Home Tags Posts tagged with "centenaria"

centenaria

Nardò – Compie cent’anni e la città la festeggia. Oggi infatti nella sua casa di via della Costituzione, in zona 167, Cesaria Minisgallo ha festeggiato il traguardo del secolo di vita insieme al figlio e a un gruppo di familiari e vicini di casa. Anche le istituzioni erano presenti all’appuntamento e per il Comune a portare gli auguri e consegnare una targa ricordo sono stati Maria Grazia Sodero e Andrea Giuranna, rispettivamente assessore ai servizi sociali e Presidente del consiglio comunale. Nonna Cesaria, lucida e in buona salute, ha ringraziato e augurato a tutti di raggiungere il secolo di vita, come accaduto a lei in questa giornata. Nata a Neviano ma residente a Nardò da ottant’anni, Cesaria ha tre figli, sette nipoti e un lungo elenco di pronipoti. A proposito di nipoti, una di loro non vive in Italia e ha affidato alla rete un messaggio. «Tanti auguri cara nonna per i tuoi 100 anni – è la frase apparsa sulla bacheca Facebook del Comune tra i tanti messaggi d’auguri dei neretini – e che Dio ti benedica e ti conceda una lunga salute ancora. Anche se oggi non ero presente, l’emozione dei tuoi cento giovani anni è arrivata anche qui in Germania… Con affetto, ti abbraccio forte cara nonna “Saia”. Tua nipote Giusy insieme a Salvo, Christian e Cheyenne».

GALLIPOLI. Tanti auguri di buon compleanno alla signora Agata Buccarella, gallipolina classe 1915 che domenica 23 luglio festeggia l’ambito traguardo dei 102 anni. Madre di quattro figli: Antonio, Annarita, Michele e Luigi (Don Gigi De Rosa, rettore del Santuario del Canneto); nonna di sei nipoti e bisnonna di sei pronipoti (di cui il più piccolo di appena due mesi), la signora Agata è una donna forte e dalla vita intensa, della quale, grazie alla sua mente ancora lucidissima, ricorda tutto fin nei minimi particolari. << Mio padre, Emanuele Buccarella, partecipò alla Prima guerra mondiale e morì poco dopo il suo ritorno, quando ero ancora molto piccola-racconta la signora Agata- per questo purtroppo non lo ricordo bene. Mia madre invece faceva la sarta, si chiamava Marina Sogliano e aveva tantissime allieve a cui insegnava il cucito. Tra queste, c’era anche Clementina Metti, 102 anni come me, che ora vive ad Alezio con cui sono sempre rimasta amica. A me, in verità, non piaceva affatto cucire, solo ricamare: per questo non ho voluto seguire le orme di mia madre. All’epoca poi ricordo che la mia maestra di Catechismo era Lucia Solidoro, che fece un miracolo ad una mia amica e per la quale è iniziata la ricerca, affidata attualmente a mio figlio, Don Gigi, per vedere se si può iniziare processo di beatificazione>>. Tantissimi i ricordi che le vengono in mente: dai momenti passati sui banchi della scuola di Santa Chiara, nel centro Storico, dove a 13 anni conobbe per la prima Luigi, l’uomo che sarebbe stato suo marito; dalle lezioni di disegno che amava tanto alle recite scolastiche, dove interpretava la parte di una Miss inglese (di cui ancora ricorda qualche battuta); l’attivismo politico, diventata maggiorenne; il matrimonio con Luigi De Rosa a 27 anni e la partecipazione del marito alla Seconda Guerra Mondiale, dove racconta con orgoglio che lo stesso, mentre si trovava in Albania, salvò la vita ad un Alpino; il viaggio a Brindisi con il marito, sempre durante la seconda Guerra Mondiale, e i bombardamenti notturni durante i quali rischiarono la vita. E poi ancora, finita la guerra, il lavoro nell’alimentari di famiglia, in Via Antonietta De Pace, fino al 1975; e una vita dedicata ai figli ed ai nipoti.  Raccontano i figli e i nipoti che ancora oggi, ogni mattina la signora Agata passeggia nel giardino e ogni sera, con qualsiasi tempo, va alla messa che celebra il figlio nella Chiesa del Canneto. Inoltre, pochi giorni fa, ha voluto essere la prima ad entrare a vedere la Chiesetta di Santa Cristina, appena restaurata. << Il segreto per vivere a lungo è mangiare di tutto- conclude la signora Agata- come faccio io: pesce, carne, frutta e verdura. Ed un bicchiere di vino non mi è mai mancato a tavola. Ed anche se il dottore me lo ha sconsigliato, vado matta per i fritti, soprattutto i calzoni>>.

unnamedMATINO. 100 anni per la signora Antonia Giannico festeggiati oggi anche dall’Amministrazione comunale. Per l’occasione, infatti, il Sindaco Tiziano Cataldi renderà omaggio alla sua concittadina consegnando un mazzo di fiori e una pergamena a nome della Città di Matino. Un compleanno importante per la signora Antonia che nella sua vita ha attraversato un secolo di storia e che festeggerà soffiando le sue cento candeline circondata dall’affetto dei figli Vincenzo, Lucia, Carmelina, Mimina e dei suoi dieci amatissimi nipoti.“Nel ringraziarla per aver contribuito alla crescita della nostra Comunità – riferisce il Sindaco – formulo sinceri e profondi auguri alla sig.ra Antonia”.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...