Home Tags Posts tagged with "Castiglione d’Otranto"

Castiglione d’Otranto

Gallipoli-Tricase – Sbarca per la prima volta nel Salento “Itaca – Migranti e viaggiatori”, il festival del turismo responsabile nato a Bologna dieci anni fa e premiato dall‘Organizzazione mondiale del turismo dell’Onu per l‘eccellenza e l’innovazione: saranno 58 gli eventi dislocati per tutta la provincia di Lecce da venerdì 14 a domenica 16 settembre.

La mission – Il Festival coniuga produzione culturale, creatività, sviluppo sostenibile, turismo responsabile e interculturalità attraverso una produzione culturale dal basso, che nasce dalla capacità di mettere in rete la creatività di chi vive e rende vivo il territorio, riuscendo a coinvolgere in un’esperienza multisensoriale sia i residenti che i visitatori. Attraverso eventi quali mostre, convegni e concorsi, visite guidate e itinerari in bicicletta, degustazioni a km 0 e spettacoli, il festival mira dunque a promuovere una nuova idea di turismo sostenibile, portando istituzioni, operatori economici, turisti e intere comunità a sperimentare modelli alternativi di sostenibilità.

Il programma: avvio a Lecce, laboratori multisensoriali a Gallipoli – Il Festival si inaugura venerdì 14 settembre alle ore 9.30, a Lecce, presso l’Università del Salento (Studium 5, Viale San Nicola): qui si terrà il convegno “In viaggio verso Itaca”, introdotto dal prof. Fabio Pollice (direttore del Dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo e della Scuola di Placetelling della stessa Università). A coordinare la tavola rotonda sarà invece Marta Vignola, ricercatrice di Unisalento e referente di Itaca Salento. Tanti gli appuntamenti che toccheranno diversi centri salentini, a cominciare da Gallipoli, con i laboratori multisensoriali e una mostra d’arte “materica” presso il centro di cultura del mare Marea, nel chiostro di San Domenico (qui tutti i dettagli). Al Salento Bike Cafè di Lido Conchiglie, invece, sabato 15 si partirà per un’escursione in tandem e bicicletta bendati, per scoprire il territorio attivando tutti i sensi meno la vista (info al 346.0862717).

Casa Comi

Gli eventi a Tricase – Al Celacanto, ex casa cantoniera a Marina Serra, oggi riqualificata e trasformata in sede operativa dell’associazione “Coppula Tisa”, nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 settembre sarà allestito uno spazio colazione in pineta con prodotti da agricoltura naturale (ore 8,30 – 10,30. Costo 5 euro a persona). Dalle 11 alle 15,30, invece, ciclososta con degustazione di prodotti tipici (euro 12 a persona). In mattinata si può anche usufruire del servizio di babysitting (dalle 9 alle 13) e per tutte e tre le giornate di Itaca (14, 15, 16 settembre) si può pernottare nella struttura con un contributo di 18 euro per notte a persona. Per chi vuole esplorare il mare in compagnia dei pescatori di Tricase Porto, venerdì e sabato si può partire per una giornata fra attività di pesca a traina sostenibile e pulizia del pescato a bordo, con degustazione del pescato a seguire (partenza ore 16 dal porto di Tricase. Per domenica, invece, la partenza è alle 6 del mattino. Costo totale del pacchetto 25 euro).
A Lucugnano sono poi in programma visite guidate alla casa museo del poeta Girolamo Comi (venerdì ore 18,30-20; sabato e domenica 10,30-12 e 18,30-20). Non mancheranno escursioni e visite guidate, con partenza dalla Chiesa dei Diavoli e arrivo alla Torre del Sasso (sabato 15, costo 10 euro) o nel territorio intorno a Marina Serra (sempre sabato 15, partecipazione con offerta libera). E per chi vuole passeggiare e dare un contributo alla pulizia del territorio domenica 16 c’è la passeggiata ecologica con il gruppo di Clean Up Tricase (aperitivo finale con prodotti tipici. Partecipazione 7 euro), o l’escursione con raccolta di rifiuti dal Biotopo alla Chiesa dei Diavoli. Ancora, sabato e domenica a Tricase ci sono anche le uscite in barca e i laboratori sui nodi e la cucina marinara organizzati al Porto Museo (apertura dalle ore 16 alle 20). Per tutti gli eventi, info e prenotazioni al numero della Pro Loco Tricase: 392.4511787.

Il santuario di Leuca

Appuntamenti anche a Leuca, Tiggiano e Castiglione – Gli eventi di Itaca si allargano sul territorio coinvolgendo anche Santa Maria di Leuca, dove sabato 15 si parte dal santuario De Finibus Terrae per un tour  piedi nelle terre estreme raccontate dall’arte, con aperitivo e spettacolo finale a La Station, presso la stazione di Gagliano-Leuca (costo 5 euro. Info e prenotazioni al 366.3199532). A Specchia c’è invece il trekking con yoga (domenica 16, partenza ore 8,30. Info al 392.4511787). Nella stessa giornata (dalle ore 16), a Tiggiano si parte dalla sede della Cooperativa Terrarossa per visitare la mostra della civiltà contadina, degustare il miele e fare trekking nel paesaggio circostante (info al 392.4511787). Infine, a Castiglione d’Otranto domenica pomeriggio (dalle 18 alle 20) si passeggia in compagnia degli anziani del posto, a passo di asinello, fra i tratturi che portano al mulino di comunità (info e prenotazioni sulla pagina facebook “Casa delle AgriCulture – Tullia e Gino – Castiglione D’Otranto”).

Organizzatori e partner del progetto – Il Festival Itaca è promosso e organizzato dall’Associazione Yoda, Cospe e Nexus Emilia Romagna, in collaborazione e con il sostegno di numerosi partner, anche istituzionali. Fra questi ultimi figurano l’Università del Salento, il Dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo, il Programma europeo Interreg Italia-Albania-Montenegro “Adnich (Adriatic network for the intangible cultural heritage), la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, i Comuni di Lecce, Guagnano e Tricase, e il Sac – Porta d’Oriente.

Castiglione d’Otranto (Andrano) – Si è parlato dei rischi per la salute collegati all’uso di pesticidi in agricoltura ieri, giovedì 30 agosto, a Castiglione d’Otranto, durante la terza e ultima serata dei Preludi alla Notte Verde, che si terrà questa sera, venerdì 31 agosto. Alle 21, in zona Trice, si è tenuto infatti il dialogo “Pesticidi, bando alle ciance: rischi sanitari e alternative per la fertilità”, con Patrizia Gentilini, oncologa e responsabile dell’ufficio di presidenza Isde Italia (medici per l’ambiente), e Nico Catalano, referente Aiab Puglia e Firab (entrambi operanti sul versante dell’agricoltura biologica e biodinamica).

Un’agricoltura senza veleni – ha affermato la dottoressa Gentilini-non solo è possibile ma è ormai assolutamente indispensabile se vogliamo salvaguardare la salute delle persone, la qualità delle acque, la fertilità dei suoli e contrastare efficacemente gli stessi cambiamenti climatici. Le oltre 130mila tonnellate di pesticidi che ogni anno riversiamo, solo in Italia, nei nostri suoli finiscono nei nostri corpi e avvelenano il nostro sangue. Sappiamo ormai con certezza che i pesticidi aumentano tutti i tipi di cancro, di malattie del sistema nervoso, obesità, diabete, malformazioni, infertilità e sono soprattutto donne in gravidanza e bambini a subire gli effetti più gravi”. “Molte piante presenti nella nostra tipica flora spontanea o agraria, sono la fonte di una miriade di metaboliti secondari – ha rilevato tra l’altro Catalano – sostanze utili sia nei meccanismi di difesa biologica che per contenere biologicamente la flora spontanea. L’utilizzo di alcune piante o parti di esse rappresentano le migliori alternative di lotta biologica all’uso dei fertilizzanti, dei pesticidi e principalmente degli erbicidi di sintesi”.

L’ultima tappa della Marcia del seme, iniziata il 28 agosto con diverse soste, con i partecipanti che hanno percorso oltre 50 chilometri portando con sé i semi di varie zone come simbolo di ricchezza e rinascita di quei luoghi . L’ultima tappa è stata dal Castello di Andrano fino a Castiglione, dove i manifestanti vi sono giunti a piedi passando per le campagne circostanti. Arrivati all’ingresso della città, i partecipanti sono stati accolti dalla banda tradizionale che ha sfilato per le vie del paese fino in zona Trice, dove ha avuto luogo il dibattito.

Dopo i tre giorni di Preludi, via libera questa sera “alla Notte Verde”.  Giunta alla settima edizione, la Notte verde è una festa popolare curata dall’associazione Casa delle agriculture Tullia e Gino, presidente Tiziana Colluto, e dalla cooperativa Casa delle Agriculture con il presidente Donato Nuzzo (direttore artistico dell’evento), realizzata con il patrocinio del Comune di Andrano e in collaborazione con Salento Km0, Free Home University, Gus e Parco regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca.

 

Si prevedono 35mila presenze per assistere a mercatini ed eventi, con le strade che proporranno allestimenti, iniziative ed esposizioni a tema. Ci saranno infatti la via degli asini e del turismo sostenibile, della canapa, dell’artigianato, della biodiversità e dell’agricoltura naturale; visite guidate al mulino di comunità ed intrattenimento musicale; presso il Parco Renata Fonte, a partire dalle 19,15 poi, ci sarà l’inaugurazione della collezione di arte muraria “Contadini di tutto il mondo, unitevi”.

 

In cattedra la restanza ,Tra gli eventi di questa sera alle 20,30 si terrà il dibattito “Le nuove vie della restanza. Territorio, economie rurali, alleanze di comunità”, con il presidente onorario della Notte Verde 2018, Angelo Salento, e il prof. Alberto Magnaghi. Alle 21.45 infine, presso la ex scuola elementare di Castiglione, si terrà il convegno moderato dalla giornalista Cecilia Leo dal titolo “Ambiente e autismo: cause, diagnosi precoce, approcci terapeutici” con Maria Grazia Serra, presidente Isde Taranto; Flavia Lecciso, ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo-Dipartimento Storia Società e Studi sull’uomo, UniSalento e Chiara Pellegrino, psicologa e psicoterapeuta.

Maglie – Da giovedì 30 agosto a domenica 2 settembre, un fine settimana lungo e una serie di appuntamenti con l’associazione La scatola di latta, alcuni inseriti nel contesto di altre manifestazioni.

All’interno del Maglie Jazz Summer Festival è prevista giovedì sera un’incursione jazzpoetica. Appuntamento alle ore 20 presso la stazione ferroviaria, poi un percorso nel centro storico della città, con soste nei luoghi più significativi e letture curate da Tina Cesari. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il club di appassionati del vino “I Feudi di Maglie”, le associazioni Bud Powell e Biblioteca di Sarajevo; allestimenti a cura di Paola Talucci.

Da Botrugno alla Notte Verde di Castiglione – Venerdì sera La scatola di latta si sposterà a Botrugno: alle ore 20, partendo dall’area giochi nel Parco dei Pini (Santu Scianni) in programma una serie di attività dedicate ai bambini. Il gruppo “Tela – artisti in comune”, in collaborazione con il Comune di Botrugno presenterà “Il Tempo dei Bambini”, una passeggiata per le vie di Botrugno che permetterà a grandi e piccini di conoscere piccoli fatti, aneddoti, curiosità, storie del paese raccontate attraverso il filtro del teatro. Sempre venerdì 31, dalle ore 21, Valeria Puzzovio, Elisabetta Di e Claudia Ferrari saranno presenti a Castiglione d’Otranto con il laboratorio per bambini “Ilustrabocchi, semini ambientali e pillole filosofiche nella Scatola di Latta”. L’evento rientra nel programma della Notte Verde.

Sabato 1 settembre ancora a Botrugno per la presentazione del libro “Da Piazza Guarini a Piazza S. Oronzo, scene di vita del dopoguerra a Botrugno” di Vito Papa: appuntamento al Palazzo Marchesale, ore 19. Il libro postumo di Papa, scomparso il 17 ottobre di due anni fa, ricostruisce, attraverso il metodo delle interviste, le condizioni di vita della comunità del paese, tra gli anni ’40 e ’60 del secolo scorso. Introduce Lina Leone. Interventi di Luciano Vergari, presidente del Club ’79; Pasquale Barone, Sindaco di Botrugno; Oronzo Stefanelli, sponsor del volume; Mario Congedo, editore. Il libro sarà presentato dalla figlia di Papa, Diletta. Passi scelti saranno letti da Gianluca Carrisi e Deborah De Blasi.

Passeggiata rurale “mara e piccante domenica 2 settembre, con incursioni storiche, musicali e poetiche nella campagna di Ruffano, accompagnati da Stefano Tanisi e dal personale dell’Infopoint Torrepaduli-Ruffano: l’evento è inserito nel programma di “Maru – Il peperoncino in festa”. Appuntamento alle 17,14 nei pressi dell’Infopoint Torrepaduli. Si andranno a scoprire la pajara gigante, masserie e specchie, ascoltando storie che raccontano di sacrificio e lavoro nei campi, ma anche di bellezza e convivialità. Non occorre prenotare. Si raccomanda solo di portare con sé scarpe comode.

Castiglione d’Otranto (Andrano) – Ritorno alla terra, ritorno alle tradizioni: è un inno alla natura, ai saperi antichi e all’ecosostenibilità la Notte Verde, che quest’anno giunge alla sua settima edizione: l’appuntamento è per venerdì 31 agosto, ma già le giornate precedenti l’evento – il 28, 29 e 30 – saranno ricche di iniziative, laboratori e dibattiti.

Curata dall’associazione Casa delle Agriculture Tullia e Gino e dalla cooperativa Casa delle Agriculture, con il patrocinio del Comune di Andrano e in collaborazione con Salento Km0, Free Home University, Gus e Parco Regionale Costa Otranto – S. Maria di Leuca, la Notte Verde vede la direzione artistica di Donato Nuzzo, presidente della cooperativa Casa delle Agriculture.

La marcia del seme – Ad aprire l’edizione 2018 è la marcia del seme, che è partita da Melpignano nella mattinata di martedì 28 agosto e vedrà un gruppo di camminatori muoversi per tre giorni su un percorso di circa 50 chilometri, portando con sé i semi, considerati simbolicamente embrione di tutte le potenzialità che il Salento custodisce. La marcia raggiungerà il faro di Punta Palascià, a Otranto, nella serata di martedì, e da lì ripartirà all’alba di mercoledì 29, verso la seconda tappa che porterà al  Centro Canali di Ortelle. La mattina del 30 agosto i camminatori si rimetteranno poi in marcia, per arrivare a Castiglione in serata (ore 19, in zona Trice). Ad accompagnare la marcia del seme, in tutte e tre le giornate ci saranno visite guidate e degustazioni alla scoperta della cultura culinaria di contadini, massaie e pastori.

Preludi alla Notte Verde: gli eventi dal 28 al 30 agosto – Laboratori nel pomeriggio, dibattiti in serata: si organizza così il ricco calendario di appuntamenti che anticipano la Notte Verde. In tutte e tre le giornate dei preludi (dalle ore 18,45 alle 20,45) si terranno il laboratorio di rural street art (presso il Parco Renata Fonte) e quello di scrittura e lettura rurale (“Parla come mangi”, a cura di Luisa Ruggio. Costo totale 20 euro, info al 348.5649772). Martedì 28 ci saranno inoltre i laboratori sulla cosmesi casalinga (euro 10, info al 335.6487504) e sulla costruzione di un’altalena in canne di bambù; mercoledì 29, invece, in programma laboratori sui rimedi della tradizione erboristica (euro 10, info al 335.6487504) e sulla costruzione di un’arnia; infine, giovedì 30 appuntamento con i laboratori sulle piante officinali mediterranee (euro 10, info al 335.6487504) e sul mais macinato a pietra naturale.

I dibattiti – Le serate dei preludi alla Notte Verde saranno anche momento di discussione sui temi chiave della manifestazione. Martedì 28 agosto tre gli appuntamenti: alle ore 21 lectio magistralis del prof. Michele Carducci su “Il diritto al cibo come strumento di democrazia”; alle 21,30 dialogo su “Cerealicoltura di qualità: il futuro è nelle spighe antiche”, con Gabriele Bindi e Francesca Casaluci; alle 22,30 proiezione del film “Vento di Soave”, alla presenza del regista Corrado Punzi. Mercoledì 29 (ore 21) Paola Zappaterra, Silvia Innocenti e Valentina Avantaggiato discutono di “Economia del cibo come infrastruttura del territorio”; a seguire (ore 22,30) lo spettacolo “Muttura”, sul tema dei rifiuti interrati nel nostro territorio. Nell’ultima serata dei preludi, giovedì 30, Patrizia Gentilini e Nico Catalano discutono di “Pesticidi, bando alle ciance: rischi sanitari e alternative per la fertilità” (ore 21), per poi lasciare spazio (alle 22,30) al concerto “Canti di terra e di lotta”.

Venerdì 31 la Notte Verde – Ogni angolo di Castiglione ospiterà mercatini ed eventi, con le strade che proporranno allestimenti, iniziative ed esposizioni a tema: ci saranno la via degli asini e del turismo sostenibile, della canapa, dell’artigianato, della biodiversità, dell’agricoltura naturale e dei coltivatori di cambiamento (con le antiche varietà di semi e le loro storie). Dalle 20 all’1 si terranno poi le visite guidate al mulino di comunità, e non mancherà la musica, con i concerti di Ciccio Zabini, Luca Ferraris, Giaspis, Luigi Botrugno, Eleonora Carbone, Les Trois Lézards, P40 e Accademia Folk. Altri appuntamenti saranno l’inaugurazione della collezione di arte muraria “Contadini di tutto il mondo, unitevi!”(ore 19,15, Parco Renata Fonte) e alle 20,30 il dibattito “Le nuove vie della restanza. Territorio, economie rurali, alleanze di comunità”, con il presidente onorario della Notte Verde 2018 Angelo Salento, e il prof. Alberto Magnaghi.

Per finire, dalle 3 di notte tutti muniti di guanti, sacchi e palette per “L’alba pulita” che libera il territorio dai rifiuti. Ulteriori info sul programma al 348.5649772.

 

 

 

Castiglione d’Otranto (Andrano) – Nella frazione di Andrano 3 giorni di festeggiamenti religiosi e civili in onore del patrono Sant’Antonio e del compatrono Sant’Oronzo, dal 30 luglio all’1 agosto.

Il programma delle celebrazioni religiose prevede per lunedì 30 luglio la messa alle ore 19, e subito dopo la partenza della solenne processione che porterà per le vie del paese le statue dei santi. Il corteo sarà accompagnato da uno spettacolo di fuochi d’artificio, mentre a salutare la conclusione della processione ci sarà un panegirico per i due santi. Anche nelle serate del 31 luglio e dell’1 agosto la messa è programmata per le ore 19.

I festeggiamenti civili – Fede e non solo, la festa sarà condita anche da tanta musica: quella della banda “Città di Squinzano”, diretta dal maestro Giuseppe Grecucci, che si esibirà il 30 e 31 luglio; e quella della “Città di Conversano”, diretta da Susanna Prescetti, che salirà sul palco martedì 31. Mercoledì 1 agosto, invece, si ballano i successi della musica italiana con i Medinita; e ci si diverte con l’animazione di Street Angel.

 

Parabita – Testa della classifica conquista per la Soccer Dream Parabita nel campionato di Terza categoria (delegazione di Maglie). Il braccio di ferro con la Castiglionese (squadra di Castiglione d’Otranto) ha avuto una svolta domenica 18 febbraio con la vittoria della Soccer per 0-1 sul campo dell’Armando Picchi Specchia di mister Antonio Martire (di Miggiano), che ha permesso alla squadra del presidente Pasquale Bruno di effettuare il sorpasso ai danni dell’ex capolista sconfitta in trasferta dal San Cassiano per 1-2. La nuova battistrada del campionato ha battuto di misura lo Specchia con la rete decisiva di Antonio Potenza. L’attaccante di Taurisano è subentrato nel secondo tempo siglando il gol che ha regalato vittoria e primato ai suoi compagni. Fatta eccezione per la formazione in cui milita Ernerto Javier Chevanton, in occasione della quattordicesima giornata soltanto la Nuova Andrano è riuscita a mettere in saccoccia i tre punti dopo aver espugnato il campo del fanalino di coda Taviano. Un successo che ha consentito all’Andrano di agganciare l’Armando Picchi Specchia a 21 punti e di accorciare sul Real Neviano, terza forza del torneo caduta per 0-1 sul campo del sorprendente Melissano. Mentre la Gioventù Specchia 95 ha osservato il turno di riposo, la gara tra Salento Calcio e Noha è stata rinviata per maltempo. A partire dalla prossima giornata di campionato in programma domenica prossima, la Castiglionese (28) guidata da Vitale Ingletto affronterà in casa l’abbordabile Taviano e avrà l’opportunità di sfruttare il turno di riposo della Soccer Dream (31) per tentare l’aggancio in vetta in attesa dello scontro diretto, a questo punto quanto mai interessante, del 18 marzo a Parabita.

CASTIGLIONE D’OTRANTO. Una rivoluzione che parte dal basso e che racconta di tutela dell’ecosistema, di ritorno alla terra, di un nuovo modo di guardare all’economia e del recupero di un antico senso di comunità: tutto questo vuol essere la “Notte verde” che giovedì 31 agosto torna a Castiglione d’Otranto per la sua sesta edizione. Il ricco programma di eventi comincia fin da lunedì 28, con un preludio lungo tre serate e fatto di laboratori, dibattiti, performance artistico-musicali, proiezione di corti e documentari. Curata dalla “Casa delle Agriculture Tullia e Gino”, con il patrocinio del Comune di Andrano, la “Notte verde” mette insieme una rete di agricoltori, apicoltori, pastori, artigiani e piccoli produttori che operano con un occhio particolare alla tutela di ecosistema e biodiversità.

Lunedì 28, alle ore 20, i laboratori sulla produzione di microrganismi, compost e macerati. Si prosegue con due dibattiti incentrati sui temi della fertilità del suolo (ore 21) e delle politiche innovative per la gestione a impatto zero dei rifiuti (ore 22). Chiude la serata Luigi Panico, con la sua performance “Musica per la Terra”.

Nei laboratori di martedì 29 (dalle ore 20) verranno illustrate, invece, tecniche casearie, di apicoltura responsabile e smielatura per bambini di tutte le età. E alle 21 il ricercatore dell’Institute of Sociology and Peasant Students-Olanda, Fernando Garcia-Dory, si confronterà con Francesco Minonne (direttore scientifico della “Notte verde”, nonché del Parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca) su pastorizia, agroecologia e paesaggio. Mercoledì 30 (dalle ore 19) è il momento dei laboratori sulla pizza e la panificazione con pasta madre spiegata ai bambini, e dei dialoghi per parlare di sementi (alle 21) e reti solidali fra Sud Italia e Mediterraneo (21:30).

L’ora della “Notte verde” scatta giovedì 31 agosto, coinvolgendo l’intero centro storico. A cominciare da Piazza della Libertà, dove l’evento si aprirà ufficialmente alle ore 20, con i saluti del sindaco di Andrano, Mario Accoto,  e un dialogo su agromafie e resistenza civile alla presenza di importanti ospiti, fra i quali Giuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi in Sicilia, sotto scorta dopo le minacce e l’attentato mafioso seguito al protocollo di legalità introdotto nell’area. Le strade del centro storico si trasformeranno in vie della biodiversità, della canapa, dell’agricoltura naturale, con laboratori, dibattiti, mostre, spettacoli ed esposizione di manufatti e prodotti. Fra gli eventi in programma, da segnalare le degustazioni al buio (dalle ore 21, prenotazioni al numero 328/ 8229809) e la raccolta di rifiuti all’alba (dalle 3).

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...