Home Tags Posts tagged with "centro anziani"

centro anziani

centro anziani 2015luisa pasanisi - tuglieTUGLIE. Ventitré anni dalla fondazione e quindici dall’arrivo nel Centro anziani di piazza Garibaldi. Due importan- ti anniversari per l’Unione servizi volontari, presieduta da Luisa Pasanisi (nella fotina accanto). Per festeggiare degnamente tali ricorrenze, mercoledì 19 e giovedì 20 agosto prossimi, in piazza Garibaldi, nell’ambito di Arte in Piazza, l’associazione metterà in mostra, attraverso foto e testi, la storia personale fatta di emozioni, ricordi, eventi con il pensiero a chi quel centro lo ha vissuto e che ora non c’è più. Da tanti anni, infatti, il Centro anziani non è solo il luogo fisico dell’associazione di volontari, ma anche un luogo di aggregazione. Sono stati tanti, in questi anni, gli anziani che sono venuti a passare il pomeriggio per incontrarsi e giocare a carte, così come sono numerose anche le donne per le attività intraprese. Tra le ultime in ordine di tempo il corso “Mani in pasta” (nella foto), organizzato di concerto da Slow Food Neretum e “Tuglie incontra”. Il tema del progetto è stato quello di raccontare, per tramandare nel dettaglio alle nuove generazioni, il modo tradizionale e genuino di fare in casa la tipica pasta salentina.

centro anziani tuglie 2luisa pasanisi - tuglieTUGLIE. Affermare il valore del volontariato e della solidarietà è la missione dell’“Unione servizi volontari” che, da tanti anni, opera sull’intero territorio tugliese. Fin dalla sua nascita, il desiderio dell’associazione è stato quello di garantire la qualità della vita intervenendo sul fronte delle autonomie personali, avendo la consapevolezza che dagli stili di vita e dalle abitudini dipendono il benessere del singolo e della comunità. Un occhio di riguardo è stato dato agli anziani del paese, baluardo di conoscenza e memoria. Questo per favorire l’integrazione affinché venga meno lo stato di solitudine ed isolamento, specie per chi ha meno figure di riferimento intorno a sé.

Il “Centro anziani”, situato in piazza Garibaldi, alle spalle del monumento dei caduti, è il cuore pulsante delle attività dell’associazione, presieduta da Luisa Pasanisi (foto). «Da molti anni – afferma la presidente – il “Centro anziani” non è solo il luogo fisico dell’associazione di volontari, ma anche un luogo di aggregazione e di socialità. Sono tanti, infatti, gli anziani che vengono a passare il pomeriggio per incontrarsi e giocare a carte, così come sono numerose anche le donne. Le attività portate avanti fino ad oggi sono variegate. Dai corsi ginnici (foto sopra) a quelli teatrali per mettere in scena degli spettacoli, dai corsi di ricamo a quelli di ballo. Molti di questi, riprenderanno con la bella stagione». Attualmente, invece, si sta svolgendo un corso per il corretto utilizzo dei tablet. Da maggio, invece, riprenderanno anche gli incontri con i medici: un’occasione per i più anziani di essere informati su sintomi e patologie tipiche della terza età. «Un ringraziamento – conclude la Pasanisi – sento di rivolgerlo ai tanti volontari che sacrificano il loro tempo per dedicarlo alle varie attività dell’associazione. Inoltre, un grazie sentito anche Ilaria Russo di Parabita che, nelle scorse settimane, ha donato centinaia di capi d’abbigliamento nuovi per i più bisognosi del paese».

TUGLIE. Da quando è stata istituita a livello nazionale la “Festa dei nonni”, sono molti i Comuni che organizzano eventi e incontri dedicati a quanti, insieme ai genitori, curano la formazione di ogni bambino. Anche Tuglie ha organizzato la sua festa, grazie all’interesse dell’Amministrazione comunale insieme all’Istituto scolastico comprensivo, all’associazione “Unione servizi volontari” con la collaborazione dell’insegnante Marco Di Figlia. Giovedì 2 ottobre, infatti, nella prima mattinata, i bambini della scuola elementare e dell’infanzia hanno incontrato i nonni di Tuglie, in piazza Garibaldi e nei locali del Centro anziani. In particolare, i bambini della seconda classe della scuola elementare e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia, preparati dai loro insegnanti e diretti dal maestro Marco Di Figlia, hanno eseguito dei canti e declamato delle poesie.
Successivamente, alcuni nonni hanno letto e raccontato qualche storia, mentre le nonne hanno preparato dei dolci. «Per questa festa – afferma Francesca Solida, assessore alla Pubblica istruzione – ho regalato una confezione di the per il centro anziani.

Il messaggio di questo gesto è l’invito a tutti i nonni ad avvicinarsi al luogo di aggregazione, magari per bere la bevanda durante una serata invernale. Con l’occasione è intenzione di questa Amministrazione l’istituzione della figura del  “nonno vigile”, per rafforzare il rapporto tra nonni e bambini. Il nonno – conclude l’assessore – rappresenta un’importante guida per la vita del bambino e lo sarà anche durante le manifestazioni scolastiche e sportive per vigilare sui loro percorsi». La festa è stata anche l’occasione per consegnare alla comunità il “Centro anziani” (i lavori del palazzo comunale di via Plebiscito e della torre civica sono in fase di completamento), recentemente ristrutturato dalla ditta “Cantieri generali” di Casarano, nell’ambito dei lavori finanziati dal Ministero dell’Ambiente per il Poi “Energie rinnovabile e risparmio energetico” con fondi Fesr 2007-2013 riguardante gli “Interventi di efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche”.

TAVIANO. Era il 28 marzo 2012 quando la famiglia Emilio Fasano decideva di donare al Comune dei locali e un vasto terreno circostante sulla strada provinciale per Casarano. La donazione veniva fatta dopo la morte dei due figli maschi, Luigi e Roberto, avvenuta nel giro di pochi mesi. Il 14 novembre scorso il comune di Taviano ha approntato un progetto esecutivo  di 1milione e 800mila euro per ristrutturare l’immobile da destinare a Centro polivalente e centro diurno per anziani.

«Vogliamo tranquillizzare la famiglia Fasano – dichiara il primo cittadino, Carlo Portaccio – che non ci siamo dimenticati della loro donazione. Purtroppo i tempi burocratici sono lunghi ma in Regione hanno già ammesso il progetto a finanziamento. Con l’assessorato ai Lavori pubblici abbiamo approntato tutto. Abbiamo pensato anche alla statua in bronzo dei due figli Fasano che un artista locale è pronto a realizzare».

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...