Home Tags Posts tagged with "CASARANELLO"

CASARANELLO

Casarano – La chiesetta di Santa Maria della Croce oggetto di studio e approfondimento in Germania. All’annuale simposio organizzato dall’Istituto Haseloff nella città di Kiel, il 26 e 27 ottobre prossimi saranno lo studioso Francesco Danieli (di Galatone) e il presidente dell’associazione ArcheoCasarano, Alessandro De Marco, a relazionare sulla storia degli studi dell’antica chiesetta paleobizantina, oggetto, tra l’altro, del volume “Casaranello e il suo mosaico. Per aspera ad astra” (Edizioni Esperidi) ad opera dello stesso Danieli. Nei giorni scorsi, inoltre, anche il sito web della prestigiosa rivista specializzata National Geographic ha dedicato un servizio alla chiesetta ed allo studio di Danieli.  « Relazioneremo sulla storia degli studi relativa alla chiesa di Casaranello e di come, nel corso del tempo, si siano sviluppate delle teorie piuttosto fantasiose nell’interpretazione dell’edificio paleobizantino. In particolare ci soffermeremo su due aspetti: architettura e mosaici. In questi anni di ricerca – afferma De Marco – abbiamo verificato più volte, anche in tempi recenti, di come gli studiosi locali abbiano riempito pagine su pagine più per un proprio compiacimento personale che non per il fine della conoscenza dando vita così a teorie alquanto bislacche che hanno generato solo confusione».

Il progetto “Touch Casaranello” Negli ultimi anni la chiesetta è stata valorizzata dalle varie iniziative del progetto Touch Casaranello, portato avanti dall’associazione ArcheoCasarano. Lo scorso ottobre, la chiesetta aveva ospitato un convegno sul tema “Da Kiel a Casaranello, oggi come ieri. Viaggio alla scoperta di un monumento paleocristiano nel Salento” con l’intervento, tra gli altri, di Ulrich Kuder, docente presso l’università di Kiel e presidente dell’Associazione Arthur Haseloff e, per l’occasione, allo storico d’arte olandese Arthur Haseloff venne intitolata una strada nei pressi della stessa chiesetta.

“Necessari lavori sull’edificio” «Il problema principale nell’interpretazione dell’edificio sta nel fatto che gli unici dati archeologici a nostra disposizione provengono da un intervento di emergenza effettuato negli anni ’70 quando ormai il deposito archeologico era stato in gran parte compromesso. Ultimato questo lavoro di riordino degli studi – conclude De Marco – occorrerà occuparsi dell’edificio». L’obiettivo (“ormai necessario”) è quello di  avviare dei lavori in situ e prendere come modello il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna, “ non tanto per le similitudini decorative quanto per le pratiche di tutela e valorizzazione”.

 

Casarano – “Casaranello e il suo mosaico: Per aspera ad astra” è il volume dello storico Francesco Danieli che verrà presentato , sabato 16 giugno alle ore 19, presso la libreria Dante Alighieri di Casarano. All’appuntamento  interverrà Alessandro De Marco, presidente di Archeo Casarano, che introdurrà i due relatori, ovvero l’autore (di Galatone) ed il giornalista Alberto Nutricati. Per l’occasione verranno anche premiati i vincitori del concorso letterario “Scrivi su Casaranello” bandito da ArcheoCasarano per valorizzare la storica chiesetta ed i suoi preziosi affreschi e mosaici. Il concorso, riservato agli studenti dai 16 ai 20 anni iscritti alle scuole superiori della provincia di Lecce, è stato vinto dalla 17enne di Casarano Chiara De Matteis con un’opera dal titolo “L’immortalità di uno sguardo”.

Il progetto Touch Casaranello Lo studio di Danieli (edizioni Esperidi) è dedicato alla Chiesa di Santa Maria della Croce, nota anche come chiesa di Casaranello, ed è il frutto editoriale del progetto Touch Casaranello che mira alla valorizzazione del monumento, ritenuto tra i più antichi e interessanti della Puglia, al fine di inserirlo a pieno titolo nei circuiti turistici. Di assoluto prestigio il curriculum dell’autore, storico e iconologo di fama internazionale, che ha all’attivo centinaia di saggi per riviste cartacee e telematiche nonché decine di pubblicazioni monografiche a carattere storico, artistico e antropologico-culturale. Il volume “Per aspera ad astra”, già presentato nella stessa chiesetta di Casaranello il 25 marzo ed al  Castello de’ Monti di Corigliano d’Otranto il 25 maggio, proseguirà il 7 luglio ad Ugento.

L’attenzione del National Geographic Intanto anche il sito italiano del National Geographic ha proposto, nei giorni scorsi, un articolo l’antichissimo edificio di culto di Casarano (“uno dei capolavori dell’arte paleocristiana e bizantina”), presentando la monografia con la quale Danieli, propone un’interpretazione originale dei mosaici di Casaranello, sulla base di confronti con altri importanti edifici a Cipro e in Turchia, ma anche attingendo alla letteratura e alla filosofia ebraica, greca e cristiana.

Corigliano d’Otranto – Casaranello e i suoi mosaici protagonisti, venerdì 25 maggio alle ore 19, presso il Castello de’ Monti di  Corigliano d’Otranto. Nell’ambito della programmazione degli eventi del “Castello volante”, l’associazione Archeo Casarano “Origini e futuro” presenta il libro “Casaranello e il suo mosaico: per aspera ad astra” dello storico Francesco Danieli (di Galatone). All’appuntamento (ingresso gratuito) interverrà Alessandro De Marco, presidente di Archeo Casarano, che introdurrà il dialogo tra l’autore della monografia e Ada Fiore, docente di storia e filosofia presso il liceo classico “Capece” di Maglie. A seguire spazio al concerto della band indie-rock Daltonic Blue e all’aperitivo, con degustazione gratuita di prodotti a km0, a cura del “Birrificio Artigianale Casaranese”.

Lo studio di Francesco Danieli Il volume (edizioni Esperidi) è dedicato alla Chiesa di Santa Maria della Croce di Casarano, nota anche come chiesa di Casaranello, ed è il frutto editoriale del progetto Touch Casaranello che mira alla valorizzazione del monumento, ritenuto tra i più antichi e interessanti della Puglia, al fine di inserirlo a pieno titolo nei circuiti turistici. Di assoluto prestigio il curriculum dell’autore, storico e iconologo di fama internazionale, che ha all’attivo centinaia di saggi per riviste cartacee e telematiche nonché decine di pubblicazioni monografiche a carattere storico, artistico e antropologico-culturale.

Archeo Casarano Il progetto Touch Casaranello, guidato dall’associazione culturale Archeo Casarano e condotto in collaborazione con l’associazione Domus Dei e il Comune di Casarano, è assegnatario dell’avviso “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della gioventù e del Servizio civile nazionale.

CASARANO – Secondo appuntamento per gli incontri promossi dal progetto “Touch Casaranello” al fine di alimentare il dibattito scientifico-culturale intorno alla chiesa di Santa Maria della Croce. Sabato 21 ottobre, alle ore 17,30, è prevista la cerimonia di inaugurazione della segnaletica stradale toponomastica intitolata allo storico d’arte olandese Arthur Haseloff nei pressi dell’antica chiesetta (la strada a lui dedicata va dalla linea ferroviaria sino alla scuola primaria). A seguire il convegno sul tema “Da Kiel a Casaranello, oggi come ieri. Viaggio alla scoperta di un monumento paleocristiano nel Salento” moderato da Gioacchino Margarito, dell’associazione “Salento 4.0” con gli interventi di Ulrich Kuder, docente presso l’università di Kiel e presidente dell’“Associazione Arthur Haseloff” e dei ragazzi delle quinte classi del Liceo Scientifico “Vanini”. Gli incontri, promossi dal Comune di Casarano con le associazioni Domus Dei e ArcheoCasarano, proseguiranno venerdì 17 novembre e sabato 9 dicembre.

by -
0 1081

Festa a Casaranello

Festa a Casaranello

CASARANO. Festa semplice, ma proprio per questo tra le più sentite, quella della Madonna della Croce a Casarano, o meglio a Casaranello. È, infatti, nel quartiere a ridosso della ferrovia che sorge l’antica chiesetta, tra i più antichi monumenti di Puglia, punto di riferimento per lo studio delle decorazioni musive paleocristiane e per le sue pitture bizantine.

La due giorni di festeggiamenti è organizzata dalla parrocchia di San Domenico. Come tradizione, la vigilia è stata preceduta dalle messe della sera dedicate alla benedizione delle mamme in attesa e dei neonati (mercoledì 11 ottobre), ai giovani dell’Azione cattolica per l’avvio del nuovo anno associativo (il 12) e agli ammalati, con il rito dell’unzione (il 13). Sabato 14, vigilia della festa, si celebra messa alle ore 18 con a seguire la processione per le vie del quartiere tra le vie Adda, Po, Vittorio Veneto, IV Novembre, XX Settembre, Duca D’Aosta, Canova e IV Novembre. Domenica 15 le messe sono previste alle 8.30, 10.30 e 18. Senza il parco attrazioni con le giostre (assenti in città anche domenica scorsa per il Crocefisso per i soliti problemi di logistica e di autorizzazioni), il programma civile prevede il lancio di palloni aerostatici e lo spettacolo pirotecnico di domenica sera. La musica è quella del concerto bandistico “Ernesto Romano” con le luminarie della ditta Giannelli di Racale.

by -
0 596

CASARANO – Una nuova lettura della storia della città, ad iniziare dai mosaici di Santa Maria della Croce, è quella che propone il nuovo saggio di Cristina Martinelli dal titolo “Da Specchia di Vaje a Casarano” (edizioni Esperidi). Mercoledì 11 ottobre, alle 19, la presentazione del volume presso la chiesetta di Casaranello, punto centrale del lavoro di ricerca e di interpretazione dell’autrice. Il volume (“Ragionamento sulle origini di Casarano motivato dalla toponomastica rurale” è il sottotitolo) propone una reinterpretazione storica delle origini della città “supportata da evidenze dell’archeologia del paesaggio antico e dell’archeologia linguistica, oltre che dalle testimonianze archeologiche restituite e da quelle letterarie”. Alla fine del suo percorso, la Martinelli giunge a “mettere in crisi” alcuni dati storici dati per acquisiti legando l’importanza storico-artistica dell’originario borgo di Casarano alla sua valenza economico-sociale.

La presentazione, moderata da Claudio Martino, è organizzata dalla casa editrice in collaborazione con la sezione di Tricase della Società di Storia Patria per la Puglia e ArcheoCasarano, con il patrocinio del Comune di Casarano. Dopo i saluti del sindaco Gianni Stefàno, sono previsti gli interventi dell’archeologo Alessandro De Marco (presidente di ArcheoCasarano) e dei docenti dell’Università del Salento Marina Falla Castelfranchi ed Hervé Cavallera (quest’ultimo anche presidente della Società di Storia Patria di Tricase). La serata sarà impreziosita dagli interventi musicali dei canti eseguiti a cappella dagli Shining Angels.

by -
0 876

CASARANO – Un ciclo di incontri, da ottobre a dicembre, per alimentare il dibattito scientifico-culturale intorno alla chiesa di Casaranello. È la proposta del progetto “Touch Casaranello” che questa sera, alle ore 19, presenta la conferenza su “I mosaici della chiesa di Santa Maria della Croce”, il primo di quattro appuntamenti. Sono previsti gli interventi di Francesco Danieli, cultore della  materia presso la cattedra di Storia sociale dei media all’Università del Salento, Alessandro De Marco, presidente di ArcheoCasarano, Gianni Stefàno, sindaco della città, Mario Spedicato dell’Università del Salento e Giovanni Giangreco, già funzionario della Soprintedenza ai Beni Culturali della Puglia. Modera gli interventi Antonella Chiarello  dell’associazione Domus Dei. “La chiesa di Santa Maria della Croce tra problematiche di tutela e processi di valorizzazione” è il tema comune del ciclo di conferenze che proseguirà il 21 ottobre, 17 novembre e  9 dicembre.

C’è tempo, intanto, sino a martedì 10 ottobre per iscriversi al corso di mosaico in programma dal 16 ottobre al 15 novembre, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17.30 alle 20 (informazioni al numero 347/1751019 – email:archeocasarano@virgilio.it).

by -
0 1029

CASARANO – “Dal mito di Bonifacio IX alla ‘scoperta’ di Casaranello” è lo studio di Leo Stefàno che viene presentato venerdì 29 settembre, alle ore 18,30, nell’antica chiesetta paleo-cristiana della città. Si tratta di un dettagliato lavoro di ricerca che collega fatti storici legati a Casarano (Papa Bonifacio IX, ovvero Pietro Tomacelli, qui nacque intorno al 1350) ed alla chiesa di Santa Maria della Croce, nota per i suoi affreschi e mosaici. L’iniziativa è curata dall’Università Popolare e per la terza età di Casarano con il patrocinio del Comune di Casarano.

mosaico casaranelloCASARANO. I mosaici della chiesa di Casarano parlano in inglese. Grazie al progetto “Touch Casaranello”, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri e realizzato dall’associazione ArcheoCasarano “Origini e futuro” in collaborazione con l’associazione “Domus Dei” di Ugento e il Comune di Casarano, è stato realizzato un sito web bilingue interamente dedicato alla chiesa di Casarano. Il portale, raggiungile all’indirizzo www.casaranello. it, presenta due versioni, una in lingua italiana e l’altra in lingua inglese, allo scopo di far conoscere in tutto il mondo i tesori custoditi nel tempietto paleocristiano.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

CASARANO“I nove cieli di Casaranello” è il libro di Leda Schirinzi che verrà presentato venerdì 16 dicembre, alle ore 17, presso la chiesa di Santa Maria della Croce a Casarano. Protagonista della storia narrata è  “un amore senza confini  che irrompe prepotentemente nella vita di due giovani coppie. Motore immobile e cuore del racconto è proprio la chiesa di Casaranello che rappresenta l’ anima pulsante in cui tutto nasce e prende vita e che diventa al tempo stesso “memoria da custodire e tesoro da valorizzare”, afferma l’autrice, tra l’altro presidente della commissione comunale Pari opportunità. Il ricavato del volume sarà devoluto a favore del progetto, curato da Rita De Micheli, per la realizzazione in Rwanda di un centro di accoglienza per donne in difficoltà. La serata, coordinata dal giornalista Antonio Memmi, avrà per relatori  Antonio De Donno, procuratore aggiunto della Procura di Lecce, e Attilio Pisanò, docente di Diritti umani all’ Università del Salento. Alcuni brani del testo verranno letti da Giusy De Nigris (della Commissione pari opportunità di Casarano), Antonio Fabbiano (Lions Club Casarano) e dal gruppo teatrale “Kantine Teatrali”. 

 

casaranello francobolloCASARANO. Pronto il francobollo dedicato alla chiesetta di Santa Maria della Croce a Casarano. Domenica 18 dicembre, alle 17.30 nell’aula consiliare del Comune, ci sarà lo speciale annullo filatelico a cura di Poste Italiane con la possibilità di acquistare il valore bollato. “Un francobollo per la valorizzazione” è il tema della giornata che prevede anche un convegno sul tema dei beni culturali. L’iniziativa segue la presentazione del progetto “Touch Casaranello” promosso dall’associazione culturale ArcheoCasarano presieduta da Alessandro De Marco. Il progetto, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, punta a incentivare la fruibilità turistica della chiesetta.

casaranello-2014--(4)CASARANO. Tutto pronto per la tradizionale festa della Madonna della Croce, in programma per il 15 e il 16 ottobre. Si tratta della festa in onore della Madonna alla quale è intitolata la chiesa di Casaranello, che ricade all’interno della parrocchia di San Domenico.Il settenario di preparazione alla festa ha preso avvio il 10 ottobre. I festeggiamenti si sono aperti con il transito della statua della Madonna, appena restaurata, dalla chiesa di San Domenico a quella di Casaranello. Sabato 15, vigilia della Festa che come ogni anno cade la terza domenica del mese di ottobre, alle 17.30 ci sarà la recita del Rosario, seguita, alle 18, dalla messa solenne.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

imageCASARANO. Weekend salentino per Yasmin Darwich (foto), presidente dell’International federation of business and professional women, l’organizzazione fondata nel 1930 negli Usa che unisce le donne di tutto il mondo che operano nell’ambito delle arti, professioni e affari (tra queste la Fidapa). Dopo il convegno di sabato 6 febbraio (ore 16) all’Hotel President di Lecce, promosso proprio dalla Fidapa, sul tema “Le bellezze del territorio una risorsa economica”, domenica 7, alle 12, la presidente di Ifbpw, e la presidente nazionale Pia Petrucci saranno a Casarano, accolte dalla locale presidente Fidapa Maria Nuccio, dal sindaco Gianni Stefàno e da Alessandro De Marco, presidente di Archeo Casarano. Oltre ad ammirare i mosaici paleocristiani, gli affreschi e i dipinti del XIII secolo della chiesetta di Santa Maria della Croce, la presidente messicana ascolterà anche il concerto di musica classica curato da Lucia Rizzello, con l’ensemble “Accademia dei Serenati”, che vede impegnati diversi professori di musica del conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Seguirà il pranzo a base di specialità salentine presso la locanda del fu Giovanni nella seicentesca masseria Palla. L’iniziativa è promossa dalle sezioni Fidapa di Casarano, Lecce, Copertino, Gallipoli e Terra D’Otranto.

In basso da sinistra Alessandro De Marco, presidente di ArcheoCasarano, e l'assessore Ottavio De Nuzzo. Sopra turisti nella chiesetta

In basso da sinistra Alessandro De Marco, presidente di ArcheoCasarano, e l’assessore Ottavio De Nuzzo. Sopra turisti nella chiesetta

Casarano 1.inddCASARANO. La chiesa di Casaranello, vero e proprio scrigno d’arte, al centro di un progetto di valorizzazione e promozione. “Touch Casaranello” è il progetto che sarà realizzato dall’associazione “ArcheoCasarano – Origini e futuro”, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri nell’ambito di un avviso pubblico per la valorizzazione dei beni pubblici, al fine di facilitarne l’accessibilità e la fruizione da parte della collettività e favorire la promozione di imprenditoria e occupazione sociale giovanile nelle Regioni “Obiettivo convergenza”. È per questo motivo che il Comune ha stabilito di consentire all’associazione “l’utilizzo gratuito della chiesa di Casaranello, compatibilmente con le finalità ordinarie ed istituzionali della stessa, per un periodo di cinque anni e per due giorni a settimana”.

«Il progetto – spiega l’assessore Ottavio De Nuzzo – prevede la realizzazione di un sito web; lo sviluppo di contenuti per il sito web e materiale divulgativo, come brochure e guide; la digitalizzazione di alcuni documenti dell’archivio storico del Comune di Casarano inerenti la chiesa di Casaranello; una serie di conferenze volte a informare il pubblico sui progressi conseguiti durante il periodo progettuale; un concorso letterario per ragazzi col titolo “Scrivo su Casaranello”; la realizzazione di totem informativi da esporre in luoghi come il Museo provinciale di Lecce; la partecipazione a fiere specialistiche, come la Fiera internazionale del turismo culturale che si svolge ogni anno a Firenze; l’organizzazione di eventi di promozione nelle officine Cantelmo, di incontri con ragazzi dei licei per visite guidate e di due corsi di formazione: uno per ragazzi da 14 a 18 anni e l’altro per giovani da 19 a 35 anni».
Intanto, nei giorni scorsi, il Ministero dello sviluppo economico ha risposto positivamente alla richiesta formulata da ArcheoCasarano, annunciando che, nel corso del 2016, sarà emesso un francobollo ordinario, appartenente alla serie tematica “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, espressamente dedicato alla chiesa di Santa Maria della Croce in Casaranello.

by -
0 1542
foto Pejrò

foto Pejrò

CASARANO. Tradizionale festa della terza domenica di ottobre nella chiesa di Casaranello dedicata alla Madonna della Croce. Ad organizzare, come sempre, i festeggiamenti civili e religiosi è la parrocchia di San Domenico. Sabato 17, nel giorno di vigilia, dopo la messa delle 18 ci sarà la processione tra le vie Adda, Po, Vittorio Veneto, IV Novembre, XX Settembre, Duca d’Aosta, Canova e IV Novembre. Domenica 18 esibizione del Gran concerto bandistico municipale “Città di Casarano” con tre messe in programma alle 8.30, 10.30 e 18. Dalle 20.45 lancio di palloni aerostatici a cura della ditta “F.lli Donadei” di Parabita e a seguire la fiaccolata a cura della “Pirotecnica napoletana” di Matino. Le luminarie sono a cura della ditta “Cr luminarie” di Casarano.

casaranello turisti agosto 2015 (2)CASARANO. Anche l’entroterra ha le sue soddisfazioni in termini di flussi turistici e dei conseguenti benefici economici. Ne è un esempio Casarano dove il boom di presenze registrato negli ultimi anni nelle principali località del Salento, e a Gallipoli in particolare, ha portato ad un incremento di strutture turistiche. All’unico hotel storicamente attivo se ne sono aggiunti altri due mentre 15 sono i B&b registrati e otto gli affittacamere. Anche qui, come altrove, molto presente è il sommerso a conferma di un movimento turistico molto attivo. «Vengono a soggiornare da noi perchè scelgono un centro non piccolo, con negozi e servizi, però più tranquillo rispetto ai posti di mare e pure equidistante dalle principali località di mare quali Gallipoli, Torre San Giovanni, Leuca e Otranto, e Casarano è proprio quel che fa per loro», fanno sapere gli operatori del settore soddisfatti dall’incremento registrato anche quest’anno.
I turisti arrivano anche per visitare la chiesetta di Casaranello (foto) ed il centro storico (con la Matrice ed il museo del minatore soprattutto), ma più spesso è proprio la disponibilità di posti letto ad un costo (decisamente) più basso rispetto alla costa a fargli preferire la città. Così come in altri paesi dell’entroterra, anche a Casarano molti affittamere e Bed & breakfast sui propri siti internet usano a volte “nascondersi” dietro le parole chieve “Salento” e “Gallipoli” per attirare clienti. Fino ad alcune settimane fa, su facebook, circolava la foto di una deliziosa residenza di campagna proposta in affitto e “spacciata” a Gallipoli quando, invece, era situata tra Casarano e Melissano ad una decina di minuti, questo si, dal mare.

CASARANO. “La pittura dei demoni” è il romanzo di Antonio Errico che verrà presentato domenica alle 18,30 nella chiesetta di Casaranello a Casarano. La serata prevede l’esposizione delle opere della pittrice Gabriella Torsello.  L’iniziativa è promossa dal Presidio del libro di Casarano, da ArcheoCasarano, Amministrazione comunale e libreria “Dante Alighieri”. Previsti i saluti del sindaco Gianni Stefàno, di Alessandro De Marco, presidente di Archeo, e di Cristina Martinelli dei Presidi del libro.

La passeggaita eco-turistica dei volontari ai piedi della collina della Campana. In basso la distribuzione dei sacchetti per la raccolta dei rifiuti

eco-turismo_03CASARANO. Coniugare turismo ed ecologia si può. A darne dimostrazione è stata l’associazione “ArcheoCasarano-Origini e futuro” che ha realizzato un progetto eco-turistico dal titolo “Luoghi sacri extraurbani, valorizzare la città dalla periferia al centro”. Ad essere visitati, con tanto di buste di plastica e ramazze, sono state la scalinata monumentale della collina della Madonna della Campana e la necropoli medievale di via Solferino. In entrambi i casi, un esperto archeologo ha illustrato agli eco-turisti i beni architettonici visitati.
«Queste due giornate di turismo ecologico – spiegano gli organizzatori – hanno avuto lo scopo di promuovere il rispetto per l’ambiente e per le periferie, attraverso una cultura della conoscenza».
I progetti dell’associazione presieduta da Alessandro De Marco, però, non sono finiti. Domenica 26 ottobre, si terrà, nella chiesa di Casaranello, il concerto di musica medioevale a cura del gruppo di rievocazione storica “Mysteria temporis” (per ragioni di sicurezza potranno prendere parte al concerto solo 150 spettatori). Il concerto sarà poi replicato il 9 novembre in luogo da definirsi. A novembre, infine, “ArcheoCasarano” presenterà il sito internet dedicato alla chiesa di Casaranello e inaugurerà una mostra permanente sui beni culturali della città con un progetto è interamente finanziato dalla Provincia di Lecce ed ha il patrocinio del Comune di Casarano e del Lions club Casarano.

La processione davanti alla chiesetta (foto Pejrò)

CASARANO. La terza domenica di ottobre si svolgeranno i festeggiamenti in onore della Madonna della Croce. Le funzioni religiose in preparazione alla festività prenderanno inizio lunedì 13, nella chiesa di Casaranello, con la recita del rosario e la celebrazione della messa alle 18. Giovedì 16 ottobre, a fine messa, ci sarà il concerto dell’Accademia dei serenati, diretto da Lucia Rizzello e Luigi Bisanti, dal titolo “La Vergine degli angeli”, nell’ambito del festival internazionale “La voce degli angeli”. Sabato 18 ottobre, dopo la messa, si terrà la processione. A seguire, esibizione dell’orchestra filarmonica “Valente”. Domenica sera, spazio alla musica del concerto bandistico “Città di Racale” diretto da Grazia Donateo. Alle 20.45, saranno lanciati dei palloni aerostatici e alle 21 via libera alla fiaccolata della ditta “Pirotecnica napoletana”. Il luna park sarà allestito in zona Covile.

Intanto, l’associazione ArcheoCasarano, che sta portando avanti un progetto di valorizzazione della chiesa di Casaranello, ha organizzato, per il 26 ottobre, proprio nella chiesetta intitolata a Santa Maria della Croce, un concerto di musica medievale che rientra nel progetto finanziato dalla provincia “Luoghi sacri extraurbani”. In questo stesso progetto rientra anche il trekking ecologico, organizzato sempre da ArcheoCasarano, in programma per il 12 e il 19 ottobre, rispettivamente lungo la scalinata monumentale della collina della Campana e presso il cimitero medioevale sito in via Solferino. In entrambi i casi è prevista la pulizia e la visita guidata dei luoghi.

chiesa casaranello e alessandro de marcoCASARANO. È positivo il primo bilancio dell’apertura estiva della chiesa di Casaranello, “ma si può fare ancora di più”. A dirlo è l’archeologo Alessandro De Marco, presidente dell’associazione “Archeo Casarano – Origini e futuro” che ha ricevuto il via libera da parte dell’Amministrazione comunale ad un progetto di valorizzazione dell’importantissimo monumento paleocristiano, sempre più apprezzato dai turisti e finora aperto a singhiozzo. Non è un caso se il regista Edoardo Winspeare, nell’ultimo numero della rivista Living (edita dal Corriere della sera), alla richiesta di indicare un luogo o un monumento pugliese da visitare abbia indicato proprio la chiesa di Casaranello. Dal mese di luglio e sino al prossimo 14 settembre, la chiesa intitolata a Santa Maria della Croce sarà aperta a chiunque desideri visitarla nella fascia serale dal giovedì alla domenica.

«Ogni settimana – spiega De Marco – teniamo il monumento aperto dal giovedì alla domenica dalle 18 alle 21 e il sabato sino alle 23. La chiesa, seppur non pubblicizzata in modo ottimale, è visitata costantemente da una media di 10 visitatori al giorno nella fascia oraria 18-20.30, con un picco nel giorni di Ferragosto». De Marco ha le idee chiare sul da farsi, a partire da una promozione mirata e più strutturata. «Al fine di ottimizzare la visita della chiesa di Casaranello e al contempo al resto della città di Casarano – aggiunge – la nostra associazione sta lavorando alla progettazione di un sito internet ad hoc. Spesso i turisti dopo la visita nella chiesa ci chiedono cos’altro c’è da visitare in città e, per quanto ci è possibile fare, forniamo loro indicazioni sui vari monumenti».

Questo, però, non basta in assenza di una più stretta e sinergica collaborazione tra enti ed associazioni. «Siamo sicuri – continua De Marco – che con un lavoro sistematico sulla città si potrebbe fare molto, ma qui occorrerebbe strutturare un rapporto di collaborazione tra operatori turistici ed associazioni che a vario titolo si occupano di turismo e promozione del territorio. Questo ultimo mio pensiero è piuttosto utopico, ma credo sia l’unica via possibile da percorrere se si vuol dare sostanza all’industria del turismo in città».

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...