Home Tags Posts tagged with "castello di gallipoli"

castello di gallipoli

GALLIPOLI. Anche Gallipoli ha aderito alla campagna di sensibilizzazione promossa dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori, colorando di rosa il suo luogo simbolo, il Castello. È il 19° anno che i volontari della Lilt, guidati da Preziosa Portoghese, dedicano il mese di ottobre alla prevenzione dei tumori, ed in special modo del tumore al seno. Numerose sono state le iniziative di sensibilizzazione, sia nelle scuole come anche nelle palestre più frequentate. La mattina di sabato 28 ottore, nei pressi della Lilt in via Antonietta De Pace (attualmente chiusa per restauro) verrà distribuito materiale divulgativo, mentre lunedì 30 si effettueranno visite senologiche gratuite presso il locale ospedale (prenotazioni ai numeri 0833/263833 -348/2858139).

 

GALLIPOLI. Tutti col naso all’insù, tra storia e note che raccontano il territorio: succede al Castello di Gallipoli con un doppio appuntamento per i suoi visitatori, martedì 8 e mercoledì 9 agosto. La prima serata vede protagonista la musica dei Calandagruppo, nell’ambito della rassegna “I martedì della Taranta”. Dalle 21 canti e pizziche salentine riservate ai visitatori del Castello (ingresso 7 euro) per ballare e ascoltare la musica popolare sulla terrazza.

Mercoledì 9 agosto, a partire dalle 19 (ingresso 7 euro) nuova visita teatralizzata in costume, a cura del Teatro Le Giravolte, della mostra “I porti del Re” dell’artista tedesco Jacob Philipp Hackert (1737-1807). Si tratta di un’esposizione di nove grandi opere realizzate su commissione di re Ferdinando IV di Borbone nella primavera del 1788, raffiguranti altrettanti porti pugliesi (Gallipoli, Barletta, Bisceglie, Brindisi, Manfredonia, Monopoli, Otranto, Taranto e Trani) del Regno di Napoli, ospitata nella Sala Ennagonale del Castello. Per i visitatori sarà un’occasione per immergersi nel regno borbonico di fine ‘700, accompagnati da guide che indosseranno gli abiti dei marinai e dei popolani ritratti nel porto di Gallipoli firmato da Hackert.  Dalle 20,30 si passa a”Aspettando San Lorenzo”, la serata astronomica e di degustazione che darà la possibilità ai partecipanti di scrutare il cielo e le stelle. Con un semplice binocolo si potrà osservare ricchissimi campi stellari, con varie associazioni di astri minuti e spesso dai colori contrastanti.

I visitatori, inoltre, approderanno nel “Porto animato” a cura di Openlabcompany, potranno apprezzare la mostra fotografica “Alle porte del mare” a cura dell’associazione Obiettivi e fare un selfie con i protagonisti del porto di Hackert. La mostra, a cura di Luigi Orione Amato e Raffaela Zizzari, prodotta dal Castello in collaborazione con la Reggia di Caserta e il Comune di Gallipoli, è stata inaugurata martedì 20 giugno con la partecipazione dello storico dell’arte, docente universitario, autore e conduttore televisivo Philippe Daverio, del direttore generale della Reggia di Caserta Mauro Felicori (insigniti anche del Premio Barocco 2017) e Claudia Nordhoff, storica dell’arte tedesca, collaboratrice della Casa di Goethe di Roma, che ha dedicato numerosi studi al pittore tedesco Hackert e ai suoi contemporanei. Per info e prenotazioni: 0833262775 info@castellogallipoli.itwww.castellogallipoli.it

zeromeccanico teatroGALLIPOLI. Pronto il calendario degli appuntamenti di luglio dell’associazione Zeromeccanico Teatro con nuove collaborazioni e contaminazioni. Giovedì 6 luglio, a partire dalle ore 21, 30, ad Alezio presso “El Barrio Verde” , nell’ambito del progetto Dai & DAI curato da Massimo Pasca, ci sarà uno spazio dedicato alla figura di Frida Kahlo, un momento di approfondimento fatto di parole, immagini, musica e teatro. La serata verrà introdotta da Massimo Pasca e continuerà con un intervento della giornalista Cecilia Pavone. Seguirà lo spettacolo a cura di Zeromeccanico Teatro dal titolo “Donne, Arte e Martello” – per 107 volte Frida- con Leverana Bio, Roberta Cafiero, Luisa Carlà, Evelina Nico, Tiziana Pedone ed Ottavia Perrone. All’interno verrà poi allestita una collettiva dei lavori di alcune artiste locali e non solo e concluderà la serata il dj dell’artista e musicista brindisina Ginger.

Venerdì 7 luglio invece, a partire dalle ore 17 presso la Galleria dei Due Mari nel Castello di Gallipoli, si terrà l’evento “Storie In Technicolor” per Luciano Violante e “MaBasta” per il Salento Book Festival. Nei giorni 7/8/9 luglio invece, presso il  Castello Carlo V a Lecce, Zeromeccanico presenterà MUNDIdentitas. Il 15 luglio invece, a partire dalle ore 21,30 presso il Chiostro di San Domenico nel centro storico di Gallipoli, ci sarà lo spettacolo “Cabaret Hotel”, prodotto durante il laboratorio teatrale Mòvimento. IL 24 luglio a Felline si replicherà lo spettacolo: “ Donne. Arte E Martello” per gli amici di “La Scatola di Latta”, mentre il 30 luglio si terranno infine gli spettacoli finali dei laboratori estivi per bambini e ragazzi. Gli appuntamenti di Zeromeccanico Teatro continueranno anche per tutto il mese di agosto.

Il Castello dall'alto (foto Pejrò)

Il Castello dall’alto (foto Pejrò)

GALLIPOLI. Arriva in Salento la Festa nazionale Udc. Si terrà al castello di Gallipoli i prossimi 10 e 11 settembre il ritrovo delle compagini di tutta Italia del partito guidato da Lorenzo Cesa. Una sede scelta non a caso, quella della Città Bella, stando ai temi che saranno affrontati nella due giorni di incontri, dibattiti e tavole rotonde in programma: “Parleremo di immigrazione e di riforme costituzionali – rivela il coordinatore regionale Salvatore Ruggero – ma soprattutto di lavoro e giovani. Gallipoli è ormai il centro per eccellenza della vita giovanile, e si può dire che è da considerare non una cittadina del Salento, ma una cittadina dell’intera Italia”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

by -
0 1144

GALLIPOLI. Cuba come sinonimo di turismo, mare splendido, rum e sigari rinomati. Ma anche laboratorio di sviluppo di ideologie, fermento e vitalità artistica con l’avvio della rivoluzione guidata da Fidel Castro. E’ “Cuba 10/Decimi”, l’esposizione fotografica di nove cubani su dieci a cura di Anna Maria Mangia, ospitata da sabato 23 gennaio a sabato 19 marzo nelle sale del Castello di Gallipoli. Due le sezioni della mostra: nella prima sono ospitati gli scatti dei nove fotografi cubani Félix Arencibia Gonzáles, Juvenal Balán Neyra, Rolando Pujol, Jesús Scull Navarro, Liborio Noval, Jorge Oller, Alberto Pérez Amargós, Roberto Salas, Arnaldo Santos Sánchez. La seconda sezione propone il reportage fotografico “Viaggio a Cuba”, realizzato da Luigi Orione Amato. Si tratta del racconto di due viaggi effettuati sull’isola, sotto la guida di alcuni rappresentanti delle istituzioni cubane e seguendo una personale sensibilità personale, in uno scenario poco battuto dal turista.

La fotografia immortala il contesto storico dove essa si è sviluppata: dai primi anni del trionfalismo, all’attenzione più verso l’uomo comune e la sua quotidianità negli anni ’90, passando dalle testimonianze dell’esperienza rivoluzionaria degli anni ’80. La ricerca del cambiamento vissuto dall’isola avviene nelle strade, nelle fabbriche, con l’affermarsi dell’orgoglio nazionale e della dignità umana. Ma i protagonisti sono sempre i cubani: donne alla Santeria, suonatori di strada, bambini, in scorci urbani deturpati da inferriate necessarie a contrastare una micro-criminalità dilagante. Con un insieme di oltre 50 immagini, attraverso l’analisi socio culturale della fotografia documentale, la mostra offre una visione non stereotipata del Paese e racconta l’identità culturale del popolo cubano con l’occhio di 9 fotografi cubani, alcuni dei quali apprezzati a livello internazionale, cercando di uscire fuori dai soliti cliché nei quali si ascrive solitamente questa isola dalla storia così particolare.

GALLIPOLI. Volontà di riscatto ed esigenza di ribellarsi alle oppressioni: queste le tematiche principali del nuovo video dei Sud Sound System dal titolo “Fumo nell’anima”, girato interamente a Gallipoli tra Castello Angioino e le vie del centro storico e online in queste ore. «Non il solito video – affermano i Sud Sound System – ma un mini film dove i protagonisti diventano la metafora della nostra società: un ragazzo che si innamora di una prostituta. In questo video si scontrano la voglia di riscatto delle nuove generazioni, private del futuro, costretti a vendersi per pochi denari ma carichi di speranze e con la voglia di rivalsa». La canzone che accompagna il video è contenuta nell’ultimo album dei Sud Sound System “Sta tornu” e parla di “Nuvole nella notte, solo fumo nell’anima” riferito all’ignoranza morale e intellettuale di chi è costretto a subire, nuvole che possono essere dissolte soltanto pensando liberamente con la propria testa e ribellandosi alle imposizioni.

Il video, liberamente ispirato a “Taxi driver” di Martin Scorsese, è stato girato a Gallipoli tra novembre e dicembre da “Girasud film” con la regia di Francesco Corchia, l’aiuto regia di Gabriele Sebaste e la sceneggiatura di Andrea Carrozza. Direttore della fotografia Andrea Bruno, segretario di edizione Davide Pagliara, attrezzista Davide Ventura, operatore Gimbal Paolo Giuri, Costumi di Emanuela Magno, Make up di Dora Paulì e Mariella Calabrese.  Attori Gustavo D’Aversa, Giorgio Piccinonno, Salvatore Coluccia, Sergio Bianchini e Davide Pagliara.

Castello di Gallipoli (foto di Alessandro Magni)

Castello di Gallipoli (foto di Alessandro Magni)

raffaella zizzariGALLIPOLI. Il Castello di Gallipoli, con il coordinamento generale di Luigi Orione Amato e la direzione artistica dell’architetto Raffaela Zizzari (foto) continua anche nella bassa stagione e in inverno ad essere un polo di attrazione culturale. La mostra di Michelangelo Pistoletto, che ha avuto una vasta eco in tutta Italia e che era iniziata in estate non è stata chiusa a settembre, come era stato programmato, ma ha continuato ad accogliere visitatori per quasi tutto ottobre. Il 29 ottobre il Castello ospiterà la decima edizione del “Premio Luigi Coppola-Città di Gallipoli”, di cui si parla in altra pagina del giornale. A partire dal 5 dicembre verrà allestita una mostra di presepi tradizionali in ceramica di Grottaglie e di i presepi tradizionali gallipolini in cartapesta. In preparazione il programma durante la settimana di Natale: presentazioni di libri, rappresentazioni teatrali.
Anche l’associazione “Gallipoli Nostra”, presidente Elio Pindinelli, è impegnata nella difesa della cultura e della tradizione del centro storico: «Noi garantiamo anche in inverno l’apertura dei frantoi, magari con orari diversi rispetto all’estate, ma resteranno comunque aperti; per noi non si tratta tanto di un discorso di favorire la destagionalizzazione, quanto di preservare la nostra cultura e le nostre tradizioni». “Gallipoli Nostra “, tra l’altro, in questi mesi, nella ricorrenza del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia, in collaborazione con il Comune di Tuglie, è impegnata in un lavoro di ricerca per la realizzazione di un grande volume (circa 3mila pagine): un Albo d’oro dei caduti salentini che sarà pubblicato dalla Casa editrice “Il Salentino”. Sono stati mobilitati studiosi ed appassionati nonché tutti i Sindaci in questo percorso di recupero della memoria per rintracciare gli oltre 6mila soldati mai tornati a casa e toglierli dall’oblio. Sarà creato un comitato d’onore presieduto dal presidente della Provincia Antonio Gabellone e dal prefetto di Lecce Claudio Palomba. Chi avesse foto di caduti e/o decorati della prima guerra può mandare una mail all’indirizzo ass.gallipolinostra@libero.it.

by -
0 1063
Castello di Gallipoli (foto di Alessandro Magni)

Castello di Gallipoli (foto di Alessandro Magni)

ATT00061GALLIPOLI. E’ ispirato all’avventurosa vita di Giulio Cesare Vanini “Il più bello e il più maligno spirito”, lo spettacolo messo in scena da “Alibi Teatro” sabato 27 giugno al Castello di Gallipoli. Le sale dell’antico maniero, che ospitano la personale dell’artista Michelangelo Pistoletto a cura di Manuela Gandini, proporranno una visita teatralizzata sulla storia del filosofo libertino originario di Taurisano: «Ateo e a un tempo chierico, cattolico e anglicano; apostolo di satana o patrono dell’ateismo, aquila degli atei o perfetto credente, libertino o panteista, pazzo esaltato o copione sprovveduto, incestuoso, maledictus, ma anche eroe e martire della filosofia», così viene descritto Vanini. Lo spettacolo itinerante, che si avvale della consulenza scientifica del filosofo Mario Carparelli, è tratto dal suo omonimo libro, ed evoca le atmosfere persecutorie del Seicento. Sono previsti tre turni (ore 20.30/21.30/22.30) con numero limitato di spettatori e prenotazione obbligatoria (info@castellogallipoli.it).

settimana santaGALLIPOLI. La Città Bella si prepara a immergersi nel clima spirituale della Settimana Santa con la mostra “Gallipoli, l’isola della Pasqua”, ospitata nella splendida cornice del Castello di Gallipoli e dedicata ai riti e alle tradizioni che prennunciano la Pasqua. L’esposizione verrà inaugurata il 26 marzo alle 17:30, il giorno prima della processione dell’Addolorata, che parte a mezzogiorno dalla chiesa Santa Maria del Monte Carmelo e della Misericordia per raggiungere la Cattedrale. Fino a domenica 10 maggio sarà possibile ammirare nelle sale dell’antico maniero un’esposizione di paramenti religiosi, troccole, lanterne e vari cimeli provenienti dalle collezioni delle varie confraternite. Ad arricchire la mostra anche una selezione di fotografie di Michele Esposito, scattate durante le ultime processioni della Settimana Santa, un video e una istallazione artistica.

Nata da un’idea dell’agenzia di comunicazione Orione di Maglie, che si occupa della gestione del Castello, l’esposizione ha ricevuto il patrocinio della Diocesi di Nardò-Gallipoli e vede il prezioso contributo dell’Amministrazione comunale, del sindaco Francesco Errico, e delle Confraternite gallipoline, a cui andrà parte del ricavato.
“La mostra vuole tradursi in un messaggio chiaro sui valori delle nostre radici, e sull’evoluzione nel tempo di quei valori, sulla loro capacità di comunicare significati propositivi, di stabilire interrelazioni e reciproca conoscenza. – afferma l’architetto Raffaella Zizzari, direttore artistico dell’iniziativa – Funzioni fondamentali ai fini non sono promozionali ma soprattutto divulgativi se non addirittura educativi del territorio e del turismo gallipolino”.
Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it – www.castellogallipoli.it

coccinella-septempunctataGALLIPOLI. Si terrà domani, venerdì 16 gennaio alle 9.30, presso il Castello di Gallipoli, il convegno organizzato dalla Confederazione italiana agricoltori (Cia), in collaborazione con il Consorzio nazionale olivicoltori (Cno) su “Le grandi fitopatie – Una minaccia da risolvere per il territorio e la società”.
Al centro dell’incontro i problemi che interessano i settori della vite, del castagno, del kiwi, degli agrumi, dell’olivo. Particolare attenzione sarà rivolta all’emergenza Xylella fastidiosa che ha colpito vaste aree della provincia di Lecce.

Al convegno parteciperanno, tra gli altri, Giovanni La Via, presidente della Commissione ambiente del parlamento europeo, Dino Scanavino, presidente nazionale della Cia, Gennaro Sicolo, presidente Cno, Marina Barba, direttrice Cra – Roma, Gabriele Papa Pagliardini, direttore dell’area politiche per lo sviluppo rurale della Regione Puglia, oltre ai parlamentari, ai consiglieri regionali ed ai sindaci del territorio, nonché ai rappresentanti dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali e dei collegi dei periti agrari e degli agrotecnici della Provincia di Lecce.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...