Home Tags Posts tagged with "campo sportivo"

campo sportivo

IMG-20150302-WA0001NOVOLI. Insolito sequestro quello condotto domenica scorsa a Novoli da parte dei carabinieri. Presso il campo comunale, durante le consuete operazioni di “bonifica” pre-gara (era ospite l’Ostuni per il campionato di Eccellenza), i militari hanno rinvenuto ben 35 lattine di birra e 13 bottigliette di vino “debitamente occultati”. Il sospetto è che le bevande potessero fungere, nelle intenzioni di ignoti malintenzionati, da oggetti contundenti. Il reato ipotizzato è, infatti, quello di “porto ingiustificato di mezzi atti ad offendere”. Sarà pur vero che una lattina di birra serve a dissetare ma, se lanciata ancora chiusa contro qualcuno, può anche fare molto male. Proprio per evitare potenziali situazioni di pericolo è, infatti, previsto che all’interno degli impianti sportivi le bevande siano vendute in bicchieri di plastica. Per la cronaca, la partita è terminata 1 a 1 e non ha fatto registrare episodi di violenza.

by -
0 1062
sporting fuori dal campo

I giocatori dello Sporting di fronte al portone sbarrato del campo sportivo

SANNICOLA. Sgradevole sorpresa all’inizio della nuova stagione agonistica per i calciatori dello Sporting Sannicola. Portone sbarrato del campo sportivo il 2 settembre alla data del primo allenamento. Non se lo aspettavano i giocatori che, indossate tuta e scarpe chiodate, si apprestavano a ricominciare gli allenamenti. Ad occupare la struttura sportiva erano i giocatori della squadra Juniores del Casarano calcio che svolgeranno a Sannicola gli allenamenti per l’intera stagione sportiva.

Nessuna dichiarazione ufficiale dai vertici della società che attendono di conoscere nei particolari la nuova situazione venutasi a creare. Unica certezza, l’attesa vana dei calciatori che sono tornati a casa delusi.

by -
0 1316

campo di calcetto a Felline

FELLINE. La promessa è stata mantenuta: il campo di calcetto alla periferia di Felline verrà intitolato a Eugenio Casto, il 51enne assassinato il 20 marzo 1993 nel suo negozio di generi alimentari.

Il sindaco Antonio Renna lo aveva preannunciato in occasione delle celebrazioni per il ventennale dalla morte, lo scorso marzo, ma ora la Giunta lo ha deliberato con la seguente motivazione: “la figura del signor Casto, per la vita condotta sempre al fianco dei giovani e per la sua tragica fine, è avvertita dalla comunità di Alliste e Felline come un simbolo della legalità e un esempio per la gente onesta che si scontra quotidianamente contro i soprusi della criminalità”.

La targa sarà scoperta nel corso di una cerimonia pubblica nel mese di luglio, in data da definirsi, e a questo momento commemorativo seguirà molto probabilmente una partita di calcetto con la partecipazione delle varie associazioni del paese. Non a caso sarà il campetto di via Alfieri, e non un altro tipo di struttura, a portare il nome di Casto che, come racconta la figlia Elisabetta “era molto attivo nel sociale, si era anche offerto per rimettere in sesto un vecchio impianto sportivo”.

Non solo, era un gran tifoso del Lecce: «Chi voleva conoscere i risultati delle partite – ricorda l’amico Tommy – si recava alla salumeria di Eugenio che esponeva, lateralmente, due bandiere in caso di vittoria, una per il pareggio, zero quando la sua squadra del cuore veniva sconfitta». Chissà che il suo metodo “casalingo” per tenere il conto del punteggio, ora, non venga ripreso da chi giocherà presso il campo “Eugenio Casto”.

RR

by -
0 886

SOLDI SPESI BENE I ragazzi che si preparano a giocare e la gente che affl uisce per l’inaugurazione del campo da basket in via Pietro Bianchi. Peccato che un temporale ha impedito lo svolgersi della partita. Comunque c’è stata grande festa per la soddisfazione di tutti, in particolare di quanti hanno voluto la struttura che è stata intitolata a Giovanni Paolo II ed è costata 141mila euro

Melissano. La zona 167 di Melissano si arricchisce di un’altra struttura sportiva. È stato inaugurato infatti, nei giorni scorsi, il nuovo campo da basket che sorge in via Pietro Bianchi, nei pressi della chiesa di Gesù Redentore.

L’impianto è stato realizzato grazie alla cooperazione di Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Melissano e finanziato, in via sussidiaria, dai contributi volontari raccolti dalla parrocchia.

Il nuovo centro sportivo, intitolato a papa Giovanni Paolo II, è costato 141mila euro. I lavori sono stati portati a termine in un tempo relativamente breve, grazie anche al decisivo contributo delle varie imprese specializzate del posto, che hanno fornito le loro prestazioni a prezzi più vantaggiosi pur di contribuire, in modo decisivo, alla nascita della struttura.

Molto partecipata la cerimonia d’inaugurazione dell’impianto, a cui hanno presenziato, tra gli altri, il sindaco di Melissano Roberto Falconieri, il consigliere di minoranza Ferruccio Caputo, il parroco don Antonio Perrone, e l’assessore provinciale alla Gestione del territorio, Giovanni Stefàno.

«Melissano non è quel deserto che molti descrivono – ha sottolineato Falconieri – perché non mancano i luoghi di aggregazione sociale per far crescere i nostri figli.  Il nuovo campo da basket ne è un esempio e si aggiunge all’elenco che comprende una serie di palestre attrezzate ed un campo sportivo predisposto per l’illuminazione notturna. Bisogna fare sistema insieme alla comunità – ha poi concluso il primo cittadino – per far crescere i giovani nel nome dei sani principi sportivi, evitando che prendano strade pericolose».

«Dobbiamo aver cura del nuovo campo da basket, trattarlo con rispetto ed amarlo come fosse casa nostra – ha poi aggiunto Caputo, uno dei principali fautori del progetto, il primo che s’industriò per intercettare alcuni fondi residui dai finanziamenti stanziati in occasione dei Mondiali di calcio del 1990. «Unire i valori sportivi a quelli cattolici», questo invece l’auspicio di Stefàno che ha dichiarato, a nome della Giunta provinciale, di voler impiegare i pur esigui fondi a loro disposizione per la valorizzazione delle strutture di aggregazione giovanile.

L’animazione musicale è stata assicurata dalla Junior Band di Melissano, la cui esibizione è stata dimezzata dall’improvviso temporale (poi trasformatosi in una lieve grandinata)  che si è scatenato sulla cittadina, e che ha causato, inoltre, il rinvio della partitella di esibizione della locale formazione Under 17 di basket, militante nel torneo di Eccellenza regionale.

MM

by -
0 1020

I giovani atleti della scuola calcio dell’Asd Sannicola con alcuni dirigenti

Sannicola. Presto sarà pronto il campo sportivo e i piccoli campioni della scuola Asd Calcio 2010, ne sono entusiasti e già sognano di essere al meglio.

«Quest’estate abbiamo curato l’organizzazione tecnica del torneo di calcetto che ha animato le serate del centro per tutto luglio – commenta Tommaso Erroi, il presidente – un’iniziativa decisamente ben riuscita finanziata dall’associazione commercianti. Il maggior impegno ora è far pazientare i nostri piccoli campioni che non vedono l’ora di allenarsi in uno stadio. Infatti l’anno scorso gli allenamenti si sono tenuti presso il palazzetto dello sport o nei campetti di Chiesanuova».

L’associazione si occupa del settore giovanile dai “primi calci” agli “allievi” passando attraverso “pulcini”, “esordienti” e “giovanissimi”.

«Siamo molto orgogliosi  – aggiunge Silvano Maregrande, vicepresidente e allenatore  dei “primi calci” e dei “giovanissimi” – del fatto che l’anno scorso tra gli oltre cento iscritti, ben trenta erano “primi calci” permettendoci di iniziare il percorso sportivo il prima possibile». I pulcini sono allenati da Sergio Tarantino e Gabrile Sances, gli esordienti da Roberto Chimienti, gli assistenti coach sono Massimo Minisgallo, Marco Cirocugno e Tommaso Portone, mentre la preparazione dei portieri è a cura di Salvatore Petruzzi e Mino Cimino. «Presto apriremo la nuova stagione dei reclutamenti  – spiega Gabriele Sances responsabile del settore giovanile, oltre che allenatore – e ai nuovi iscritti diamo sempre un kit di benvenuto: divisa, borsone, tuta, giaccone e pallone».

Ai tecnici si aggiungono i responsabili dell’area amministrativa Tonino Pisanello e Pino Simone, il fisioterapista Graziano Scorrano e i responsabili dell’area comunicazione e del sito internet Salvatore Stamerra e Franco De Filippo.

Oggi l’associazione desidera trovare persone motivate ad impegnarsi in un’attività dirigenziale rivolta proprio ai ragazzi del vivaio. «Il problema delle piccole realtà calcistiche è nella carenza di dirigenti, persone appassionate con la voglia di stare tra i giovani – sottolinea il presidente Erroi – che vogliano e sappiano impegnarsi nell’associazione come dirigente sportivo o allenatore, ruoli stimolanti che sicuramente servono per migliorare le capacità organizzative di ogni individuo, la gestione di un gruppo e la maggiore capacità di relazionarsi con altre persone».

 

Maria Cristina Talà

 

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...