Home Tags Posts tagged with "casarno"

casarno

Istituto-Meucciconcetta amanti - dirigente MeucciCASARANO. Nuovo look per l’Istituto di istruzione superiore “Meucci”, grazie alla manutenzione straordinaria delle facciate e delle coperture. La Provincia di Lecce ha recentemente aggiudicato l’appalto per i relativi lavori. A vincere il bando da poco meno di mezzo milione di euro è stata l’impresa “Ramirez group srl” con sede in San Pietro in Lama. L’importo a base d’asta era di 260mila euro, oltre a 220mila euro per la manodopera e 20mila per oneri di sicurezza, entrambi non soggetti a ribasso d’asta. L’azienda di San Pietro si è aggiudicato il bando, sbaragliando la concorrenza degli altri 205 soggetti che hanno partecipato alla gara inviando una propria offerta, con un ribasso d’asta del 29,781 per cento. I lavori dovranno essere ultimati entro dieci mesi dalla data del verbale di consegna.

Il “Meucci”, diretto da Concetta Amanti, ha recentemente affiancato un Liceo scientifico con opzione in scienze applicate allo storico all’Istituto tecnico, i cui indirizzi sono informatica e telecomunicazioni, meccanica, meccatronica ed energia, elettronica ed elettrotecnica, costruzioni, ambiente e territorio. I numeri registrati dall’Istituto nell’anno scolastico in corso sono di rilevo: 1025 alunni, 43 classi, 92 docenti, 9 assistenti amministrativi, 3 assistenti tecnici e 10 collaboratori scolastici. Era il 2011, quando la giunta guidata da Antonio Gabellone approvò il progetto per la manutenzione delle facciate e delle coperture. Oggi, finalmente, si dà corso a quell’idea progettuale.

Ciò che resta dopo l’incidente del 6 gennaio 2011 sulla Casarano-Ruffano

Ciò che resta dopo l’incidente del 6 gennaio 2011 sulla Casarano-Ruffano

Attenzione puntata sulle strade anche a Casarano. Ad essersi guadagnata la triste nomea di “strada della morte” è la Provinciale 71 che collega Casarano con Ruffano, da anni teatro di gravissimi e ripetuti incidenti. L’ultimo lutto risale al 6 gennaio 2011, quando a perdere la vita fu il 19enne Pasquale Paradisi (foto). La speranza di limitare la pericolosità della strada è legata al progetto che prevede due autovelox che fungano da deterrente per l’alta velocità. Archiviato, invece, il mega-progetto da 6milioni di euro predisposto dalla Provincia e poi scartato a causa dell’eccessivo impatto ambientale.

Criticità si riscontrano anche sulla Provinciale 72 per Ugento, dove nel marzo 2012 un gravissimo incidente è costato la vita Chiara Toma, una 54enne di Ugento. Su quella strada, lo scorso ottobre si è verificato un rocambolesco incidente tra un trattore, poi ribaltatosi a seguito dell’impatto, e un’Alfa 147 che ha terminato la sua corsa nella campagna per fortuna senza  conseguenze gravi per le persone. Nonostante gli appelli lanciati dai residenti, l’unica soluzione adottata per mettere in sicurezza la strada è stata quella di apporre delle bande rumorose. In città, invece, i maggiori problemi si riscontrano sull’incrocio tra via De André, via Agnesi e via Alto Adige. Si tratta di un’intersezione particolarmente trafficata che collega il centro con la zona industriale e con il popoloso quartiere di Pietra Bianca. L’incrocio sarà messo in sicurezza attraverso la realizzazione di una rotonda dal costo di 41mila e 500 euro.
Proprio a Pietra Bianca da segnalare come il terzo lotto della tangenziale preveda l’attraversamento di una casa in costruzione a quanto pare regolarmente autorizzata: a lanciare l’allarme i proprietari.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...