Home Tags Posts tagged with "casa dell’acqua"

casa dell’acqua

by -
0 250

Nardò – Inaugurata oggi la “Casa dell’acqua”, un impianto pubblico di erogazione di acqua fornito da “Spring srl” e installato all’incrocio tra via XX Settembre e via Santa Maria del Ponte (adiacente al muro esterno dello stadio). Al “taglio del nastro” hanno preso parte l’assessore all’Urbanistica Ettore Tollemeto e l’amministratore della società “Spring” Michelangelo Castellano. Il punto di distribuzione di acqua è aperto 24 ore; costo 5 centesimi al litro. Può essere prelevata con monete da 5, 10, 20, 50 centesimi, 1 o 2 euro oppure con la scheda ricaricabile, che costa 7 euro (per un prelievo complessivo di 100 litri d’acqua) ed è disponibile presso il punto vendita del distributore di carburante di via XX Settembre, di fronte all’impianto. La Casa dell’Acqua è videosorvegliata e sottoposta alla manutenzione e al controllo settimanale da parte del gestore. È possibile telefonare al numero verde 800963050 per ogni tipo di richiesta o informazione.

by -
0 264

Lorenzo Siciliano

NARDÒ. “Case dell’acqua, perché non riprendere e realizzare quando deciso dalla precedente Amminstrazione?”: la proposta viene da chi – il consigliere comunale Lorenzo Siciliano (Pd) – nell’aprile 2015 chiese attenzione su questo tema, poi accolto un anno dopo circa dalla Giunta di Marcello Risi che ne previde quattro.  “Proposi di installare nel nostro territorio le case dell’acqua che quella Giunta ubicò in via Alcide De Gasperi, in viale della Libertà, una a Santa Maria al bagno in via Lamarmora, ed un’altra a S. Isidoro. Il progetto della casa dell’acqua – rileva Siciliano – costituisce un percorso educativo sotto il profilo ecologico, economico e sociale, in quanto il riutilizzo delle bottiglie dell’acqua permette di contenere, alla fonte, la produzione di imballaggi e la conseguente riduzione della produzione di plastica. Inoltre realizza una diminuzione della spesa delle famiglie, derivante dall’acquisto di acque imbottigliate. Infine, permette di riavvicinare la cittadinanza all’acquedotto quale bene pubblico, tenuto conto che il consumo dell’acqua potabile viene garantito dai continui controlli effettuati dall’azienda sanitaria locale in relazione agli standard di qualità e sicurezza”. Il consigliere Siciliano annuncia una richiesta per riunire l’apposita commissione “per ribadire quello che fu un indirizzo ben preciso su questo tema, invitando la Giunta municipale a prendere atto della delibera già approvata, dando il via all’installazione delle case dell’acqua nelle zone della nostra città già stabilite”.

by -
0 887

casa dell'acquaPRESICCE. Anche Presicce avrà la sua casa dell’acqua. Sono già state installate le due casette che distribuiranno automaticamente acqua alla spina, una nella piazzetta degli Emigranti e l’altra presso il campo sportivo. La ditta aggiudicatrice dell’appalto è la Spring srl di Zollino. I lavori di installazione sono iniziati già la seconda metà di gennaio, è quasi tutto pronto per la messa in funzione, manca solo l’allaccio da parte dell’Acquedotto Pugliese.
«Dovrebbe avvenire entro la fine del mese – afferma il sindaco Riccardo Monsellato.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

PzzSlnt_32_01.inddGALLIPOLI. È stata inaugurata la prima Casa dell’acqua, posizionata in via Milano. Nei prossimi mesi si procederà con l’attivazione delle strutture già ubicate in via Vernole e in piazza Matteotti. Inoltre, saranno installati altri due impianti, uno in via Flora (angolo via Berlinguer) e l’altro in viale Bovio, all’interno dell’area verde. Durante l’inaugurazione la ditta responsabile, la “Comunità cooperativa di Melpignano”, ha provveduto a fornire ai presenti informazioni utili per poter usufruire al meglio del servizio e chiarire eventuali dubbi. Gli impianti, che consentiranno ai cittadini di risparmiare sull’acquisto dell’acqua e di abbattere il consumo di plastica, attingono direttamente dalla rete idrica cittadina. Tuttavia, l’acqua, prima di essere erogata, subisce dei processi controllati di microfiltraggio e di sterilizzazione tramite una speciale lampada a raggi UV, che ne garantiscono sicurezza e qualità.

Quello delle case dell’acqua era un servizio atteso da tempo, già previsto dalla precedente Amministrazione comunale dell’uscente sindaco Francesco Errico. Tuttavia, a causa di ritardi e questioni burocratiche, ne era stato rimandato l’avvio. La questione è stata risolta dall’attuale commissario prefettizio Guido Aprea. Smentite dai tecnici della “Comunità cooperativa di Melpignano” le voci secondo le quali la Casa dell’acqua sita in via Milano sarebbe stata oggetto di atti vandalici.

by -
0 731

seconda casa  dell'acqua RacaleRACALE. Si inaugura domani, 10 ottobre alle ore 18 in via Mazzini 127, la seconda “Casa dell’Acqua”, un  servizio economico e ad impatto zero per l’ambiente che a Racale ha riscontrato un enorme successo (la prima “Casa” fu inaugurata  il 6 dicembre dello scorso anno nei pressi dell’ex asilo comunale). Il distributore firmato Newtech Srl  sarà attivo tutti i giorni 24 ore su 24 per l’approvvigionamento di tre tipologie d’acqua a scelta tra naturale, fredda e frizzante con possibilità di erogazione contemporanea per ridurre anche gli sprechi di tempo. Il prelievo dell’acqua funziona con monete, schede o chiavette elettroniche e la formula “zero sprechi” prevede l’erogazione programmata per un litro d’acqua, con possibilità di stand-by in qualsiasi momento.
Il costo fissato per un litro di acqua potabile è di 5 centesimi a litro.

La Casa dell’Acqua è un progetto completo che conferisce alle comunità la possibilità di scegliere di risparmiare risorse economiche e ambientali. L’idea  è quella di eliminare il consumo di acqua minerale imbottigliata per ridurre l’inquinamento derivante dalla produzione della plastica e dal suo trasporto. Durante l’inaugurazione saranno distribuite in omaggio e con sorteggio gratuito  10 schede per il prelievo di 100 litri d’acqua cadauno. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’evento inaugurale. Per maggiori informazioni sulle “Case dell’Acqua” Newtech Srl: www.acquanewtech.com

Torre-San-Giovanni-Lungomare

Torre San Giovanni

UGENTO. Cinque “Case dell’acqua” in arrivo a Ugento.  È stato emanato nei giorni scorsi il bando per la concessione di suolo pubblico per l’installazione di cinque distributori di acqua potabile. Si tratterà di tre postazioni fisse, che troveranno posto a Ugento in piazza Italia, a Gemini in via Martino Ricchiuto (nei pressi del mercato coperto) e a Torre San Giovanni in piazzetta Portobello, e di due postazioni amovibili, che saranno installate a Torre Mozza e a Lido Marini. Le aziende interessate potranno presentare le domande entro il 31 marzo. Otterrà maggior punteggio chi presenterà migliorie come la fornitura di chiavi elettroniche ricaricabili, carte prepagate, bottiglie da un litro e cestelli portabottiglie. Inoltre saranno valutati positivamente gli interventi per la sicurezza delle strutture e di sistemi per prevenire atti vandalici e furti.
Negli ultimi mesi  sono numerosi i paesi che si stanno dotando di queste “case” che faranno risparmiare i cittadini e daranno una mano alla difesa dell’ambiente.

casa dell'acqua da mettere

Casa dell’acqua zona mercatale

TAURISANO. A Taurisano arrivano le case dell’acqua. I due distributori pubblici sono stati installati nei giorni scorsi nei pressi dell’area mercatale e nella piazzetta vicino via Silvio Pellico. I cittadini potranno acquistare, a un prezzo molto conveniente (massimo cinque centesimi per litro), acqua naturale, acqua refrigerata e acqua refrigerata gassata.
L’iniziativa è arrivata su proposta dell’assessorato alle Attività produttive, guidato da Luca Rosafio. L’installazione delle due strutture è stata affidata alla “Comunità cooperativa Melpignano”. I consiglieri di opposizione, Micaletto e Rizzello, avevano lanciato l’idea delle case dell’acqua, portando ad esempio l’esperienza di Melpignano. «Il bando di gestione delle case dell’acqua – aggiunge l’assessore Rosafio – prevede anche la manutenzione delle aree verdi intorno alle strutture. In questo modo sarà garantito il decoro urbano delle zone in cui sono state installate. Nei prossimi giorni organizzeremo l’inaugurazione alla presenza delle scuole del paese».

by -
0 737
Da sinistra Antonio Guido (Acli), il sindaco Massimo Stamerra, Maria Cristina Schirinzi (Comunità Melpignano), Antonio Vincenti (Bene comune) e Giuseppe Pisanello (Acli)

Da sinistra Antonio Guido (Acli), il sindaco Massimo Stamerra, Maria Cristina Schirinzi (Comunità Melpignano), Antonio Vincenti (Bene comune) e Giuseppe Pisanello (Acli)

TUGLIE. Anche Tuglie ha la sua “Casa dell’acqua”. Nelle scorse settimane la Comunità cooperativa di Melpignano ha installato un erogatore automatico di acqua naturale e frizzante a disposizione del paese. A volerlo la cooperativa Acli “Rinascita” con l’associazione “Bene comune”. Il distributore presso il frantoio di via Palumbo, mira a incentivare l’utilizzo di acqua pubblica che è la più controllata, oltre naturalmente a ridurre l’utilizzo di bottiglie di plastica. L’erogazione programmata per il rilascio di un litro di acqua al costo di 5 centesimi, deve avvenire solo ed esclusivamente nelle bottiglie di vetro che la Cooperativa distribuisce insieme ad un cestello portabottiglie e ad una chiavetta elettronica ricaribile.

SECLÌ. L’Amministrazione comunale (nella foto il sindaco Antonio Casarano) ha adottato, nei giorni scorsi, la convenzione sottoscritta con la “Newtech s.r.l.” di Taranto per il montaggio su viale San Paolo, in prossimità del Palazzetto dello sport, di una “casetta dell’acqua” che gestirà il servizio di erogazione al pubblico tramite un distributore automatico. Al prezzo di 5 centesimi al litro, i cittadini potranno acquistare acqua naturale o frizzante, a temperatura ambiente o refrigerata. Il sistema prevede il prelevamento dell’acqua dalla rete dell’Aqp ed il filtraggio attraverso una serie di filtri al carbonio e sterilizzatori che rendono l’acqua più pura di quella fornita dalla rete pubblica. Si potrà prelevare l’acqua in contenitori di varia dimensione, che si potranno acquistare negli esercizi commerciali del paese.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...