Home Tags Posts tagged with "canili"

canili

by -
0 255

Nardò – Adotta un cane randagio e il Comune ti da un rimborso di 500 euro per le spese del primo anno: cibo, veterinario ecc. La proposta, che adesso prende la forma di un avviso pubblico, è contenuta nel regolamento contro il randagismo approvato dal Consiglio comunale neretino con lo scopo dichiarato di ridurre il costoso ricovero degli animali senza padrone in strutture attrezzate, come accade oggi nei canili di Castrì di Lecce, Corigliano d’Otranto e Casarano con una spesa di 800 euro annui per cane; i randagi a carico del Comune di Nardò sono attualmente 230. “Questo Regolamento – afferma il consigliere delegato al Randagismo Gianluca Fedele – è frutto di un lavoro lungo e complesso per il quale devo ringraziare, tra gli altri, il comandante Tarantino e il maresciallo Francone. In questo periodo ho avuto modo di scoprire il dramma degli abbandoni dei cani sul nostro territorio: decine e decine di esemplari, specie nel periodo estivo. Abbiamo fatto un censimento, per la prima volta dopo dieci anni, abbiamo messo in piedi una piattaforma web, abbiamo stilato e approvato questo Regolamento, che aiuterà i cani e farà risparmiare l’ente e la collettività”. Da qui la proposta rivolta ai cittadini di adozione e adozione a distanza dei cani ricoverati nei canili. I cani adottabili sono quelli ritrovati sul territorio comunale ed hanno completato tutti i controlli sanitari e i trattamenti previsti dalla normativa regionale (comprese sterilizzazione e castrazione). L’adozione è consentita a persone maggiorenni, residenti in Italia, che non abbiano subito condanne penali per delitti contro il sentimento degli animali o per maltrattamento degli stessi, che non siano destinatari di provvedimenti restrittivi nella detenzione di animali e che prendano formalmente una serie di impegni sulla custodia, la pulizia e la garanzia di salute del cane. Per favorire le adozioni il Regolamento comunale prevede che il Comune assicuri un rimborso per le spese veterinarie e l’acquisto di cibo (debitamente documentate con ricevute fiscali intestate all’adottante) nella misura massima di 500 euro per il solo primo anno. Il Regolamento prevede anche la possibilità dell’adozione-sostegno a distanza, offerta alle persone che vogliono un cane, ma che non sono in condizioni di tenerlo con sé. Gli interessati dovranno compilare apposita domanda che si trova, insieme al regolamento completo al link https://goo.gl/ygaQni.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...