Home Tags Posts tagged with "cammini mariani"

cammini mariani

by -
0 803

crocifisso-galatoneGALATONE. “In Cammino con Maria: il culto mariano nelle Serre Salentine” è un nuovo cammino culturale, realizzato dal Gruppo di azione locale, che sarà inaugurato giovedì 5 novembre 2015, alle ore 17, presso il santuario Ss. Crocifisso della Pietà a Galatone. Introdurrà la serata Alessia Ferreri, direttore del Gal Interverranno: Francesco Pacella, presidente del Gal; mons. Fernando Filograna, vescovo diocesi Nardò-Gallipoli; Livio Nisi, sindaco di Galatone; Donato Metallo, sindaco di Racale; Alfredo Cacciapaglia, sindaco di Parabita; Anna Trono, docente UniSalento; Giovanni Granatiero, responsabile Misura 421 – Asse IV. Dopo gli interventi, alle 18, si procederà al taglio del nastro del Nodo mariano “Casa del pellegrino” di Galatone, con un percorso guidato a cura di Francesca Ruppi. Contemporaneamente, presso il Nodo mariano “Madonna dei Fiumi” di Racale è previsto un percorso guidato. Alle 19 la cerimonia si sposterà presso la basilica santuario Madonna della Coltura di Parabita per l’inaugurazione del Nodo mariano “Madonna della Coltura” e per il percorso guidato a cura di Sara Romano. Qui alle 20 si svolgerà il concerto dell’ “Apulia Felix Consort”, una formazione strumentale costituita da artisti di fama internazionale.

Il “Cammini mariani”  ricalcano in parte antichi percorsi di pellegrinaggio i cui segni sono rappresentati da toponimi urbani e rurali, chiese, cappelle, conventi, tradizioni secolari che raccontano di una religiosità mariana ancora intensa. L’itinerario attraversa i quattordici comuni del Gal. Parte dal “Nodo mariano” della Casa del pellegrino di Galatone e continua fra le “Madonne” della Neve di Neviano, delle Grazie di Collepasso, dell’Annunziata  di Montegrappa di Tuglie, delle Grazie di Sannicola. Dal Seno del Canneto di Gallipoli e dall’omonimo santuario mariano, l’itinerario prosegue nell’entroterra ricalcando l’antico percorso dei pellegrini diretti a Santa Maria di Leuca: la Madonna della Lizza di Alezio della Coltura di Parabita, del Carmine e e della Pietà di Matino, della Campana e  Santa Maria della Croce di Casarano. In questo tratto, i riti mariani assumono i caratteri della stagionalità: il passaggio dall’inverno alla primavera è segnato dalle locali solennità: la Madonna  dei Miracoli” di Melissano (Immacolata) e di Taviano (Addolorata) cedono il passo al “Nodo mariano” della Madonna dei Fiumi di Racale e alla Madonna dell’Alto di Felline di Alliste.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...