alto a destra), una torre colombaia a forma cilindrica fatta realizzare nel 1550 dal feudatario Fabrizio Guarino, un frantoio ipogeo, alcuni locali di costruzione più recente che fino alla fine degli anni Settanta hanno ospitato i pastori e un terreno antistante pertinente.

Da sempre Celsorizzo ha esercitato un’attrazione particolare sui cittadini di Acquarica perché rappresenta la parte più antica del paese; a pochissima distanza si trova la chiesetta della “Madonna dei panetti”, di stile bizantino e anteriore per costruzione alla cappella di San Nicola di Mira. Inoltre, secondo le teorie storiche più accreditate, il nucleo di Acquarica sarebbe nato dalla fusione dei villaggi di Pompeiano e Cardigliano, che avevano deciso di spostarsi nella zona di Celsorizzo per via della ricchezza di acqua. Ma nonostante ciò Celsorizzo era rimasto in totale stato di abbandono, tanto da consentire ad alcuni malviventi di tentare di trafugare gli affreschi bizantini presenti nella cappella. Da quelle denunce è nato l’interesse per questo patrimonio storico-culturale: ci fu  il vincolo della Sovrintendenza negli anni Ottanta e negli anni Novanta e le varie Amministrazioni hanno fatto diversi interventi di recupero. Ma, come tanti beni di cui è ricco il Salento, rischiava di essere restaurato e subito dopo abbandonato in assenza di un progetto che ne prevedesse un razionale utilizzo. È nata così l’idea dell’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Ferraro che si appresta a dare il via ad un progetto piuttosto ambizioso secondo il quale Celsorizzo, oltre ad una zona museale, comprenderà 5 laboratori artistici che periodicamente ospiteranno artisti provenienti da tutto il mondo che saranno ospitati nella struttura e in cambio faranno dono dell’opera d’arte realizzata durante la loro permanenza. All’interno del complesso poi opererà uno spazio di degustazione dei prodotti della cucina popolare adeguatamente attrezzato.
Per dare il via al bando di gara manca solo un parere della regione Puglia. Dopo di che partirà la macchina burocratica che darà inizio ai lavori.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...