Home Tags Posts tagged with "calcio racale"

calcio racale

by -
0 697

domenico vadruccio de vitis ss palamaRACALE. È arrivata domenica 20 la prima vittoria dell’Asd Città di Racale nel torneo di Promozione pugliese. La squadra allenata da mister Graziano Tartaglia ha battuto, con un sonoro 5-2, il malcapitato Carovigno, grazie alle doppiette di Domenico Vadruccio De Vitis  (foto di Daniele Palamà/Salento Sport) e Antonio Cresta, e ad una splendida esecuzione, su calcio piazzato, di Antonio Elia.  Giovedì 24, il Racale ha esordito anche nel torneo di Coppa Italia ospitando il Tricase. La gara di ritorno si giocherà, a campi invertiti, giovedì 8 ottobre. Prima della partita contro il Carovigno, la società ha voluto rendere il giusto tributo alla storica figura di Amleto Marrocco, scomparso di recente. Capitan Cresta ha consegnato la maglia del Racale e un mazzo di fiori alla signora Marrocco e al figlio Alessandro, visibilmente commossi per l’affetto riservato al loro congiunto da tutto lo stadio.

Dopo lo sfortunato esordio in campionato a Galatina, la squadra del presidente Ilvo Stanca si è preso una bella rivincita contro la compagine brindisina allenata da mister Giovanni Monna. «È stata una grande gioia – ha detto Stanca dopo la partita col Carovigno – festeggiare la nostra prima vittoria davanti ad una così bella cornice di pubblico». Domenica 27, Cresta e compagni saranno impegnati sul difficile campo di Avetrana, che l’anno scorso arrivò a disputare le semifinali playoff contro il Fasano. Poi, il 4 ottobre, sarà ancora una squadra brindisina, l’Ostuni, a calcare il sintetico del “Luigi Basurto”.

by -
0 816

atletico racale allenamentiRACALE. L’Atletico Racale (foto) è stato ripescato in Prima Categoria. La notizia è stata ufficializzata dal Comitato regionale Lnd il 15 settembre. «C’è grande soddisfazione – esulta il ds dell’Atletico, Mauro Margarito – ci tenevamo molto e sapevamo di avere le carte in regola per ottenerla. Ci spettava per quanto fatto vedere l’anno scorso sia dentro sia fuori dal campo».

L’esordio nella nuova stagione agonistica della squadra del presidente Francesco Cimino sarà a Taviano, domenica 27, in Coppa Puglia. Il campionato partirà il 4 ottobre. Riconfermato mister Pablo Cerbino, saranno tanti i volti nuovi della rosa 2015/16. La porta sarà difesa da Francesco Cavalera, in difesa agiranno Antonio Verardo, Attilio Manco, Aldo Garofalo, Antonio Nassisi, Giorgio De Icco, Cosimo Ferraro e alcuni under di provenienza dal settore giovanile, diretto da Claudio Fontò. Il centrocampo sarà composto da Marco Riccardo, Davide Tartaglione, Valerio De Icco e Cristian Muzzone. In attacco, riconfermati Cristian Rizzello e Simone D’Amore, arrivano anche Gianni Pedone e Matteo Cavalera. Faranno parte della rosa anche Jordan Casarano, Stefano Manni, Jonatan Costantini, Arvalenga Do Santos, Mattia Carrozza e Yuri D’Aversa. «Un grazie particolare – conclude Margarito – va ad Aldo Marra e Luca Gianfreda, passati al Taviano, a Matteo Reho, trasferitosi a Lecce per motivi di studio, e a Stefano Inguscio, storico capitano, che, per motivi di lavoro, non potrà essere a completa disposizione di mister Cerbino».

by -
0 420

la rete di Doumbia - Foto SalentoSport.netRACALE. È stata festa grande nel pomeriggio del 20 agosto allo stadio “Luigi Basurto”. Almeno 600 spettatori, provenienti da tutto il Basso Salento, si sono assiepati sulle gradinate dell’impianto sportivo racalino per applaudire il Lecce di Tonino Asta che ha sfidato il Città di Racale allenato da Graziano Tartaglia. L’amichevole è stata vinta dai giallorossi per 12-0 ma, ovviamente, il risultato sportivo conta poco. È stata entusiasmante la risposta dei tifosi racalini che hanno applaudito a scena aperta, indistintamente, i propri calciatori e gli avversari. Perfetta l’organizzazione della partita. Non erano presenti, al “Basurto”, i due “Berretti” del Lecce, racalini doc, Samuele Parlati e Alessandro Pirretti, che, quest’anno, potrebbero lasciare il Salento per andare a “farsi le ossa” altrove. In particolare, Pirretti sarebbe ad un passo dalla Viterbese, club che milita in Serie D. Nel Racale, invece, ha esordito Antonio Elia, ex attaccante del Lecce, uno dei pilastri della squadra che, dal 13 settembre, si misurerà nel campionato di Promozione con compagini leccesi, brindisine, tarantine e, forse, anche baresi. La prima partita ufficiale, invece, sarà quella di Coppa Italia del 6 settembre, che vedrà il Racale opposto ad una tra Galatina e Maglie. (nella foto SalentoSport.net la rete su rigore segnata da Doumbia del Lecce).

by -
0 1004

Amatori-2013-foto-Studio-ritratti-melissanoRacale. Tanta pioggia, un po’ di tensione di troppo, due reti, una traversa colpita e un punto a testa. Questo il sunto del derby tra Azzurra Melissano e Amici dello Sport Racale (nella foto di Studio ritratti-Melissano) giocato il 16 novembre scorso in casa di Azzurra, per la 6ᵃ giornata del campionato amatori. La gara è sempre molto sentita sia perché nella rosa degli Amici militano molti calciatori melissanesi, sia perché, in passato, ci sono stati diversi “cambi di maglia”.

La rivalità, sinora, si è sempre limitata ad uno sfottò reciproco, con qualche eccesso di agonismo, fisico e verbale che, di solito, nasce e muore in campo. Nel primo tempo il match è stato combattuto, equilibrato e ben giocato da entrambe le squadre. Si segnala un’occasione per Azzurra con Vulcano che colpisce una traversa e due per gli Amici con Greco che perde l’attimo buono per il gol. Nell’intervallo, i rispettivi allenatori cercano dei rimedi tattici per portare a casa l’intera posta in palio, ma il diluvio che si abbatte su Melissano a inizio ripresa fa saltare tutti i piani, trasformando il terreno in un pantano impraticabile. Quando ormai la partita si sta trascinando verso lo 0-0 finale, arriva il vantaggio degli Amici con un bel pallonetto di Emanuele Nassisi. Azzurra, però, non ci sta a perdere. E, in fondo, non lo merita.

Ci pensa allora Pirretti, con una splendida parabola mancina su punizione, a riequilibrare il punteggio per l’1-1 definitivo. Nota a margine: ha arbitrato la partita l’ex sindaco di Racale, Massimo Basurto. In classifica, Azzurra passa a quattro punti, gli Amici salgono a 13. Nei prossimi due turni Azzurra giocherà a Scorrano e contro il Maglie, gli Amici a  Cursi e Palmariggi.

by -
0 646

I ragazzi con il volto dipinto di nero per protesta contro le discriminazioni razziali

Racale. Il calcio come passione ma anche come palestra di vita,  strumento di educazione e formazione.

Con questi obiettivi ben presenti, continua a mietere successi e soddisfazioni, non solo sportive, il settore giovanile calcistico dell’Asd Racale, che consta di duecento ragazzini, distribuiti su sei categorie calcistiche (Primi Passi, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi e Juniores).

«Un altro calcio è possibile – spiega il responsabile delle formazioni giovanili Donato Metallo – lontano dalle speculazioni e dalla violenza, un calcio sano, di periferia, sinonimo di divertimento, passione e spirito di squadra. È questo che intendiamo fare: allontanare i ragazzini dai pericoli della strada o dallo schermo di una playstation per educarli alla tolleranza, alla convivenza civile, favorendo amicizia e solidarietà, in nome dei sani principi dello sport».

Grazie all’aiuto degli sponsor e al supporto logistico-finanziario dell’Asd Racale, i ragazzi vengono dotati di un kit da calcio che comprende borse, divise e tute. Volutamente esiguo il costo mensile dell’iscrizione che ammonta a soli cinque euro, in modo tale da favorire una maggiore partecipazione dei ragazzi e, nello stesso tempo, incrementare la raccolta di fondi da devolvere in associazioni di beneficenza, come la “Arcobaleno su Tanzania” e la Fondazione “Daniela e Paola Bastianutti” di Casarano, dedicata alle due giovani ragazze scomparse nell’attentato terroristico del 2005 a Sharm el-Sheik.

A tal proposito, durante le feste natalizie verrà organizzato un incontro con il padre di Daniela e Paola, durante il quale saranno consegnati i fondi raccolti con le iscrizioni e gli oboli volontari da impiegare nella tutela dei bambini più emarginati, finalità principale della fondazione.

Marco Montagna

by -
0 1018

Racale. Alla rappresentativa cittadina, che si sta discretamente comportando nel campionato di Eccellenza pugliese si affiancherà, da quest’anno, l’Asd Atletico Racale, neonata squadra di calcio che ha da poco fatto il suo esordio nel torneo di Terza categoria provinciale.

Pur se accompagnata da un crescente entusiasmo, l’avventura della nuova realtà sportiva non è però cominciata nel migliore dei modi, complice anche un po’ di sfortuna,  tanti infortuni eccellenti e qualche incidente di percorso. Mister Antonio Causo, vecchia gloria del calcio racalino ed alla guida dell’Atletico Racale dal pre-campionato sino alla trasferta di Acquarica, ha preferito cedere la mano per via di alcune incomprensioni con qualche calciatore.

L’uomo nuovo per la panchina degli azzurri sarà il giovane ed esordiente Danilo Culiersi. Ma il torneo è ancora ai primi fuochi e c’è tutto il tempo per rimediare alla falsa partenza. Il calore dei tifosi dell’Atletico Racale potrebbe essere l’arma in più della nuova compagine nata in estate, su impulso di un gruppo di amici che si ritrovava puntualmente a sfidarsi su un campo da calcio.

Da lì, l’idea di costruire qualcosa di più serio: «Sarà un anno di “collaudo” – spiega il presidente Lorenzo Alfarano – ma noi vogliamo disputare  un bel campionato, cercando di fare bella figura. Non posso esimermi dal ringraziare atleti e dirigenti che in questo progetto ci mettono anima e corpo, oltre ai 35 sponsor che ci supportano e l’Asd Racale che ci ha messo a disposizione parte del suo staff e sette giovani provenienti dalla formazione Juniores».

Questo l’organigramma della società: presidente Lorenzo Alfarano, vicepresidente (e capitano della squadra) Stefano Inguscio, segretario Daniele Santantonio, cassiere Donatello Lozupone, consiglieri Francesco Simeone, Marco Gianfreda, Maurizio Mercutello, Alessandro Manni e Giuseppe Marsano. Preparatori atletici Paolo e Claudio Fontò.

MM

by -
0 1474

Alessandro Pirretti con la maglia del Montefiore Gallipoli

Racale. Un piccolo grande passo per un piccolo promettente calciatore. Il giovane Alessandro Pirretti (foto), 14enne centrocampista originario di Racale, da quest’anno suderà e difenderà la maglia dell’Unione sportiva Lecce, che lo ha prelevato in estate dalla squadra con cui ha tirato i primi calci ad un pallone, l’Asd Montefiore di Gallipoli.

Pirretti è “figlio d’arte” (suo padre Salvatore ha per anni militato nelle categorie dilettantistiche pugliesi, ed oltre ad essere uno degli attaccanti di una delle due squadre amatoriali di Melissano, gli “Amici dello Sport”, è anche l’allenatore dell’Asd Melissano che milita in Seconda Categoria).

Agisce da centrale di centrocampo, un mediano dai piedi buoni. Alessandro indossa la maglia numero 4 (talvolta anche la numero 8 ) ed è mancino purosangue, anche in questo caso ha preso dal padre.

Dispone di un buon tocco di palla, gioca a testa alta per osservare il piazzamento dei suoi compagni e servirli con lanci lunghi o assist filtranti. Un centrocampista dotato di buona visione di gioco e preciso nel tirare le punizioni. Proprio come il suo idolo, Alessandro Del Piero.

L’annata sportiva appena trascorsa è stata ricca di soddisfazioni per il giovane racalino. La sua ex squadra, allenata da Enzo Giumentaro, ha stravinto il proprio girone nella categoria Giovanissimi, classificandosi seconda a livello regionale, dopo aver perso per 1-0 la finale giocata a Monopoli in maggio contro la Polisportiva Andriensis.

E come spesso succede, oltre al danno è arrivata anche la beffa: squalifica per tre giornate, a causa delle vibranti proteste indirizzate all’arbitro di gara, a partita conclusa.

Adesso, la grande occasione si chiama Lecce, dove ritroverà qualche “vecchio” compagno di squadra.

Una grande opportunità per crescere da calciatore e formarsi come uomo, sperando in un futuro luminoso.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...