Home Tags Posts tagged with "Castiglione d’Otranto"

Castiglione d’Otranto

CASTIGLIONE D’OTRANTO. Una rivoluzione che parte dal basso e che racconta di tutela dell’ecosistema, di ritorno alla terra, di un nuovo modo di guardare all’economia e del recupero di un antico senso di comunità: tutto questo vuol essere la “Notte verde” che giovedì 31 agosto torna a Castiglione d’Otranto per la sua sesta edizione. Il ricco programma di eventi comincia fin da lunedì 28, con un preludio lungo tre serate e fatto di laboratori, dibattiti, performance artistico-musicali, proiezione di corti e documentari. Curata dalla “Casa delle Agriculture Tullia e Gino”, con il patrocinio del Comune di Andrano, la “Notte verde” mette insieme una rete di agricoltori, apicoltori, pastori, artigiani e piccoli produttori che operano con un occhio particolare alla tutela di ecosistema e biodiversità.

Lunedì 28, alle ore 20, i laboratori sulla produzione di microrganismi, compost e macerati. Si prosegue con due dibattiti incentrati sui temi della fertilità del suolo (ore 21) e delle politiche innovative per la gestione a impatto zero dei rifiuti (ore 22). Chiude la serata Luigi Panico, con la sua performance “Musica per la Terra”.

Nei laboratori di martedì 29 (dalle ore 20) verranno illustrate, invece, tecniche casearie, di apicoltura responsabile e smielatura per bambini di tutte le età. E alle 21 il ricercatore dell’Institute of Sociology and Peasant Students-Olanda, Fernando Garcia-Dory, si confronterà con Francesco Minonne (direttore scientifico della “Notte verde”, nonché del Parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca) su pastorizia, agroecologia e paesaggio. Mercoledì 30 (dalle ore 19) è il momento dei laboratori sulla pizza e la panificazione con pasta madre spiegata ai bambini, e dei dialoghi per parlare di sementi (alle 21) e reti solidali fra Sud Italia e Mediterraneo (21:30).

L’ora della “Notte verde” scatta giovedì 31 agosto, coinvolgendo l’intero centro storico. A cominciare da Piazza della Libertà, dove l’evento si aprirà ufficialmente alle ore 20, con i saluti del sindaco di Andrano, Mario Accoto,  e un dialogo su agromafie e resistenza civile alla presenza di importanti ospiti, fra i quali Giuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi in Sicilia, sotto scorta dopo le minacce e l’attentato mafioso seguito al protocollo di legalità introdotto nell’area. Le strade del centro storico si trasformeranno in vie della biodiversità, della canapa, dell’agricoltura naturale, con laboratori, dibattiti, mostre, spettacoli ed esposizione di manufatti e prodotti. Fra gli eventi in programma, da segnalare le degustazioni al buio (dalle ore 21, prenotazioni al numero 328/ 8229809) e la raccolta di rifiuti all’alba (dalle 3).

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...