Home Tags Posts tagged with "cengs de paola"

cengs de paola

Cengs-De-PaolaACQUARICA. I giudici di secondo grado riducono da 11 a 4 anni la condanna a carico di Cengs De Paola, 39enne di Acquarica del Capo, coinvolto nell’operazione investigativa denominata “Tam Tam”. Un drastico sconto di pena, accompagnato dall’immediata scarcerazione per il pastore, ritenuto dagli inquirenti un affiliato del clan Giannelli-Scarlino e assolto dall’accusa di associazione mafiosa perché il fatto non sussiste e dalle estorsioni ai gestori dei lidi. I giudici hanno accolto le tesi degli avvocati Luigi Corvaglia e Paolo Rizzo, i quali hanno evidenziato come nell’istruttoria di primo grado non vi fosse prova della presunta partecipazione del loro assistito a un’associazione mafiosa.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

tribunale leccePzzSlnt_32_01.inddTAURISANO. Ultimo atto dei processi scaturiti dall’operazione “Tam Tam”, che nel febbraio 2014 permise di smantellare due presunti clan dediti alle estorsioni ai danni di proprietari degli stabilimenti balneari del Capo di Leuca: il clan “Giannelli- Scarlino”attivo nel territorio di Taurisano, Acquarica del Capo, Ugento, Matino e Casarano e quello dei “Vernel” dei fratelli Antonio ed Andrea Leo, che operava tra Calimera, Vernole e Melendugno. Nel corso delle indagini vennero alla luce espisodi estorsivi ai danni di stabilimenti balneari tra la marina di Pescoluse, Ugento e Santa Maria di Leuca. Diciotto gli imputati, la maggioranza dei quali ha scelto il rito abbreviato. Nella settimana scorsa si è celebrato l’ultimo troncone del processo che ha rigurdato i cinque che hanno optato per il rito ordinario.È stato condannato in primo grado a 11 anni di reclusione Cengs De Paola di Acquarica del Capo di 39 anni. La condanna è stata emessa dai giudici della seconda sezione collegiale (presidente Roberto Tanisi); il sostituto procuratore della direzione distrettuale anti- mafia Guglielmo Cataldi aveva chiesto 17 anni di carcere. Il De Paola era accusato di estorsioni ai danni degli amministratori comunali, estorsioni ai titolari dei lidi, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (la Cassazione ha annullato l’ordinanza a carico di De Paola relativamente a quest’ultima accusa).

Quattro anni e sei mesi, invece per Martinantonio Manco, 44, di Taurisano per due episodi di spaccio, assolto però dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Le altre condanne: un anno di reclusione per furto per Giuseppe Durante, di Melendugno; assolti dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti per insufficienza di prove Antonio Romano, 32enne di Presicce e Gabriele Bellucci, 29enne , di Ruffano. Il processo si conclude così con undici condanne e sette assoluzioni.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...