Home Tags Posts tagged with "centenari alezio"

centenari alezio

by -
0 758
Lucia Stoppello, 103 anni di Alezio, mentre legge Piazzasalento

Lucia Stoppello, 103 anni di Alezio, mentre legge Piazzasalento

Saranno i geni, la tranquillità dell’entroterra salentino, la dieta mediterranea. I dati parlano chiaro: ad Alezio si vive più a lungo. Secondo le ultime statistiche (curate da Coldiretti), il comune salentino si aggiudica la medaglia della longevità, registrando il più alto rapporto tra centenari e popolazione totale (5.722 abitanti). A testimoniarlo sono le 106 candeline di Carmela Villani, le 103 di Gilda Romano e Lucia Stoppello, i 101 anni di Grazia Tappia, Assunta Quarta e Oronza Persano e i 100 di Clementina Metti, la “giovane” del gruppo. Sette donne e un unico uomo, Tommaso D’Aprile, con i suoi 102 anni, per un totale di ben otto “supernonni”.
Acciacchi, idee chiare, determinazione e tanti ricordi. Come quelli della signora Gilda, donna energica e sportiva, nonché grande tifosa juventina. Alle spalle il duro lavoro in campagna e la gioia del condividerne i frutti anche con chi non poteva permetterselo, diventando un vero punto di riferimento: «Ogni giorno, specialmente nei periodi di festa, arrivavo a vendere e donare oltre 100 uova al giorno; la mia casa era aperta a tutti, un continuo viavai di gente». Il suo segreto? È sintetizzato in poche parole magiche: «Il risparmio, la famiglia, l’alimentazione genuina e la forza di volontà nel lavoro».
Talmente attiva e vispa da aver scritto un libro di poesie, firmandone personalmente copie e dediche ai parenti durante la sua ultima festa di compleanno. Un evento straordinario, soprattutto perché su quella torta si spegnevano ben 107 candeline.

Anna Leganza, nata il 31 luglio 1908, scrittrice, attenta lettrice, donna di fede e nobili origini. A dispetto di quanto dichiarato dall’anagrafe, sono davvero poche le sue concessioni al tempo che passa. Per lei, una nutrita collezione di coroncine benedette, l’hobby per i cruciverba, un italiano forbito e raffinato, dieta mediterranea e un grande amore per i figli, Maria ed Ernesto. Essere in pace con se stessi e con gli altri, amare il prossimo e non pensare male di nessuno il segreto della sua lunga vita, un elisir che la nonna insegna e raccomanda a tutti. La donna più longeva di Parabita è stata protagonista qualche tempo fa anche delle celebrazioni per il centenario della scuola elementare cittadina (nella foto grande insieme agli scolari). Quando l’edificio aprì i battenti, nel settembre del 1913, lei era al suo primo giorno di scuola, in prima elementare, e ne ha raccontato le emozioni agli scolari di oggi.

(Hanno collaborato Chiara Pisanello e Daniela Palma)

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...