Home Tags Posts tagged with "centro ilma"

centro ilma

Giuseppe Serravezza

Gallipoli – Avrebbe dovuto tenersi martedì scorso ma per l’inclemenza del tempo, è stata spostata a domani, giovedì 28 giugno, la serata di solidarietà e sostegno alla costruzione del Centro Ilma sulla Provinciale Gallipoli-Alezio. Continuano così a susseguirsi le iniziative di privati gruppi e della Lega italiana per la lotta ai tumori (Lilt) a sostegno delIa struttura destinata a centro di ricerca prevalentemente, con settori per la prevenzione, riabilitazione e assistenza è in avanzata fase di costruzione in località “Mater Gratiae”.

Nella gara di solidarietà che ne ha consentito la nascita, s’inserisce il prossimo appuntamento che sarà domani, martedì 26 giugno alle 20,30  con la 17ma  Serata di solidarietà pro Centro Ilma, presso la paninoteca “Il chiosco da Ferruccio e Claudio”, sul lungomare Galilei, nei pressi del lido San Giovanni. Si potranno gustare panini del panificio Pandoro, farciti con  prodotti offerti dalle ditte Gelgross, Fiorucci, Lisi srl e Agenzia Amadori. Il ricavato, così come nei 16 anni precedenti, sarà interamente devoluto a sostegno del progetto della Lilt.

Nel corso della serata si esibiranno i gruppi musicali “Il Califfo” e “Il Marascià”, e la voce solista di Dennis D’Amelio. Oltre ai volontari della Lega gallipolina guidati da Preziosa Portoghese e Cristina De Vittorio,  è prevista anche la partecipazione della presidente provinciale Anna Burlando e dell’oncologo e direttore scientifico Giuseppe Serravezza (foto) di Casarano.

Gallipoli – Mentre la “creatura” cresce e si consolida a vista d’occhio per quanti la notano transitando sulla Provinciale Gallipoli-Alezio, continuano le iniziative di privati e della Lega italiana per la lotta ai tumori (Lilt) a sostegno del Centro Ilma. La struttura, destinata a centro di ricerca prevalentemente, con settori per la prevenzione, riabilitazione e assistenza è in avanzata fase di costruzione in località “Mater Gratiae”.

Nella gara di solidarietà che ne ha consentito la nascita, s’inserisce il prossimo appuntamento che sarà domani, martedì 26 giugno alle 20,30  con la 17ma  Serata di solidarietà pro Centro Ilma, presso la paninoteca “Il chiosco da Ferruccio e Claudio”, sul lungomare Galilei, nei pressi del lido San Giovanni. Si potranno gustare panini del panificio Pandoro, farciti con  prodotti offerti dalle ditte Gelgross, Fiorucci, Lisi srl e Agenzia Amadori. Il ricavato, così come nei 16 anni precedenti, sarà interamente devoluto a sostegno del progetto della Lilt.

Nel corso della serata si esibiranno i gruppi musicali “Il Califfo” e “Il Marascià”, e la voce solista di Dennis D’Amelio. Oltre ai volontari della Lega gallipolina guidati da Preziosa Portoghese e Cristina De Vittorio,  è prevista anche la partecipazione della presidente provinciale Anna Burlando e dell’oncologo e direttore scientifico Giuseppe Serravezza di Casarano.

Gallipoli – Una serata all’insegna della solidarità, tutta da ridere: ben 9645,50 euro sono stati devoluti al “Centro Ilma” di Gallipoli, grazie allo spettacolo dello scorso 12 aprile presso il Teatro Italia, inziativa promossa da “Lilt – delegazione di Gallipoli” (Lega italiana per la lotta contro i tumori) con presidente Preziosa Portoghese. “La famija tifettusa”, questo il nome dello spettacolo, è stato presentato dall’associazione culturale e teatrale “La Comunità del Canneto”, riunitasi dopo molti anni per l’occasione, con la regia di Maurizio Rizzello e con attori Ninì Rizzello, Melina Greco, Vincenzo Casole, Cristina De Vittorio, Alberto Romano, Emanuele Casole, Angelo Cortese e Giovanni Tricarico. “Volevamo ringraziare tutti i componenti della Lilt, i partecipanti della serata, il bravissimo regista Maurizio Rizzello e i membri della Comunità del Canneto per questa iniziativa che ha riscosso così successo e ha trovato tanta sensibilità – afferma Cristina De Vittorio, una delle partecipanti alla commedia e volontaria del centro Lilt locale -. Abbiamo scelto di riproporre questa commedia perché dopo la sua ultima rappresentazione di molti anni fa, la protagonista principale, Ada Rita Rizzello, è venuta a mancare dopo avere lottato contro un tumore. Questa serata è stata dedicata a lei e a tutte le persone care che lottano o che hanno lottato ma non ce l’hanno fatta, che resteranno per sempre nel nostro cuore”. Alla fine della serata è stato premiato anche il piccolo Simone Busti, il volontario più giovane della Lilt locale, che ha anche preso parte alla commedia. “La serata è stata realizzata in memoria di Ada Rita Rizzello – conclude la presidente Lilt di Gallipoli, Preziosa Portoghese – ma è stata anche un invito a combattere contro questo male e a guardare il futuro con speranza; e la gioia più grande è stata vedere sorridere nel teatro molte donne che lottano quotidianamente”.

Gallipoli – Cresce a vista d’occhio grazie al contributo di volontari, tecnici e sostenitori, e il giorno di Pasquetta aprirà le sue porte per una speciale “visita guidata”. Il Centro Ilma, polo antitumori già in avanzata fase di realizzazione sulla Provinciale Gallipoli-Alezio, all’altezza delle cave di “Mater Gratiae”, sarà completato – secondo le previsioni – entro il 2019. Tante sono state, negli anni, le iniziative e le raccolte finalizzate alla realizzazione del centro. Nel frattempo, la Lilt provinciale ed il suo direttore scientifico nonché principale animatore, Giuseppe Serravezza, danno appuntamento lunedì 2 aprile, giorno di Pasquetta, dalle 9 alle 11 per osservare più da vicino lo stato di avanzamento dei lavori.

“Il centro Ilma – ha ricordato Serravezza – ha tra le sue finalità attività di ricerca, prevenzione e riabilitazione fisica e psicologica. La struttura, interamente finanziata da privati, sarà l’unico centro del genere in Italia grazie alle donazioni di privati e alle campagne di solidarietà”. Tra i volontari il progetto annovera gli specialisti di 28 delegazioni oncologiche di prevenzione sparse per la provincia, da Casarano a Gallipoli, da Maglie al Capo di Leuca e Lecce, Nardò, Aradeo, Cutrofiano, Uggiano La Chiesa, Montesano salentino, Scorrano, Corigliano d’Otranto, Specchia ed altre sedi.

Il centro Ilma in costruzione

Gallipoli – Nuova iniziativa a sostegno della realizzazione (lavori in corso attualmente) del centro Ilma. I promotori hanno organizzato un concerto di beneficenza per il 16 marzo prossimo col gruppo musicale “ La Gabbia“ che rinverdirà con le sue cover i maggiori successi dei Pooh in occasione dei 50 anni del loro sodalizio. Il ricavato della serata verrà interamente devoluto alla Lilt (Lega italiana lotta ai tumori) e al centro antitumori già  in avanzata fase di realizzazione sulla Provinciale Gallipoli-Alezio, il cui completamento è previsto entro il 2019.

“Il centro Ilma ha tra le sue finalità – come ricordano i promotori della manifestazione – attività di ricerca, prevenzione e riabilitazione fisica e psicologica. La struttura, interamente finanziata da privati, sarà l’unico centro del genere in Italia grazie alle donazioni di privati e alle campagne di solidarietà”. Per poter apprezzare e gustare l’elevata professionalità della band “ La Gabbia “, gli stessi musicisti ed organizzatori, ideatori dell’iniziativa, hanno ritenuto opportuno fissare il prezzo di ingresso al concerto a 5 euro. Sono ancora disponibili dei biglietti da acquistare presso il Teatro Italia di Gallipoli dove tale evento avrà luogo (per info  0833/266940).

 

 

Gallipoli – Sarà presentato venerdì 23 febbraio alle ore 18 presso la Sala “Collezione Coppola” a Gallipoli, il nuovo libro di Piero Tafuro “Di tempo veloce, di flebile voce, d’amore fugace” pubblicato da Edizioni Esperidi. All’evento saranno presenti l’editore Claudio Martino e la presidente di Fidapa-sezione di Gallipoli Anita Marzano. Dopo i saluti del sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, prenderà la parola Giuseppe Serravezza, oncologo direttore del centro Ilma; dialogherà poi con l’autore la docente Marialucia Missere. Le letture saranno curate da Marco Parato.

Dopo la silloge poetica “I treni che volano passano sempre all’alba” (Esperidi 2014) Tafuro ritorna con nuovi versi in cui prosegue il suo viaggio all’interno di se stesso ma anche per le vie del mondo. Il tema principe di questa raccolta è l’amore, visto e descritto nelle sue tante sfaccettature. L’evento di venerdì è organizzato da Edizioni Esperidi con il patrocinio del comune di Gallipoli, in collaborazione con Fidapa-sez. di Gallipoli, associazione Thazamaski, Lilt. I proventi del libro saranno interamente devoluti a Lilt Lecce, per la realizzazione del Centro Ilma sulla provinciale che collega Gallipoli ad Alezio.
 

 

Gallipoli – Non solo centro Ilma per la ricerca (in costruzione – ancora un anno e mezzo – sulla Provinciale per Alezio); non solo le decine – 28 per la precisione – di delegazioni oncologiche di prevenzione sparse per la provincia; non solo iniziative di promozione e raccolta fondi, dalle tombolate alle escursioni in bici ed alle “stelle di Natale”: i volontari della Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, apre le porte di luoghi che altrimenti rimarrebbero chiuse, escludendo dall’euforia generale e dall’allegria di questi giorni, per esempio. Eccoli allora a pensare ad una iniziativa per il ricoverati e per coloro che sono in cura presso il reparto di Oncologia dell’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli. “Il Carnevale è…” si chiama l’incontro organizzato per domani, 12 febbraio, alle ore 16,30: “Un pomeriggio – dicono gli organizzatori dell’iniziativa di Gallipolil, Alezio e di altre sedi – all’insegna dell’allegria, con musica, dolci tipici carnascialeschi e con la partecipazione di Anna Rita e Riccardo”, due animatori anche loro volontari. Così, coriandoli, mascherine, scherzi troveranno domani anche questa particolare e delicata strada per coinvolgere proprio tutti nel segno di Re Carnevale.

Gallipoli – Un altro anno di lavori; entrata in funzione tra un anno e mezzo: il centro Ilma, sulla Provinciale Gallipoli-Alezio, comincia ad avere i giorni contati. Pur con la prudenza suggerita da un intervento edificatorio non facile né comune (in parte si edifica in una cava e a pochi metri sopra la falda acquifera), la Lilt provinciale ed il suo direttore scientifico nonché principale animatore, Giuseppe Serravezza, si mantengono prudenti.

Ma la struttura cresce e si nota ad occhio nudo da parte di quanti transitano sulla strada, all’altezza delle cave di “Mater Gratiae”. Se non bastasse c’è un recente video gfirato da un iscritto alla Lilt di Alezio, Cristian Amico. “Sono cominciati i lavori per gli impianti – dice il dottor Serravezza – ma le difficoltà sono enormi: l’intervento rguiuarda anche la zona delle cave, la sfida è anche tecnica”. Tutti  volontari i tecnici coinvolti, geologi compresi. Come volontari sono gli specialisti disseminati in 28 delegazioni oncologiche di prevenzione sparse per la provincia, da Casarano a Gallipoli, da Maglie al Capo di Leuca e Lecce, Nardò, Aradeo, Cutrofiano, Uggiano La Chiesa, Montesano salentino, Scorrano, Corigliano d’Otranto, Specchia ed altre sedi.

Proprio nel piano seminterrato troverà casa la struttura che poi incarna il primo obiettivo del centro: la prevenzione primaria, con la ricerca indirizzata a trovare le cause della malattia nell’aria, nell’acqua, nel terreno paese per paese. Il piano superiore è dedicato invece, secondo il progetto, alla prevenzione clinica, con laboratori ad hoc e con personale a tempio pieno. Dice il dottor Serravezza: “la ricerca primaria cercheremo di autofinanziarla. Per la prevenzione su tutte le forme di tumore puntiamo ad una convenzione con la Regione, al pari di quelle che hanno in vigore altri laboratori clinici”. Al primo piano piscina, palestra e attività di recupero psicologico e fisico, una riabilitazione “che ha pochi riscontri in Italia e sarà la prima nel Centro-Sud”.

“In altre parole, cerchiamo di occuparci di quei fronti lasciati scoperti dalla sanità pubblica finora”, conclude il direttivo scientifico della Lega italiana contro i tumori, sede provinciale. I soldi messi insieme moneta dopo moneta in migliaia di iniziative e raccolte, dovrebbero bastare: il contratto con l’impresa Nicolì prevede quasi il “chiavi in mano” per un totale di 2 milioni di euro.

PARABITA – Festeggiamenti civili e religiosi, anche a Parabita, per la Madonna Immacolata. Giovedì 7 dicembre, nella sera della vigilia, la processione dopo la messa delle 17,30 con la confraternita, guidata dal priore Nicola Gervasi. Presso i locali della parrocchia di Sant’Antonio viene, invece, inaugurata la “Mostra del dolce”, che resterà aperta durante l’intero periodo natalizio. Spazio anche alla solidarietà al civico 4 di via Ferruccio con la vendita delle stelle di Natale, promossa dall’Associazione per la prevenzione e l’assistenza domiciliare oncologica di Parabita. Dalla mattinata di venerdì 8 dicembre, in piazzetta Immacolata si terrà, come ogni anno, il tradizionale mercatino dell’artigianato a cura della stessa confraternita in collaborazione con la parrocchia di San Giovanni Battista. In serata la tradizionale “Pastorale” dove non mancherà nemmeno la degustazione delle “pittule” . Alle 10.45 il simulacro della Madonna viene traslato presso la matrice per rimanerci fino alla celebrazione delle 18.30. Dall’8 al 10 dicembre, i ragazzi del movimento giovanile domenicano allestiranno, inoltre, un mercatino di Natale sul sagrato della basilica. I 60 anni di vestizione di Fra’ Vito Allegrezza vengono, poi, ricordati alle 18.30 di venerdì 8 presso il santuario. Altra iniziativa di solidarietà quella promossa dalla sezione di Casarano della Lilt con la vendita delle “Stelle della speranza” presso lo studio medico di via Luigi Ferrari della dottoressa Rita Romano (referente dell’associazione a Parabita). L’iniziativa sarà replicata da altri volontari nella parrocchia di Sant’Anna e presso la basilica, mentre il 9 e il 10, in  quella di Sant’Antonio.  La campagna, nasce per sostenere il progetto “Ilma” di Gallipoli, struttura polivalente per la prevenzione, la ricerca e l’assistenza. Il 10 dicembre alle 19.30, la chiesa dell’Immacolata, ospiterà un’esecuzione di brani natalizi, a cura degli allievi del liceo musicale “Giannelli” della sede di Casarano.

 

by -
0 298

Il centro Ilma in costruzione

CASARANO. La Lilt di Lecce, sull’onda favorevole registrata negli anni scorsi, ha preparato per domani, sabato 14 ottobre, l’undicesima edizione del corso di aggiornamento “Ambiente e Salute”, che si terrà a Lecce presso l’Università del Salento (Centro Ecotekne Aula D10, via per Monteroni) a partire dalle ore 8.45. “L’evento è rivolto a dirigenti, docenti, referenti di educazione alla salute, rappresentanti delle Istituzioni, associazioni e cittadini”, si legge in una nota la Lega italiana per la lotta ai tumori. “Immaginare la Puglia del 2050” è il titolo scelto quest’anno, con contributi di autorevoli rappresentanti del mondo della ricerca e delle Istituzioni. “Il fine dell’evento è quello di promuovere una riflessione consapevole e condivisa – dice la presidente Marianna burlando della Lilt provinciale – nonché l’assunzione di responsabilità comunitaria e istituzionale per giungere a proporre un ideale praticabile di Puglia, attuale e prossima, cui concorrere coralmente per obiettivi di benessere e di salute dei luoghi di vita, di crescita, di lavoro. Ciò nel segno della lezione dell’epidemiologo britannico Geoffrey Rose, il quale affermava che ‘la Medicina e la Politica non possono e non devono essere tenute separate perché le determinanti primarie delle malattie sono prevalentemente politiche e sociali, quindi i relativi rimedi devono essere anche politici e sociali’”.

Si ribadisce perciò che ambiente e salute hanno un rapporto strettissimo e in un equilibrio assai precario in alcune aree del Salento. “La qualità di vita e la salute degli organismi tutti (piante, animali, individui) – ribadisce la Lilt della provincia di Lecce – dipendono fortemente dalla tutela e dalla qualità del territorio in termini di scelte socio-economiche e di sviluppo societario sostenibili”.

Questo il programma della giornata: ore 8.45 presentazione e introduzione al corso a cura della dottoressa Burlando, presidente Lilt Lecce; alle 9 Lettura magistrale su “Sviluppo socio-economico e sostenibilità ambientale: attualità e prospettive” di Stefano De Rubertis, direttore del Dipartimento di Scienze dell’economia, Università del Salento: quindi alle  9.45 saluto delle Autorità: Michele Emiliano (Presidente Regione Puglia), Vincenzo Zara (Rettore Università del Salento), Francesco Schittulli (Presidente nazionale Lilt), Carlo Salvemini (Sindaco di Lecce), Antonio Gabellone (Presidente Provincia di Lecce). Alle11 la prima sessione su “Attuali emergenze ambientali e strategie compatibili per il futuro. Territori inquinati e popolazioni malate; relatore il dottor Maurizio Portaluri, direttore di Radioterapia, Ospedale “Perrino” di Brindisi; il punto di vista della Regione Puglia (Barbara Valenzano, direttore Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere pubbliche e Paesaggio della Regione Puglia); il punto di vista dei Comuni (Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano e Responsabile Rifiuti ed energia dell’Anci. Seconda sessione di lavori alle 12,30 sui progetti della Lilt di Lecce con partner istituzionali, il Progetto Geneo (Carmine Cerullo, oncologo, Lilt Lecce); la Prevenzione primaria e il monitoraggio permanente delle matrici ambientali nel Salento: il Centro Ilma Lilt a Gallipoli (creatura di Giuseppe Serravezza, oncologo di Casarano, storico presidente e animatore della Lilt di Lecce.

 

In alto foto di gruppo per le undici “Calendive” di Salve che hanno posato: Marianne, Jolanda, Manuela, Silvia, Ilaria Antonella, Adriana, Irene, Silvia e Rossella

Foto di gruppo per le undici “Calendive” di Salve che hanno posato: Marianne, Jolanda, Manuela, Silvia, Ilaria Antonella, Adriana, Irene, Silvia e Rossella

SALVE. Un progetto a favore della vita e della speranza con il coraggio di chi non vuole arrendersi. Sono “Le Calendive 2017”, undici donne e mamme, di Salve che hanno posato per un calendario lasciando un segno importante per un fine nobile: dare un contributo alla lotta contro il cancro. Un volto, una storia, un’emozione in uno scatto capace di cogliere le molteplici sfaccettature dell’animo femminile raccolte in dodici mesi, grazie alla professionalità del fotografo Aldo Isocento. Loro si chiamano Marianne, Jolanda, Manuela, Silvia, Ilaria, Antonella, Adriana, Irene, Silvia e Rossella. Donne diverse, che hanno conosciuto il dolore della malattia in prima persona o attraverso la perdita di una persona cara (la madre, lo zio, un’amica, un conoscente) a causa del cancro. Irene Dongiovanni, segretaria dell’Associazione “Il Giarlasofferenza di questo dramma – spiega Irene Dongiovanni – la molla che ci ha spinto e ci ha unito è stata la solidarietà».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

by -
0 729

uovo liltGALLIPOLI. L’uovo della Lilt per sostenere la costruzione del Centro Ilma a Gallipoli. Questa la campagna di solidarietà lanciata dalla sezione provinciale della Lega italiana per la lotta contro i tumori per sabato 5 e domenica 6 marzo a Lecce. In piazza Sant’Oronzo, dalle 10 alle 22, l’invito dei volontari è quello di contribuire con 10 euro (per 400 grammi di prodotto) alla realizzazione del primo istituto di ricerca oncologica ambientale per contrastare le cause e i fattori di rischio dei tumori. «Il progetto “Centro Ilma” è l’azione concreta e diretta per agire scientificamente sull’emergenza territoriale di malattia, dal basso e senza finanziamenti pubblici», affermano i promotori.

Serravezza-3GALLIPOLI. Una struttura d’avanguardia per la ricerca e la lotta contro il cancro utile non solo per il Salento. I lavori di edificazione del “Centro Ilma”, il progetto della Lilt della provincia di Lecce, sono in fase di realizzazione e affidati alla ditta Nicolì di Lequile. Opere edilizie che riguardano il settore della ricerca, prevenzione e riabilitazione, cui si è data priorità per la sua strategicità, stante l’importanza fondamentale della prevenzione primaria, specie nel contesto salentino gravato da tassi di incidenza e mortalità oncologica sempre più preoccupanti. È stato già completato il piano elevato ed il corpo della piscina, che rientra nel settore riabilitativo della struttura. E si sta procedendo speditamente. È previsto il compimento della struttura in poco meno di due anni.

La sezione provinciale di Lecce della Lilt ha promosso da tempo la sua realizzazione della struttura alle porte di Gallipoli, in un’area di sette ettari di cave dismesse lungo la provinciale per Alezio, non molto lontano dall’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”. In uno stesso complesso coesisteranno un centro di ricerca per la prevenzione primaria, un’area per la prevenzione clinica, un’area per la riabilitazione, un centro studi e una biblioteca e una sala convegni per attività multimediali. A fare il punto sullo stato di avanzamento degli interventi del centro oncologico e a presentare la manifestazione “Una Stella per la Speranza” è stato il responsabile scientifico della lega per la lotta ai tumori, l’oncologo Giuseppe Serravezza, in un incontro che si è svolto nei giorni scorsi a palazzo Adorno. «È il sogno che diventa realtà – dice “è questo il contributo della Lilt di Lecce alla lotta contro il cancro, attraverso un approccio rivoluzionario, teso a sfidare la malattia proprio sul fronte più difficile, quello dell’incidenza. Cuore pulsante del Centro Ilma sarà l’istituto di ricerca per l’oncologia ambientale, la prima esperienza di questo tipo in Italia». «Nostro più ambizioso progetto – conclude – è riuscire a formulare per ogni comune del Salento un certificato epidemiologico e ambientale, che fotografi lo stato di salute della popolazione e dell’ambiente. Certificato da aggiornare almeno ogni 5 anni».

MELISSANO. Si rinnova il tradizionale appuntamento con l’iniziativa “Una stella per la speranza”, organizzata dalla Lilt. A Melissano, la mattina dell’8 dicembre, i rappresentanti della sezione Lilt “Flavia Inguscio” saranno presenti in piazza San Francesco per la consegna delle stelle di Ntale di beneficenza. La campagna è finalizzata a raccogliere fondi a sostegno del Centro “Ilma” (struttura polivalente di ricerca, prevenzione e riabilitazione oncologica che sorgerà lungo la provinciale Gallipoli-Alezio) e dei tanti servizi gratuiti offerti dalla Lilt, tra cui visite specialistiche, assistenza oncologica a domicilio, servizio di trasporto pazienti verso le strutture ospedaliere per le cure, campagne  di educazione sanitaria. Di recente, in alcuni locali dell’associazione “Amici di don Quintino”, la Lilt di Melissano (foto)ha inaugurato un ambulatorio attrezzato per le visite specialistiche (dermatologiche e senologiche) e per il sostegno psicologico per i malati e i loro familiari, a cura della dott.ssa Raffaella Manco.
Tradizione e solidarietà nelle iniziative del Centro turistico giovanile. Dal 13 al 24 dicembre la Pastorale girerà per le strade del paese riscaldando l’atmosfera natalizia con le sue note. Confermata anche l’iniziativa “Babbo Natale a casa tua”: il pomeriggio del 24, la Pastorale e Babbo Natale consegneranno i regali a casa dei bambini che ne faranno richiesta. Le offerte raccolte saranno devolute all’adozione a distanza di un bambino boliviano di nome Mauricio.

GALLIPOLI.  Il 6 dicembre, alle 9,  nella sala inferiore del Mercato coperto di piazza Imbriani, si terrà un convegno  su “Novità sul carcinoma del colon” organizzato dalla Lilt.  Nella stessa sera sarà inaugurata una mostra di tarsie donate dal maestro Antonio Gerbino. La mostra resterà aperta  fino al 10 dicembre. L’eventuale ricavato della vendita delle opere verrà utilizzato per la realizzazione del Centro Ilma (foto) e per tutti i servizi erogati dalla Lilt.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...