Home Tags Posts tagged with "carabiniere"

carabiniere

Nardò – Da carabiniere – comandante della Stazione di Fragagnano, in provincia di Taranto –  a cavaliere per meriti: Giancarlo Inguscio, maresciallo dell’Arma dei Carabinieri, ha adesso una fine d’anno da incorniciare nel vero senso della parola. Nei giorni scorsi infatti gli è stata conferita l’onorificenza di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana; la cerimonia si è svolta presso la Prefettura di Taranto. Istituito nel 1951, l’Ordine al merito della Repubblica è nato con lo scopo di ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nell’impegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

Il maresciallo neretino, nel corso della sua carriera militare si era già meritato nel 1998 la Medaglia d’Oro al Merito civile, per aver salvato numerose vite umane in occasione di una violenta tromba d’aria a Bibbione terme, frazione di San Michele al Tagliamento in provincia di Venezia. Inguscio in quella occasione coordinò e partecipò personalmente alle operazioni di soccorso che consentirono appunto di trarre in salvo numerose persone.

A luglio scorso, in occasione del venticinquesimo anniversario della morte di Paolo Borsellino, l’amministrazione comunale neretina gli ha conferito una targa con l’intento di far emergere e premiare “azioni e valori positivi espressi da quanti, tra residenti e nativi della città, si distinguono nell’opera di servizio allo Stato e alla comunità, ovvero nella promozione della cultura e della scienza, della pratica del volontariato in ambito sociale, sanitario, educativo, ambientale, culturale e sportivo, nella crescita e nello sviluppo solidaristico della comunità locale ovvero in azioni di coraggio, abnegazione e spirito di servizio”.

CASARANO. Gli investigatori di Bari e del Reparto Operativo di Lecce hanno ricostruito la dinamica della sparatoria avvenuta la notte del 23 agosto scorso che ha coinvolto un carabiniere di Casarano, di ritorno a casa alla guida della sua Renault 4 dopo aver finito il turno lavorativo.
Dall’accurata ricostruzione è emerso che tutti i colpi furono sparati con l’intenzione di colpire il guidatore, in particolare quelli in direzione della fiancata. Il guidatore riuscì a salvarsi da conseguenze tragiche rannicchiandosi sotto il cruscotto dell’auto. La ricostruzione della scena del crimine ha confermato il racconto dello stesso militare, resta ancora oscuro, invece, il movente.

Voce al Direttore

by -
C’era una volta un orco, ovviamente mostruoso come vuole l’antica tradizione romana. Compariva invariabilmente – sarà stato un maleficio – non appena qualcuno accennava...