Home Tags Posts tagged with "cat"

cat

Alezio – Apre ufficialmente le sue porte domenica 25 febbraio “Area Lab”, il nuovo contenitore creativo urbano nato grazie al programma regionale “Bollenti spiriti”. Per la struttura di via Enrico Toti, in passato luogo di riferimento per i giovani aletini, il 14 marzo del 2016 è partita una nuova fase, con l’associazione “Springo” presieduta da Gino Stanca (a sinistra), vincitrice del bando, per la concessione della struttura. Poi la fase operativa, anche grazie al supporto nella gestione dalle associazioni Emys (di Gallipoli) e Mediterranea (di Bari). Obiettivo dei promotori dell’iniziativa: «creare, anche con l’aiuto dei cittadini, un luogo di sviluppo del e per il territorio locale, abbracciando tutte le forme di espressione». Workshop, eventi, laboratori, musica, arte, cultura e tanto altro nel programma delle iniziative in cantiere, che verranno presentate durante la serata di inaugurazione, a partire dalle ore 18.

Tra i primi eventi annunciati una giornata di formazione su “Opportunità e professioni del turismo”, promossa da Cat – Codici avviamento territoriale, il prossimo 17 marzo. Il workshop, realizzato con il patrocinio di Artis Puglia Sviluppo ed in collaborazione con TravelMinds S.r.l. e l’Its Iota Sviluppo Puglia (Istituto tecnico superiore per l’Industria dell’ospitalità e del turismo allargato), si rivolge in particolar modo agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che vogliano approfondire i temi della formazione post diploma ed inserirsi velocemente nel mondo del lavoro, ai proprietari e/o gestori di piccole, medie e grandi strutture ricettive che desiderino scoprire come migliorare la propria presenza online e dunque il proprio fatturato. Interverranno Armenia Cotardo, presidente Cat, Daniela Talà dell’Its Iota, Marco Briganti di Travelminds (Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti; per info: info.cat.italy@gmail.com). Al via da lunedì 19 marzo invece il corso per videomaker (livello base) promosso da Springo Creative Studio e tenuto da Federico Mudoni, Andrea Barba e Paolo Manco (foto). Il percorso, articolato in dieci lezioni da tre ore (dalle ore 17 alle 20), mira a fornire gli strumenti pratici e didattici di base per imparare a narrare per immagini. Dallo storytelling e alla sceneggiatura al montaggio, passando per la creazione di un set, lo studio della prospettiva e l’illuminazione, verranno illustrate la storia, il linguaggio, le regole e la tecnica del video. (Costo 180€; Per info: +39 392 6413170 – info@springostudio.it).

by -
0 1202

Schiavi moderni d'Italia: se ne discute il 21 luglio ad Alezio con Cat - Codici di Avviamento Territoriale

ALEZIO. Sarte, braccianti, parcheggiatori, vigilanti: sono tanti i volti della schiavitù in Italia, circa 130mila. A parlarne è Leonardo Palmisano nel suo “Mafia caporale”, edito da Fandango, un viaggio dal Nord al Sud d’Italia per raccontare storie di lavoro e sfruttamento. Dell’intreccio di caporalato e impresa si discuterà venerdì 21 luglio ad Alezio presso il Parco Vittime delle Mafie, alle ore 20, con “Schiavi di oggi. Presentazione di Mafia Caporale.”, evento promosso dall’associazione Cat – Codici di Avviamento Territoriale e realizzato con il patrocinio del Comune di Alezio. Durante l’incontro, che vede la presenza dell’autore e sociologo Palmisano, interverrà anche Antonella Perrone, segretario generale di UILTuCS Lecce (Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio e Servizi) che spiegherà perché le organizzazioni criminali abbiano interesse ad investire in settori come il turismo, i servizi ed il commercio. Modera Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento.

“Appare chiaro che, benché la recente Sentenza Sabr abbia formalmente riconosciuto l’esistenza della schiavitù agricola – dichiara Armenia Cotardo, presidente di Cat – c’è ancora un’Italia intera da bonificare da quella perversa assenza di morale che porta a considerare l’essere umano una scontabile merce di scarso valore ed auspichiamo che momenti di riflessione come quello che stiamo organizzando contribuiscano in tal senso”.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...